La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Milano, 27 Gennaio 2010 Riunione Tavolo EST Rel. 2 Tavoli territoriali.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Milano, 27 Gennaio 2010 Riunione Tavolo EST Rel. 2 Tavoli territoriali."— Transcript della presentazione:

1 Milano, 27 Gennaio 2010 Riunione Tavolo EST Rel. 2 Tavoli territoriali

2 2 Tavolo territoriale EST Premessa: la dimensione del servizio Agenda

3 3 Tavolo territoriale EST Le specificità del trasporto pubblico locale ferroviario in Lombardia: Rete complementare Rete fondamentale Alta Velocità Alta Velocità in fase di completamento Rete Suburbana Malpensa Express VERONA GENOVA/ ALESSANDRIA DOMO- DOSSOLA ZURIGO BOLOGNA MILANO CREMONA LECCO MANTOVA LODI PAVIA MONZA Oltre km di rete BERGAMO SONDRIO BRESCIA VARESE COMO 36 tra linee regionali e suburbane, per un totale di circa corse al giorno #1 posto per produzione di treni km con 34,6 mln di treni km superiore di oltre il 55% rispetto alla seconda regione italiana, il Lazio con 21,4 mln/treni km; #1 posto per popolazione residente con 9 milioni di abitanti, pari a circa il 60% in più rispetto alla seconda regione italiana, la Campania con 5,7 milioni di abitanti; Domanda di mobilità in termini di numero di spostamenti giornalieri allinterno della Regione e verso la stessa pari a circa 15 milioni di spostamenti/giorno (di cui oltre 500mila su ferro); Presenta una densità abitativa di 380 abitanti per kmq pari a 2 volte la media Italia. Fonte: rapporto Legambiente - Pendolaria 2009

4 4 Tavolo territoriale EST I numeri: Km di rete ferroviaria sul territorio lombardo Circa 35 milioni di treni-km annui* 36 direttrici (27 esercite dal ramo TI ** e 9 dal ramo LN), per un totale stimato di circa corse/giorno (senza contare gli spostamenti necessari per i materiali vuoti) di cui 100 interregionali Oltre viaggiatori/giorno dipendenti (2.600 ramo TI e ramo LN) senza contare il personale rimasto nel Gruppo FNM e in Trenitalia che opera in service una flotta di 323 rotabili e circa pezzi fra locomotori e carrozze 5 impianti di manutenzione: Milano Fiorenza, Lecco, Cremona, Novate e Iseo (*) Comprensivi della produzione bus (**) Compresa la direttrice S5 (in ATI con LeNORD e ATM)

5 5 Tavolo territoriale EST Le priorità: i primi 100 giorni Agenda

6 6 Tavolo territoriale EST La centralità del cliente: Il nuovo corso di tutte le società che erogano servizi al pubblico ruota tutto intorno a questo punto. Non basta più far andare i treni occorre che il servizio sia strutturato sulle esigenze di mobilità dei clienti: orari e composizione coincidenze, intermodalità, integrazione rete di vendita nei fatti rispettoso della persona che viaggia: puntualità e affidabilità pulizia e decoro di mezzi e stazioni, accesso ai disabili cortesia del personale, informazione su misura Al centro, non più il treno, o la corsa, ma il viaggiatore Al centro non più il treno o la corsa, ma il viaggiatore

7 7 Tavolo territoriale EST Programmi dei primi 100 giorni Puntualità ed Affidabilità Pulizia e Decoro Informazione e Sicurezza (rete di vendita integrata)

8 8 Tavolo territoriale EST Puntualità ed affidabilità Piano per linverno (azione sul breve periodo) Piano di rinnovamento della flotta: Investimenti (azione sul medio-lungo periodo) Piano Direttrici (azione sul breve-medio periodo: sviluppata alla fine) Agenda

