La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Piano Sociale di Zona Ambito Territoriale Napoli Tredici.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Piano Sociale di Zona Ambito Territoriale Napoli Tredici."— Transcript della presentazione:

1 Piano Sociale di Zona Ambito Territoriale Napoli Tredici

2 Dopo Dieci Anni: Continuiamo a Crescere Insieme

3 In Dieci Anni: Alcune cose che abbiamo fatto Insieme

4 Dieci Anni Insieme: I nostri Servizi, cosa sono, quanti Cittadini hanno servito

5 Servizio Sociale Professionale (e Segretariato Sociale) L ufficio risponde all esigenza dei cittadini di avere, tramite personale qualificato, informazioni complete, relativamente ai servizi sociali offerti, in merito ai propri diritti, alle prestazioni, alle modalit à di accesso ed alle procedure di reclamo e di tutela in seguito ad eventuali disservizi ricevuti. L Ufficio offre due modalit à d intervento: Servizio di Segretariato sociale: seleziona ed orienta la domanda dei cittadini, raccoglie i loro bisogni, monitorizza le risorse territoriali, fornisce informazioni ed orientamento verso l offerta dei servizi e, laddove si tratta di un bisogno complesso, rinvia alle strutture ed ai servizi pi ù idonei per soddisfare la richiesta. Servizio Sociale Professionale: effettua una vera e propria presa in carico, laddove i servizi possono soddisfare il bisogno espresso e non espresso dei cittadini che hanno fatto richiesta tramite il Servizio di Segretariato Sociale, provvedendo ad individuare ed attivare, preservando il pi ù possibile l autonomia delle persone, la rete dei servizi territoriali ed ulteriori ed eventuali risorse territoriali, favorendo l integrazione. Sono destinatari tutti i cittadini e i loro nuclei familiari residenti nei Comuni dell Ambito Territoriale Napoli Tredici Colloqui Professionali 553 Visite domiciliari 443 E.V.M. 34 U.V.I 554 relazioni professionali

6 Centri Ricreativi Estivi Il Servizio risponde alle esigenze delle famiglie che durante i mesi estivi, con la sospensione delle attivit à scolastiche, necessitano di servizi volti alla cura e alla educazione dei propri figli. Il Servizio si articola nelle seguenti modalit à organizzative: a) Centro Ricreativo Estivo b) Centro Ricreativo Estivo Colonia Marina Le attivit à previste sono: giochi d acqua e all aperto; attivit à di gruppo e escursioni marine e montane; attivit à ricreative; Destinatari dell intervento Centro Ricreativo Estivo sono tutti/e i/le bambini/e di et à compresa tra i 5 e gli 11 anni; Destinatari del Centro Ricreativo Estivo Colonia Marina sono tutti/e i/le bambini/e che hanno frequentato le classi dalla prima alla quinta della Scuola Primaria. 349 Utenti nell anno ore di servizio erogate

7 Centro per la Famiglia Il Servizio prevede un azione di ascolto specializzato per le famiglie in difficolt à. Offre azioni di Sostegno e Consulenza psicologica e sociale, di valorizzazione e supporto alle funzioni genitoriali, di Mediazione Familiare, di prevenzione dei fenomeni di abuso e maltrattamento, di diffusione della cultura dell Affido Familiare e sostegno alle famiglie affidatarie, informazione ed accompagnamento alle coppie adottive. Destinatari dell intervento sono tutte le famiglie residenti nei Comuni dell Ambito Territoriale Napoli Tredici, con particolare riferimento ai nuclei familiari in cui sono presenti persone minori di et à, diversamente abili, anziani non auto-sufficienti. 75 Utenti nell anno ore di servizio erogate

8 Servizi per la Prima Infanzia I Servizi per la Prima Infanzia concorrono con le famiglie alla crescita e alla formazione dei bambini e delle bambine in et à compresa fra i tre mesi e i tre anni, affiancando e sostenendo le famiglie nei compiti di cura e di educazione. Le attivit à prevalenti si basano sull accoglienza e cura del bambino, la socializzazione, il gioco, attivit à manuali ed espressive, prima alfabetizzazione sensoriale. Nello specifico, per le fasce di et à tra i 3 e i 12 mesi, si prevede il sostegno alla sperimentazione corporea e allo sviluppo del del linguaggio; per quelle tra i 12 e i 36 mesi, si prevedono giochi di movimento, percettivi, cognitivi, attivit à manipolative e grafiche, giochi strutturati e liberi. Sono destinatari del Servizio tutti i bambini di et à compresa tra i tre mesi e i tre anni residenti nel Comune dell Ambito Territoriale in cui è attivo il servizio. 65 Utenti nell anno ore di servizio erogate

9 Servizi Domiciliari Territoriali per lInfanzia, ladolescenza ed i Giovani I Servizi mantengono e sostengono il minore all interno della propria famiglia, qualora questa versi in situazioni di temporanea difficolt à e manifesti elementi di possibile rischio o pregiudizio per il minore. Prevede lo svolgimento delle seguenti attivit à : Interventi per lo sviluppo della autonomia, delle relazioni interpersonali, dell apprendimento e delle affettivit à del minore; interventi per favorire l instaurarsi di un rapporto corretto tra tutti i componenti del nucleo familiare; interventi per favorire la relazione del sistema familiare con i contesti istituzionale e con la rete parentale, e la comunit à locale in genere; predisposizione di momenti di verifica tra operatori, operatori e famiglia, operatori ed educatori. Il Servizio è rivolto a tutte le persone diversamente abili e ai loro nuclei familiari residenti nell Ambito Territoriale Napoli Tredici. 63 Utenti nell anno ore di servizio erogate

