La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

FLC Cgil Centro Nazionale Sciopero generale 6 maggio 2011 FLC CGIL.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "FLC Cgil Centro Nazionale Sciopero generale 6 maggio 2011 FLC CGIL."— Transcript della presentazione:

1 FLC Cgil Centro Nazionale Sciopero generale 6 maggio 2011 FLC CGIL

2 FLC Cgil Centro Nazionale Le politiche messe in campo da questo governo aumentano il precariato riducono le risorse riducono il diritto allistruzione colpiscono lautonomia della ricerca riducono il salario riducono i diritti dei lavoratori e delle lavoratrici riducono la democrazia

3 FLC Cgil Centro Nazionale Riferimenti normativi: L 133/08 (conversione del Dlgs 112/08) ACCORDO QUADRO SEPARATO NMC del 22 gennaio 2009 LEGGE 4 marzo 2009, n. 15 INTESA SEPARATA ACCORDO NMC nei settori pubblici (30/4/2009) DECRETO LEGISLATIVO 150/2009 (decreto Brunetta) LEGGE N. 122, 30/7/2010 (conversione Dlgs 78/2010) DPCM Sistema Valutazione Performance gennaio 2011 ACCORDO SEPARATO PUBBLICO IMPIEGO 4 febbraio 2011 I RIFERIMENTI NORMATIVI - RIFORMA DELLA CONTRATTAZIONE

4 FLC Cgil Centro Nazionale LEGGE 133/08 -RIDUCE DEL 10% LE RISORSE DEL SALARIO ACCESSORIO CONSIDERATO AL VALORE DEL METTE LA TASSA SULLA MALATTIA: il salario accessorio per i primi 10 giorni di ogni periodo sono decurtati -INIZIA I TAGLI AI FONDI DI FINANZIAMENTO DELLUNIVERSITA E DELLA RICERCA -BLOCCA LE STABILIZZAZIONI E INTRODUCE FORTI LIMITAZIONI ALLE ASSUNZIONI

5 FLC Cgil Centro Nazionale Il nuovo modello contrattuale: E sperimentale per 4 anni sostituisce laccordo di luglio 93 (condiviso da tutti) La durata del contratto diventa triennale Cambia lindice previsionale dellinflazione: - IPCA (indice dei prezzi al consumo armonizzato a livello europeo), invece del tasso dinflazione programmatolo; - è su IPCA che si calcola poi lo scostamento fra il valore previsionale e quello effettivo Impedisce il diritto di sciopero per 6 mesi prima ed 1 mese dopo la scadenza del contratto nazionale è depurato dalla dinamica dei prezzi dei beni energetici importati Dati Istat di febbraio: benzina + 11,9%, gasolio + 18,1% RIFORMA DELLA CONTRATTAZIONE – Accordo separato sul nuovo modello contrattuale

6 FLC Cgil Centro Nazionale IL SALARIO – Lavoratori pubblici Lindice di previsione IPCA (depurato) su cui basare la dinamica delle retribuzioni: Deve essere nei limiti della programmazione di bilancio La valutazione del significativo scostamento è fatto dal Governo senza intesa con le parti Tiene conto dei reali andamenti delle retribuzioni nel settore pubblico (docenti? Missioni militari?) E calcolato sulle sole voci stipendiali (che mediamente sono il 70% della retribuzione) La valutazione dello scostamento avviene a fine triennio ed è recuperato nel triennio successivo, quindi si avrà che: Previsione nel 2012 (blocco contratti previsto da L. 122/10) Verifica scostamento 2015 Corresponsione nel 2018 RIFORMA DELLA CONTRATTAZIONE – Accordo separato sul nuovo modello contrattuale

