La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA RIFORMA DELLE PENSIONI Saverio Petragallo – Unità Operativa Formazione INAS Giornata di formazione UST-LECCE – 1° ottobre 2012 Cassa Edile.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA RIFORMA DELLE PENSIONI Saverio Petragallo – Unità Operativa Formazione INAS Giornata di formazione UST-LECCE – 1° ottobre 2012 Cassa Edile."— Transcript della presentazione:

1 LA RIFORMA DELLE PENSIONI Saverio Petragallo – Unità Operativa Formazione INAS Giornata di formazione UST-LECCE – 1° ottobre 2012 Cassa Edile

2 2 Decreto Legge n.201 del 6 dicembre 2011 Legge 214 del 22 dicembre 2011 G.U. n.300 del (S.O. n.276) «RIFORMA MONTI» la riforma delle pensioni

3 PRINCIPI OBIETTIVI PRINCIPI OBIETTIVI RISPETTO VINCOLI DI BILANCIO STABILITA ECONOMICOFINANZIARIA SOSTENIBILITA SISTEMA PENSIONISTICO RISPETTO VINCOLI DI BILANCIO STABILITA ECONOMICOFINANZIARIA SOSTENIBILITA SISTEMA PENSIONISTICO FLESSIBILITA DI ACCESSO ALLA PENSIONE EQUITA E CONVERGENZA INTRAGENERAZIONALE ADEGUAMENTO REQUISITI ALLA SPERANZA DI VITA FLESSIBILITA DI ACCESSO ALLA PENSIONE EQUITA E CONVERGENZA INTRAGENERAZIONALE ADEGUAMENTO REQUISITI ALLA SPERANZA DI VITA 3 la riforma delle pensioni

4 4 I sistemi di calcolo della pensione Con MENO di 18 anni di contributi al misto Con ALMENO 18 anni di contributi al retributivo Assicurati dall in poi contributivo

5 5 per chi continua a lavorare la quota di pensione per anzianità contributiva maturata dal 2012 in poi è calcolata con il sistema contributivo tutte le pensioni maturate dal 2012 in poi saranno calcolate soltanto con il sistema misto o con quello contributivo La novità riguarda solo coloro che avevano maturato almeno 18 anni di contributi al la quota di pensione per anzianità contributiva maturata fino al è calcolata con il sistema retributivo

6 6 Lavoratore con almeno 18 anni di contributi al sistema retributivo per contributi dal 01/01/1993 al 31/12/2011 QUOTA B sistema retributivo per contributi al 31/12/1992 QUOTA A sistema contributivo per contributi dal 01/01/2012 in poi QUOTA C

7 7 nulla è cambiato per coloro che hanno MENO DI 18 anni di contributi al per i soggetti assicurati dal in poi sistema misto sistema contributivo

8 8 Il sistema retributivo a ripartizione con i contributi versati da tutti i lavoratori si pagano le pensioni pensione calcolata sulla media delle ultime retribuzioni Tutti versano in un unico Fondo (FPLD)

9 9 Il sistema contributivo Ogni lavoratore accumula e detiene il proprio capitale a capitalizzazione La pensione viene calcolata sullintera vita lavorativa Il capitale accumulato costituisce il MONTANTE CONTRIBUTIVO

10 10 speranza di vita ANNODONNEUOMINI ,379, ,281, ,882, ,184, ,285, ,186,2 fonte: Ragioneria Generale dello Stato

11 11 speranza di vita: la tabella di marcia del Governo annoincremento speranza di vita 2012==== 1° adeguamento mesi (già fissati con DM del 6/12/2011) ° adeguamento mesi 7 mesi ° adeguamento mesi 11 mesi ° adeguamento e successivi cadenza BIENNALE

12 12 trattamenti pensionistici pensione di vecchiaia pensione anticipata Pensione di vecchiaiaPensione di anzianità Per coloro che maturano i requisiti dall01/01/2012, ci saranno solo due tipi di pensione:

