La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Roma, 25 luglio 2011 Il sostegno alla filiera audiovisiva in Puglia: Per una analisi di impatto di Apulia Film Fund (2007-2010) Executive summary Direzione:

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Roma, 25 luglio 2011 Il sostegno alla filiera audiovisiva in Puglia: Per una analisi di impatto di Apulia Film Fund (2007-2010) Executive summary Direzione:"— Transcript della presentazione:

1 Roma, 25 luglio 2011 Il sostegno alla filiera audiovisiva in Puglia: Per una analisi di impatto di Apulia Film Fund ( ) Executive summary Direzione: Flavia Barca Capo progetto: Bruno Zambardino Indagine field: Stefania Farsagli, Giuseppina Andreano Revisione generale: Andrea Marzulli

2 Agenda IEM - Fondazione Rosselli Finalità e metodologia Apulia Film Commission e Fondo Risorse erogate e progetti finanziati Le richieste di finanziamento Limpatto sul territorio Analisi della spesa: uno studio campione Rapporto tra contributi e incassi Osservazioni conclusive

3 Titolo dellargomento Finalità e metodologia

4 La ricerca: finalità IEM - Fondazione Rosselli Analizzare gli interventi messi in atto da AFC tra il 2007 e il 2010 a sostegno della produzione audiovisiva in Puglia; fornire una lettura quali-quantitativa dei finanziamenti erogati misurandone il ritorno economico e sociale per il territorio regionale; stimare gli effetti complessivi, diretti, indiretti e indotti, delle produzioni che hanno lavorato in Puglia grazie al supporto di AFC; identificare le tipologie di prodotto finanziate che hanno ripagato più generosamente il territorio (spesa locale), tenendo conto di variabili di genere, budget di partenza e provenienza geografica; operare una stima del personale pugliese coinvolto dalle attività attratte localmente e dunque degli effetti sulloccupazione; analizzare limpatto del cinema pugliese sui flussi turistici; Approfondire il quadro mediante una indagine field (interviste ad un panel di produttori)

5 La ricerca: metodologia IEM - Fondazione Rosselli Timing: 6 mesi di lavoro (gennaio-giugno 2011) Lavoro complesso: approccio inedito, mole di dati in progress Lavoro di analisi effettuato su fonti e materiali direttamente forniti dal committente (data base di monitoraggio risorse stanziate ed erogate, schede di singoli film sostenuti, spese per ospitalità Fesr) Scambio intenso e proficuo con il committente (aggiustamenti in itinere); Analisi della composizione della spesa condotta su un campione di 24 titoli selezionato in base alla completezza dei dati relativi al personale pugliese impiegato e alle settimane di permanenza sul territorio Analisi sul campo condotta su un campione di aziende che hanno ottenuto il supporto tecnico e finanziario di AFC. Interviste agli operatori: Fabrizio Mosca e ToreSansonetti (Acaba Produzioni); Ivan Fiorini (Fandango); Luca Barbareschi (Casanova); Donatella Botti (Bianca Film); Domenico Cuscino (Lumiere & Co).

6 Titolo dellargomento AFC e Fondo

7 Il contesto: linterventismo regionale IEM - Fondazione Rosselli Anche grazie alla spinta al decentramento amministrativo derivante dalla riforma del Titolo V della Costituzione e al progressivo spostamento della materia audiovisiva verso lambito della legislazione concorrente, sono sempre più diffuse le iniziative locali volte a intercettare i benefici che le produzioni audiovisive possono determinare. A partire dal 2005 molte regioni si sono dotate di strumenti normativi, finanziari (film fund) ed organizzativi (film commission) concepiti anche in funzione delle differenti vocazioni territoriali. Ne risulta oggi un quadro molto eterogeneo e frammentario in cui, se da un lato si avverte una grave assenza di regia a livello nazionale, dallaltro si rileva un forte dinamismo: alcune realtà di eccellenza nellarco di pochi anni sono divenute un modello cui ispirarsi anche al di fuori dei confini nazionali Secondo lufficio studi ANICA, dal 2003 al 2010 le Regioni hanno erogato 116 M a favore di attività cinematografiche e audiovisive. In 4 anni ( ) le risorse sono quintuplicate. Nel 2009 il budget ha sfiorato i 30 M

