La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 FINANZIAMENTI UNIONE EUROPEA «Sviluppo territoriale» «Vivere Casteldaccia-Territori a confronto» CORSO DI FORMAZIONE POLITICO AMMINISTRATIVA CASTELDACCIA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 FINANZIAMENTI UNIONE EUROPEA «Sviluppo territoriale» «Vivere Casteldaccia-Territori a confronto» CORSO DI FORMAZIONE POLITICO AMMINISTRATIVA CASTELDACCIA."— Transcript della presentazione:

1 1 FINANZIAMENTI UNIONE EUROPEA «Sviluppo territoriale» «Vivere Casteldaccia-Territori a confronto» CORSO DI FORMAZIONE POLITICO AMMINISTRATIVA CASTELDACCIA 14/04/2013 Ing. Santo Lo Piparo

2 2 Unione Europea Politica regionale – Occupazione, affari sociali e inclusione Il territorio di riferimento: Larea metropolitana ad est di Palermo - Bagheria e il suo hinterland. FINANZIAMENTI UNIONE EUROPEA «Sviluppo territoriale» Elementi di interpretazione della Programmazione locale dalla seconda metà degli anni 80 al primo decennio 00 Casteldaccia – 1404/213 « FINANZIAMENTI UNIONE EUROPEA «Sviluppo territoriale»

3 3 Unione Europea Politica regionale – Occupazione, affari sociali e inclusione La programmazione territoriale e lo sviluppo: È possibile tracciare il tema dello sviluppo endogeno ed esogeno e la governace locale per lavvio di dinamiche evolutive sul territorio. ANNI 70 – 80 I primi spunti di lettura devono essere interpretati negli strumenti di pianificazione urbana e territoriale del territorio di riferimento: I Piani di costruzione, i Piani regolatori Generali, i Piani triennali. Casteldaccia – 1404/213 « FINANZIAMENTI UNIONE EUROPEA «Sviluppo territoriale»

4 4 Unione Europea Politica regionale – Occupazione, affari sociali e inclusione Gli strumenti di pianificazione non rappresentavano in realtà una visione complessiva ma bensì un «punto di vista», talvolta esclusivamente di sviluppo urbano, o in chiave di lavori pubblici. I diversi strumenti pianificazione, esigui fino agli anni 90, in realtà accompagnavano un trend cercando di regolarlo ma non avevano la prospettiva di sviluppo più ampia e soprattutto integrata. Scarsi sono gli elementi che coinvolgono gli altri settori, quali per esempio le politiche sociali, listruzione, le politiche per le attività produttive. Casteldaccia – 1404/213 « FINANZIAMENTI UNIONE EUROPEA «Sviluppo territoriale»

5 5 Unione Europea Politica regionale – Occupazione, affari sociali e inclusione ANNI 90 Si incrementano i primi elementi di sviluppo locale nella chiave di lettura moderna, più ampia e partecipativa. Nasce e si sviluppa la programmazione negoziata, Patti territoriale, Contratti di sviluppo ect. I governi locali cominciano a misurarsi con il sistema dei portatori di interesse locali, in una chiave partecipativa e non di scontro, si sviluppano le programmazione locali con il sistema BUTTON UP. Sul piano Nazionale il Governo adotta il documento Il cantiere delle ''Cento idee'' - C. A. Ciampi Ministro dello Sviluppo - Dipartimento per le politiche di sviluppo e di coesione La Governace entra nel tema dello sviluppo come elemento di accellerazione. Casteldaccia – 1404/213 « FINANZIAMENTI UNIONE EUROPEA «Sviluppo territoriale»

6 6 Unione Europea Politica regionale – Occupazione, affari sociali e inclusione ANNI 90 Si sviluppano anche in questi anni primi elementi interventi di sviluppo integrato. Grazie alle Programmazioni Europee i territorio diventano i veri protagonisti dello sviluppo locale. Nella metà degli anni 90 in Italia nascono le prime sperimentazione di piani di sviluppo integrati e di Piani Strategici migliorati nel decennio successivo. Casteldaccia – 1404/213 « FINANZIAMENTI UNIONE EUROPEA «Sviluppo territoriale»