13 13 PENSIONE DI VECCHIAIA lavoratrici dipendenti settore privato annorequisito di etàincremento speranza di vita requisito di età effettivo anni anni + 3 mesi62 anni e 3 mesi anni e 6 mesi63 anni e 9 mesi anni e 6 mesi63 anni e 9 mesi anni+ 4 mesi ?65 anni e 7 mesi anni65 anni e 7 mesi anni66 anni e 7 mesi anni+ 4 mesi ?66 anni e 11 mesi anni66 anni e 11 mesi requisito contributivo 20 anni già fissato con DM 6/12/2011

14 14 annorequisito di etàincremento speranza di vita requisito di età effettivo anni e 6 mesi anni e 6 mesi + 3 mesi63 anni e 9 mesi anni e 6 mesi64 anni e 9 mesi anni e 6 mesi64 anni e 9 mesi anni e 6 mesi + 4 mesi ?66 anni e 1 mese anni e 6 mesi66 anni e 1 mese anni e 6 mesi67 anni e 1 mese anni e 6 mesi + 4 mesi ?67 anni e 5 mesi anni e 6 mesi67 anni e 5 mesi già fissato con DM 6/12/2011 requisito contributivo 20 anni PENSIONE DI VECCHIAIA lavoratrici autonome – gestione separata

15 15 PENSIONE DI VECCHIAIA lavoratori dipendenti privato/pubblico – autonomi lavoratrici della pubblica amministrazione annorequisito di etàincremento speranza di vita requisito di età effettivo anni anni + 3 mesi66 anni e 3 mesi anni66 anni e 3 mesi anni66 anni e 3 mesi anni + 4 mesi ?66 anni e 7 mesi anni66 anni e 7 mesi anni66 anni e 7 mesi anni + 4 mesi ?66 anni e 11 mesi anni66 anni e 11 mesi già fissato con DM 6/12/2011 requisito contributivo 20 anni

16 16 annorequisito di etàsperanza di vita requisito di età effettivo anni anni+ 3 mesi62 anni e 3 mesi anni e 6 mesi63 anni e 9 mesi anni e 6 mesi63 anni e 9 mesi anni+ 4 mesi65 anni e 7 mesi anni65 anni e 7 mesi anni66 anni e 7 mesi anni + 4 mesi66 anni e 11 mesi anni66 anni e 11 mesi effetti dellelevazione delletà pensionabile Lavoratrice dipendente privata nata il compie 60 anni a gennaio 2013 Decorrenza pensione : 1° GENNAIO 2020 compie 62 anni e 3 mesi ad aprile 2015 compie 63 anni e 9 mesi a ottobre 2016 compie 65 anni e 7 mesi ad agosto 2018 compie 66 anni e 7 mesi ad agosto 2019 Compie 66 anni e 11 mesi a dicembre 2019

17 17 PENSIONE DI VECCHIAIA Assicurati dall in poi (sistema contributivo) I MPORTO DELLA PENSIONE MATURATA : non inferiore ad 1,5 volte lAssegno Sociale ( Anno 2012 A.S. = % = 643,50) ULTERIORE REQUISITO OPPURE ETAImporto maturatoContribuzione 70 anni (+ speranza di vita) Qualsiasi importo5 anni Solo obbligatoria, volontaria, da riscatto NO FIGURATIVA

18 La pensione nel sistema contributivo 18 rapporto tra: ultima retribuzione percepita importo della pensione tasso di sostituzione

19 perché la previdenza integrativa? 19 incidenza percentuale Previdenza obbligatoria 67,367,15649,648,548,1 Previdenza integrativa 0 4,7 9,414,516,7 Totale 67,371,865,465,165,264,8 Fonti: RGS, COVIP, INPS

20 La pensione nel sistema contributivo 20 MONTANTE (somma dei contributi versati in tutta la vita lavorativa rivalutata) COEFFICIENTE DI TRASFORMAZIONE (legato alletà anagrafica) MONTANTE x COEFFICIENTE DI TRASFORMAZIONE : 13 = PENSIONE MENSILE come si calcola: elementi:

21 21 coefficienti di trasformazione ETA19951/1/20101/1/ ,72%4,42%4,304% 584,86%4,54%4,416% 595,01%4,66%4,535% 605,16%4,80%4,661% 615,53%4,94%4,796% 625,51%5,09%4,940% 635,71%5,26%5,094% 645,91%5,43%5,259% 656,13%5,62%5,435% 665,624% 675,826% 686,046% 696,283% 706,541% DM 15 maggio 2012

