La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

COMUNE DI MASSA MARITTIMA PROTOCOLLO D INTESA COMUNE DI MASSA MARITTIMA PARROCCHIA DI SAN PIETRO ALL ORTO: USO DEL CHIOSTRO DI SANT AGOSTINO ASSESSORATO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "COMUNE DI MASSA MARITTIMA PROTOCOLLO D INTESA COMUNE DI MASSA MARITTIMA PARROCCHIA DI SAN PIETRO ALL ORTO: USO DEL CHIOSTRO DI SANT AGOSTINO ASSESSORATO."— Transcript della presentazione:

1 COMUNE DI MASSA MARITTIMA PROTOCOLLO D INTESA COMUNE DI MASSA MARITTIMA PARROCCHIA DI SAN PIETRO ALL ORTO: USO DEL CHIOSTRO DI SANT AGOSTINO ASSESSORATO BILANCIO/PATRIMONIO Consiglio Comunale 29 Settembre 2010 Giacomo Michelini - Assessore Delegato

2 CENNI STORICI La costruzione del Chiostro di SantAgostino iniziò nel 1410 ad opera del Maestro Apelle di Siena, Nella parte alta della Città comunemente denominata Cittanova. Il Chiostro di Sant Agostino è completamente ristrutturato grazie all intervento della Parrocchia di San Pietro all Orto e dell Amministrazione Comunale di Massa Marittima, ciascuno per la parte di rispettiva proprietà. Sviluppa tra il Complesso di San Pietro all Orto e la Chiesa di Sant Agostino

3 IDENTIFICATIVI CATASTALI Di forma rettangolare (ml. 33,00 x ml. 29,50), costituito da una parte con tetto in legno e manto di copertura sorretto da colonne in travertino e capitelli semplici. La parte centrale scoperta (ml. 24,19 x ml. 21,00) è in erba con al centro una cisterna di raccolta delle acque piovane. E di proprietà della Parrocchia di San Pietro all Orto per la parte coperta che poggia sulla Chiesa di Sant Agostino, la canonica e casa parrocchiale. CARATTERISTICHE ARCHITETTONICHE E di proprietà comunale per la parte centrale scoperta e per la parte coperta che si sviluppa lungo i lati del Complesso di San Pietro all Orto (Museo di Arte Sacra, Museo degli Organi e Uffici postali).

4 FINALITÀ Restituire la struttura al patrimonio architettonico - monumentale e religioso della Città ed alla fruibilità pubblica, concordando forme e modalità sulluso nel rispetto della storia del contesto sociale e religioso in cui è ubicata. La struttura può essere utilizzata per: iniziative di carattere religioso, culturale, educativo, artistico, scientifico, sociale, ricreativo e del tempo libero, turistico e di promozione della Città, del territorio e dei prodotti tipici locali. COSA DICE IL PROTOCOLLO D INTESA NON IN CONTRASTO CON IL CONTESTO IN CUI LA STRUTTURA È UBICATA.

5 Tutte le attività devono essere conforme ai criteri e requisiti di agibilità e sicurezza: 1. R. D n. 773 (T.U.L.P.S.) 2. R. D n. 635 (relativo regolamento di esecuzione) e ss. mm. ii 3. Regolamento per lo svolgimento di manifestazioni temporanee approvato dal Consiglio Comunale di Massa Marittima con deliberazione n. 25 in data

6 La Parrocchia e il Comune possono organizzare le proprie iniziative dandosene reciprocamente preventiva comunicazione, anche per le vie brevi. La richiesta potrà essere inoltrata alla Parrocchia o al Comune, ferme le competenze del Comune per autorizzazioni amministrative, di polizia amministrativa di pubblica sicurezza. USO DEL CHIOSTRO A TERZI USO DEL CHIOSTRO La concessione in uso a terzi, per iniziative che non abbiano il patrocinio di una delle parti, è soggetta ad un rimborso forfettario delle spese di gestione da versare al Comune che provvederà a consuntivo, a riconoscere alla Parrocchia una quota delle stesse nella misura del 30%. Le somme incassate verranno reinvestite nella struttura per interventi di manutenzione ed arredo. L Ufficio Patrimonio in accordo con la Parrocchia, redigerà uno stampato per la richiesta al pubblico. E VIETATA QUALSIASI ATTIVITÀ CONTRARIA AL DECORO ED IN CONTRASTO CON IL SENTIMENTO RELIGIOSO CHE IL LUOGO RAPPRESENTA.

7 La manutenzione della struttura compete alle parti in relazione alla proprietà delle stesse. MANUTENZIONE, CUSTODIA E PULIZIA La custodia del Chiostro è affidata alla Parrocchia di San Pietro all Orto che assicurerà lapertura al pubblico durante le ore diurne. Nel corso delle iniziative la custodia è assicurata dagli organizzatori delle stesse, in accordo con l Ente concedente previo accordo con la Parrocchia. In aggiunta al normale spazzamento di aree pubbliche, la pulizia dovrà essere assicurata a cura degli organizzatori delle varie iniziative lasciando la struttura nelle stesse condizioni in cui l hanno ricevuta. CUSTODIA PULIZIA MANUTENZIONE

8 Ogni modifica al presente atto dovrà essere prodotta in forma scritta, regolarmente firmata dalle parti. Quanto non contemplato nella presente intesa si fa riferimento: alle norme del codice civile, agli usi e costumi locali alle normative generali di riferimento I firmatari della convenzione sono i due legali rappresentanti: IL SINDACO E IL PARROCO

9 COMUNE DI MASSA MARITTIMA ASSESSORATO BILANCIO/PATRIMONIO Consiglio Comunale 29 Settembre 2010 Giacomo Michelini - Assessore Delegato PROTOCOLLO D INTESA COMUNE DI MASSA MARITTIMA PARROCCHIA DI SAN PIETRO ALL ORTO USO DEL CHIOSTRO DI SANT AGOSTINO


Scaricare ppt "COMUNE DI MASSA MARITTIMA PROTOCOLLO D INTESA COMUNE DI MASSA MARITTIMA PARROCCHIA DI SAN PIETRO ALL ORTO: USO DEL CHIOSTRO DI SANT AGOSTINO ASSESSORATO."

Presentazioni simili


Annunci Google