La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Elementare18 Fenomeni sismici onde sismiche localizzazione epicentro-ipocentro.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Elementare18 Fenomeni sismici onde sismiche localizzazione epicentro-ipocentro."— Transcript della presentazione:

1 elementare18 Fenomeni sismici onde sismiche localizzazione epicentro-ipocentro

2 Scossa sussultoria Scossa rotatoriaScossa traslatoria Ipocentro sismico Comportamento del suolo in rapporto a onda sismica longitudinale (sussultoria) trasversale ( traslatoria) entrambe (rotatoria) Superficie e epicentro

3 Onda longitudinale produce compressione-dilatazione variazione di volume nel mezzo attraversato la particella oscilla nella direzione di propagazione Onda trasversale produce deformazione tipo taglio variazione di forma nel mezzo attraversato la particella oscilla perpendicolarente alla direzione di propagazione

4 Onda longitudinale produce compressione-dilatazione variazione di volume nel mezzo attraversato la particella oscilla nella direzione di propagazione Onda trasversale produce deformazione tipo taglio variazione di forma nel mezzo attraversato la particella oscilla perpendicolarente alla direzione di propagazione

5 Onda superficiale si propagano concentricamente allepicentro due tipi:di Love e di Rayleigh Love:particella vibra perpendicolarmente a direzione di propagazione:assenza di moti verticali nel suolo Rayleigh:particella vibra secondo moto ellittico:orizzontalmente e verticalmente

6

7 Variazione del tempo di arrivo di due mobili V1=10 m/s V2=5 m/s Distanza=100 metri I due mobili dotati di velocità diverse partono insieme ma arrivano distanziati nel tempo :il primo arriva dopo 10 secondi mentre il secondo arriva 20 secondi dopo la partenza:sono distanziati di 10 secondi T1 = 100 m /10 m/s = 10 s T2 = 100 m/5 m/s = 20 s T1 – T2 = 10 s Mantenendo costanti le due velocità la differenza tra i tempi di arrivo dei due mobili aumenta in proporzione alla distanza

8 Variazione nel tempo di arrivo di due mobili V1=10 m/s V2=5 m/s Distanza=1000 metri I due mobili dotati di velocità diverse partono insieme ma arrivano distanziati nel tempo :il primo arriva dopo 10 secondi mentre il secondo arriva 20 secondi dopo la partenza:sono distanziati di 10 secondi T1 = 1000 m /10 m/s = 100 s T2 = 1000 m/5 m/s = 200 s T1 – T2 = 100 s Mantenendo costanti le due velocità la differenza tra i tempi di arrivo dei due mobili aumenta in proporzione alla distanza

9 Determinazione della distanza di una stazione di osservazione dallipocentro in funzione del tempo darrivo di due tipi donda V1=10 Km/s V2=5 Km/s Distanza=1000 Km T1 = 1000 km /10 km/s = 100 s T2 = 1000 km/5 km/s = 200 s T1 – T2 = 100 s Le onde longitudinali V1 sono più veloci delle trasversali V2:partono insieme dallipocentro e giungo alla stazione sismografica distanziate nel tempo in funzione della distanza da percorrere T1 = D/V1 T2 = D/V2 T2 – T1 = D* ((V1-V2)/(V1*V2)) D = (T2-T1)*(V1*V2)/(V1-V2)=K*dT Calcolata la distanza si può calcolare quando londa e partita

10 Ipocentro 50 km epicentro Onde longitudinali Onde trasversali Ipocentro 80 km epicentro

11

12 Stazione A Stazione B Stazione C Tre stazioni sismografiche calcolano la distanza dalleepicentro dello stesso sisma confrontandole si può localizzarlo con le sue coordinate precise Stazione C A e B comuneA e C comuneB e C comune A B C in comune epicentro

13 fine


Scaricare ppt "Elementare18 Fenomeni sismici onde sismiche localizzazione epicentro-ipocentro."

Presentazioni simili


Annunci Google