7 7 Unione Europea Politica regionale – Occupazione, affari sociali e inclusione ANNI 90 Bagheria e il suo hinterland è un precursore in termini di lettura di queste dinamiche e si dota, credo uno dei primi comuni in Sicilia, di un PIANO DI SVILUPPO ECONOMICO E SOCIALE, che riguardava Bagheria e i centri di gravitazione urbani che hanno rapporti a vario titolo. Tale strumento scontava fortemente le influenze di uno sviluppo legato alla valorizzazione dellagro si proponeva, infatti, un centro provinciale di raccolta e lavorazione degli agrumi su scala sovralocale, ma proponeva una forte e determinata spinta verso la valorizzazione dei beni culturali e Ambientali. Casteldaccia – 1404/213 « FINANZIAMENTI UNIONE EUROPEA «Sviluppo territoriale»

8 8 Unione Europea Politica regionale – Occupazione, affari sociali e inclusione Differenziazione agricola – centro ortofrutticolo – e industrializzazione del settore Potenziamento del settore dei servizi Sviluppo dellarea turistico ricettiva in chiave culturale Casteldaccia – 1404/213 « FINANZIAMENTI UNIONE EUROPEA «Sviluppo territoriale»

9 9 Unione Europea Politica regionale – Occupazione, affari sociali e inclusione ANNI 00 La programmazione Nazionale ed Europea è stata caratterizzata nel ns territorio da tre esperienza controverse: Il PATTO TERRITORIALE DEL COMPRENSORIO DI BAGHERIA IL DISTRETTO TURISTICO INTEGRATO METROPOLI EST – Pacchetti Integrati operativi strategici Comune di Bagheria Urban Casteldaccia – 1404/213 « FINANZIAMENTI UNIONE EUROPEA «Sviluppo territoriale»

10 10 Unione Europea Politica regionale – Occupazione, affari sociali e inclusione ANNI 00 Per la gestione di questi piani viene fondata la società Consortile Metropoli est composta da 13 comuni dellarea Metropolitana e sub Metropolita di Palermo. La società, sorta come agenzia di sviluppo locale, ha programmato e in parte gestito per piani integrati e negoziati un ammontare complessivo di circa di euro. Distribuiti per infrastrutture e servizi sul territorio. Casteldaccia – 1404/213 « FINANZIAMENTI UNIONE EUROPEA «Sviluppo territoriale» SOCIETA CONSORTILE PER LO SVILUPPO LOCALE, CON FUNZIONI SOVRACOMUNALI DI PROGRAMMAZIONE COORDINAMENTO

11 11 Unione Europea Politica regionale – Occupazione, affari sociali e inclusione Casteldaccia – 1404/213 « FINANZIAMENTI UNIONE EUROPEA «Sviluppo territoriale» SOCIETA CONSORTILE PER LO SVILUPPO LOCALE, CON FUNZIONI SOVRACOMUNALI DI PROGRAMMAZIONE COORDINAMENTO

12 12 Unione Europea Politica regionale – Occupazione, affari sociali e inclusione Obiettivi - Infrastrutture e servizi alle imprese - Sviluppo delle attività produttive, in particolari artigianali - Sviluppo del turismo. Casteldaccia – 1404/213 « FINANZIAMENTI UNIONE EUROPEA «Sviluppo territoriale» SOCIETA CONSORTILE PER LO SVILUPPO LOCALE, CON FUNZIONI SOVRACOMUNALI DI PROGRAMMAZIONE COORDINAMENTO

13 13 Unione Europea Politica regionale – Occupazione, affari sociali e inclusione PATTO TERRITORIALIE: Obiettivi - Infrastrutture e servizi alle imprese - Sviluppo delle attività produttive, in particolari artigianali - Sviluppo del turismo. Casteldaccia – 1404/213 « FINANZIAMENTI UNIONE EUROPEA «Sviluppo territoriale» SOCIETA CONSORTILE PER LO SVILUPPO LOCALE, CON FUNZIONI SOVRACOMUNALI DI PROGRAMMAZIONE COORDINAMENTO

