La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Foglio elettronico Petrini © 2012 - De Agostini Scuola SpA - Novara.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Foglio elettronico Petrini © 2012 - De Agostini Scuola SpA - Novara."— Transcript della presentazione:

1 Foglio elettronico Petrini © De Agostini Scuola SpA - Novara

2 Introduzione allambiente di lavoro (1) Quando si crea un nuovo documento (che prende il nome di cartella di lavoro), è visualizzato un foglio di lavoro che si presenta come una tabella o griglia. La tabella è composta da colonne identificate da una o due lettere e da righe identificate da un numero; lintersezione di una colonna con una riga caratterizza ununità elementare detta cella. Le coordinate (colonna; riga) definiscono lindirizzo di cella. Ogni rettangolo di celle adiacenti costituisce una zona, la cui identificazione è data da un intervallo che ha come riferimenti la prima cella in alto a sinistra e lultima in basso a destra separati dal carattere :. Esempio: la zona (C5:E10) è costituita da un rettangolo di 18 celle. Petrini © De Agostini Scuola SpA - Novara

3 Introduzione allambiente di lavoro (2) File/Nuovo Per creare una nuova cartella di lavoro fare clic sullicona Nuovo oppure scegliere File/Nuovo e selezionare il modello desiderato. File /Apri Per aprire una cartella già esistente fare clic sullicona Apri oppure scegliere File /Apri e ricercare il file nelle cartelle dellhard disk oppure sul supporto desiderato. File/Salva Per salvare la cartella di lavoro fare clic sullicona Salva oppure scegliere File/Salva. Visualizza/Barre degli strumenti Per mostrare, nascondere, reimpostare le barre degli strumenti si opera dal menu Visualizza/Barre degli strumenti. Strumenti /Opzioni E possibile modificare le preferenze di visualizzazione, modalità di calcolo, opzioni di salvataggio, ecc. dal Menu Strumenti /Opzioni. Petrini © De Agostini Scuola SpA - Novara

4 Operare sul foglio elettronico (1) Per Inserire dati nelle celle di un foglio di lavoro occorre posizionarsi su una cella qualsiasi, questa diventerà la cella attiva. Limmissione di numeri, testo, date o ore avviene digitando i dati nella cella attiva. Per Selezionare una zona del foglio di lavoro fare clic sulla cella in alto a sinistra e quindi, tenendo premuto il tasto sinistro del mouse, ampliare la selezione fino a raggiungere la cella in basso a destra. Per effettuare una selezione multipla, bisogna tenere premuto il tasto C TRL. Per Spostare il contenuto di una zona selezionata fare riferimento alloperazione di drag and drop. Essa permette di spostare mediante trascinamento un insieme di celle selezionate. Per Copiare il contenuto di una zona selezionata nelle celle contigue trascinare invece per righe o colonne il quadratino di riempimento posto nellangolo inferiore destro della zona (il puntatore assumerà la forma di una croce nera). Per Modificare laltezza della riga oppure la larghezza della colonna agire dal menu Formato oppure trascinare il bordo inferiore dell'intestazione di riga (il bordo destro dell'intestazione di colonna) fino ad assegnare alla riga (colonna) la dimensione desiderata. Il cursore assume la forma indicata: Petrini © De Agostini Scuola SpA - Novara

5 Operare sul foglio elettronico (2) Inserisci /Foglio di lavoro Per Aggiungere un foglio scegliere Inserisci /Foglio di lavoro. Modifica/Elimina foglio Per Eliminare un foglio scegliere Modifica/Elimina foglio. Per Rinominare un foglio fare clic destro sul Foglio di cui si desidera cambiare il nome e dal menu contestuale scegliere Rinomina. Stampa Per Impostare il foglio per la stampa operare dal menu File | Imposta pagina, agendo sullorientamento e sulle proporzioni, in modo che il contenuto sia presente chiaramente su una pagina o un numero contenuto di pagine, eventualmente con delle intestazioni e/o piè di pagina. Prima di stampare conviene visualizzare in anteprima di stampa il risultato, per far ciò basta fare clic sullicona Anteprima di stampa. Infine per stampare il contenuto di un foglio di lavoro è possibile fare clic sullicona Stampa. Petrini © De Agostini Scuola SpA - Novara

6 Formattazione dei dati (1) Formato/Celle Dal menu Formato/Celle si apre una finestra di dialogo in cui possiamo trovare diverse schede. La scheda Numero è fondamentale per specificare la forma che i dati possono assumere. Numero: il numero viene visualizzato con un numero di decimali (fino a 30) specificato Valuta: oltre al numero di decimali è possibile scegliere il simbolo della valuta scelta Contabilità: come per valuta ma con allineamento incolonnato Data: è possibile scegliere tra vari formati data Ora: trasforma un numero seriale in un formato orario Percentuale: il valore della cella viene moltiplicato per 100 e visualizzato con il simbolo % Frazione: visualizza il numero sotto forma di frazione Scientifico: la notazione è quella esponenziale Testo: il numero viene trattato come testo Speciale: la formattazione segue la codifica particolare (CAP, codice fiscale, ecc.) Personalizzato: si può scegliere tra alcuni codici diversi Petrini © De Agostini Scuola SpA - Novara