22 22 ETA ,72%4,42%4,304% 584,86%4,54%4,416% 595,01%4,66%4,535% 605,16%4,80%4,661% 615,53%4,94%4,796% 625,51%5,09%4,940% 635,71%5,26%5,094% 645,91%5,43%5,259% 656,13%5,62%5,435% 665,624% 675,826% 686,046% 696,283% 706,541% Età = 65 anni montante contributivo = x 6,13 % = : 13 = 943 Calcolo pensione nel sistema contributivo x 5,62 % = : 13 = 864, x 5,435 % = : 13 = 836,

23 SI APPLICA AL REQUISITO ANAGRAFICO DI TUTTI I TRATTAMENTI PENSIONISTICI AL REQUISITO CONTRIBUTIVO PER LA PENSIONE ANTICIPATA 23 Lincremento della speranza di vita

24 24 PENSIONE ANTICIPATA Anno Requisito contributivo UOMO Requisito contributivo DONNA Incremento speranza di vita Requisito effettivo UOMO Requisito effettivo DONNA anni e 1 mese41 anni e 1 mese 42 anni e 1 mese41 anni e 1 mese anni e 2 mesi41 anni e 2 mesi + 3 mesi 42 anni e 5 mesi41 anni e 5 mesi anni e 3 mesi41 anni e 3 mesi42 anni e 6 mesi41 anni e 6 mesi già fissato con DM 6/12/2011 LA PENSIONE SARA CORRISPOSTA PER INTERO CON ALMENO 62 ANNI DI ETA In caso di età inferiore viene effettuata una riduzione dellimporto

25 25 riduzione dellimporto Almeno 62 anni di età = nessuna riduzione Prima del 62° anno di età: per ogni anno di anticipo si applica la riduzione del: 1% annuo (con età compresa tra i 60 e i 62 anni) 2% annuo (con età inferiore ai 60 anni) sulla quota di pensione maturata fino al Es: lavoratore con 59 anni di età La riduzione della pensione sarà determinata da: 2% da 59 a 60 e 1% + 1% da 61 a 62 = totale – 4%

26 26 NESSUNA DECURTAZIONE Soggetti che maturino i requisiti previsti per la pensione anticipata entro il 31 dicembre 2017 con età inferiore a 62 anni Tale deroga vale esclusivamente per anzianità contributiva derivante da: Prestazione effettiva di lavoro Astensione obbligatoria per maternità Obblighi di leva Infortunio – malattia Cig ordinaria Soggetti esclusi dalla decurtazione (art.6 c.2 quater – L.14/2012 conversione Decreto Milleproroghe) NO CONTRIBUTI DA: Aspettativa (sindacale) Lsu - Mobilità Cassa integrazione straord. Congedi parentali Permessi L.104 ecc…

27 27 norma eccezionale pensione anticipata per i dipendenti del settore privato Solo donne requisiti da maturare entro il Uomini e donne requisiti da maturare entro il Accesso alla pensione 20 anni di contributi 60 anni età 60 anni di età + 36 anni contr. oppure 61anni di età + 35 anni contr. QUOTA 96 compimento del 64° anno di età * * A cui si sommano gli incrementi di speranza di vita previsti nel 2013 e nel 2016

28 28 Soggetti derogati Coloro che maturano i requisiti entro il (possibilità di certificazione del diritto) Lavoratrici in possesso dei seguenti requisiti (possibilità entro il ) Dipendenti57 anni di età 35 anni di contributi Autonome58 anni di età Legge 243/04 Obbligo di opzione per il sistema contributivo Finestra mobile (12 – 18 mesi) Incremento speranza di vita dal 2013

29 Il DL 6 luglio 2012 n.95 è stato convertito in Legge 7 agosto 2012 n. 135 Soggetti «SALVAGUARDATI» DM «esodati» e D.L. n.95 del 6 luglio 2012 «revisione di spesa» Lavoratori in mobilità ordinaria sulla base di accordi sindacali stipulati prima del ,, che maturino i requisiti per il pensionamento entro il periodo di fruizione dellindennità di mobilità Lavoratori in mobilità lunga sulla base di accordi sindacali stipulati prima del ,, che maturino i requisiti per il pensionamento entro il periodo di fruizione dellindennità di mobilità «…anche se alla data del non ancora risultino cessati dallattività lavorativa e collocati in mobilità» (DL n.95 del )

