La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Governo Formazione e struttura Giancarlo Rando - a.a. 2009-2010.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Governo Formazione e struttura Giancarlo Rando - a.a. 2009-2010."— Transcript della presentazione:

1 Governo Formazione e struttura Giancarlo Rando - a.a

2 2 Fonti normative Art Costituzione Legge n. 400/1988 D. lgs. 300/1999 Governo (formazione, struttura)

3 3 Formazione del Governo Consultazioni Incarico Nomina del Presidente del Consiglio Nomina dei Ministri Giuramento Fiducia Governo (formazione, struttura)

4 4 Consultazioni del Presidente della Repubblica Scopo: fornire informazioni per lincarico Sono una consuetudine Partecipanti: –personalità istituzionali –capi dei gruppi parlamentari e leaders politici –sono definiti dal Presidente della Repubblica Governo (formazione, struttura)

5 5 Incarico È conferito oralmente Lincaricato accetta con riserva Compie delle piccole consultazioni Fasi eventuali ed alternative: –mandato esplorativo –pre-incarico Governo (formazione, struttura)

6 6 Nomina del Presidente del Consiglio Quando lincaricato scioglie la riserva Atto formale: d.P.R. controfirmato dallo stesso Presidente entrante Governo (formazione, struttura)

7 7 Nomina dei Ministri Sono nominati dal Presidente della Repubblica su proposta del Presidente del Consiglio Governo (formazione, struttura)

8 8 Giuramento Nelle mani del Presidente della Repubblica Fedeltà alla Costituzione ed alla Repubblica Dopo il giuramento il Governo entra nellesercizio delle sue funzioni Governo (formazione, struttura)

9 9 Fiducia Entro 10 gg. il Governo deve presentarsi in Parlamento per ottenere la fiducia Mozione di fiducia: votata per appello nominale a maggioranza semplice Governo (formazione, struttura) Se la fiducia non è concessa: dimissioni

10 10 Segue: fiducia Questione di fiducia: momento di verifica su iniziativa del Governo Mozione di sfiducia –presentata da 1/10 parlamentari –votata non prima di 3 gg. –Magg. semplice e appello nominale Il venir meno della fiducia determina sempre un obbligo giuridico di dimettersi (cfr. art. 94 comma 4) Governo (formazione, struttura)

11 11 Crisi di Governo Governo dimissionario –crisi parlamentare –crisi extraparlamenatre, prevale nella prassi Crisi parlamentare: voto di sfiducia –mozione di sfiducia: approvata –questione di fiducia: respinta –mozione di fiducia: respinta Governo (formazione, struttura)

12 12 Composizione del Governo Presidente del Consiglio Ministri Consiglio dei Ministri Direzione politica –monocratica (Presidente): dirige politica generale del Governo –collegiale (Consiglio): determina pol. gen. Governo (formazione, struttura)

13 13 Ministri e Ministeri Ministri Ministri senza portafoglio Numero Ministeri: legge cui la Costituzione rinvia D. lgs. 300/1999 e succ. mod. Governo (formazione, struttura)

14 14 Vice-Ministri e sottosegretari Coadiuvano un Ministro ed esercitano le funzioni che gli sono state delegate Invece, il Vicepresidente del consiglio: è un Ministro Governo (formazione, struttura)

15 15 Articolazioni del Governo Consiglio dei Ministri Consiglio di Gabinetto Comitati interministeriali (es. CIPE) Governo (formazione, struttura)

16 16 Funzioni del Governo Potere esecutivo direzione amministrazione statale collaborazione con il Parlamento (nella funzione legislativa) esercita poteri normativi Governo (formazione, struttura)

17 17 Organi ausiliari Organi che affiancano il potere esecutivo e lamministrazione centrale svolgendo attività consultiva e di controllo: CNEL (art. 99 Cost.) Consiglio di Stato (art. 100, c. 1 Cost.) Corte dei Conti (art. 100, c. 2 Cost.). Organi costituzionalmente rilevanti e costituzionalmente garantiti. Definizione

18 18 Organi ausiliari Fonti: art. 99 Cost.; l. 936/86. Organo rappresentativo delle categorie produttive, composto da 122 membri scelti tra: - esperti nelle scienze economiche, giuridiche o sociali - rappresentanti dei sindacati dei lavoratori, delle imprese, degli artigiani. Svolge attività di consulenza per Camere, Governo, Regioni, Province Autonome. Ha liniziativa legislativa. CNEL

19 19 Organi ausiliari Fonti: T.U , n e l , n. 186 Funzioni: giurisdizionali (giudice di appello della giustizia amministrativa) consultive (consulenza giuridico-amministrativa) Struttura: Diviso in 7 sezioni (4 consultive e 3 giurisdizionali). Consiglio di Stato

20 20 Organi ausiliari Parere obbligatorio (ex l. 127/97) su: - regolamenti governativi e ministeriali - ricorsi straordinari al PdR - schemi generali di contratti tipo, accordi e convenzioni predisposti da uno o più ministri. Parere facoltativo su: - proposte di legge e su affari di varia natura per i quali sia interrogato da un Ministro. Consiglio di Stato

21 21 Organi ausiliari Fonti: r.d , n. 1214; l , nn. 19 e 20; l. 639/1996 Funzioni giurisdizionali in materia contabile Funzioni di controllo - preventivo: registrazione - successivo: gestione del bilancio su cui riferisce alle Camere (controllo generale di parificazione del rendiconto consuntivo) - sugli enti: partecipa, nei casi e nelle forme stabiliti dalla legge, al controllo sulla gestione finanziaria degli enti a cui lo Stato contribuisce in via ordinaria. Corte dei Conti


Scaricare ppt "Governo Formazione e struttura Giancarlo Rando - a.a. 2009-2010."

Presentazioni simili


Annunci Google