8 Il sistema di sostegno allaudiovisivo in Puglia Framework normativo-finanziario Normativa di sistema (L.R 6/2004) PO FESR Apulia Film Commission APQ S.C. Film Fund Regione Puglia Autorità di gestione Assessorato al Mediterraneo Imprese del settore cinematografico e audiovisivo

9 Il caso Puglia: un mix di risorse e il ruolo di AFC IEM - Fondazione Rosselli Nel complesso la Regione è lEnte che con maggiore incidenza ha investito nelle attività di AFC attraverso 2 Assessorati: il Mediterraneo e il Turismo. Tra le fonti di entrata, accanto alle risorse ordinarie del bilancio regionale e alle sottoscrizioni di soci, figurano lAccordo di Programma Quadro Sensi Contemporanei, il fondo strutturale comunitario FESR relativo alla programmazione 2007–2013 e il Programma Media Training AFC è stata dotata di un Film Fund Apulia Film Fund (AFF) per poter svolgere in modo più efficace, snello e trasparente il proprio operato AFC svolge la propria attività in parallelo con altre FC nazionali, europee e mondiali. Essa fa parte del coordinamento delle FC italiane (IFC) e della Conferenza permanente per laudiovisivo del Mediterraneo (COPEAM) A livello europeo è legata invece a Cine-Regio, network che raggruppa 34 fondi regionali di 12 paesi UE AFC è membro di AFCI (Association of Film Commissioners International), di cui fanno parte oltre 300 FC da tutto il mondo.

10 Il Film Fund: finalità IEM - Fondazione Rosselli attrarre nel settore dellaudiovisivo pugliese investimenti diretti e indiretti; consentire la progressiva professionalizzazione delle maestranze tecniche e artistiche regionali consentire lapertura ai flussi culturali, artistici ed economici internazionali; diffondere la cultura dellaudiovisivo in Puglia attraverso il confronto e la valorizzazione della produzione locale; mettere in contatto le strutture pubbliche e private del territorio con le migliori esperienze produttive internazionali; contribuire alla condivisione e alla diffusione delle identità culturali pugliesi.

11 Il Film Fund: funzionamento e beneficiari IEM - Fondazione Rosselli La gestione del fondo consiste nel raccogliere e selezionare le richieste (nellambito di bandi annuali) di finanziamento di produzioni audiovisive, cinematografiche e televisive su qualunque supporto e destinate a ogni circuito distributivo, attraverso lerogazione di contributi a fondo perduto, per i costi di preparazione, produzione e post-produzione di opere audiovisive girate in tutto o in parte in Puglia. Le opere vengono selezionate da AFC in base al rispetto dei vincoli da essa imposti (vincolo territoriale del 150% fino al 2010 aumentato al 200% nel 2011) e alle caratteristiche tecniche ed artistiche dei progetti Possono beneficiare del finanziamento le produzioni italiane, europee ed extraeuropee anche, eventualmente, nella forma della Associazione temporanea di impresa o di coproduzione, purchè il soggetto mandatario dellATI o il capofila della coproduzione siano costituiti da almeno tre anni

12 Il Film Fund: scheda di sintesi IEM - Fondazione Rosselli

13 Il Film Fund: scheda di sintesi IEM - Fondazione Rosselli

14 Titolo dellargomento Risorse erogate e progetti finanziati

15 Andamento complessivo risorse a disposizione IEM - Fondazione Rosselli Le risorse a disposizione di AFC tra il 2007 e il 2010 sono state circa 4,1M, di cui 2,8 corrispondenti al FF nellambito dei 3 bandi emessi annualmente. Nellarco di 4 anni dallattivazione del fondo le risorse sono quintuplicate registrando una crescita progressiva. A partire dal 2008 AFC ha potuto contare anche su risorse extra (FESR) per lospitalità fino ad un max di 612mila nel , Fonte: IEM su dati AFC. Migliaia di euro.

