La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Progetto A TAVOLA CON LA SALUTE: MANGIARE SANO PER VIVERE MEGLIO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Progetto A TAVOLA CON LA SALUTE: MANGIARE SANO PER VIVERE MEGLIO."— Transcript della presentazione:

1 Progetto A TAVOLA CON LA SALUTE: MANGIARE SANO PER VIVERE MEGLIO

2 Malnutrizione: uno stato nutrizionale in cui un eccesso, difetto o sbilancio di energia, proteine o altri nutrienti causa effetti negativi misurabili sulla tipologia del corpo o dei tessuti (forma, dimensioni e composizione corporea), sulle funzioni e sulla clinica. sulle funzioni e sulla clinica. R. J. Stratton, C. J. Green, M. Elia. Disease related malnutrition: an evidence-based approach to treatment Cabi Publishing

3 E una condizione aggravante levoluzione della patologia". Malnutrizione = morbidità e mortalità. Prevalenza durante il ricovero. DATI ESPEN 2003 fino al 50% dei pz ospedalizzati soffre di malnutrizione fino al 64% dei pz perde peso durante il ricovero solo il 5% dei pz malnutriti viene identificato al ricovero circa il 10% dei pz in ADI risulta malnutrito Prevalenza dei pazienti con BMI < %

4 Consiglio dEuropa 5 fattori; 4 suggerimenti chiarezza o responsabilità chiarezza o responsabilità nellassistenza nutrizionale, nellassistenza nutrizionale, formazione nutrizionale formazione nutrizionale tra gli operatori sanitari, tra gli operatori sanitari, necessità e del parere necessità e del parere del paziente, del paziente, cooperazione tra sanitari cooperazione tra sanitari di interesse da parte della di interesse da parte della dirigenza sanitaria. dirigenza sanitaria. screening sul rischio nutrizionale supporto nutrizionale anche ai periodi pre e post degenza vitto ordinario ospedaliero come prima scelta (poi altri interventi di complessità superiore) gestione del problema non solo del personale sanitario (anche management ospedaliero e servizi di ristorazione) È necessaria lindividuazione precoce dei pazienti malnutriti o A RISCHIO.

5 Rischio: misura della probabilità che la malnutrizione sia presente o in grado di svilupparsi.

6 Nutritional risk screening Valutazione del rischio nutrizionale FACCIAMO CHIAREZZA Processo di identificazione di caratteristiche che si sanno associate con complicazioni correlate alla nutrizione. Lo scopo è identificare pazienti a rischio che possono ottenere miglioramenti degli esiti clinici quando sottoposti a supporto nutrizionale

7 Nutritional assessment Valutazione dello stato nutrizionale FACCIAMO CHIAREZZA Dettagliata, specifica ed approfondita indagine, effettuata generalmente da un esperto quale un dietista o altro componente del team nutrizionale.

8 Gruppo di lavoro multidisciplinare Revisione letteratura Disamina test di valutazione del rischio Identificazione strumento Elaborazione della procedura Applicazione e valutazione LE TAPPE

9 In ospedale è necessario tenere in considerazione anche gli aspetti legati alla malattia. Alcuni elementi di valutazione…......scegliere in base a.... Gli screening devono essere elaborati, scelti ed applicati in base a obiettivi e a popolazione target. In una comunità è opportuno che siano focalizzati principalmente su variabili nutrizionali basate su studi sul digiuno o semi-digiuno. 1.la predittività 2.lattendibilità 3.la praticità

10 MUST (Malnutritional Universal Screening Tool) Elaborato dal MAG - Malnutrition Advisory Group, della British Association for Parenteral and Enteral Nutrition. Associazione inglese che riunisce medici, dietisti, infermieri, farmacisti e pazienti

11 IMC (kg/m 2 ) Se > 20.0 = punti 0 Se = punti 1 Se < 18.5 = punti 2 STEP 1 PUNTI TOTALI:____________ STEP 2 STEP 3 RACCOMANDAZIONI DI TIPO B

12 STEP 2 PUNTI TOTALI:____________ Perdita di peso in 3-6 mesi Se < 5% = punti 0 Se % = punti 1 Se > 10%= punti 2 STEP 1 STEP 3 RACCOMANDAZIONI DI TIPO B

13 Se il paziente ha una patologia grave ed è prevista assenza o probabilit à di assenza di alimentazione orale per pi ù di 5 giorni PUNTI 2 STEP 3 PUNTI TOTALI:____________ STEP 1 STEP 2 RACCOMANDAZIONI DI TIPO B

14

15 MATERIALE NECESSARIO bilancia pesa persone, stadiometro e metro a nastro per le misure antropometriche

16 MATERIALE NECESSARIO tavole e tabelle per il calcolo facilitato di BMI Da peso e altezza Da circonferenza braccio

17 Applicabile in ogni setting sanitario (da parte di infermieri, medici, dietisti, OSS) Prevista la continuità assistenziale (comunicazione fra U.O e mmg)

18 Dipartimento di Medicina – Gorizia U.O. Medicina A e B

19 Dipartimento di Medicina – Gorizia - Neurologia

20 R.S.A - CORMONS

21 Dipartimento di Chirurgia - Gorizia

22 ASPETTATIVE Miglioramento continuo di saperi, comunicazione e integrazione fra utenti, operatori, Servizi e medici di medicina generale Proseguimento dellattività con il sostegno della Direzione Generale Estensione del progetto alle altre Aziende aderenti per il consolidamento di un linguaggio e una pratica comuni PONENDO IL PAZIENTE AL CENTRO DELLATTENZIONE

23 CONCLUSIONI Il MUST (identificazione) deve essere associato ad un piano di assistenza (valutazione e trattamento) studiato in relazione allorganizzazione e alle risorse presenti localmente. PROCESSSO ASSISTENZIALE DELLA NUTRIZIONE

24 Se conoscessimo le conseguenze che possono derivare ad un paziente debolissimo da 10 minuti di prolungato digiuno saremmo più cauti onde non accadesse più. (F. Nightingale – Cenni sullassitenza degli ammalati)....un grazie a tutti!!!


Scaricare ppt "Progetto A TAVOLA CON LA SALUTE: MANGIARE SANO PER VIVERE MEGLIO."

Presentazioni simili


Annunci Google