10 Servizio per lAffido Familiare (Contributo Famiglie Affidatarie) Il Servizio garantisce alla famiglia affidataria un contributo economico mensile allo scopo di supportare le famiglie nel delicato compito di educare ed istruire i minori affidati (L.149/2001 art.5 comma 4). Il contributo è nel massimo definito dalle linee di indirizzo generale per l affidamento familiare, lo stesso è determinato sulla base dell effettiva disponibilit à di bilancio in misura non inferiore ai 6,50 euro al giorno. Il contributo è ridotto all 20% per ogni nuovo affido oltre il primo. 15 Utenti nell anno 2011

11 Azioni per lAffido Familiare e per lAdozione Nazionale e Internazionale Al fine di gestire i percorsi di Affido Familiare e di Adozione nazionale ed internazionale sono stati istituiti: il S.A.T. - Servizio Affido d Ambito e l Eq. A. - Equipe Adozione Nazionale ed Internazionale, composti da un equipe integrata socio-sanitaria, che segue le varie fasi sia del percorso dell Affido sia del percorso dell Adozione, garantendo gli standard minimi di prestazione, e procedure adeguate ed integrate. 6 coppie adottive seguite dall equipe adozioni 1 gruppo di famiglie adottive 5 iscritti al corso di preparazione all Affido Familiare

12 Interventi di assistenza ai minori riconosciuti da un solo genitore Si tratta di misure a sostegno dei minori riconosciuti da un solo genitore, attraverso l erogazione di interventi diretti a sostenere sia socialmente, sia economicamente, i minori, nonch é lo stesso genitore. Gli interventi assistenziali di sostegno economico e psico-sociale sono rivolti ai minori appartenenti a nuclei familiari socialmente e/o economicamente fragili, al fine di consentire il superamento di situazioni temporanee di particolare difficolt à, che potrebbero incidere negativamente sull armonico sviluppo psico-fisico degli stessi Le suddette funzioni gi à di competenza dell Opera Nazionale Maternit à ed Infanzia (ex OMNI) sono esercitate direttamente dal Piano sociale di Zona Ambito Territoriale Napoli Tredici a partire dall anno 2010;

13 Contributo economico per le famiglie con numero di figli pari o superiore a quattro La Legge n. 296/06 -Fondo per le politiche della famiglia- prevede la sperimentazione di iniziative per l abbattimento dei costi dei servizi per le famiglie con numero di figli pari o superiori a quattro. L iniziativa prevede l assegnazione del contributo economico alle famiglie per l abbattimento dei costi dei servizi, nonch é un progetto di intervento finalizzato al sostegno psico-sociale.

14 Assistenza Domiciliare Anziani Consiste in una prestazioni di natura socio – assistenziale presso il domicilio degli anziani, promuove la permanenza dell anziano nel contesto sociale quotidiano riducendo il ricorso a strutture residenziali e favorisce il recupero e le capacit à della persona stimolando l'autosufficienza nelle attivit à giornaliere (igiene personale, pulizia e riordino dell'ambiente, preparazione di pasti, parziale o completa, mobilizzazione). I Servizi Domiciliari per le Persone anziane inoltre mirano a prevenire e rimuovere le situazioni di emarginazione e a supportare le famiglie caricate da eccessivi compiti assistenziali per uno dei propri componenti, favorendo la socializzazione tramite aiuto infermieristico ed igienico-sanitario e contatti con le ASL. Sono destinatari del Servizio tutti gli anziani residenti nell Ambito Territoriale che hanno compiuto i sessantacinque anni di et à e che presentano una disabilit à gravissima, ovvero un grado di invalidit à accertata del 100%. In caso di disponibilit à di risorse possono accedere al servizio anche anziani con una invalidit à parziale. 142 Utenti nell anno ore erogate

15 Attività Socialmente utili per le Persone Anziane Le attivit à socialmente utili per gli anziani mirano a favorire la socializzazione degli anziani ed a stimolarne il protagonismo sociale, prevenendo e/o rimuovendo situazioni di emarginazione e di disagio. Tali iniziative, fondandosi sul presupposto che l anziano non è solo portatore di bisogni, ma anche di risorse, tendono altres ì a promuovere attraverso gli anziani la trasmissione alle giovani generazioni del sapere, delle competenze e della memoria. Le principali attivit à sono: sorveglianza presso ludoteche, parchi giochi, scuole, strutture pubbliche; trasmissione e condivisione dei mestieri tradizionali. Sono destinatari del Servizio tutte le persone che abbiano superato il cinquantasettesimo anno di et à residenti in uno dei Comuni dell Ambito territoriale Napoli Tredici. 15 Utenti nell anno 2011

16 Telesoccorso Il Servizio consente a chi è solo, anziano, malato, disabile, in temporanea o cronica situazione di rischio o emergenza,di essere sempre in contatto, tramite idonea apparecchiatura, ad una centrale operativa, nell ambito della quale sono presenti 24 ore su 24 degli operatori e dalla quale possono partire gli interventi opportuni. Le principali attivit à previste sono: Servizio di Sorveglianza e Pronto Intervento (telematico); Servizio di Pronto Intervento Sanitario; Servizio Telefono Amico; Servizio Pronto Intervento Socio-assistenziale; Attivit à di integrazione Socio-Sanitaria con l A.S.L; Attivit à concordata di trasporto con un mezzo sanitario attrezzato. Sono destinatari del Servizio/ Intervento Telesoccorso tutte le persone anziane che abbiano raggiunto i limiti di et à previsti per il pensionamento di vecchiaia, le persone diversamente abili, coloro che si trovano in temporaneo bisogno di azioni di sollievo e sicurezza, le strutture di accoglienza residenziali (che accolgono in particolare anziani, disabili, minori di et à, persone senza fissa dimora) dell Ambito Territoriale. 174 Utenti nell anno 2011