16 Apulia Film Fund: risorse erogate IEM - Fondazione Rosselli Le risorse del solo FF effettivamente erogate da AFC nel periodo sono state pari a poco meno di 1,9M, quasi 1 milione in meno rispetto a quanto stanziato. Lerogato è cresciuto in modo deciso nei primi 3 anni, mentre la diminuzione del 2010 (quasi totalmente compensata dalla crescita dellextra- FF) è dovuta al work in progress delle produzioni. Fonte: IEM su dati AFC. Migliaia di euro.

17 Extra Film Fund: risorse erogate IEM - Fondazione Rosselli Le risorse extra FF effettivamente erogate di AFC nel sono state poco più di 1,3M per 29 progetti sostenuti grazie allimpiego dei finanziamenti del FESR (4.1.2 e 4.3.1). 11 di queste opere hanno beneficiato anche del contributo del FF ordinario. Nel 2011 le risorse derivanti dai fondi FESR sono aumentate a 682mila euro. Fonte: IEM su dati AFC. Migliaia di euro.

18 Apulia Film Fund: progetti sostenuti IEM - Fondazione Rosselli Nel periodo considerato le opere realizzate grazie al contributo regionale sono state 76, 11 delle quali hanno beneficiato di un doppio finanziamento, (FF+ ospitalità). Fonte: IEM su dati AFC In 4 anni AFF ha sostenuto: 31 lungometraggi, 22 documentari, 13 cortometraggi, 5 serie tv, 2 videoclip, 2 film tv e 1 videogioco.

19 Apulia Film Fund: sostegno per formato IEM - Fondazione Rosselli Nei quattro anni di attività, il fondo ha finanziato i lungometraggi per un totale di 1 milione e 328 mila euro, i documentari hanno beneficiato di 226 mila euro, le serie tv di 175 mila, i cortometraggi di 110 mila, i film tv di 19 mila, i videoclip di 7 mila euro e i videogiochi di 4 mila euro. Fonte: IEM su dati AFC. Migliaia di euro.

20 Titolo dellargomento Apulia Film Fund: provenienza geografica IEM - Fondazione Rosselli Raggruppando le produzioni in 4 aree di origine, Puglia, Lazio, altre regioni italiane ed estero, emerge la risonanza che ha avuto il FF al di fuori della Puglia, e il grado di incisività delle produzioni in base alla loro provenienza. Tenendo conto dellarco temporale , la maggior parte delle produzioni, il 57%, ha la propria sede operativa nel Lazio, il 27% è pugliese, l11 % proviene da altre regioni italiane, e solo il 5% è estera Fonte: IEM su dati AFC.

21 Titolo dellargomento Le richieste di finanziamento

22 Apulia Film Fund: andamento richieste di finanziamento IEM - Fondazione Rosselli Limportanza acquisita da AFF risulta evidente dal numero crescente di progetti presentati e di finanziamenti richiesti, e dalla tipologia di opera. Tra il 2008 e il 2010, il numero di progetti presentati è quasi raddoppiato, passando da 58 a 112. la crescita dei finanziamenti richiesti è quintuplicata: nel 2008 la cifra sfiorava i 2,2M superando nel 2010 la soglia dei 10. Fonte: IEM su dati AFC. Migliaia di euro.

23 Apulia Film Fund: tipologia progetti presentati IEM - Fondazione Rosselli Il dato più vistoso è rappresentato dalla crescita dei lungometraggi, che hanno raggiunto il numero di 40 nel Se a questo si aggiunge la comparsa delle serie tv (3 progetti presentati nel 2010, assenti negli anni precedenti) e una presenza dei film tv (3 nel 2009 e 4 nel 2010), si rileva un aumento della domanda per i progetti più costosi, e dai maggiori ritorni economici. Fonte: IEM su dati AFC..

