La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PREMIO AL MERITO, PROTEZIONE DAL RISCHIO ED EQUITÀ: SI POSSONO CONCILIARE? Comunicazione di Pietro Ichino al Forum ABI Banche e Risorse Umane Roma, 8 marzo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PREMIO AL MERITO, PROTEZIONE DAL RISCHIO ED EQUITÀ: SI POSSONO CONCILIARE? Comunicazione di Pietro Ichino al Forum ABI Banche e Risorse Umane Roma, 8 marzo."— Transcript della presentazione:

1 PREMIO AL MERITO, PROTEZIONE DAL RISCHIO ED EQUITÀ: SI POSSONO CONCILIARE? Comunicazione di Pietro Ichino al Forum ABI Banche e Risorse Umane Roma, 8 marzo 2008

2 Tre modelli per discutere di produttività e salario Il modello di sinistra Il modello di destra Il modello mediano e lart. 36 Cost.

3 La concezione tradizionale di sinistra il salario remunera una forza-lavoro standard (modello fordista) contro il difetto della prestazione, solo controllo gerarchico-disciplinare la produttività dipende dunque interamente dallorganizzazione legare il salario alla produttività scarica sul lavoratore un rischio che non gli compete

4 La concezione tradizionale di sinistra - segue differenze naturali di dotazione individuale ci sono, ma non devono influire sul salario -la concezione rawlsiana del diritto del lavoro -elevato contenuto assicurativo del rapporto diffidenza verso le differenziazioni decise dal datore (rischio di arbitri e discriminaz.) il salario indipendente dal risultato costringe le imprese meno efficienti a riallinearsi

5 La concezione tradizionale di destra la produttività marginale del lavoro dipende interamente dallindividuo –è, sì, funzione sia di impegno sia di organizzaz. –ma se lazienda è inefficiente, il lav. può andare dove il suo lavoro è valorizzato meglio dunque la retribuzione deve poter corrispondere alla produttività marginale questo oltretutto garantisce la piena occupaz.

6 Il difetto del modello di sinistra in realtà, la produttività è anche funzione dellimpegno individuale il modello fordista ha fatto il suo tempo senza incentivo allimpegno, si riduce la torta da spartire nelleconomia post-industriale limpegno ind. conta sempre di più

7 Il difetto del modello di destra al lavoratore mancano informazione, formazione e mobilità necessarie per potere scegliere e spostarsi il m.d.l. non genera lallocazione ottimale del contenuto assicurativo del rapporto (la market failure studiata da Aghion e Hermalin)

8 Il compromesso: art. 36 Cost. la retribuzione deve essere commisurata a quantità e qualità del lavoro ma comunque sufficiente un mix di assicurazione e di rischio

9 Lassetto tipico attuale delle retribuzioni degli impiegati it. elevatissimo contenuto assicurativo del rapporto: stabilità e retribuz. quasi del tutto fissa forte tendenza al conglobamento in paga-base dei premi di produzione alto premio assicurativo implicito pagato dai lavoratori

10 Ridurre il contenuto assicurativo del contratto di lavoro può consentire di guadagnare di più se la rinuncia al 20% in retribuzione fissa consentisse di puntare a ottenere il 40% in più sotto forma retribuzione variabile … (ad es.: Saturn-GM, 1985, o Sunderland-Nissan 1986) … perché non consentire ai lavoratori di compiere questa scelta?

11 Lassegnazione del rating individuale alla Nissan di Sunderland categoria operaia unica degli staff manufacturers analisi della prestazione dellultimo anno svolta congiuntamente dallappraisor con lappraisee, secondo una griglia composta da 17 voci nel caso (meno del 5% delle appraisal interviews) di dissenso tra appraisor e appraisee la valutazione è discussa da questultimo con un reviewer di livello superiore job knowledge quality of work performance against objectives communication (written and verbal) safety and housekeeping decision making/problem solving organisational skills development of others (incluso il job training) attitude/motivation ability to work under pressure attendance/timekeeping flexibility creativity/initiative teamworking leadership ability to comprehend influencing skills

12 Le retribuzioni dei metalmeccanici a Sunderland e in Italia Nissan Sunderland 2005 (valori in euro al cambio del non è computato il possibile lump sum) C.c.n.l. dei metalmeccanici italiani (minimo tabell. x 13, in vigore al 1° non è computato event. premio produz. az.) Administrative assistant min max ° livello12.942,80 Manufacturing Staff (*) min max ° livello14.049,75 Technician min max ° livello15.281,0 Administrative Officer Technical Officer min max ° livello (**) ,40 (***) Team Leader Manufact. Staff min max ° livello (**) ,28 (***) Team Leader Technician min max ° livello superiore17.881,11 Engineer, Controller, Supervisor min max ° livello19.189,04 Senior Engineer, Controller, Supervisor min max (****) 7° livello20.746,57

13 I vantaggi del premio di gruppo in generale sembrano dare risultati migliori, nel settore impiegatizio, i premi riferiti alla produttività di reparto o ufficio qui il controllo tra pari funziona mediamente meglio di quello gerarchico alcune ricerche indicano una correlazione positiva, entro un certo limite, tra il binomio partecipazione/rischio e le performances aziendali (Freeman 2006)

14

15 Due modelli di sindacato α - il sindacato che persegue la sicurezza ω - il sindacato che gestisce la scommessa * alto contenuto assicurativo del contr. di lavoro subordin., ma con livelli retrib. Inferiori * riduzione della differenza di contenuto tra lav. sub. e aut., ma livelli retrib. medi più alti * protezione dei lavoratori contro lo stress da esame * maggiore spazio a incentivi individuali (ben controllati) * alta % di retribuz. fissa; tendenza al conglobamento * alta % di retribuz. variabile in relaz. ai risultati collettivi * tendenza a non fare affida- mento sul management * tend. a proporre (o accettare) la scommessa comune col management. * un sindacato per rivendicare e difendere diritti acquisiti * un sindacato per fare dei lav. un imprenditore collettivo * concertazione difensiva* concertazione aggressiva (secondo il recente lessico O.I.L.)

16 Qual è il modello migliore? non si può dire in astratto: dipende anche dalla qualità dellimprenditore e del gioco sistemico entrambi i modelli convivono oggi in seno alla Cgil, alla Cisl e alla Uil, ma in proporzioni diverse il secondo modello –stimola limpegno individuale e collettivo (rischio) –consente margini maggiori di intrapresa e di guadagno per i lavoratori… –… ma regge solo se il management è affidabile

17 Conclusione lideale sarebbe che modelli diversi di sindacato (quindi di struttura della retribuz.) potessero competere tra loro e che lavoratori e imprenditori potessero scegliere il modello che ritengono dia i risultati migliori nello spazio tra α e ω ma per questo occorrerebbe che venisse lasciato molto più spazio e libertà alla contrattazione aziendale (conservando il ccnl come disciplina di default)


Scaricare ppt "PREMIO AL MERITO, PROTEZIONE DAL RISCHIO ED EQUITÀ: SI POSSONO CONCILIARE? Comunicazione di Pietro Ichino al Forum ABI Banche e Risorse Umane Roma, 8 marzo."

Presentazioni simili


Annunci Google