17 Progetto Benessere Il Servizio Progetto Benessere mira a migliorare il benessere pico – fisico delle persone anziane attraverso la fruizione di cure termali con accesso agevolato, grazie alla stipula di due protocolli d intesa: con le terme di stabia; con lo scrajo terme; Sono destinatari del Servizio tutti gli anziani residenti nell Ambito Territoriale che hanno compiuto i sessantacinque anni di et à. 25 Utenti nell anno 2011

18 Soggiorno Climatico Il Servizio offre alle persone anziane: nuove modalit à d aggregazione e di integrazione sociale; la possibilit à di conoscere nuovi luoghi e di vivere esperienze ludiche e culturali in compagnia dei coetanei, con cui si condividono ritmi di vita e interessi; la possibilit à di migliorare il proprio benessere psico-fisico, a prezzi calmierati e comunque proporzionali alle disponibilit à economiche di ciascun partecipante. Sono destinatari del Servizio le persone anziane, siano in possesso dei seguenti requisiti: 1. abbiano compiuto il cinquantasettesimo anno di et à e siano titolari di pensione; 2. siano titolari di pensione di anzianit à ( abbiano compiuto il sessantacinquesimo anno di et à per gli uomini e il sessantesimo anno di et à per le donne); 3. siano residenti nel Comune dell Ambito Territoriale che organizza il soggiorno; 4. dimostrino, attraverso idonea certificazione medica, di essere in uno stato di salute idoneo alla partecipazione al Soggiorno Climatico previsto dal Piano Sociale di Zona; 54 Utenti nell anno 2011 per il Comune di Sorrento 75 per il Comune di Massa Lubrense

19 Centro Diurno Polifunzionale per le persone anziane Il Servizio offre alle persone anziane che si trovano in discrete condizioni di autonomia personale, opportunit à di socializzazione e di animazione attraverso la realizzazione di attivit à quali: escursioni, soggiorni climatici, attivit à culturali,attivit à a carattere socio – sanitario etc. Al Centro possono aderire, in qualit à di soci, le persone che abbiano compiuto il 57 esimo anno di et à e siano titolari di pensione e, comunque, gli uomini che abbiano compiuto sessantacinque anni e le donne che abbiano compiuto i sessanta anni, residenti nel territorio comunale, i quali, condividendo le finalit à e gli obiettivi del Centro Utenti nell anno 2011

20 Servizi Domiciliari per le Persone Diversamente Abili Le prestazioni del Servizio tendono al mantenimento, al recupero, ed allo sviluppo del livello di autonomia personale e sociale, attivando le capacit à potenziali della persona e/o del nucleo assistito. Le prestazioni offerte sono le seguenti: assistentato materiale domiciliare; cura e governo della persona e della casa; interventi di mobilizzazione semplice; attivit à di integrazione con l ASL competente territorialmente; sostegno alle relazioni interpersonali; sollievo alle situazioni di fatica e logoramento dei membri del nucleo familiare; interventi per la mobilit à assistita; supporto per il tempo libero Sono ammesse al Servizio, in via prioritaria, tutte le persone diversamente abili - senza limiti di et à - che presentano una disabilit à gravissima di tipo fisico, psichico e/o sensoriale, accertata ai sensi della L.104/92 ovvero con una invalidit à accertata del 100%. In caso di disponibilit à di risorse possono accedere al Servizio anche le persone diversamente abili con una invalidit à parziale. 142 Utenti nell anno ore erogate

21 Servizi Diurni per le Persone Diversamente Abili Il Servizio, si configura come spazio appositamente strutturato al fine di favorire il percorso di crescita psico-affettiva e di integrazione sociale delle Persone Diversamente Abili. Il Servizio, inoltre, fornisce agli utenti gli apprendimenti e gli strumenti adeguati per sviluppare e/o migliorare l autonomia, le capacit à relazionali, le abilit à lavorative e, in generale, il livello d integrazione socio-lavorativa. Al Servizio sono ammesse le Persone diversamente abili residenti in uno dei Comuni dell Ambito Territoriale Napoli Tredici che hanno raggiunto il sedicesimo anno d et à e che presentano una disabilit à grave, gravissima o medio-grave, di tipo fisico, psichico e/o sensoriale, accertata ai sensi della L.104/92 e/o riconosciuti invalidi civili con una percentuale superiore al 66%, salvo applicazione di specifi-ca graduatoria permanente ai sensi dell art. 8 del Regolamento per l Accesso al Sistema Integrato Locale dei Servizi e degli Interventi Sociali; hanno assolto l obbligo scolastico o che frequentano corsi scolastici superiori e necessitano di uno spazio appositamente strutturato, finalizzato allo sviluppo dell autonomia, all orientamento professionale, all integrazione sociale e socio-lavorativa. Le famiglie, ed in particolare i genitori degli utenti, sono anch essi destinatari delle attivit à del Servizio. 42 Utenti nell anno 2011

