La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Progetto FIXO: Ricerca e Innovazione per la competitività Prof. Bruno Iaccarino.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Progetto FIXO: Ricerca e Innovazione per la competitività Prof. Bruno Iaccarino."— Transcript della presentazione:

1 Progetto FIXO: Ricerca e Innovazione per la competitività Prof. Bruno Iaccarino

2 LA LETTURA DEI BILANCI

3 I SOTTOSISTEMI AZIENDALI SISTEMA FINANZIARIO SISTEMA PRODUTTIVO TECNOLOGICO SISTEMA LIQUIDITA SISTEMA INFORMATICO SISTEMA ECONOMICO SISTEMA DEI RISCHI Bilancio Annuale CONOSCENZA SISTEMA RISORSE UMANE MERCATO DE CI SI O NI I SISTEMA ORGANIZZATIVO SISTEMA PREMIANTE SISTEMA COMMERCIALE ALTRI SISTEMA CONTABILE LIMPRESA

4 Il bilancio desercizio IMPIEGHIFONTI (I) Immobilizzi (Mp)Netto (Mg) Magazzino (Fr) Fornitori (Cr) Crediti (Ba) Banche K Saldo c/economico k

5 ATTIVO PASSIVO IMMOBILIZZI I MEZZI PROPRI Mp MAGAZZINO Mg FORNITORI Fr CREDITI Cr BANCHE Ba CASSA Ca K K FONTI BILANCIO DI ESERCIZIO Ricavi + (Pv *qx) Costi variab. - (Cv*qx) Costi fissi - Cf (Ammort. Am) Risul. Operat. +,- Ro Oneri Finanziari - Of Oneri Tributari - Ot Utile d Esercizio +,- Ud

6 ATTIVO PASSIVO IMMOBILIZZI I MEZZI PROPRI Mp MAGAZZINO Mg FORNITORI Fr CREDITI Cr BANCHE Ba CASSA Ca K K FONTI BILANCIO DI ESERCIZIO LE RELAZIONI SETTORIALI Dovute alle tenologie e agli usi Ricavi + (Pv *qx) Costi variab. - (Cv*qx) Costi fissi - Cf (Ammort. Am) Risul. Operat. +,- Ro Oneri Finanziari - Of Oneri Tributari - Ot Utile d Esercizio +,- Ud

7 K Pv * Qx Esprime la relazione tra il totale dei capitali ed i ricavi conseguit

8 LANALISI STRUTTURALE Nella dinamica gestionale vi è la necessità di Armonizzazione e coerenza quali-quantitativa della struttura delle fonti con quella degli impieghi: 1.LAttivo fisso dovrebbe essere finanziato prevalentemente dal passivo permanente; 2. LAttivo circolante dovrebbe essere finanziato prevalentemente dal passivo corrente.

9 LANALISI STRUTTURALE Attivo Fisso Mezzi Propri + Consolidati (Seniors) Attivo CircolantePassivo a breve (Juniors) Margine di struttura negativo

10 LANALISI STRUTTURALE Attivo FissoMezzi Propri + Consolidati Attivo Circolante Passivo a breve Margine di struttura positivo

11 GLI INDICI DI BILANCIO Forniscono notizie sempre in termini di confronto e come dice Fisher Le loro variazioni segnalano un rischio: -Tra valori determinati in passato tra più esercizi o periodi comparabili (comparazione nel tempo); -Tra valori conseguiti e valori standard fissati allinterno dellazienda; -Tra indici dellimpresa e quozienti relativi alle altre aziende similari o con indici standard calcolati per il settore. (comparazione nello spazio) Considerazioni generali

12 Gli Indici di bilancio Considerazioni generali - Procurano una stima a posteriori; -Sono basati sul presupposto che i valori degli indici siano valutati nello stesso istante e che in quellistante essi non vengano variati; -Spesso si confrontano valori di sommatorie di flussi con valori inseriti ad un certo istante; -Alcuni indici contengono confronti tra valori stimati e valori contabili.

13 Gli Indici di bilancio Si possono individuare quattro aree dindagine: La liquidità; La struttura patrimoniale; Lefficienza operativa; La redditività

14 ANALISI DELLA LIQUIDITA STATICA ATTIVITA CORRENTI PASSIVITA CORRENTI Le attività correnti comprendono: Liquidità immediate e differite entro lanno; Le giacenze di magazzino vendibili

15 ANALISI DELLA LIQUIDITA DINAMICA Ca + cCr + y ( p*q) [( Cv*qx) + CF + T] + ibBa + Fr Ai fini della liquidità si analizzano i fattori di conto economico della settimana, del mese successivo, ecc.. Che si trasformeranno in attività e passività Liquide insieme agli analoghi fattori certi di stato patrimoniale

16 ANALISI STRUTTURALE DELLA LIQUIDITA Questa analisi, che ora tralasciamo in quanto lapprofondiremo nelle strategie sul bilancio osserva landamento della circolarità dei debiti e crediti, onerosi e non onerosi, che si Trasformano in cash per stabilire le possibilità di ulteriore crescita o indebitamento.

