La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Corso di economia industriale Professore: Carmelo Provenzano Restrizioni allentrata Presentazione di: Riccardo Di Stefano Luca Brancato Federica Strano.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Corso di economia industriale Professore: Carmelo Provenzano Restrizioni allentrata Presentazione di: Riccardo Di Stefano Luca Brancato Federica Strano."— Transcript della presentazione:

1 Corso di economia industriale Professore: Carmelo Provenzano Restrizioni allentrata Presentazione di: Riccardo Di Stefano Luca Brancato Federica Strano

2 NEL SISTEMA ECONOMICO ITALIANO SONO PRESENTI NUMEROSI SETTORI IN CUI LO STATO O GRUPPI DIMPRESE STABILISCONO DEI REQUISITI, CHE LIMITANO LENTRATA DI NUOVE IMPRESE O SOGGETTI PRIVATI IN DETERMINATI MERCATI. LE RESTRIZIONI

3 LE RESTRIZIONI ALLENTRATA SONO DIRITTI ESCLUSIVI RICONOSCIUTI DALLO STATO AD UN NUMERO DETERMINATO DIMPRESE, MEDIANTE DISPOSIZIONI LEGISLATIVE, AMMINISTRATIVE O REGOLAMENTARI CHE LIMITANO IL NUMERO DI SOGGETTI AUTORIZZATI A PRESTARE DETERMINATI SERVIZI O A PRODURRE SPECIFICI TIPI DI OUTPUT. LE RESTRIZIONI

4 LE RESTRIZIONI COMPORTANO DUE TIPI DI VINCOLI: QUANTITATIVI: NUMERO MASSIMO DI SOGGETTI OPERANTI NEL MERCATO; CONTINGENTAMENTO DELLE SUPERFICIE DI VENDITA; DISTANZA MINIMA TRA I PUNTI VENDITA QUALITATIVI: VANNO DALLA FORMAZIONE PROFESSIONALE DELLOPERATORE A DETERMINATI STANDARD PRODUTTIVI LE RESTRIZIONI

5 SPESSO LA RAGIONE PER LA QUALE SORGONO TALI RESTRIZIONI NON È IL PERSEGUIMENTO DINTERESSI PUBBLICI MA LA TUTELA DEGLI OPERATORI ATTIVI NEL MERCATO, IN MODO TALE CHE I CONCORRENTI EFFETTIVI DIMINUISCANO E DI CONSEGUENZA I PREZZI DEI SERVIZI O PRODOTTI SALGONO LE RESTRIZIONI

6 LE RESTRIZIONI ALLENTRATA SONO SIMILI AD UNA IMPOSTA SUL CONSUMO DI UN BENE;IN QUANTO ESSE COMPORTANO UNA PERDITA DI SURPLUS DEL CONSUMATORE E UN TRASFERIMENTO DI DENARO DAI CONSUMATORI AI PRODUTTORI LE RESTRIZIONI

7 TALI RESTRIZIONI POSSONO ESSERE RISCONTRATE TANGIBILMENTE NEL SETTORE FARMACEUTICO: LATTIVITA FARMACEUTICA E STRETTAMENTE REGOLAMENTATA DALLO STATO E DALLA CE. LA FARMACIA

8 VINCOLI QUALITATITVI GLI UNICI SOGGETTI PROFESSIONALMENTE ABILITATI A POSSEDERE E/O GESTIRE UNA FARMACIA è LA CATEGORIA DEI FARMACISTI LO STATO GARANTISCE LA QUALITà E LA COSTANZA DEL SERVIZIO DISPONENDO CHE LA PRESTAZIONE VENGA SVOLTA ININTERROTTAMENTE VINCOLI QUANTITATIVI Il numero di sedi è stabilito in: 1 ogni 5000 abitanti fino a residenti nel Comune; 1 ogni 4000 abitanti nei Comuni con popolazione superiore ai La farmacia privata è quella il cui titolare è una persona fisica o una società di persone. Viene conseguita per concorso, o per atto di vendita, o per successione; LA FARMACIA

9 P * qcqc q*q* DWL π Q c Q * b)mercato farmaceutico LA FARMACIA

10 Le restrizioni allentrata presenti nelle farmacie sono inefficienti per due motivi: Riduzione degli output venduti esclusivamente nelle farmacie da Qc a Q* e il corrispondente aumento di prezzo da Pc a P*. La restrizione implica un AC maggiore a livello q* ovvero quando P* = MC; larea nel grafico b tra le due curve di offerta, Sc e S*, alla sinistra di Q* è una misura di questo maggior costo Larea indicata con DWL rappresenta la perdita benessere in termini di surplus del consumatore connessa al pagamento di P*. Se lentrata nel settore fosse libera ogni farmacia venderebbe ai costi medi minimi con margini di profitto sulla vendita dei farmaci pari a zero. LA FARMACIA


Scaricare ppt "Corso di economia industriale Professore: Carmelo Provenzano Restrizioni allentrata Presentazione di: Riccardo Di Stefano Luca Brancato Federica Strano."

Presentazioni simili


Annunci Google