La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

INGIUSTIZIA Irena Sendler. Il premio non lo riceve sempre chi se lo merita di più

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "INGIUSTIZIA Irena Sendler. Il premio non lo riceve sempre chi se lo merita di più"— Transcript della presentazione:

1 INGIUSTIZIA Irena Sendler

2 Il premio non lo riceve sempre chi se lo merita di più

3 Una signora di 98 anni che si chiama Irena Sendler è deceduta. Durante la 2ª Guerra Mondiale, Irena ebbe un permesso per lavorare nel Ghetto di Varsavia come specialista di fogne e tubature.

4 Però i suoi progetti andavano oltre...

5 Sapeva quali erano i piani dei nazisti per gli ebrei (essendo tedesca).

6 Irena portava fuori dal Ghetto i bambini nascosti nel fondo della sua cassa degli attrezzi e portava un sacco di tela grezza nella parte posteriore del suo camioncino (per bambini più grandi). Inoltre dietro aveva un cane a cui insegnò ad abbaiare ai soldati nazisti quando usciva e entrava nel Ghetto.

7 Ovviamente, i soldati non volevano avere niente a che fare con il cane e i latrati coprivano i rumori dei bambini.

8 Con questo stratagemma, riuscì a portare fuori dal Ghetto e a salvare 2500 bambini. Quando i nazisti la presero, le ruppero entrambe le gambe, le braccia e la picchiarono brutalmente.

9 Irena teneva un registro dei nomi di tutti i bambini che salvò e lo conservava in un barattolo di vetro sepolto ai piedi di un albero nel suo giardino.

10 Dopo la guerra, tentò di trovare i genitori sopravvissuti per riunire le famiglie.

11 La maggioranza erano stati portati alle camere a gas.

12 Quei bambini che aiutò, trovarono case di accoglienza o furono adottati.

13 L'anno scorso Irena fu proposta per ricevere il Premio Nóbel per la pace...

14 Ma non fu selezionata

15 Alcuni di coloro che hanno ricevuto questo premio sono, per esempio: I quaccheri americani e britannici, Henry a. Kissinger, Lech Walesa, Jimmy Carter, Al Gore, Barack Obama, Il dissidente cinese, Liu Xiaobo, tra gli altri… Senza commenti

16 Grande messaggio, specialmente nella vignetta che segue. Non permettiamo che si dimentichi mai!

17 Per favore, leggete attentamente la vignetta, è impressionante. Poi leggete i commenti finali. Sto portando il mio piccolo contributo inoltrando questo messaggio. Spero che vogliate fare lo stesso.

18

19

20

21 Sono passati più di 60 anni da quando è finita la 2ª Guerra Mondiale in Europa.

22 Questo si sta diffondendo come una catena commemorativa, in memoria dei 6 milioni di ebrei, 20 milioni di russi, 10 milioni di cristiani e sacerdoti cattolici che furono assassinati, massacrati, violati, uccisi dalla fame e umiliati mentre il popolo tedesco guardava da un'altra parte.

23 Ora, più che mai, con alcuni che proclamano che l'olocausto è un mito, è imperativo assicurarsi che il mondo non dimentichi mai.

24 L'intenzione di questo è di arrivare a 40 milioni di persone in tutto il mondo.

25 Unisciti a noi e sii un anello di questa catena commemorativa aiutandoci a distribuirlo in tutto il mondo. Per favore, invia questo alle persone che conosci e chiedi loro che continuino la catena.

26 Per favore, non cancellarlo. Ti ci vorrà un minuto per inoltrarlo ad altri.

27 IN MEMORIAM - 65 YEARS LATER En Memoria - 65 años después In memoria - 65 anni dopo

28 Grazie


Scaricare ppt "INGIUSTIZIA Irena Sendler. Il premio non lo riceve sempre chi se lo merita di più"

Presentazioni simili


Annunci Google