24 Apulia Film Fund: progetti presentati ed approvati IEM - Fondazione Rosselli Ogni 3 progetti presentati ne è stato approvato 1. Per i lungometraggi il tasso di approvazione è più ridotto (2,5) mentre lindice per gli altri principali generi si attesta attorno al 4. Fonte: IEM su dati AFC. I dati sui progetti sostenuti si riferiscono al periodo I dati sui progetti presentati si riferiscono al periodo Escluse serie, videogame e animazione

25 Apulia Film Fund: finanziamenti richiesti per tipologia IEM - Fondazione Rosselli Ci ò non toglie che il fondo continui a ricevere un numero di richieste crescenti per tipologie di più difficile distribuzione (e finanziamento) come i corti e documentari (saliti nel 2010 rispettivamente a 24 e a 36), nonchè una presenza significativa dei videoclip (5 nel 2009 e 4 nel 2010). Fonte: IEM su dati AFC. Migliaia di euro.

26 Apulia Film Fund: finanziamenti richiesti per tipologia IEM - Fondazione Rosselli Lammontare dei finanziamenti richiesti rispecchia in massima parte levoluzione nella tipologia di progetti: se nel 2010 i fondi complessivamente richiesti ad AFF hanno superato i 10 M, si deve principalmente ai lungometraggi, per i quali sono state avanzate domande per oltre 7,5 M Nel 2008, lammontare della richiesta per i lungometraggi era di 774mila euro, una cifra in linea con quella dei cortometraggi e dei documentari, la cui crescita al 2010 è stata molto più ridotta. Allo stesso tempo, le opere televisive (film tv e serie) hanno rappresentato nel 2010 oltre 1 M di finanziamenti richiesti (dai 100mila euro del 2008).

27 Titolo dellargomento Limpatto sul territorio

28 Apulia Film Fund: valutazione dimpatto (stanziamenti) IEM - Fondazione Rosselli Mettendo in relazione le spese sostenute in Puglia dalle produzioni beneficiarie (localizzazione delle attività ) è possibile verificare il ritorno economico diretto che linvestimento regionale ha generato. nel periodo la proporzione tra stanziamento regionale e spesa diretta è stata di 1:6,3: a fronte di 1 euro fornito sotto forma di contributo, le produzioni ne hanno spesi più di 6 sul territorio regionale Fonte: IEM su dati AFC.

29 Apulia Film Fund: valutazione dimpatto (erogato) IEM - Fondazione Rosselli AFF ha erogato risorse ordinarie (FF) per circa 1,9M circa, mentre le produzioni che ne hanno beneficiato, il cui budget complessivo è stato pari a 87M, hanno speso in Puglia più di 11M (rapporto 1:6,1) con un indotto stimato in quasi 23M. Fonte: IEM su dati AFC.Dati in migliaia di euro

30 Apulia Film Fund: valutazione dimpatto (erogato) IEM - Fondazione Rosselli Il rapporto spesa diretta/contributo regionale ha registrato variazioni sensibili nei 4 anni Il valore di partenza del 2007, di oltre 7: spesa in Puglia di 1,5M a fronte di un contributo di 212 mila 2008: le produzioni hanno speso nella regione 1M ricevendone 340 mila. Per il 2009 il valore del rapporto (4,6) è stato determinato da una spesa sul territorio di 3,8M, a fronte di un contributo di poco più di 800mila euro. Il rapporto è poi cresciuto con decisione nel 2010 grazie a una spesa di 4,9M sul territorio a fronte di un contributo di 480mila euro).

31 Apulia Film Fund: valutazione dimpatto per genere IEM - Fondazione Rosselli Nel complesso si tratta di un ritorno economico consistente, che varia a seconda del genere a cui appartengono le produzioni beneficiarie Il formato che ha garantito un ritorno economico di gran lunga superiore rispetto agli altri è quello delle serie tv (15,9). Si tratta di un risultato importante, che va tuttavia considerato tenendo conto dellelevato costo unitario del prodotto e del maggior radicamento sul territorio, anche maggiore di quello dei lungometraggi. Fonte: IEM su dati AFC..