30 30 Titolari al di prestazione straordinaria a carico dei Fondi di Solidarietà di settore o da data successiva se laccesso alla stessa risulta autorizzato dallINPS «…fermo restando la permanenza nel fondo fino al sessantaduesimo anno di età» (DL n.95 del ) Soggetti «SALVAGUARDATI» DM «esodati» e D.L. n.95 del 6 luglio 2012 «revisione di spesa» Il DL 6 luglio 2012 n.95 è stato convertito in Legge 7 agosto 2012 n. 135

31 31 Autorizzati alla prosecuzione volontaria prima del che non abbiano ripreso lattività lavorativa e con almeno 1 contributo accreditato o accreditabile al «…che perfezionino i requisiti anagrafici e contributivi della previgente normativa tali da comportare la decorrenza della pensione nel periodo compreso fra i ventiquattro ed i trentasei mesi dal » (DL n.95 del ) Soggetti «SALVAGUARDATI» DM «esodati» e D.L. n.95 del 6 luglio 2012 «revisione di spesa» Il DL 6 luglio 2012 n.95 è stato convertito in Legge 7 agosto 2012 n. 135

32 32 Lavoratori che alla data del hanno in corso lesonero dal servizio di cui alla Legge n.133/2008 (dipendenti statali) 950 Soggetti «SALVAGUARDATI» DM «esodati» e D.L. n.95 del 6 luglio 2012 «revisione di spesa» istanza alla Direzione Territoriale del Lavoro competente per residenza con indicazione estremi provvedimento di esonero

33 33 Lavoratori che alla data del hanno in corso il congedo per assistere figli con disabilità grave (D.lgs.151/2001) 950 Soggetti «SALVAGUARDATI» DM «esodati» e D.L. n.95 del 6 luglio 2012 «revisione di spesa» «con perfezionamento dei requisito contributivo per laccesso al pensionamento ( 40 anni di contributi) indipendentemente dalletà anagrafica entro 24 mesi dallinizio del congedo» istanza alla DTL competente per residenza con indicazione estremi provvedimento di congedo

34 34 Lavoratori che hanno risolto il rapporto di lavoro entro il in ragione di accordi individuali o in applicazione di accordi collettivi di incentivo allesodo stipulati dalle OO.SS. più rappresentative senza successiva rioccupazione in qualsiasi altra attività lavorativa Soggetti «SALVAGUARDATI» DM «esodati» e D.L. n.95 del 6 luglio 2012 «revisione di spesa» «…che perfezionino i requisiti anagrafici e contributivi della previgente normativa tali da comportare la decorrenza della pensione nel periodo compreso fra i ventiquattro ed i trentasei mesi dal » (DL n.95 del ) La data di cessazione dal lavoro deve risultare da elementi certi e oggettivi ( comunicazioni alla DTL…)

35 35 Soggetti «SALVAGUARDATI» DM «esodati» e D.L. n.95 del 6 luglio 2012 «revisione di spesa» Corredata dallaccordo che ha dato luogo alla cessazione del rapporto di lavoro istanza alla DTL presso cui gli accordi sono stati sottoscritti ACCORDI INDIVIDUALI ACCORDI COLLETTIVI istanza alla DTL competente per residenza del lavoratore

36 36 Soggetti «SALVAGUARDATI» DM «esodati» e D.L. n.95 del 6 luglio 2012 «revisione di spesa» entro 120 gg. dalla data di pubblicazione del Decreto Interministeriale del 1° giugno 2012 G.U. n.171 del 24 luglio 2012 Tutte le istanze alle Direzioni Territoriali per il Lavoro devono essere presentate entro il 21 NOVEMBRE 2012

37 (DM ) (D.L. 95/2012) = = previsto un ulteriore Decreto Interministeriale entro 60 gg. dallentrata in vigore della L.135/2012 (15 ottobre 2012) per definire modalità di attuazione delle deroghe LINPS provvede al monitoraggio delle domande di pensione sulla base della data di cessazione del rapporto di lavoro. Raggiunto il limite numerico delle domande di pensione, lINPS non prenderà in esame ulteriori domande. Soggetti derogati DM «esodati» e D.L. n.95 del 6 luglio 2012 «revisione di spesa»