9 9 Tavolo territoriale EST Miglioramento della puntualità di circa 5% negli ultimi mesi rispetto agli stessi mesi dellanno precedente e un calo delle soppressioni con punte di oltre il 50%. Nota: per puntualità (STD A, non consolidato), un indicatore positivo indica un miglioramento della performance (incremento dell I5 in valore assoluto); per soppressioni, una differenza negativa indica un miglioramento della performance (riduzione del numero di soppressioni) Puntualità (I5: % di treni giunti con un ritardo massimo di 5 minuti) Soppressioni (Numero di treni soppressi)

10 10 Tavolo territoriale EST Un piano concreto di investimenti per adeguare la flotta: TipologiaRamoTreniInvestimentoConsegna (*) NumeroMil. (**)DaA In ordine45321,1 TSRFNM20197,6In corsoAgo-10 AeroportualiFNM633,8Gen-10Set-10 GTWFNM1989,7Dic-10Giu-11 Finanziato41250,0 AeroportualiFNM845,0Lug-11Giu-12 Piano ribassato nuova ristrutturazione (a)Trenitalia1038,3Gen-11Dic-12 Compo Loco + CarrozzeTrenitalia549,5Gen-11Giu-13 Nuovo treno regionale ad un piano fase 1 (b)Trenitalia18117,2Gen-13Set-13 Da finanziare71489,3 TSR (opzioni da esercitare)FNM20224,2Nov-10Dic-11 GTW (opzioni da esercitare)FNM36167,6Giu-11Giu-12 Nuovo treno regionale ad un piano fase 2 (b)TLN1597,5Ott-13Giu-14 Totale investimenti ,4

11 11 Tavolo territoriale EST In totale, TLN potrà disporre di 157 nuove composizioni entro la metà del 2014: Piano rolling del materiale TNL ( ; n° di composizioni) Composizioni in ordine + finanziate Composizioni finanziate Composizioni da finanziare Composizioni in ordine

12 12 Tavolo territoriale EST Pulizia e decoro Agenda

13 13 Tavolo territoriale EST Pulizie: la rimodulazione dei lotti Totale interventi/giorno Lotto: 547 Totale interventi/giorno Lotti: 622 Totale cantieri individuati: 28 Totale risorse assegnate: 23 Totale risorse assegnate: 25 IN FASE DI AGGIUDICAZIONE Lotto 11 Zona Est e Nord 247 interventi giornalieri 1 Responsabile di Lotto 6 risorse assegnate 10 cantieri individuati 40% delle pulizie IN FASE DI INIZIO Lotto 10 Milano Fiorenza, zona Ovest e Nord 254 interventi giornalieri 1 Responsabile di Lotto 15 risorse assegnate 11 cantieri individuati 41% delle pulizia OPERATIVO Lotto 9 Milano C.le 122 interventi giornalieri 1 Responsabile di Lotto 2 risorse assegnate 7 cantieri individuati 19% delle pulizie PRECEDENTE Lotto 1 Gruppo MAZZONI 547 interventi programmati 1 Referente/Gestore di Lotto 22 risorse assegnate 28 cantieri individuati.

14 14 Tavolo territoriale EST Lotto 9 –> Affidato alla TEAM – SERVICE dal 19 novembre 2009 Cantiere prevalente Milano Centrale ed ulteriori 7 cantieri. Nel lotto si eseguono il 19% degli interventi di pulizia sul materiale rotabile TLN – ramo Operativo TI. 105 Risorse assegnate ditta 105; Lotto 10 –> Affidato alla TEAM – SERVICE da 11 gennaio 2010 Cantiere prevalente Milano Fiorenza ed ulteriori 11 cantieri. Nel lotto si eseguono il 41% degli interventi di pulizia sul materiale rotabile TLN – ramo Operativo TI. 180 Risorse assegnate ditta 180 Lotto 11 –> Affidato alla NORD – SERVIZI dal 18 gennaio Cantiere prevalente Cremona ed ulteriori 10cantieri. Nel lotto si eseguono il 40% degli interventi di pulizia sul materiale rotabile TLN – ramo Operativo TI. 96 Risorse assegnate ditta 96 Pulizie: riassegnazione dei lotti a nuove Società