7 Formattazione dei dati (2) Se proviamo a digitare 123,45 in una cella e poi modifichiamo il formato otterremo diversi possibili risultati. Le altre schede servono invece per definire altri elementi di formattazione: Allineamento: in questa scheda non solo possiamo allineare il testo sia orizzontalmente che verticalmente, ma possiamo orientarlo con un angolo a piacere Carattere: serve per definire il tipo di carattere, lo stile, la dimensione, effetti particolari Bordo: permette di inquadrare la cella con un bordo di dimensione e colore desiderato Motivo: in questa scheda è possibile scegliere un colore o un motivo di riempimento Protezione: consente di impedire che le celle selezionate vengano modificate. Petrini © De Agostini Scuola SpA - Novara

8 Formattazione automatica e condizionale (1) Un modo per creare un foglio di lavoro contenente unintestazione e dei totali con un aspetto piacevole è quello di sfruttare le capacità di formattazione predefinite. Supponiamo di avere i seguenti dati: Formato/Formattazione Evidenziata la zona desiderata si ricorre alla funzionalità Formato/Formattazione automatica selezionando il formato desiderato. genfebmarTotale Est77519 Ovest64717 Sud87924 Totale Petrini © De Agostini Scuola SpA - Novara

9 Formattazione automatica e condizionale (2) In alcuni casi può essere utile evidenziare i valori delle celle in cui si verifica una certa condizione. Ad esempio se vogliamo colorare di giallo le celle della Tabella in cui il valore delle celle centrali supera il valore di 6 Formato/Formattazione condizionale basta, dopo aver selezionato la zona, utilizzare il comando Formato/Formattazione condizionale e poi impostare la condizione desiderata e il formato con il pulsante Formato. Si possono imporre fino a tre condizioni utilizzando il pulsante Aggiungi. genfebmarTotale Est77519 Ovest64717 Sud87924 Totale Petrini © De Agostini Scuola SpA - Novara

10 Sostituzione, ordinamento e filtri (1) Modifica/TrovaModifica /Sostituisci Ci sono diverse situazioni in cui occorre fare una ricerca sul testo o i numeri presenti sul foglio di lavoro, eventualmente per operare delle sostituzioni. In questi casi basta scegliere dal menu Modifica/Trova o Modifica /Sostituisci. Più frequentemente ci si troverà di fronte alla necessità di gestire linsieme di dati presenti sul foglio. Operazioni tipiche sono lordinamento e linterrogazione. Supponiamo di avere un elenco contenente le informazioni relative ad un qualsiasi gruppo di dati fra di loro collegati. Si pensi, ad esempio, alle informazioni biometriche sugli studenti di una classe (altezza, peso, colore occhi, ecc.). Petrini © De Agostini Scuola SpA - Novara

11 Sostituzione, ordinamento e filtri (2) Dati /Ordina Ordinamento: per disporre un elenco in ordine è possibile specificare un ordinamento (crescente o decrescente) con Dati /Ordina dopo aver selezionato la zona dati. Interrogazione: per visualizzare solo i dati che rispondono ad un determinato criterio è possibile utilizzare dei filtri seguendo la seguente procedura: 1.Fare clic su una cella dell'elenco; Dati/Filtro/Filtro automatico 2.Scegliere Dati/Filtro/Filtro automatico ; 3.Per mostrare solo le righe contenenti un determinato valore, fare clic sulla freccia visualizzata nella colonna contenente il dato che si desidera analizzare, ad esempio la mutabile occhiali ; 4.Selezionare il valore desiderato, ad esempio n 5.in questo modo si rendono visibili solo le righe 8 e 11 che contengono i dati degli studenti che non portano gli occhiali. Petrini © De Agostini Scuola SpA - Novara

12 Formule e riferimenti (1) Allinterno di una cella vi possono essere delle parole o dei numeri, ma anche delle formule. Le formule cominciano con il segno di uguale =, seguito dall'espressione che si desidera calcolare. Una formula è costituita da operatori che connettono variabili (o costanti). Sono disponibili diversi tipi di operatori di calcolo: aritmetici, di confronto, di testo. Gli operatori aritmetici +, -, *, /, ^ eseguono le operazioni matematiche di base. Il foglio elettronico utilizza le normali regole matematiche di priorità. Gli operatori di confronto =, >, =, confrontano due valori, generando il valore logico VERO o FALSO. L'operatore di testo & unisce una o più stringhe di testo generando una singola stringa. Le formule contengono riferimenti alle celle tramite i rispettivi indirizzi. Sommare il contenuto di due celle Se nella cella C7 si digita 3, nella cella C8 si digita 9, nella cella E10 la formula =C7+C8 e si preme Invio si ottiene in questultima cella il valore 12. Petrini © De Agostini Scuola SpA - Novara