22 Servizi di Assistenza Specialistica per le persone diversamente abili Il Servizio prevede la realizzazione di percorsi di sostegno, affiancamento, accompagnamento e tutoring relativamente ai percorsi formativi ed educativi di minori diversamente abili, con l obiettivo di prevenire e rimuovere le cause che possono provocare situazioni di disagio o fenomeni di emarginazione dagli ambienti familiari, sociali e di formazione. Prevede di fornire sostegno, attraverso un accompagnamento nello studio e nelle situazioni di vita sociale, psicologo laddove il percorso del soggetto lo richiede, ed un sostegno informativo sulla realt à giovanile locale, nonch é sulle risorse personali e del territorio da poter attivare per far fronte alle situazioni della vita quotidiana. Sono destinatari del Servizio tutte le persone diversamente abili residenti nei Comuni dell Ambito Territoriale che presentano una disabilit à grave, gravissima o medio grave di tipo fisico, psichico e/o sensoriale. 48 Utenti nell anno ore erogate

23 Servizi e Interventi per il contrasto alla Povertà Misure tese al superamento delle condizioni di difficolt à ed alla promozione di percorsi di inclusione sociale. Sono presenti tre tipologie di contributi: Ordinari: Nell arco temporale di un anno possono essere concessi, al richiedente, un massimo di due contributi, in considerazione delle diverse circostanze e motivazioni che hanno determinato l insorgere dello stato di bisogno, per un importo massimo di euro 300,00 per singolo contributo Straordinari: Al richiedente possono essere assegnati, alternativamente e nello stesso anno, un massimo di 12 interventi per acquisto di beni di sussistenza, per un importo singolo non superiore ad euro 50,00; 2 interventi, per un importo singolo, non superiore a euro 300,00. Attivi: è subordinato alla realizzazione di attivit à previste dalla L.R. 21/89 e mira alla tutela e alla piena Integrazione/Socializzazione delle persone anziane titolari di pensioni che non svolgono attivit à lavorativa. Destinatari del Servizio sono tutti i cittadini in stato di temporaneo stato di disagio socio- economico. 773 Utenti nell anno 2011

24 Servizio per le Persone senza Fissa Dimora E un Centro di prima accoglienza per dare risposta alle persone che si trovano in stato di grave difficolt à ed in condizione di emarginazione. Le attivit à riguardano due aree d intervento: l area dell accoglienza l area dell accompagnamento Destinatari del Servizio sono tutti i senza dimora che momentaneamente si trovano nell Ambito Territoriale, di ambo i sessi, di qualsiasi et à (purch é maggiorenni) e di qualsiasi nazionalit à, purch é non in stato di clandestinit à e/o di violazione delle leggi vigenti, ed inoltre che siano in condizioni psico-fisiche adeguate ad una accoglienza di tipo "sociale". Sono, altres ì, destinatari dei Servizi anche le persone di passaggio sul territorio, ai sensi delle normative vigenti, compatibilmente con le risorse disponibili. 3 Utenti nell anno 2011

25 Servizio di Pronto Intervento Sociale E un Servizio teso a garantire assistenza in qualsiasi momento a soggetti che versano in situazioni di emergenza sociale. il P.I.S. è attivabile esclusivamente durante gli orari di chiusura degli Uffici Servizi Sociali del Piano Sociale di Zona; Chi ritiene di accedere al Pronto Intervento Sociale contatta il numero verde predisposto dall Ente Gestore del Servizio, che valuta se si tratta di una richiesta di intervento ordinario o d emergenza; in tal caso, contatta l operatore di turno del Pronto Intervento Sociale che si reca presso la sede operativa dell Ente Gestore nel minor tempo possibile; una volta recatosi sul luogo dell emergenza, l operatore del Pronto Intervento Sociale effettua una breve analisi della situazione critica, individuando le possibili cause, le risorse attivabili (parentali, socio-sanitarie, giuridiche) e la fattibilit à di soluzioni a breve termine; individua, eventualmente, la struttura e/o Servizi disponibile pi ù appropriata al caso; al termine dell intervento, relaziona sullo stesso all Uffici Servizi Sociali ed, eventualmente, ad altri Servizi competenti, i quali provvedono successivamente alla presa in carico dell utente. Il Pronto intervento sociale (P.I.S.) è rivolto a tutti i cittadini presenti sul territorio dell Ambito Territoriale in situazioni di emergenza: 4 Interventi nell anno 2011

26 Ufficio di Piano di Zona - Ambito Territoriale Napoli Tredici - Attività 2011 MOD REV Attività di rete Comunicazione 18 di Coordinamento Istituzionale 12 di Equipe Plenaria degli operatori del Piano Sociale di Zona 24 di Cabina di Regia dellUfficio di Piano di Zona 12 di Tavolo di Concertazione per linclusione sociale 8 di gruppi tematici del Tavolo di Concertazione per lInclusione Sociale 65 di coordinamento dei Servizi esternalizzati 3 di verifica dei requisiti presso le strutture residenziali e semiresidenziali 443 di Equipe di Valutazione Multidisciplinare per i cittadini-utenti presi in carico 60 di Unità di Valutazione Integrata per lassistenza Domiciliare Integrata (A.D.I.) 645 Riunioni operative di cui: 3 Indagino di customer sotisfaction 25 articoli informativi pubblicati Certificazione ISO 9001:2008 della Carta dei servizi 1 Reclami Atti amministrativi protocolli emessi di cui: in uscita 991 in entrata 167 Determine dirigenziali 8 Delibere di Giunta 7 Delibere di Consiglio 7 Protocolli, per 23 soggetti coinvolti 3 Convenzioni 5 Gare di affidamento servizi 13 Contratti di affidamento dei servizi 4 Volontari Professionali 11 Tirocinanti universitari

27 Dieci Anni Insieme: I nostri Servizi in integrazione pubblico-privato

28 Turismo Sociale Il Turismo sociale è un servizio che si basa sul principio di sostenibilit à sociale, ambientale, culturale ed economica: offre l occasione di privilegiare i servizi alla persona, di promuovere il rispetto delle diversit à culturali ed ambientali dei paesi di accoglienza, di valorizzare il patrimonio culturale di ogni realt à locale e di incentivare la crescita economica e occupazionale. In un territorio a forte vocazione turistica, quale la Penisola Sorrentina e l isola di Capri, è di fondamentale importanza rendere i luoghi e le risorse del territorio accessibili a tutti. Per questa ragione il Piano Sociale di Zona, in collaborazione con Federalberghi, garantisce servizi capaci di offrire un soggiorno in grado di rispondere ad esigenze di natura sociale. L obiettivo è soddisfare tutti i bisogni tipici dei minori, degli anziani e delle persone diversamente abili che visitano il territorio.

