La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

NUOVE METODOLOGIE NELLA GESTIONE DEL II LIVELLO Silvano Costa I° Clinica Ginecologica/Ostetrica Direttore Prof. G. Pelusi Policlinico S. Orsola-Malpighi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "NUOVE METODOLOGIE NELLA GESTIONE DEL II LIVELLO Silvano Costa I° Clinica Ginecologica/Ostetrica Direttore Prof. G. Pelusi Policlinico S. Orsola-Malpighi."— Transcript della presentazione:

1 NUOVE METODOLOGIE NELLA GESTIONE DEL II LIVELLO Silvano Costa I° Clinica Ginecologica/Ostetrica Direttore Prof. G. Pelusi Policlinico S. Orsola-Malpighi Bologna Reggio Emilia: Ottobre 2006

2 Le nuove tecnologie biomolecolari hanno introdotto un nuovo concetto nello screening: Il concetto di RISCHIO di lesione La rivoluzione nella prevenzione

3 Dal concetto di Papanicolau di Categorie diagnostiche (famose 5 categorie ) Al concetto di classi di RISCHIO

4 Esempio tipico: Il test virale Il test per HPV DNA Non dà una diagnosi di lesione… Non giustifica la scelta di una ev. terapia, né la modalità…….

5 ……MA INDICA IL RISCHIO DI AVERE O NON AVERE UNA LESIONE !!!

6 RISCHIO DI AVERE O NON AVERE UNA LESIONE ESEMPIO TIPICO: citologia ASC-US ASC-US NON DEFINISCE UNA LESIONE

7 RISCHIO DI AVERE O NON AVERE UNA LESIONE ESEMPIO TIPICO: citologia ASC-US Come quantificare il rischio di CIN 2+ ?

8 Quantificare il rischio di lesione può risolvere il dilemma fra lottimistica ripetizione del Pap test Ed il pessimistico invio alla colposcopia e Bx mirata (risvolti medico-legali ecc….) ASC-US

9 5-10 % CIN 2+ ASCUS HPV DNA pos 40-60% CIN 2+ Colposcopia

10 RISCHIO DI AVERE O NON AVERE UNA LESIONE ESEMPIO TIPICO: Terapia per CIN2+

11 Il CIN 2+ rappresenta una condizione di Rischio per il carcinoma !!! Da ciò deriva il successo e la diffusione della LEEP/Ansa/LASER……

12 …. Ma forse curiamo più CIN 2+ rispetto a quelle che effettivamente evolveranno verso il carcinoma !!!

13 LA TERAPIA DEL CIN2 + RISOLVE DEFINITIVAMENTE IL RISCHIO DI SVILUPPARE UN CARCINOMA? NO!!! Lo riduce ma non lo risolve!!!!

14 Perché la sorveglianza dopo trattamento per CIN2-3 Le pazienti trattate hanno ancora un Rischio aumentato di sviluppare una neoplasia cervicale

15 Perché la sorveglianza dopo trattamento per CIN2-3 15% Recidiva/Persistenza a prescindere dal metodo usato Novo et al., Int J Gyn Obstet 2000

16 Perché la sorveglianza dopo trattamento per CIN2-3 Recidiva/Persistenza Margini non in sano Margini in sano 5-25% 5-10%

17 Follow-up dopo trattamento per CIN2-3 Adesione al follow-up Problemi: Quali test usare 4 visite, una ogni 6 mesi Pap test +colposcopia

18 N° casi 1000 Grado CIN 2-3 Follow-up 36 mesi N° Visite % N.S Adesione al F-U Casistica Clinica Gynecol Oncol, 2003

19 N° casi 1763 Grado CIN 2-3 Follow-up 27 mesi Adesione al F-U Casistica dello Screening Visite N° % , , , , ,2 38% 41% 21% Cristiani P et al. EJOGRB 2006;

20 40% F-U adeguato 60% F-U inadeguato Cristiani P et al. EJOGRB 2006 N° casi 1763 Grado CIN 2-3 Follow-up 27 mesi Adesione al F-U Casistica dello Screening

21 Quali soluzioni ? Ridurre il N° di controlli Migliorare la sensibilità dei test

22 Follow-up dopo trattamento per CIN2-3 1.Citologia Quali test usare? 2.Citologia & Colposcopia

23 Follow-up dopo trattamento per CIN2-3 QUANTIFICARE IL RISCHIO DI LESIONE PERS/REC HPV test: aumento sensibilità Pap test possibile diminuzione controlli

24 Persistenza/Recidiva dopo trattamento Autore N° casi Rec/Pers guarigione ( % HPV pos) (% HPV pos) 1.Nagai (100) 51 (12) 2.Lin (100) 48 (52) 3.Nobbenhuis (90) 155 (8) 4.Paraskevaidis (93) 82 (16) 5.Acladius (50) 69 (6) 6.Costa (84) 234 (16) 7.Cecchini (90) 74(5) 8.Sarian (100) 96 (15)

25 HPV test nel follw-up REVIEW Esito della terapia HPV status guarigione rec/pers NEG 84% 17% POS 16% 83% Paraskevaidis, Ca. Reiview, 2004

26 CONCLUSIONI Persistenza/Recidiva di CIN associata alla Persistenzadi HPV Persistenza di HPV Persistenza/Guarigione CIN/HPV

27 HPV status Clearance virale INTEGRATO/MISTO 47% EPISOMALE 90 % Crippa M et al, J Med Virol 2006;78:494 CLEARANCE DELLA INFEZIONE DA HPV

28 normal cytology and negative HPV DNA frequency reduced for women with both normal cytology and negative HPV DNA test the frequency of follow-up can be reduced Debarge, Gynecol Oncol 2003 HPV test dopo terapia

29 … for women with normal cytology and negative HPV DNA test at 6 months the chance to develop recurrent/residual CIN or carcinoma is so low that retested at 12 months can be omitted HPV test dopo terapia Zielinski, Gyncol Oncol 2003

30 LA NEGATIVITA DI HPV DNA TEST DEFINISCE UN MINORE RISCHIO DI PERS/REC DI LESIONE

31 Follow-up dopo terapia QUALE RISCHIO DI PERS/REC? Pap neg. HPV test neg. Ripetizione dopo 1 anno

32 Follow-up QUALE RISCHIO DI PERS/REC? Pap pos.Borderline HPV test neg. Ripetizione dopo 6 mesi

33 Follow-up QUALE RISCHIO DI PERS/REC? Pap pos.HSIL HPV test neg. COLPOSCOPIA Pap pos.ASCUS+ HPV test pos.

34 Follow-up QUALE RISCHIO DI PERS/REC? F/U 1 anno 70% F/U 6 mesi 20% Colposcopia 10%

35 LE NUOVE METODOLOGIE : CI HANNO FACILITATO LA VITA? NO!!! CI HANNO FACILITATO LA VITA? NO!!! HANNO MIGLIORATO LO SCREENING? Forse SI!!! HANNO MIGLIORATO LO SCREENING? Forse SI!!!

36 grazie


Scaricare ppt "NUOVE METODOLOGIE NELLA GESTIONE DEL II LIVELLO Silvano Costa I° Clinica Ginecologica/Ostetrica Direttore Prof. G. Pelusi Policlinico S. Orsola-Malpighi."

Presentazioni simili


Annunci Google