15 15 Tavolo territoriale EST Decoro: entro marzo 2010 è previsto un aumento delle composizioni in stato di decoro accettabile di circa il 40% rispetto a ottobre 2009, per un totale di 243 composizioni su 323 (numero di composizioni) + 69 composizioni OTTOBRE 2009MARZO % 54% 46% 75% 25%

16 16 Tavolo territoriale EST Decoro: ad oggi, 24 composizioni sono già state oggetto di interventi, ed altre 45 saranno completate entro 3 mesi. (Ottobre 2009-Marzo 2010; numero di interventi) Progressivo composizioni con stato di decoro accettabile Totale a ottobre 09 Progressivo a marzo 2010 Ripristino del decoro e nuove entrate A dicembre composizioni su 323 (61%) 54%75%

17 17 Tavolo territoriale EST Informazione e Sicurezza Agenda

18 18 Tavolo territoriale EST Informazione ai viaggiatori Realizzazione di un sistema di messaggistica profilata ai clienti del servizio ferroviario regionale, implementabile in modalità push-pull attraverso un sistema automatico generato direttamente dal treno, con intervento di una redazione per la comunicazione di eventi eccezionali: 1^ step: entro marzo 2010 creazione di un portale internet regionale viaggia treno-like, accessibile via internet, internet mobile e sms pull (servizio pilota) servizio di messaggistica profilato via sms in modalità push disponibile per tutti i clienti che ne abbiano fatto richiesta call center 2^ step (tempistiche da confermare) comunicazione diffusa ed integrata con tutti gli altri media ed estensione dellaccesso sms pull comunicazione nelle stazioni: tabelloni, diffusori acustici, biglietterie, ecc comunicazione a bordo treno: PIS, OBOE, ecc

19 19 Tavolo territoriale EST Sicurezza (security) dei treni e delle aree di stazione Incremento degli uffici/postazioni Polfer (ultime aperture Varese e Saronno) ed estensione del servizio di polizia privata (Vigilantes, già operanti in Cadorna, Bovisa, Saronno, Seveso, ecc.) ) anche alle Stazioni del Passante Piano per il presenziamento da parte di militari di Impianti (Stazioni/Depositi) in 3 step: 1^ step -> pilota su 2 impianti entro prima decade Febbraio ^ step -> estensione parzialesu 9 impiantientro marzo ^ step -> estensione a regimesu 30 impiantientro settembre 2010

20 20 Tavolo territoriale EST Rete di vendita integrata Agenda

21 21 Tavolo territoriale EST Fatto Altre attività GennaioFebbraio 4 Vendita LN e integrate TI-LN (ramo Milano) su sistemi TI (SIPAX) Marzo Attivazione EMETTITRICI SBME S5 e passante (e vendita tramite EMETTITRI- CI SBME ATM) come da contratto S5 Vendita LN e integrate TI-LN (anche ramo Iseo) su sistemi TI (SIPAX) Ripristino di almeno una macchina ETF per ogni stazione del Passante Estensione della vendita tramite DSD TI di prodotti oltre Treno Milano e attivazione ulteriori EMETTITRICI SBME TI Vendita SBME LN integrazione Area Servizi Suburbani - LN Vendita scontistica LN tramite SIPAX Obiettivo: maggio 2010 (tbc) (tbc) Attività principali Vendita SBME intera rete regionale Vendita con Logo TLN Obiettivo: tbc Aprile (tbc) Rete di vendita: piano di lavoro

22 22 Tavolo territoriale EST Il Quadrante EST Agenda

23 23 Tavolo territoriale EST Nota: dati aggiornati al 17 gennaio 2010; dati approssimati allintero più vicino Indicatori di puntualità per direttrice (I5 intera giornata). Sintesi Direttrice 13V accorpata dal 13 dicembre 2009 nella direttrice 12 e direttrice 14V accorpata nelle direttrici 15 e 16