13 Formule e riferimenti (2) Una delle operazioni più frequenti è quella di copia di una formula. Il foglio elettronico interpreta la formula =C7+C8 scritta nella cella E10 come prendi il contenuto della cella che si trova due colonne a sinistra e tre righe in alto e sommalo a quello che si trova due colonne a sinistra e due righe in alto. Per mantenere invece lo stesso risultato è necessario che i riferimenti rimangano fissi. Ciò si ottiene anteponendo il segno del dollaro alle due coordinate, quindi si dovrà scrivere =$A$1+$A$2. Vi è infine il caso in cui si vuole copiare una formula bloccando solo le coordinate della riga o solo quelle della colonna; occorrerà anteporre il segno del dollaro solo al riferimento desiderato (riferimenti misti): A$1 per bloccare solo la riga $A1 per bloccare solo la colonna Petrini © De Agostini Scuola SpA - Novara

14 Funzioni (1) Oltre ai calcoli standard il foglio elettronico è in grado di compiere operazioni utilizzando le funzioni, formule predefinite che permettono di eseguire operazioni anche complesse. I valori su cui la funzione svolge lelaborazione sono detti argomenti. La sintassi è uguale per tutte le funzioni: =NOMEFUNZIONE(argomento1;…;argomentoN). Un argomento può essere costituito da un numero, un testo, una cella, una zona, una formula o una funzione. I fogli elettronici hanno un insieme di funzioni molto vasto, ampio spazio è dato alle funzioni matematiche e statistiche. Per inserire una funzione nella cella attiva basta premere licona (inserisci funzione) che si trova accanto alla barra della formula. Si aprirà una finestra da cui scegliere la categoria e la funzione desiderata. Petrini © De Agostini Scuola SpA - Novara

15 Funzioni (2) =ARROTONDA(123,456;1) = 123,5 Arrotonda il numero 123,456 a 1 cifra decimale =CASUALE() Ogni volta che si modifica il foglio di lavoro o si preme il tasto funzionale F9 viene restituito un nuovo numero casuale decimale compreso tra 0 e 1 =INT(8,9) = 8 Prende la parte intera del numero =MCD(144;56) = 8 Calcola il Massimo Comune Divisore fra i due numeri =MCM(14;21) = 42 Calcola il Minimo Comune Multiplo fra i due numeri =POTENZA(3;3) = 27 Calcola il primo numero elevato al secondo =RADQ(16) = 4 Calcola la radice quadrata del numero =RESTO(44;6) = 2 Calcola il resto della divisione del primo numero per il secondo =SOMMA(1;3;4) = 8 Calcola la somma dei numeri elencati Petrini © De Agostini Scuola SpA - Novara

16 Grafici (1) Dopo aver creato una tabella di dati, spesso risulta utile facilitarne la comprensione utilizzando strumenti di rappresentazione grafica. Dopo aver selezionato la zona contenente i dati e fatto clic sullicona Creazione guidata Grafico si apre una finestra di dialogo che presenta quattro passaggi. 1.Scegliere il Tipo di grafico desiderato e una delle modalità di rappresentazione; 2.Verificare se è corretta la scelta dellIntervallo dati e se essi sono disposti in serie in Righe o in Colonne; 3.Modificare alcune Opzioni del grafico per esempio aggiungendo un Titolo, togliendo i segni di spunta dalla scheda Griglia e dalla scheda Legenda; 4.Scegliere la Posizione del grafico sul foglio esistente o su un foglio diverso, infine premere il pulsante Fine. Petrini © De Agostini Scuola SpA - Novara

17 Grafici (2) Dopo essere stato costruito un grafico può essere facilmente modificato ed abbellito. Il trattamento di un grafico può essere effettuato a diversi livelli. Le principali modifiche possono essere distinte secondo tre categorie: 1.Ridimensionamento: ridimensionare il grafico, dopo averlo selezionato, agendo con il puntatore del mouse sulle otto maniglie (quadratini posti sul perimetro); 2.Modifiche estetiche: selezionando un singolo elemento (serie dei dati, assi, area, griglia, titolo, ecc.) si può procedere alla formattazione con il comando Formato che si rende disponibile con clic destro; 3.Trasformazioni strutturali: selezionando lArea del tracciato è possibile attivare con clic destro un menu da cui modificare, oltre al Formato area del tracciato, il Tipo di grafico, i Dati di origine o le Opzioni grafico e la Posizione. Petrini © De Agostini Scuola SpA - Novara


Scaricare ppt "Foglio elettronico Petrini © 2012 - De Agostini Scuola SpA - Novara."

Presentazioni simili


Annunci Google