32 Apulia Film Fund: spesa diretta e contributo IEM - Fondazione Rosselli Lincidenza dellimpatto dei film sul territorio è caratterizzata da una crescita costante e proporzionale rispetto allaumentare delle risorse complessive delle produzioni. Agli estremi si collocano le produzioni con budget al di sotto di 50 mila (rapporto pari a 2,4) e le produzioni con i budget più elevati, superiori a 3 M (11,4). Fonte: IEM su dati AFC. Per le produzioni con budget compresi tra i 50 mila e 1 milione il rapporto oscilla tra 3,4 e 5. Le produzioni con un budget compreso tra 1 e 3 milioni hanno un rapporto di 6,2.

33 Titolo dellargomento Apulia Film Fund: impatto economico indotto IEM - Fondazione Rosselli Fonte: IEM su dati AFC. Tenendo conto esclusivamente dei contributi erogati tramite il FF tra il 2007 e il 2010 (1,9 M), nella regione sono state sostenute, dalle produzioni, spese per un totale di 11,4 M (rapporto 1:6) Questa spesa ha dato origine ha un processo moltiplicativo per leconomia territoriale, generando un impatto stimato (moltiplicatore di Kelly) doppio, pari a 22,5 M.

34 Titolo dellargomento Analisi della spesa: uno studio campione

35 Apulia Film Fund: lanalisi della spesa: studio a campione IEM - Fondazione Rosselli Quali sono i servizi e i beni di cui hanno maggiormente usufruito le produzioni sul territorio ? A questo interrogativo abbiamo risposto con una analisi su 24 opere, di formati differenti, realizzate con il contributo di AFC nel corso di 4 anni. Le categorie in cui abbiamo suddiviso la spesa sono le seguenti: - spesa per il personale pugliese (attori, personale tecnico, maestranze); - spesa per lalloggio di troupe e cast; - spese per il vitto; - spesa per i trasposti di cast, troupe e attrezzature; - altre spese: assicurazioni, consulenza, permessi, noleggi, ecc.

36 Apulia Film Fund: lanalisi della spesa: studio a campione IEM - Fondazione Rosselli Le due categorie di spesa che incidono di più sono quella per il personale pugliese, pari al 35% (1,4M), e quella delle altre spese di varia natura che hanno assorbito il 32% (1,3M). La terza spesa più significativa è quella per lalloggio, pari al 22% (923mila euro circa), seguita dalla spesa per il vitto (8%), e i trasporti (4%). Fonte: IEM su dati AFC.

37 Apulia Film Fund: lanalisi della spesa: studio a campione IEM - Fondazione Rosselli Osservando la composizione della spesa per formati, emerge una distribuzione omogenea tra le varie voci di costo per lunghi e corti Lunica differenza significativa consiste nella maggiore spesa sostenuta dalla produzione di lungometraggi per gli alloggi, dovuta al coinvolgimento di un cast e una troupe più numerosi. Per i documentari sono state sostenute spese superiori per i trasporti, pari a circa il 25% del totale Fonte: IEM su dati AFC. Migliaia di euro.

38 Apulia Film Fund: giornate di lavorazione e personale IEM - Fondazione Rosselli Una conferma della maggiore incisività esercitata dai lungometraggi si ricava osservando la durata media delle riprese. Le giornate medie di lavorazione in Puglia sono decisamente maggiori per i lungometraggi (circa 38 di media), mentre per documentari e cortometraggi è necessario un numero di giornate di riprese nettamente inferiore (rispettivamente circa 11 e 4,5). Le 24 produzioni del campione hanno impiegato personale pugliese per un totale di 431 persone, lavorando nella regione per 568 giornate. Sotto il profilo occupazionale i lungometraggi hanno ripagato meglio il territorio, impiegando in media 23 persone; per la realizzazione dei corti ne sono stati mediamente impiegatie 15, e per i documentari 6. Le necessità produttive dei lungometraggi portano, in generale, ad un impatto rilevante sul territorio: hanno una più lunga permanenza; richiedono budget mediamente più elevati e dunque una spesa locale maggiore rispetto agli altri generi