7 FLC Cgil Centro Nazionale D.Lgs 150/09 RIFORMA BRUNETTA I DIPENDENTI PUBBLICI FANULLONI -Obbliga le amministrazioni a valutare la performance individuale del personale -Suddivide il personale in una graduatoria predefinita per cui il 25% non prenderà salario accessorio, il 50% ne prenderà poco il 25% sarà premiato -Blocca le carriere: progressioni verticali solo con concorso pubblico con riserva dei posti non superiore al 50% e titolo di studio necessario per laccesso dallesterno progressioni orizzontali: Fino al 2013 hanno solo valore giuridico, per effetto della L122/2010, e devono essere selettive Riduce a 4 i comparti di contrattazione -Inasprisce il codice disciplinare -Riduce le materie di contrattazione -Dà più potere ai dirigenti che sono valutati e valutatori

8 FLC Cgil Centro Nazionale DPCM – SISTEMA DI VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE – gennaio 2011 lANVUR, dintesa con la CiVIT, individua specifici obiettivi, indicatori e standard nonché le modalità per assicurare il ciclo di gestione della performance dei ricercatori e dei tecnologi e per lAFAM: si confermano i dubbi della FLC Cgil sulla inapplicabilità nei settori della conoscenza (Epr, Afam, …) della valutazione di Brunetta; si rinvia per lennesima volta il problema di come conciliare la classifica 25% 50% 25% con lattività di ricerca e con quella della docenza! …. Ovvero, dopo 15 mesi la montagna - tremonti brunetta gelmini - ha partorito il topolino…..

9 FLC Cgil Centro Nazionale L 122/10 (Manovra economica) Blocca i rinnovi contrattuali Congela il salario accessorio al 2010 (fino al 2013) I pensionamenti riducono il fondo del salario accessorio Dal 2011 al 2013 le progressioni economiche e di carriera hanno solo effetti giuridici e non economici Innalza l età pensionabile delle donne a 65 anni Trasforma il TFS in TFR Taglia del 50% la spesa per i precari Sopprime Enti di ricerca

10 FLC Cgil Centro Nazionale Circolare n 7/2010 un tentativo del Ministero della Funzione pubblica di forzare la mano sullapplicazione del dlgs Brunetta Una disposizione in contraddizione sia con il decreto 150 che con le disposizioni della manovra Forza su: Retroattività del d.lgs 150 a novembre 2009 Controlli. Revisori dei conti - MEF Decadenza contratti al 31/12/10 se non adeguati a: divisione fra materie di legge e contratto applicazione del titolo III (meriti e premi) progressioni di carriera selettive

11 FLC Cgil Centro Nazionale Accordo separato del 4 febbraio 2011 Si basa sul DLgs 150/2009, sullaccordo separato relativo agli assetti contrattuali del gennaio 2009 e sullaccordo separato dell'aprile 2009 sul pubblico impiego Stabilisce che gli stipendi non potranno essere decurtati e che le risorse utilizzabili per la classifica saranno quelle previste dal cosiddetto dividendo dell'efficienza, cioè le eventuali economie determinate dall'applicazione della legge 133/2008. Prevede la presenza del sindacato nelle commissioni bilaterali che dovranno monitorare i risultati prodotti dalla riforma Brunetta Stabilisce la definizione di un accordo quadro sulle relazioni sindacali in base al Decreto Brunetta e dell'accordo separato del Questo significa cambiare gli attuali contratti nazionali e definire altre regole sulle relazioni sindacali, abbassando il livello di tutela delle lavoratrici e dei lavoratori.

12 FLC Cgil Centro Nazionale ACCORDO SEPARATO 4 FEBBRAIO 2011 Quello che nell'accordo invece non c'è e che sarebbe stato necessario prevedere: Precariato: nessuna tutela e prospettiva di stabilizzazione RSU: niente si dice sul loro rinnovo, nonostante una sentenza del Consiglio di Stato favorevole in tal senso Rinnovo dei contratti nazionali: con la sottoscrizione dell'accordo separato si rinuncia definitivamente alla rivendicazione del rinnovo per il triennio

13 FLC Cgil Centro Nazionale Nel frattempo…………… INFLAZIONE A FEBBRAIO + 2,4 % IL BLOCCO DEI CONTRATTI/SCATTI + AUMENTO INFLAZIONE = RIDUZIONE DEI SALARI

