La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I LEA ospedalieri IPASVI Trieste 28 gennaio 2011 Giampaolo Canciani Direttore Sanitario AOUTS.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I LEA ospedalieri IPASVI Trieste 28 gennaio 2011 Giampaolo Canciani Direttore Sanitario AOUTS."— Transcript della presentazione:

1 I LEA ospedalieri IPASVI Trieste 28 gennaio 2011 Giampaolo Canciani Direttore Sanitario AOUTS

2 IPASVI AOUTS gc2 Normativa di riferimento D.P.C.M. 29 novembre definizione D.P.C.M. 29 novembre definizione D.P.C.M. 16 aprile all.5: liste di attesa D.P.C.M. 16 aprile all.5: liste di attesa D.P.C.M. 28 novembre 2003 – nuove certificazioni mediche D.P.C.M. 28 novembre 2003 – nuove certificazioni mediche Legge finanziaria 2005 (L. 30 dicembre 2004 n. 311) comma affida al Ministero il compito di definire gli standard… Legge finanziaria 2005 (L. 30 dicembre 2004 n. 311) comma affida al Ministero il compito di definire gli standard… Intesa Stato Regioni 23 marzo 2005, D.M. 21 novembre 2005, D.P.C.M. 5 marzo 2007, L. 23 dicembre 2005 n Intesa Stato Regioni 23 marzo 2005, D.M. 21 novembre 2005, D.P.C.M. 5 marzo 2007, L. 23 dicembre 2005 n. 266.

3 IPASVI AOUTS gc3 Normativa di riferimento e sua filosofia qualche considerazione 1 I L.E.A. sono definiti dal D.P.C.M. 29 novembre 2001 che entra in vigore il : I L.E.A. sono definiti dal D.P.C.M. 29 novembre 2001 che entra in vigore il : Si tratta delle prestazioni e dei servizi che il S.S.N. è tenuto a fornire a tutti i Cittadini gratuitamente o dietro pagamento di un ticket, con le risorse pubbliche raccolte attraverso la fiscalità generale

4 IPASVI AOUTS gc4 Normativa di riferimento e sua filosofia qualche considerazione 2 Il D.P.C.M. 29 novembre 2001 richiama lart. 1 del D.Lgs. 30 dicembre 1992 n. 502 che, al secondo comma recita: Il D.P.C.M. 29 novembre 2001 richiama lart. 1 del D.Lgs. 30 dicembre 1992 n. 502 che, al secondo comma recita: Il S.S.N. assicura, attraverso le risorse finanziarie pubbliche individuate ai sensi del comma 3 e in coerenza con i principi e gli obiettivi indicati dagli articoli 1 e 2 della legge 23 dicembre 1978, n.833,….

5 IPASVI AOUTS gc5 Normativa di riferimento e sua filosofia qualche considerazione 3 …i livelli essenziali e uniformi di assistenza definiti dal Piano sanitario nazionale nel rispetto dei principi della dignità della persona umana, del bisogno di salute, dellequità nellaccesso allassistenza, della qualità delle cure e della loro appropriatezza riguardo alle specifiche esigenze, nonché delleconomicità nellimpiego delle risorse.

6 IPASVI AOUTS gc6 Normativa di riferimento e sua filosofia qualche considerazione 4 Le parole forti: La madre: l. 833/78 La madre: l. 833/78 Dignità della persona umana Dignità della persona umana Bisogno di salute Bisogno di salute Equità di accesso Equità di accesso Qualità delle cure Qualità delle cure Appropriatezza Appropriatezza Economicità nellimpiego delle risorse Economicità nellimpiego delle risorse

7 IPASVI AOUTS gc7 D.P.C.M. 29 novembre 2001 Le aree di intervento Assistenza sanitaria collettiva in ambiente di vita e di lavoro Assistenza sanitaria collettiva in ambiente di vita e di lavoro Assistenza distrettuale Assistenza distrettuale Assistenza ospedaliera Assistenza ospedaliera

8 IPASVI AOUTS gc8 D.P.C.M. 29 novembre 2001 Assistenza ospedaliera Pronto soccorso Pronto soccorso Degenza ordinaria Degenza ordinaria Day hospital Day hospital Day surgery Day surgery Interventi ospedalieri a domicilio (in base ai modelli organizzativi fissati dalle Regioni) Interventi ospedalieri a domicilio (in base ai modelli organizzativi fissati dalle Regioni) Riabilitazione Riabilitazione Lungodegenza Lungodegenza Raccolta, lavorazione, controllo e distribuzione degli emocomponenti e servizi trasfusionali… Raccolta, lavorazione, controllo e distribuzione degli emocomponenti e servizi trasfusionali… Attività di prelievo, conservazione e distribuzione di tessuti… Attività di prelievo, conservazione e distribuzione di tessuti…

9 IPASVI AOUTS gc9 D.P.C.M. 29 novembre 2001 Assistenza ospedaliera: qualche elemento Trattamenti erogati nel corso del ricovero ospedaliero in regime ordinario, inclusi i ricoveri di riabilitazione edi lungodegenza post- acuzie Trattamenti erogati nel corso del ricovero ospedaliero in regime ordinario, inclusi i ricoveri di riabilitazione edi lungodegenza post- acuzie Tasso di spedalizzazione 160 per mille Tasso di spedalizzazione 160 per mille Tasso di occupazione minimo 75% Tasso di occupazione minimo 75% Dotazione media 5 p.l. per mille ab. di cui l1 per mille per riabilitazione e lungodegenza post acuzie Dotazione media 5 p.l. per mille ab. di cui l1 per mille per riabilitazione e lungodegenza post acuzie

