La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 IMPATTO DELLA CRISI E PATOLOGIA PSICHIATRICA Venerdì 04 ottobre 2013.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 IMPATTO DELLA CRISI E PATOLOGIA PSICHIATRICA Venerdì 04 ottobre 2013."— Transcript della presentazione:

1 1 IMPATTO DELLA CRISI E PATOLOGIA PSICHIATRICA Venerdì 04 ottobre 2013

2 2 Cè una correlazione tra crisi economica, disoccupazione ed evoluzione della patologia psichica? Abbiamo ancora dei dati contraddittori, anche se alcune tendenze appaiono abbastanza certe – L OMS afferma che la depressione è la malattia più disabilitante assieme alle malattie cardiovascolari. La crisi asiatica del 97 e la crisi canadese del 2009 avrebbero evidenziato un forte aumento delle malattie dello spettro depressivo (anche del 100%) con un picco che compare a distanza di 5 – 7 anni dopo lesposizione della crisi economica.

3 3 Alcune statistiche anglosassoni evidenzierebbero dati drammatici per quanto riguarda laumento non solo della depressione, ma anche dei disturbi della sfera ansiosa. Gli effetti della disoccupazione possono portare allaumento di: - Abuso di alcolici - Uso di droghe - Omicidi(0,79% per ogni punto di disoccupazione) - Violenze domestiche e divorzi - Accessi al P.S. e strutture psichiatriche Si ridurrebbero paradossalmente: - Gli incidenti stradali (1,36% per punto di disoccupazione) - La mortalità generale per stili di vita più frugali. Negli anni 30 la mortalità calò del 10%

4 4 Crisi economica e suicidi Nel mondo circa un milione di persone muore per suicidio, circa 2 morti al minuto suicidi in Italia, superiore ai morti per incidente stradale. (3800) Nel 2009 – 2011 si è verificato un aumento del 12% dei suicidi in età 25 – 64 anni in età lavorativa rispetto al Alcune statistiche confermerebbero un aumento dello 0.79% di tasso di suicidio sotto i 65 anni, per ogni aumento di un punto di disoccupazione.

5 5 Perdita del lavoro Ansia e depressione affliggono il 34% dei disoccupati. Effetto minore quando il tasso di disoccupazione è molto Effetto minore quando il tasso di disoccupazione è molto elevato.(es. Paesi Poveri) Perdita del ruolo sociale (non servo a niente) Perdita rapporti interpersonali presenti nel mondo del lavoro. Perdita della possibilità di incanalare la capacità creativa.

6 6 Cosa succede là fuori Dallambulatorio medico al campo di cura. Interventi con le agenzie territoriali per la protezione della fragilità. Necessità di una diagnosi e di una presa in carico allargata ed un percorso dimensionale centrato sulla persona e sui suoi bisogni. Necessità di adottare un modello scientifico bio- psicosociale.

7 7 Sviluppo e miglioramento della qualità di vita Sviluppo coinquilinità Interventi residenziali Comunità con vario grado di protezione Interventi con gli Enti Locali e il Privato Sociale Casa S. Francesco Sviluppo appartamenti protetti Interventi Semiresidenziali Centri Diurni Progetti di inserimento lavorativo Sviluppo della domiciliarità con integrazione dei progetti e formazione compartecipata con Enti Locali e Privato Sociale della domiciliarità con integrazione dei progetti e formazione compartecipata con Enti Locali e Privato Sociale Protezione fragilità

8 8 Collaborazione con Psiche 2000 Comitato 180 Amici di Paola Psiche 2000 Comitato 180 Amici di Paola Collaborazione con il Volontariato e Associazioni dei familiari. Collaborazione con la famiglia, non come causa della malattia, ma come risorsa per la presa in carico dellutente. Apertura a una forma di conoscenza collaterale, diffusa, dimensionale. Passaggio da un processo psicoeducativo ad una restituzione sul campo istituzionale. So di non sapere (Socrate) Chi cede conoscenza non se ne priva La conoscenza si sviluppa non solo fra me e te nellambulatorio ma anche nel recupero del noi fuori.


Scaricare ppt "1 IMPATTO DELLA CRISI E PATOLOGIA PSICHIATRICA Venerdì 04 ottobre 2013."

Presentazioni simili


Annunci Google