17 INDICI DELLA STRUTTURA PATRIMONIALE Questi indici servono a misurare la qualità e la composizione della struttura patrimoniale e finanziaria dellimpresa. Tutti, hanno in comune, la caratteristica di esprimere un giudizio sullassetto strutturale ed indirettamente sul rischio connesso alle scelte degli investimenti fissi e di circolante e sul mix dei finanziamenti,che come vedremo, generano livelli di redditività differenti

18 INDICI DELLA STRUTTURA PATRIMONIALE Aziende con capitale di rischio troppo basso possono trovarsi in una situazione di dipendenza Finanziaria che può diventare insostenibile.

19 INDICI DELLA STRUTTURA PATRIMONIALE Indice di Indebitamento Mp D Esprime la solidità patrimoniale Manifatturiere Commerciali e servizi Piccole Medie Grandi 1 0,50 0,30 Inoltre, la consistenza della solidità varia a Seconda della consistenza delle immobilizzazioni T e F 0,60 0,40 0,25

20 INDICI DELLA STRUTTURA PATRIMONIALE In realtà vi è un ulteriore indice che assicura Il grado di stabilità patrimoniale alla struttura. (Mp) Mezzi propri + (Dc) Debiti Consolidati - (I) Immobilizzazioni = 0 = 0 Se positivo indica che la parte fissa dellazienda È finanziata da mezzi fissi o quasi fissi; Se negativo indica che una parte delle passività destinate al circolante finanziano parti fisse.

21 INDICI DELLA STRUTTURA PATRIMONIALE Questo indice prende anche il nome di Indice di equilibrio Mezzi permanenti Capitale circolante Per mezzi permanenti si intende il passivo permanente Mp + Dc – I.

22 INDICI DELLA STRUTTURA PATRIMONIALE Lo stesso tipo di informazione può essere ottenuto usando il rapporto: Dt debiti correnti + Dc debiti consolidati totale capitale investito (K) Misura la percentuale di ricorso a terzi per il finanziamento delle attività dimpresa.

23 INDICI DELLA STRUTTURA PATRIMONIALE Questo indice fornisce indicazioni errate ogni volta che il totale delle attività è sovra o sottostimato rispetto al duo valore economico

24 INDICI DELLA STRUTTURA PATRIMONIALE Lanalisi del finanziamento dellattivo fisso può essere esplicitata attraverso: il quoziente primario di struttura: Mezzi propri Immobilizzi Netti Il quoziente secondario di struttura Mezzi propri + deb. Consolidati Immobilizzi netti

25 Uno Schema di riclassifica Mezzi propri (-) Immobilizzi netti deficit o surplus Mezzi propri (+) Debiti Consolidati Surplus o deficit Mezzi propri e consolidati (+) Debiti Fluttuanti Capitale Circolante Così impiegato: Attività liquide a breve Magazzino

26 Da questo schema si possono ricavare immediatamente tre indici importanti : Mezzi Propri / Debiti fluttuanti + consolidati Surplus o Deficit Mezzi Propri e Consolidati / Capitale circolante Attività liquide a breve / Debiti a breve

27 Indici di efficienza operativa Sono indici di durata e di rotazione (sono il reciproco luno dellaltro). Essi mettono in rapporto elementi reddituali con classi di valori patrimoniali per evidenziare il rigiro del capitale investito.

28 Indici di efficienza operativa Durata media dei crediti: Crediti Commerciali Vendite Il risultato si misura in giorni ed indica laffidamento praticato ai clienti X 365

29 Indici di efficienza operativa Durata media dei fornitori: debiti v/ fornitori acquisti + servizi Anche qui il risultato si misura in giorni ed indica La dilazione accordata allazienda dai fornitori x 365

30 Indici di efficienza operativa Rotazione del magazzino Consumi Prodotti finiti giacenza media Costo del Venduto Oppure in termini di durata giacenza media Consumi Con i consumi – ri. In. Mat. pr. + Acquisti – rim Fin mp = %; X 365 =%

31 Indici di efficienza operativa Rotazione del capitale investito (K) : Indica quante volte nellanno rigira il capitale investito per effetto della gestione. Dipende dalla durata della produzione, dagli usi commerciali, ecc. Lefficienza si misura paragonandolo con quello dei concorrenti

32 Indici di Redditività

33 Ro Ud ROI = ; ROE= K Mp ANALITICAMENTE DIVENTANO: (p-cv) – Cf ROI= Ba + Fr + Mp (p-cv) – Cf – Of - Ot ROE = K – Ba - Fr


Scaricare ppt "Progetto FIXO: Ricerca e Innovazione per la competitività Prof. Bruno Iaccarino."

Presentazioni simili


Annunci Google