14 14 Unione Europea Politica regionale – Occupazione, affari sociali e inclusione Obiettivi Sviluppo integrati del turismo Miglioramento della qualità della vita Recupero di beni di rilevanza architettonica e ambientale. SOCIETA CONSORTILE PER LO SVILUPPO LOCALE, CON FUNZIONI SOVRACOMUNALI DI PROGRAMMAZIONE COORDINAMENTO Casteldaccia – 1404/213 « FINANZIAMENTI UNIONE EUROPEA «Sviluppo territoriale»

15 15 Unione Europea Politica regionale – Occupazione, affari sociali e inclusione PIOS n° 25: Obiettivi Sviluppo integrati del turismo Miglioramento della qualità della vita Recupero di beni di rilevanza architettonica e ambientale. SOCIETA CONSORTILE PER LO SVILUPPO LOCALE, CON FUNZIONI SOVRACOMUNALI DI PROGRAMMAZIONE COORDINAMENTO Casteldaccia – 1404/213 « FINANZIAMENTI UNIONE EUROPEA «Sviluppo territoriale»

16 16 Unione Europea Politica regionale – Occupazione, affari sociali e inclusione Obiettivi Miglioramento della qualità della vita Miglioramento dellambito urbano e dei servizi al cittadino Recupero del patrimonio architettonico barocco Recupero della indenttità culturale. SOCIETA CONSORTILE PER LO SVILUPPO LOCALE, CON FUNZIONI SOVRACOMUNALI DI PROGRAMMAZIONE COORDINAMENTO Casteldaccia – 1404/213 « FINANZIAMENTI UNIONE EUROPEA «Sviluppo territoriale»

17 17 Unione Europea Politica regionale – Occupazione, affari sociali e inclusione Dai dati disponibili appare del tutto evidente che la Programmazione dei Piani è stata conducente in termini di risultato. Questa affermazione attiene agli aspetti di attrazione dei finanziamento sul territorio e non ad una valutazioen di spesa o di qualità degli interventi realizzati. Da questo punto di vista si evidenziano le seguenti criticità: Una incapacità gestionale nella realizzazione delle singole azioni progettuali Perdita della prospettiva strategica e allentamento delle dinamiche programmatorie; Scarsa capacità tecnica gestionale - Project Management - presso le PP.AA. Mancato sviluppo della sinergia tra le istituzioni locali, Comuni, Scuole, Società di sviluppo Consortile, Società Civile, Sistema produttivo locale. Involuzione del sistema produttivo locale. Casteldaccia – 1404/213 « FINANZIAMENTI UNIONE EUROPEA «Sviluppo territoriale»

18 18 Unione Europea Politica regionale – Occupazione, affari sociali e inclusione ELEMENTI DI RIFLESSIONE NELLAMBITO DELLA PROGRAMMAZIONE 2007_ 2013 I piani, di questo periodo programmatorio, hanno una caratterizzazione territoriale più articolata e vengono sviluppati in chiave strategica di coesione. Si sono affinati i Piani di Sviluppo locale, caratterizzando gli strumenti in relazione ad obiettivi più chiari e determinati dai documenti strategici Europei.. Casteldaccia – 1404/213 « FINANZIAMENTI UNIONE EUROPEA «Sviluppo territoriale»

19 19 Unione Europea Politica regionale – Occupazione, affari sociali e inclusione LA PROGRAMMAZIONE 2007_ 2013 I Piani Integrati di Sviluppo Urbano e Territoriale – PISU e PIST Riguardano Piani di sviluppo che hanno una caratterizzazione in termini di potenziamento dei nodi urbani medi superiori (popolazione urbana sup ) e strutturazione dei servizi di area vasta. Bagheria si è sviluppato il piano Baharia – Bagheria laltra città, dando continuità ai percorsi già avviati nelle programmazione pregressa. Metropoli est ha sviluppato un quadro progettuale che raccoglie un bacino territoriale più ambio arrivando fino a Castronovo di Sicilia – PIST n° 23 Reti urbane e territoriali sostenibili Metropoli est e Valle del Torto. Casteldaccia – 1404/213 « FINANZIAMENTI UNIONE EUROPEA «Sviluppo territoriale»