29 Trasporto a chiamata per le Persone diversamente abili Il Servizio prevede interventi per la mobilit à assistita in alternativa al uso del mezzo di trasporto privato, con gli obiettivi di : potenziare gli interventi a favore dell autonomia personale e della mobilit à delle Persone Diversamente Abili; promuovere la moilit à delle persone diversamente abili. Garantisce il collegamento intercomunale all interno della Provincia di Napoli con le strutture sociosanitarie, con i luoghi di collegamento dei principali mezzi di trasporto pubblici, nonch è la fruizione dei luoghi di interesse culturale e ludicoricreativo dell Ambiente Territoriale. Sono destinatari del Servizio le Persone diversamente abili con 100% di invalidit à

30 Protocollo per le agevolazioni per anziani e disabili per la fruizione di attività riabilitative e di fisioterapia Il Protocollo d intesa sottoscritto dall Ufficio di Piano di Zona Ambito Territoriale Napoli Tredici, la Cooperativa sociale il Pellicano – Televita e la cooperativa di fisioterapisti Alma, offre ai cittadini utenti, soprattutto anziani e diversamente abili la possibilit à di usufruire di un servizio professionale di attivit à riabilitative e di fisioterapia a prezzi calmierati. Il progetto prevede servizi quali: supporto nell attivazione del servizio sanitario nazionale per la fruizione di cure fisioterapiche (presentazione della domanda, sollecito, etc.); integrazione delle prestazioni erogate dal S.S.N. con interventi a prezzi calmierati (laddove la fruizione del servizio pubblico richieda un attesa, l integrazione avrebbe invece un attivazione immediata).

31 Protocollo per la realizzazione di una rete di supporto alle vittime delle nuove dipendenze e dellusura L Ufficio di Piano Sociale di Zona, il Ser.T dell ASL Napoli 3 Sud e la Fondazione Antiusura Exodus 94 hanno stipulato un protocollo di intesa, per lavorare sinergicamente alla costruzione e gestione di una rete di supporto alle vittime delle nuove dipendenze, con particolare riferimento ai fenomeni del Gioco d azzardo e dell usura. Mediante l attivazione dello Sportello di ascolto e orientamento contro il gioco d azzardo e l usura assicurano in particolar modo aiuti concreti alle vittime di questa nuova dipendenza. Figure professionali specializzate, ognuno secondo le proprie competenze, offrono gratuitamente ed in maniera congiunta aiuti concreti, al fine di sottrarre dai meccanismi del gioco d azzardo e contestualmente dall'eventuale ricorso all'usura. 1 Utente nell anno 2011

32 UnAmbulanza per te Servizio Trasporto Infermi Offre a tutti coloro che ne hanno bisogno e che risiedono nei Comuni dell Ambito Territoriale, a tutte le strutture di accoglienza diurna e residenziale dell Ambito Territoriale, con particolare riferimento alle strutture che accolgono persone anziane, diversamente abili, minori di et à, senza fissa dimora, la possibilit à di ricorrere ad un servizio di trasporto ambulanza programmato, puntuale, efficiente ed a prezzi non speculativi. 27 Utenti nellanno 2011

33 Recapito farmaci a domicilio GRATUITO Il Servizio offre ai cittadini/ utenti, soprattutto anziani e persone diversamente abili la possibilit à di usufruire di un servizio che gli consente di ricevere presso il loro domicilio i medicinale di cui necessitano, qualora fossero impossibilitati ad uscire.

34 Protocollo per lAffidamento Condiviso Per la qualità del lavoro di Avvocati ed Operatori Sociali, a tutela dei minorenni i cui genitori si separano: a breve operativo!!!

35 I Cittadini serviti: Una Crescita Continua!

36 1^ AREA Centri polifunzionali Centri Estivi Eventi di animazione territoriale Servizi per la Prima infanzia Servizi domiciliari territoriali Centro per la famiglia Accoglienza in casa famiglia Affido Adozione Sostegno allo studio Abuso e maltrattamento TOTALI 1^ AREA ^ Area: Famiglia, infanzia, adolescenza e giovani AreeServizi * Il dato 2011 risente della fuoriuscita dei Comuni Meta e Vico Equense

37 2^ Area : Persone Anziane 2^ARE A Servizi domiciliari Telesoccorso Attivit à socialmente utili Un'ambulanza per te Centri polifunzionali per anziani TOTALI 2^ AREA AreeServizi * Il dato 2011 risente della fuoriuscita dei Comuni Meta e Vico Equense

38 3 ^ Area: Persone diversamente abili 3^AREA Servizi diurni Assistenza specialistica Servizi domiciliari Trasporto Provincia TOTALI 3^ AREA AreeServizi * Il dato 2011 risente della fuoriuscita dei Comuni Meta e Vico Equense