10 IPASVI AOUTS gc10 D.P.C.M. 29 novembre 2001 Assistenza ospedaliera: qualche elemento Ricovero diurno (day hospital e day surgery) Ricovero diurno (day hospital e day surgery) Dotazione media regionale non inferiore al 10 % dei p.l. della dotazione standard per acuti Dotazione media regionale non inferiore al 10 % dei p.l. della dotazione standard per acuti

11 IPASVI AOUTS gc11 D.P.C.M. 29 novembre 2001 All. 2C Assistenza ospedaliera: qualche elemento Prestazioni incluse nei LEA che presentano un profilo organizzativo potenzialmente inappropriato, o per le quali occorre comunque individuare modalità più appropriate di erogazione Prestazioni incluse nei LEA che presentano un profilo organizzativo potenzialmente inappropriato, o per le quali occorre comunque individuare modalità più appropriate di erogazione D.R.G. ad alto rischio di non appropriatezza in regime di degenza ordinaria: D.R.G. ad alto rischio di non appropriatezza in regime di degenza ordinaria: 006 Decompressione del tunnel carpale 019 Malattie dei nervi cranici e periferici 025 Convulsioni e cefalea 039 Interventi sul cristallino con o senza vitrectomia …….

12 IPASVI AOUTS gc12 Come si posiziona AOUTS ? dati 2010 (non definitivi) Tasso di occupazione p.l.: 89,80 % Tasso di occupazione p.l.: 89,80 % Dotazione media di p.l.: 3,8 per mille Dotazione media di p.l.: 3,8 per mille 800 per una popolazione triestina di ab. (al ) 800 per una popolazione triestina di ab. (al ) Dotazione p.l. DH: 84 pari al 10,5 % Dotazione p.l. DH: 84 pari al 10,5 % D.R.G. 039 (cataratta): D.R.G. 039 (cataratta): anno 2002: anno 2002: anno 2010: 153 anno 2010: 153 interventi ambulatoriali di cataratta: interventi ambulatoriali di cataratta: 1.188

13 IPASVI AOUTS gc13 Ma è tutto ? Quali erano le parole forti ? Fin qui abbiamo dimostrato di tendere a garantire: Fin qui abbiamo dimostrato di tendere a garantire: Appropriatezza Appropriatezza Economicità nellimpiego delle risorse Economicità nellimpiego delle risorse Ma dobbiamo anche impegnarci a garantire: Ma dobbiamo anche impegnarci a garantire: Dignità della persona umana Dignità della persona umana Risposte al bisogno di salute Risposte al bisogno di salute Equità di accesso Equità di accesso

14 IPASVI AOUTS gc14 Possiamo introdurre nuovi strumenti di lavoro e di valutazione Percorsi di accreditamento, con individuazione di standard di riferimento relativi a struttura e organizzazione: Percorsi di accreditamento, con individuazione di standard di riferimento relativi a struttura e organizzazione: Accreditamento Istituzionale Accreditamento Istituzionale Accreditamento Joint Commission International Accreditamento Joint Commission International Accreditation Canada Accreditation Canada

15 IPASVI AOUTS gc15 Lesperienza di AOUTS con Joint Commission International (JCI) AOUTS ha ottenuto laccreditamento con JCI nel febbraio 2008 AOUTS ha ottenuto laccreditamento con JCI nel febbraio 2008 Nei giorni dal 17 al 21 gennaio 2011 ha affrontato la verifica per il riaccreditamento Nei giorni dal 17 al 21 gennaio 2011 ha affrontato la verifica per il riaccreditamento In questo intervallo di tempo ha realizzato un percorso di crescita, adeguandosi ai nuovi standard nel frattempo pubblicati e perfezionando laderenza ai criteri già noti In questo intervallo di tempo ha realizzato un percorso di crescita, adeguandosi ai nuovi standard nel frattempo pubblicati e perfezionando laderenza ai criteri già noti

16 IPASVI AOUTS gc16 Accreditamento e L.E.A. ? La sicurezza dellAssistito è al centro del processo di cura La sicurezza dellAssistito è al centro del processo di cura Viene perseguita attraverso la messa a regime di una lunga serie di modalità di lavoro oggetto di costante e attenta verifica Viene perseguita attraverso la messa a regime di una lunga serie di modalità di lavoro oggetto di costante e attenta verifica

17 IPASVI AOUTS gc17 Accreditamento e L.E.A. ? Alcuni esempi: gli Obiettivi Internazionali di Sicurezza del Paziente (IPSG): Alcuni esempi: gli Obiettivi Internazionali di Sicurezza del Paziente (IPSG): 1. Identificazione corretta del paziente 2. Miglioramento della comunicazione efficace 3. Miglioramento della sicurezza dei trattamenti farmacologici ad alto rischio 4. Garanzia di effettuare interventi chirurgici dal lato corretto, con la corretta procedura al paziente corretto 5. Riduzione del rischio di infezioni correlate al trattamento 6. Riduzione del rischio di caduta

18 IPASVI AOUTS gc18 Accreditamento e L.E.A. ? Le azioni che vanno realizzate per corrispondere a questi requisiti: Le azioni che vanno realizzate per corrispondere a questi requisiti: 1. aiutano a trovare le soluzioni per corrispondere ai dettati della normativa non misurabili con dati numerici 2. consentono di raggiungere gli obiettivi di efficienza di sistema auspicati dalla norma 3. spingono verso lumanizzazione delle cure

19 IPASVI AOUTS gc19 Grazie per lattenzione


Scaricare ppt "I LEA ospedalieri IPASVI Trieste 28 gennaio 2011 Giampaolo Canciani Direttore Sanitario AOUTS."

Presentazioni simili


Annunci Google