20 20 Unione Europea Politica regionale – Occupazione, affari sociali e inclusione LA PROGRAMMAZIONE 2007_ 2013 Dal punto di vista progettuali il PIST ha sviluppato un percorso coerente con il PIOS e con il PATTO indenticamente il PISU. Tali elementi se positivi in termini di continuità di programmazione e coerenza con il percorso avviato, non hanno allo stato attuale consegnato elementi di miglioramento concreti e duraturi in termini di realizzazione dei progetti.. Casteldaccia – 1404/213 « FINANZIAMENTI UNIONE EUROPEA «Sviluppo territoriale»

21 21 Unione Europea Politica regionale – Occupazione, affari sociali e inclusione LA PROGRAMMAZIONE 2007_ PIST n° 23 Reti urbane e territoriali sostenibili Metropoli est e Valle del Torto. Casteldaccia – 1404/213 « FINANZIAMENTI UNIONE EUROPEA «Sviluppo territoriale»

22 22 Unione Europea Politica regionale – Occupazione, affari sociali e inclusione LA PROGRAMMAZIONE 2007_ 2013 Gli altri Piani che rappresentano linnovazione per il territorio di riferimento sono: Il Piano di Sviluppo turistico con la costituzione del Distretto turistico Palermo Costa Normanna (area territoriale molto più ampia che contiene anche la Città di Palermo e Monreale) – Il Piano di Sviluppo Locale con la costituzione del GAL Metropoli est per la realizzazione del Distretto Turistico Rurale nellambito del PSR. Il Piano di Sviluppo Costiero con la costituzione del GAC – Golfo di Termini Imerese (area territoriale costiera da Ficarazzi a Pollina). Casteldaccia – 1404/213 « FINANZIAMENTI UNIONE EUROPEA «Sviluppo territoriale»

23 23 Unione Europea Politica regionale – Occupazione, affari sociali e inclusione LA PROGRAMMAZIONE 2007_ 2013 Il Piano di Sviluppo Costiero con la costituzione del GAC – Golfo di Termini Imerese (area territoriale costiera da Ficarazzi a Pollina). Casteldaccia – 1404/213 « FINANZIAMENTI UNIONE EUROPEA «Sviluppo territoriale»

24 24 Unione Europea Politica regionale – Occupazione, affari sociali e inclusione LA PROGRAMMAZIONE 2007_ 2013: Il Piano di Sviluppo Locale con la costituzione del GAL Metropoli est per la realizzazione del Distretto Turistico Rurale nellambito del PSR.. Casteldaccia – 1404/213 « FINANZIAMENTI UNIONE EUROPEA «Sviluppo territoriale»

25 25 Unione Europea Politica regionale – Occupazione, affari sociali e inclusione LA PROGRAMMAZIONE 2007_ 2013: Il Piano di Sviluppo turistico con la costituzione del Distretto turistico Palermo Costa Normanna (area territoriale molto più ampia che contiene anche la Città di Palermo e Monreale) –. Casteldaccia – 1404/213 « FINANZIAMENTI UNIONE EUROPEA «Sviluppo territoriale»

26 26 Unione Europea Politica regionale – Occupazione, affari sociali e inclusione LA PROGRAMMAZIONE 2007_ 2013 I piani con obiettivi di sviluppo integrati, hanno azioni complementari e anche se rappresentano talvolta coalizioni territoriali che hanno dimensione diverse e disomogeneità intrinseche, rappresentano una stratificazione programmatica unica. La prospettiva di COESIONE appare alla luce dei risultati confortanti in termini prospettici, lobiettivo da perseguibile in termini di modificazione dei sistemi locali di produzione di strutturazione degli asset di sviluppo del territorio.. Casteldaccia – 1404/213 « FINANZIAMENTI UNIONE EUROPEA «Sviluppo territoriale»