14 FLC Cgil Centro Nazionale " Il concreto sviluppo della ricerca in tutti i campi delle scienze, attraverso l'impegno di tanti studiosi animati da grande passione, rappresenta una priorità assoluta, sulla quale le istituzioni devono investire con coraggio, nella consapevolezza che su questo terreno si gioca una larga parte del futuro del nostro Paese. Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano …. Ma intanto si continua a tagliare, a tagliare e a tagliare

15 FLC Cgil Centro Nazionale LEGGE 240/10 (controriforma Gelmini Università) Si tratta di una Legge che norma minuziosamente aspetti sino ad oggi lasciati allautonomia dei singoli Atenei Sono previsti numerosissimi decreti attuativi sia da parte del Ministero che delle Università Alcune norme sono inapplicabili senza correttivi legislativi e comunque, per il combinato disposto delle norme succedutesi in questi anni, il reclutamento è praticamente paralizzato Non si pone un freno al precariato, ma anzi lo si istituzionalizza Si interviene sui Lettori/CEL in maniera così vergognosa che larticolo è stato stigmatizzato anche dal Presidente della Repubblica Si mettono ad esaurimento gli attuali ricercatori creando una nuova figura a tempo determinato che non ha alcuna certezza sui possibili sbocchi professionali Entro 6 mesi dallapprovazione della Legge vanno ridefiniti gli Statuti delle singole Università Cè un rischio concreto che le forme di governo che saranno stabilite dai nuovi statuti siano meno democratiche e partecipative, come del resto è lo spirito di questa legge Contrariamente a quanto affermato dal Ministro cresce il potere dei Rettori parimenti a quello del Consiglio di Amministrazione in cui entrano obbligatoriamente gli esterni Si dà unulteriore colpo al già disastrato diritto allo studio

16 FLC Cgil Centro Nazionale Le risorse per rendere possibile la riforma delluniversità ci saranno, ma non prima di fine anno. (ministro Tremonti ottobre 2010) Sarà il decreto mille proroghe a fine anno a risolvere la situazione. (ministro Sacconi ottobre 2010) TAGLI AL FINANZIMENTO ORDINARIO DELLUNIVERSITA 2011 Stanziati – 11,31% 2012 Stanziati – 12,40% 2013 Stanziati ,95% I fondi FFO del 2009 sono stati erogati a gennaio 2010 Il decreto mille proroghe NON prevede più la norma che consentiva di scorporare alcuni costi del personale delle aziende ospedaliere universitarie Le Università che superano il 90% di spese per il personale NON POSSONO ASSUMERE

17 FLC Cgil Centro Nazionale SOPPRESSIONE DI ENTI E TAGLI AI FONDI DI FINANZIAMENTO ORDINARI ISPESL, ISAE, INSEAN, ENSE, IAS, EIM, Stazioni Sperimentali dellIndustria: soppressi Tagli pesanti ai fondi ordinari degli Enti che si aggiungono ai tagli degli anni passati e che si aggirano nellordine dal 9% al 20%! Alcuni esempi? – ENEAda 197 a 167 mln (- 30 mln ), – INAFda 89 a 78 mln (- 11 mln ), – INGV do 72 a 56 mln (- 16 mln ), – ISPRAda 103 a 82 mln (- 21 mln ), – CNR dei 550 mln di 71,5 sono vincolati dal MIUR su progetti detti bandiera

18 FLC Cgil Centro Nazionale I PRECARI SARANNO LICENZIATI PRECARI Le università che hanno superato il 90% delle spese di personale rispetto al FFO disponibile non potranno assumere, non potranno pagare neanche il 50% di quanto speso nel 2009 per i contratti precari Nei prossimi anni andrà in pensione il 50% di ordinari ed il 25% di associati e ricercatori che, con le normative vigenti, non potranno essere rimpiazzati che in minima parte il Governo con la legge 240 aumenta il precariato creando i ricercatori a tempo determinato Sono ridotte le risorse per il finanziamento alle università Si introducono anche negli enti di ricerca strumenti feroci di controllo della spesa che, come nel caso dello statuto appena approvato del CNR, impediranno di fare assunzioni se il costo del personale supera la soglia del 75% delle entrate La legge finanziaria NON stanzia risorse nel triennio per gli assegni di ricerca ed i dottorati, e ne sta determinando la paralisi