38 38 Lavori usuranti Lavoro usurante – maturazione requisiti: Dal 2008 al 2011: periodo transitorio Dal 2012: a regime (requisiti di cui alla tabella B ex L.247/07) Dal 2013 si applica lincremento aspettativa di vita DataRequisiti lav. dipendentiRequisiti lav. autonomi Dal 1° gennaio anni quota 9661 anni quota 97 dal 1° gennaio anni + 3 mesi quota mesi quota 98

39 39 Lavori usuranti Lavori usuranti notturni a turni: requisiti: a) incremento di 2 anni e 2 unità rispetto requisiti della tab.B L.247/07 con gg. da 64 a 71 b) incremento di 1 anno e 1 unità rispetto a requisiti della tab.B L.247/07 con gg. da 72 a 77 DataRequisiti lav. dipendentiRequisiti lav. autonomi Dal 1° gennaio anni quota 9863 anni quota 99 DataRequisiti lav. dipendentiRequisiti lav. autonomi Dal 1° gennaio anni quota 9762 anni quota 98 dal 1° gennaio anni + 3 mesi quota 9964 anni + 3 mesi quota 100 dal 1° gennaio anni + 3 mesi quota 9863 anni + 3 mesi quota 99

40 40 Deroga Fondo trasporti PERSONALE VIAGGIANTE (art.5 D.Lgs.503/92) PERDITA ABILITAZIONE ALLO SVOLGIMENTO DELLA SPECIFICA ATTIVITA PER LIMITI DI ETA art. 12 L. 122/2010) uominidonne età pensionabile TRIMESTRE SUCCESSIVO AL PERFEZIONAMENTO REQUISITI (art.1 c.5 L.247/2007) finestra di uscita pensione

41 41 Fondi speciali: contributo solidarietà Dal al contributo di solidarietà applicato a pensionati ed iscritti ai seguenti fondi: Fondo volo Ex Fondo trasporti Ex Fondo elettrici Ex Fondo telefonici Ex Inpdai La trattenuta non si applica a: Pensioni di importo pari o inferiore a 5 volte il TM Pensioni e assegni di invalidità Pensioni di inabilità La trattenuta non si applica a: Pensioni di importo pari o inferiore a 5 volte il TM Pensioni e assegni di invalidità Pensioni di inabilità

42 42 Fondi speciali: contributo solidarietà Anzianità contributive al 31/12/1995 Misura percentuale del contributo PensionatiLavoratori Da 5 anni e fino a 150,3%0,5% Oltre 15 anni e fino a 25 0,6%0,5% Oltre 25 anni1%0,5% Con lapplicazione del contributo, la pensione non può comunque risultare inferiore a 5 volte il TM

43 43 dipendenti pubblica amministrazione Causa di servizio Equo indennizzo Pensione privilegiata Tutela demandata allINAIL I predetti istituti rimangono in vigore esclusivamente per il personale appartenente al comparto sicurezza, difesa, pubblico soccorso e vigili del fuoco.

44 44 Perequazione delle pensioni PENSIONE MENSILE 2011 % ISTAT 2012 INCREMENTO SPETTANTE 2012 PENSIONE IN PAGAMENTO ,002,6% 18,2 718, ,002,6% 26, , ,002,6% 33, , ,002,6% 36, , ,52,6% 36, , ,002,6% 21, , ,002,6% ,58 2,6%- 1441, ,002,6% , ,002,6% ,00

45 Assegno sociale 45 Dal 1° gennaio 2018 aumenta da 65 a 66 anni il requisito anagrafico per il conseguimento: dellassegno sociale dellassegno sociale sostitutivo della pensione per sordomuti, della pensione di invalidità civile e dellassegno di invalidità civile

46 46 SOPPRESSIONE ENTI INPDAP ENPALS I.N.P.S.

47 grazie 47


Scaricare ppt "LA RIFORMA DELLE PENSIONI Saverio Petragallo – Unità Operativa Formazione INAS Giornata di formazione UST-LECCE – 1° ottobre 2012 Cassa Edile."

Presentazioni simili


Annunci Google