39 4^AREA Senza fissa dimora Contrasto alla povert à Reddito di Cittadinanza TOTALI 4^ AREA ^ Area: Emergenze Sociali AreeServizi * Il dato 2011 risente della fuoriuscita dei Comuni Meta e Vico Equense

40 Utenti Utenti Utenti Utenti Utenti Utenti Utenti Utenti Utenti Trend Utenza * Il dato 2011 risente della fuoriuscita dei Comuni Meta e Vico Equense

41 349 per i Centri Estivi 65 per i Servizi per la Prima Infanzia 63 per i Servizi domiciliari territoriali per minori 75 per il Centro per la famiglia 15 per lAffido familiare 22 Per lAdozione 142 per i Servizi domiciliari per le persone anziane 174 per il Telesoccorso 15 per le Attività Socialmente Utili per le persone anziane 27 per Un ambulanza per te per i Centri Diurni Polifunzionali per le persone anziane 42 per i Servizi Diurni per le persone diversamente abili 48 per lAssistenza specialistica per le persone diversamente abili 67 per i Servizi domiciliari per le persone diversamente abili 8 per il Trasporto a chiamata 2 per linserimento riabilitativo e socio-riabilitativo per le persone svantaggiate 60 per lAssistenza Domiciliare Integrata (A.D.I) 3 per i Servizi per i Senza Fissa Dimora 773 per il Contrasto alla Povertà 91 per il Reddito di Cittadinanza MOD REV richieste di presa in carico pervenute utenti in carico di cui: ore di servizio erogate direttamente ai cittadini-utenti per i Centri Estivi e Festivi più 1868 di coordinamento per i servizi per la Prima Infanzia più 1411 di coordinamento per Servizi domiciliari territoriali per minori più 918 di coordinamento per il Centro per la famiglia più 1265 di coordinamento 15 per la formazione sullAffido Familiare per i Servizi domiciliari per le persone anziane più 709 di coordinamento per le Attività Socialmente Utili per 13 persone anziane per i Servizi Diurni per le persone diversamente abili per lAssistenza specialistica per le persone diversamente abili più 573 di coordinamento per i Servizi domiciliari per le persone diversamente abili più 576 di coordinamento per lAssistenza Domiciliare Integrata (A.D.I) più 586 di coordinamento 12 di Pronto Intervento Sociale per 4 interventi 204 di Affiancamento per 34 sostituzioni per lEquipe Multidisciplinare dAmbito direttamente al cittadino-utente e/o per la sua presa in carico 19 Servizi allutenza attivati Ufficio di Piano di Zona - Ambito Territoriale Napoli Tredici - Utenza ore di coordinamento per lerogazione dei servizi 11 Tirocinanti universitari

42 Visite Visitatori Unici Visualizzazioni di pagina Durata media visita 00:04:24 Nuove visite 44,01% Returning Visitor 55,99% Il Nostro Sito Dal al

43 Quanti Fondi abbiamo intercettato: Un motivo in più per realizzare pienamente la L.R. 11/07

44 FONDI ASSEGNATI ED IMPEGNATI DALL'AMBITO TERRITORIALE NAPOLI TREDICI ANNOREGIONALIPROVINCIALITOTALI , , , , , , , , , , , , , , , ,78 TOTALE , , ,08

45 Costo Orario per Servizio Centri Estivi: Coordinatore 19,95 OSA 16,58 Bagnino 14,61 Cuoca 16,58 Autista 15,38 Servizi per la Prima Infanzia Coordinatore 19,95 OSE 17,62 Cuoco 16,58 Addetta pulizie 14,41 Centro per la Famiglia Coordinatore 19,95 Psicologo 22,67 Assistente Sociale 18,64 Mediatore familiare 18,64 Educatore professionale 18,64 Servizi Domiciliari Minori Coordinatore 19,95 OSA 16,58

46 Servizi Domiciliari Anziani Coordinatore 19,95 OSA 15,38 Autista 15,38 Assistenza Domiciliare Disabili Coordinatore 19,95 OSA 15,38 Autista 15,38 Assistenza Specialistica Disabili Coordinatore 19,95 Educatore Professionale 22,67 OSA 16,58 Servizi Diurni per le persone disabili Coordinatore 19,95 Istruttore attività manuali 16,58 Autista 15,38 Addetto pulizie 14,41

47 Premialit à Fondo Regionale LAmbito Territoriale Napoli Tredici ha intercettato tutte le Premialità previste. Premialit à 2004 : ,45 Premialit à 2005 : ,70 Premialit à 2007 : ,81 Premialit à 2009: ,10

48 Nel corso degli ultimi 8 anni lattività di progettazione del Piano Sociale di Zona ha portato al reperimento di fondi straordinari per la realizzazione di progetti speciali per lintero Ambito Territoriale Napoli Tredici. Di seguito sono indicati alcuni dei progetti realizzati. Fund Raising

49 Provincia di Napoli Assessorato alla Solidariet à Centri di Solidariet à Implementazione dei servizi a sostegno delle fasce deboli della cittadinanza (Progetto "Il treno dei desideri" ) Finanziato dalla Provincia di Napoli Prima scadenza 20/12/2004 Seconda scadenza 10/01/2005 Partenership: Ambito Territoriale Napoli Tredici Penisola Sorrentina e Capri

50 Provincia di Napoli Assessorato alla Solidariet à Centri di Solidariet à Implementazione dei servizi a sostegno delle fasce deboli della cittadinanza (Progetto "Potenziamento Segretariato Sociale") Finanziato dalla Provincia di Napoli Prima scadenza 20/01/2005 Seconda scadenza 11/02/2005 Partenership: Ambito Territoriale Napoli Tredici Penisola Sorrentina e Capri