19 FLC Cgil Centro Nazionale Chiediamo per i precari Un piano straordinario di assunzioni senza limiti detà Rinnovo degli assegni di ricerca senza obbligo di docenza Giusta retribuzione per i contratti di insegnamento, per gli assegni di ricerca per i contratti di ricerca Partecipazione democratica agli organismi di governo delle università Diritto di accesso ai fondi per la ricerca Dignità per la ricerca CAMPAGNA 3 R RICORSO – RINNOVO - RECLUTAMENTO

20 FLC Cgil Centro Nazionale GLI STUDENTI « Non vi fate strumentalizzare dai baroni e dai centri sociali. Questo ddl mette voi al centro, non c'è un solo punto del provvedimento che possa danneggiarvi. È per voi, per eliminare privilegi e sprechi,..». (Ministro Gelmini 26 novembre 2010) Il fondo per le borse di studio scende dai 246 milioni del 2009 a 25, 7 milioni di euro per gli anni 2011 e 2012 e addirittura a 12,9 milioni per il 2013, anno in cui il taglio sarà di 234 milioni rispetto al il fondo per gli interventi per alloggi e residenze universitarie che dai 109 milioni del 2009 passa a 18,66 milioni nel IL DIRITTO ALLO STUDIO VERRÀ COMPLETAMENTE CANCELLATO PER LASCIARE SPAZIO A PRESTITI DONORE

21 FLC Cgil Centro Nazionale I diritti dei lavoratori: sotto attacco la contrattazione Si attacca la contrattazione integrativa attraverso limposizione delle norme del Decreto Brunetta nonostante il mancato rinnovo dei contratti Si inaspriscono le sanzioni disciplinari Si vogliono ridurre le prerogative contrattuali per imporre un sistema autoritario

22 FLC Cgil Centro Nazionale I diritti dei lavoratori: sotto attacco la contrattazione La FLC ha difeso la contrattazione integrativa ed ha respinto sulla base del CCNL questo attacco Il 95% dei contratti università e ricerca si sono chiusi nel mese di dicembre La Cgil è in campo in tutti i settori pubblici e privati per rovesciare il modello autoritario che riduce i diritti contrattuali Difendere il contratto significa difendere i diritti dei lavoratori

23 FLC Cgil Centro Nazionale Diritti dei lavoratori Sotto attacco la democrazia: RSU Il mancato rinnovo delle RSU voluto dal Governo e da alcune organizzazioni sindacali è un vulnus gravissimo perché: Non si dà la possibilità ai lavoratori di scegliere i propri rappresentanti Si depotenzia la contrattazione integrativa Non si misura la rappresentatività di coloro che firmano i contratti Si impedisce lesercizio della democrazia sindacale Le mancate elezioni riguardano tutti ed rappresentano una lesione della democrazia e dei diritti dei lavoratori e lavoratrici

24 FLC Cgil Centro Nazionale SCIOPERO GENERALE L'attacco ai diritti e alla democrazia riguarda tutti: lavoratori pubblici e privati La risposta deve unificare il mondo del lavoro nella mobilitazione Lo sciopero generale rappresenta una scelta di responsabilità per cambiare il paese

25 FLC Cgil Centro Nazionale SCIOPERO GENERALE difendiamo la scuola, luniversità, la ricerca pubblica difendiamo la Costituzione

26 FLC Cgil Centro Nazionale Sciopero generale CGIL 6 maggio 2011 Non barattiamo i diritti Li difendiamo


Scaricare ppt "FLC Cgil Centro Nazionale Sciopero generale 6 maggio 2011 FLC CGIL."

Presentazioni simili


Annunci Google