24 24 Tavolo territoriale EST Il piano di decoro -> Quadrante EST -Milano – Brescia 9 Treni (su 10) – eseguita sostituzione coprisedili ed effettuate pulizie radicali potenziate

25 25 Tavolo territoriale EST Progetto Direttrici: Quadrante Est Codice DirDIRETTRICE Priorità 01 MILANO-NOVARA-VERCELLI (TO) (compr.S6) 2 11 LECCO-BERGAMO-BRESCIA 1 12 MI-BG (via CARNATE) + Seregno-Carnate (ex 13) 2 15 MI-BG (via TREVIGLIO) + BG-Treviglio (ex 14) 2 16 MI-TREVIGLIO-CR + Teviglio-CR (ex 14) 2 17 MILANO-BRESCIA-VERONA-(VE) 2 18 BRESCIA-PIADENA-PARMA 1 19 BRESCIA-CREMONA 2 40 S5 TREVIGLIO-VARESE 2 1LN BRESCIA-ISEO-EDOLO 2 Si prevede lattivazione di per Direttrice (per poter raccogliere input/suggerimenti da parte dei viaggiatori) entro martedì 9 febbraio 2010

26 26 Tavolo territoriale EST Finalità del Responsabile di Linea (ovvero il cosa, what): Migliorare le performance del servizio offerto (*) dando una risposta organizzativa alle problematiche croniche del servizio erogato in ciascuna Direttrice (operando per priorità), affinchè questi malfunzionamenti del processo industriale possano essere rimossi/attenuati/risolti sul breve o sul medio periodo (a seconda dei margini di manovra delle diverse situazioni) il Responsabile di Linea diventa quindi lo snodo organizzativo di raccordo tra lorganizzazione Funzionale-Gerarchica, che opera per Funzioni Tecnologiche (Manutenzione, Produzione, Commerciale, ecc.), e le esigenze specifiche del Servizio erogato su ciascuna Direttrice (->viaggiatore) (organizzazione a Matrice) (*) Puntualità/affidabilità, pulizia/decoro, informazione

27 27 Tavolo territoriale EST Analisi dei dati estratti ed elaborati (treni malati) Individuazione delle cause: qualificazione delle attribuzioni, delle ipotesi (sul campo) Individuazione delle azioni correttive, ovvero, attivazione degli enti preposti (qualora la problematica sia fuori portata) Consolidamento dei piani di azione con gli enti coinvolti Verifica esecuzione dei piani Monitoraggio e verifica dellandamento treni malati e dellefficacia delle azioni implementate Individuazione nuove azioni qualora quelle eseguite non abbiano sortito gli effetti sperati Ricircolo, senza soluzione di continuità Le attività tipiche del Responsabile di Linea:

28 28 Tavolo territoriale EST 1^ fase: Progetto Pilota dir. 25 running 2^ fase: Deployment parziale (dir. 8,10,11,18,20,21,24,25) attivazione 2 febbraio (fatto) elaborazione ed approvazione: entro 16 febbraio implementazione azioni sul breve: entro 2 marzo 3^ fase: Deployment completo (tutte le Direttrici) attivazione 9 febbraio (programmato) elaborazione ed approvazione: entro 23 febbraio implementazione azioni sul breve: entro 9 marzo Tempistiche:

29 29 Tavolo territoriale EST Allegati Treni Circolanti e indice di puntualità Selezione Treni malati Ritardo medio ponderato e incrementale Individuazione cause e azioni correttive Caso pilota: Direttrice Milano-Mortara-Alessandria


Scaricare ppt "Milano, 27 Gennaio 2010 Riunione Tavolo EST Rel. 2 Tavoli territoriali."

Presentazioni simili


Annunci Google