27 27 Unione Europea Politica regionale – Occupazione, affari sociali e inclusione LA PROGRAMMAZIONE 2007_ 2013 I Piani di Sviluppo innovativi hanno programmato interventi (alcuni dei quali in corso di realizzazione) per 40 mln di euro. Se si aggiungono i Piani Integrati tra PISU e PIST che hanno programmato interventi per altrettanti milioni. La programmazione ha «attirato sul territorio» fondi per 80 mln di euro.. Casteldaccia – 1404/213 « FINANZIAMENTI UNIONE EUROPEA «Sviluppo territoriale»

28 28 Unione Europea Politica regionale – Occupazione, affari sociali e inclusione LA PROGRAMMAZIONE 2007_ 2013 Quali le criticità appalesate nella programmazione in corso. Ognuno degli strumenti prima accennati è gestito da strumenti di governace diverso; Pegiormento della crisi congiunturale e locale Perdita della prospettiva strategica univoca e arresto della dinamiche programmatorie (riscontrato nella programmazione 2000_2006); Scarsa Capacità tecnica gestionale Project Management presso le PP.AA. (riscontrato nella programmazione 2000_2006); Mancato sviluppo della sinergia tra le istituzioni locali, (riscontrato nella programmazione 2000_2006); Involuzione del sistema produttivo locale(riscontrato nella programmazione 2000_2006);. Casteldaccia – 1404/213 « FINANZIAMENTI UNIONE EUROPEA «Sviluppo territoriale»

29 29 Unione Europea Politica regionale – Occupazione, affari sociali e inclusione Gli elementi critici sono stati riproposti in due tornate di programmazione. Si constata un aggravamento della condizione del quadro generale, in particolare ognuno degli strumenti prima accennati ha uno strumento di governace diverso, aggravamento della crisi congiunturale e locale. Assenza di un coordinamento territoriale tra gli strumenti. Casteldaccia – 1404/213 « FINANZIAMENTI UNIONE EUROPEA «Sviluppo territoriale»

30 30 Unione Europea Politica regionale – Occupazione, affari sociali e inclusione Considerazioni finali La necessità di una GOVERNANCE UNICA che possa sviluppare, in chiave integrata e complementare, politiche condivise e di COORDINAMENTO. INTERVENIRE SULLE CRITICITA RICORRENTI E AFFRONTARE IN CHIAVE PROGROMMAZIONE 2014_2020 QUELLE EMERSE NELLAMBITO DELLA PROGRAMMAZIONE A CHIUSURA. Casteldaccia – 1404/213 « FINANZIAMENTI UNIONE EUROPEA «Sviluppo territoriale»

31 31 Unione Europea Politica regionale – Occupazione, affari sociali e inclusione RISVOLTI IMMEDIATI INTEGRAZIONE E COMPLEMENTARIETA TRA INTERVENTI SULLE STESSE AREE; EFFETTI MOLTIPLICATORI E INCISIVITÀ SUI TERRITORIO INTERESSATI; CONTINUITÀ DI AZIONI ISTITUZIONALE E SUPPLEMENTARIETA DEL SISTEMA DEI SERIVIZI; CAPILLARITÀ DI INTERVENTO COESIONE TERRITORIALE INTEGRAZIONE E COMPLEMENTARIETÀ TRA I PIANI MIGLIORAMENTO DEI LIVELLI DI SPESA MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA COMPLESSIVA DEGLI INTERVENTI LOCALI. Casteldaccia – 1404/213 « FINANZIAMENTI UNIONE EUROPEA «Sviluppo territoriale»

32 32 Unione Europea Politica regionale – Occupazione, affari sociali e inclusione GRAZIE PER LATTENZIONE. Casteldaccia – 1404/213 « FINANZIAMENTI UNIONE EUROPEA «Sviluppo territoriale»


Scaricare ppt "1 FINANZIAMENTI UNIONE EUROPEA «Sviluppo territoriale» «Vivere Casteldaccia-Territori a confronto» CORSO DI FORMAZIONE POLITICO AMMINISTRATIVA CASTELDACCIA."

Presentazioni simili


Annunci Google