51 Bando per l assegnazione di contributi agli organismi per la realizzazione di progetti di aiuto alle vittime Fonte del Finanziamento L.R. 11 del 9/12/2004 Annualit à /09/05 Partenership: Fondazione Antiusura Exodus

52 Avviso pubblico per la presentazione di progetti innovativi e sperimentali di contrasto alle dipendenze Area Lotta Alla Droga (Come togheter: Vieni anche tu ) Fonte del Finanziamento Fondo Nazionale Politiche Sociali 3^ Annualit à L. 328/00 20/02/06 Partenership: Coop. Soc.S. Lucia - Ass.Il Camino- ASL NA5 U.O. Ser.TDistretti n. 87/88 e 89 Ufficio per l esecuzione Penale Esterna di Napoli - Coop. Soc. Paideia - Coop. Soc. Riabilia

53 Interventi e servizi per l immigrazione Linee d Indirizzo Fonte del Finanziamento Politiche Migratorie 27/04/06 Partnership: Coop. Soc. Paideia - Coop. Soc. La Locanda - Caritas Vico Equense - Ass. Donne Ucraine Penisola Sorrentina - Ass. L.E.S.S.

54 Dieci Anni Insieme: Trascorsi, anche, a garantire Legittimità e Legalità, nonostante la continua trasformazione normativa

55 Elenco dei regolamenti e dei disciplinari in vigore (ultimo aggiornamento) : Regolamento del Tavolo di Concertazione per l'Inclusione Sociale : Disciplinare per l accesso ai voucher – fase sperimentale : Disciplinare per la Gestione del Personale del Piano Sociale di Zona : Disciplinare per il Rilascio di autorizzazione al funzionamento di strutture residenziali e semi residenziali per anziani, disabili e minori : Disciplinare per la gestione contabile del Piano Sociale di Zona : Regolamento per l Accesso al Sistema Integrato Locale dei Servizi e degli Interventi Sociali

56 Prima Area - Famiglia, infanzia, adolescenza e giovani : Disciplinare del Servizio di Affidamento Familiare : Disciplinare per l accesso al Servizio Centro per la Famiglia : Disciplinare per l accesso al Servizio Centri Ricreativi Estivi : Disciplinare per l accesso al Servizio Servizi Domiciliari Territoriali per l infanzia e adolescenza : Disciplinare per l accesso al Servizio Centri Polifunzionali per l infanzia, l adolescenza e i giovani

57 Seconda Area - Persone Anziane Regolamento dei Centri Diurni Polifunzionali per le Persone Anziane Disciplinare per l accesso al Servizio Servizi Domiciliari per le Persone Anziane e Telesoccorso : Disciplinare per l accesso al Servizio Soggiorno climatico

58 Terza Area – Persone Diversamente abili Disciplinare per l accesso al Servizio Servizi Diurni per le Persone Diversamente Abili : Disciplinare per l accesso al Servizio Inserimento lavorativo e socio-riabilitativo per le persone svantaggiate – Azione Borsa Lavoro : Disciplinare per l accesso al Servizio Servizi Domiciliari per le Persone Diversamente Abili : Disciplinare per l accesso al Servizio Servizi di Assistenza Specialistica per i percorsi formativi/educativi rivolti alle persone diversamente abili Disciplinare per l accesso al Servizio Servizi Domiciliari per le Persone Diversamente Abili - Servizi per studenti disabili delle Scuole Secondarie di Secondo grado Disciplinare per l accesso al Servizio Servizi di Assistenza Specialistica per i percorsi formativi/educativi rivolti alle persone diversamente abili

59 Quarta Area – Emergenze sociali (dipendenze; carcere; vittime della tratta; prostituzione; contrasto alla povert à ; senza fissa dimora; immigrati) : Disciplinare per l accesso al Servizio Contrasto alla Povert à Disciplinare per l accesso al Servizio Senza Fissa Dimora

60 Elenco dei protocolli, atti di intesa, accordi di programma, convenzioni, in vigore (ultimo aggiornamento) : Convenzione, vigente, per la gestione, in forma associata, del P.S.Z., ai sensi dell art. 30 del D.lgs 267/ : Accordo di Programma, vigente, per la Gestione Integrata del Piano Sociale di Zona e per la Gestione delle attivit à di Integrazione Socio-Sanitaria : Protocollo operativo con A.S.L. NA5 – U.O. Ser.T. Distretti Sanitari 87/ : Protocollo Operativo per l Adozione Nazionale ed Internazionale : Protocollo operativi minori stranieri non accompagnati

61 Convenzione Case Albergo : Convenzione per le calamit à naturali : Convenzione per il Servizio Attivit à Socialmente Utili per gli Anziani : Protocollo Operativo per la Regolamentazione del Sistema Integrato d Accesso (S.I.A.) alle Prestazioni Socio- Sanitarie : Protocollo d Intesa Terme Scraio : Convenzione tra le autonomie scolastiche, il distretto scolastico n. 39 e l U.P : Protocollo d intesa tra le autonomie scolastiche, il distretto scolastico n. 39 e il C.I : Protocollo d Intesa Privacy P.S.Z. – A.S.L : Protocollo d Intesa per il progetto Studinsieme

62 : Protocollo d Intesa per l integrazione scolastica : Protocollo d Intesa Progetto Viaggi Sicuri : Protocollo d Intesa per il Trasposto Infermi : Protocollo d Intesa per il Progetto Benessere e la Prevenzione Scolastica : Il protocollo di intesa tra l A.S.L. e i Comuni per l'integrazione socio-sanitaria : Protocollo casa di riposo