39 Titolo dellargomento Rapporto tra contributi e incassi

40 Titolo dellargomento Apulia Film Fund: analisi incassi theatrical IEM - Fondazione Rosselli Tra le opere sostenute, il film che ha registrato il successo maggiore al botteghino è Mine vaganti di Ozpetek. Lopera ha ricevuto da AFF 100mila a fronte di un budget di 5 M. E lunico caso in cui lincasso (circa 8 M) ha superato le spese di produzione, affermandosi come il film realizzato con il contributo AFC di maggior successo. Il secondo film nella classifica è Luomo nero del 2009 di Rubini. In questo caso gli incassi ottenuti (1,6M circa) non sono stati sufficienti a coprire le spese di produzione pari a 4,5M a fronte di un apporto della AFC di 100mila. Analoga sorte per Il passato è una terra straniera, di Daniele Vicari del 2008, i cui incassi in sala si sono fermati sotto i 700mila euro a fronte di un budget complessivo di 2,3M, 48 mila dei quali erogati da AFF nel Occorre tener presente che numerose opere sostenute da AFC nel 2010 non sono ancora uscite in sala e pertanto non è possibile effettuare una valutazione completa sulla relazione tra finanziamento pubblico e resa commerciale.

41 Titolo dellargomento Apulia Film Fund: analisi incassi theatrical IEM - Fondazione Rosselli Fonte: IEM su dati AFC.

42 Titolo dellargomento Osservazioni conclusive

43 Apulia Film Fund: conclusioni IEM - Fondazione Rosselli AFC ha svolto una efficace azione di coordinamento e gestione dei diversi strumenti di sostegno (FF, extra FF, Sensi Contemporanei ecc..) alla filiera audiovisiva regionale, drenando e convogliando un mix di risorse. il bilancio della gestione di AFF nel quadriennio preso in esame è complessivamente positivo I vincoli di spesa territoriale imposti a fronte dellassegnazione del contributo hanno garantito un ritorno economico evidente per il territorio, come dimostra il valore del rapporto tra spesa diretta e contributo che, per i quattro anni, è stato mediamente pari a 6. Lattrazione di produzioni audiovisive sul territorio produce benefici economici la cui consistenza conferma la bontà dellapproccio di AFF, ovvero dirigersi al di là di una logica meramente assistenzialistica o ispirata ad un approccio esclusivamente cultural-oriented, valorizzando il settore anche come una risorsa economica territoriale.

44 Apulia Film Fund: conclusioni IEM - Fondazione Rosselli la spesa per il personale locale è tra i fattori maggiormente incisivi della spesa sostenuta in Puglia: le produzioni hanno esercitato con successo lauspicato effetto push sulla leva occupazionale. tra i dati di maggior interesse la crescita delle richieste di finanziamento per i lungometraggi, ma anche le serie tv e i film tv: la maggior domanda per i progetti più costosi e dai maggiori ritorni economici denota il graduale inserimento di AFC nel circuito delle fonti di finanziamento alternative alla distribuzione cinematografica e televisiva per i progetti più rilevanti. La tipologia di prodotto che ha stimolato maggiormente il tessuto economico locale in termini di spesa sul territorio e di personale pugliese coinvolto è stata in modo evidente quella dei lungometraggi. Rispetto agli altri FF, AFF si attesta in una buona posizione di disponibilità finanziaria, ponendosi tra quelle realtà, come Piemonte e FVG, che a fronte di un investimento medio hanno saputo capitalizzare le risorse immesse nel sistema meglio di altri territori, risultando tra i più efficaci e adatti a svolgere la propria funzione di acceleratore di spesa.

45 Roma, 25 luglio 2011 Direzione: Flavia BarcaCapo progetto: Bruno Zambardino Grazie per lattenzione ! IEM - Istituto di Economia dei Media della Fondazione Rosselli Sede legale: Corso Giulio Cesare 4 bis/B Torino tel Sede operativa Istituto di Economia dei Media: Palazzo Corsini, Via della Lungara 10, Roma tel


Scaricare ppt "Roma, 25 luglio 2011 Il sostegno alla filiera audiovisiva in Puglia: Per una analisi di impatto di Apulia Film Fund (2007-2010) Executive summary Direzione:"

Presentazioni simili


Annunci Google