63 Elenco dei protocolli, atti di intesa, accordi di programma, convenzioni, di recente attivazione Convenzione per l affidamento del servizio/intervento Senza Fissa Dimora ; Convenzione tra il liceo statale classico, linguistico, socio pedagogico Virgilio Marone e il Piano Sociale di Zona Ambito Territoriale Napoli Tredici Penisola Sorrentina e l Isola di Capri per lo svolgimento di Tirocini Formativi presso i Servizi e gli Uffici del Piano Sociale di Zona; Protocollo d Intesa tra il Piano Sociale di Zona Ambito Territoriale Napoli Tredici e la Fondazione Casa di Riposo S. Michele Arcangelo Onlus; Protocollo D intesa tra l Ufficio di Piano di Zona dell Ambito Territoriale Napoli Tredici e l Unione Nazionale Italiana Volontari Pro Ciechi di Napoli per la regolamentazione delle attivit à di assistenza per le persone non vedenti;

64 Protocollo d intesa tra l Ufficio di Piano di Zona dell Ambito Territoriale Napoli Tredici e l Advising Agency S.A.S. (filiale di Sorrento); Accordo di Programma per la Gestione Integrata del Piano Sociale di Zona e per la Gestione delle Attivit à di Integrazione Socio-Sanitaria; Convenzione tra il Piano Sociale di Zona e i Comuni di Meta e Sant Agnello ed eventuali altri Comuni per la Gestione dell Asilo Nido Montemare sito in Meta; Convenzione per l affidamento servizio/intervento Senza Fissa Dimora ; Protocollo d Intesa tra l Ufficio di Piano di Zona Ambito Territoriale Napoli Tredici, l Istituto Statale D Arte F. Grandi, l Associazione Tecnopedagogy o.n.l.u.s. e il C.A.A.C. (Centro per l Autonomia Ausilioteca Campana S. C. a r. l.); Disciplinare e regolamento per l accesso al turismo Sociale;

65 Protocollo d Intesa tra l Ufficio di Piano di Zona Ambito Territoriale Napoli Tredici e l Ordine degli Assistenti Sociali della Regione Campania e l Ordine degli Psicologi della Regione Campania e l Associazione Psicologi Penisola Sorrentina (di seguito As.P.Pe.S.) e l AGAPS (Associazione Giovani Avvocati Penisola Sorrentina) e l Associazione Eco Sociale e l Istituto di Psicologia e Psicoterapia Relazionale Familiare (ISPPREF), per l Affido Condiviso Disciplinare per l accesso al Servizio Attivit à Socialmente Utili per gli anziani Disciplinare per l accesso ai Servizi per la Prima Infanzia : Disciplinare per l accesso al Servizio Inserimento lavorativo e socio-riabilitativo per le persone svantaggiate – Azione Tirocinio Formativo

66 qualche riflessione Coraggio dei Sindaci: spendere per servizi e non per carità e clientela; senza aver sostituito la spesa storica Siamo lunico A.T. che non ha mai interrotto i servizi: dal 2010 grazie agli enti gestori! Abbiamo il minor debito con lA.S.L., almeno nella Provincia di Napoli: altro risparmio non tracciato La nostra macchina è tra quelle che costano meno: no coordinatori U.d.P. esterni; no consulenze per fund raising; no decine di precari part-time senza carichi di lavoro; … Intercettazione nuove risorse: Centri Polifunzionali; Giovani Attivi; Care Giver; … Un grazie speciale alla Passione dei nostri operatori: quelli degli enti gestori, anzi tutto, con particolare riferimento allE.M., per lindispensabile apporto tecnico/scientifico che non trova riscontro nel personale distaccato, agli operatori dellU.d.P. con particolare riferimento al vice-coordinatore che lavora, da 2 anni, il doppio di quanto previsto dal suo contratto, agli assistenti sociali responsabili degli UU.SS.SS., Teresa; Speranza, Giovanna, Giuseppina, Antonella ed Antonella, Clara e Dorella, per laccesso e la presa in carica a tutto questo ambaradan di Servizi; grazie a Ninotto, alla dott.ssa Inserra, a Giovanni DAmora e a tutti gli operatori del Comune di Sorrento; grazie ai colleghi funzionari Comunali: Anna, Mena, Vilma, Sonia, Carlo Abbiamo bisogno dellEnte Gestorio del P.S.Z., della presenza costante delle Amministrazioni Associate: Grazie, ulteriormente, alla Regione per ciò che potrà fare Una memoria: le nottate del primo P.S.Z., quelle di oggi, non più solo di alcuni!!! Una speranza: il rientro dei Comuni di Vico Equense e Meta!!!

67 Tutti i Sindaci Si Ringraziano gli Assessori e i Consiglieri del C.I. I Funzionari Comunali coinvolti Gli Enti Gestori, con i loro operatori La Regione La Provincia Le AA.SS.LL. Napoli 3Sud e 1 Centro Il Tavolo di Concertazione, Le Autonomie Scolastiche, lAutorità Giudiziaria, le Forze dellOrdine, Ussm, Uepe, Centri Anziani, Strutture Residenziali I Responsabili Uffici Servizi Sociali che in questi 10 anni hanno contribuito alla Crescita del Piano Sociale di Zona

68 Il nostro Piano Sociale di Zona vive mille problemi Il nostro desiderio è continuare a realizzare milioni di azioni Continuiamo a Crescere Insieme


Scaricare ppt "Piano Sociale di Zona Ambito Territoriale Napoli Tredici."

Presentazioni simili


Annunci Google