La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA CLASSE Percorso di formazione per docenti sulle modalità e strategie da attivare per il miglioramento di comportamenti – atteggiamenti relazionali in.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA CLASSE Percorso di formazione per docenti sulle modalità e strategie da attivare per il miglioramento di comportamenti – atteggiamenti relazionali in."— Transcript della presentazione:

1 LA CLASSE Percorso di formazione per docenti sulle modalità e strategie da attivare per il miglioramento di comportamenti – atteggiamenti relazionali in ambito scolastico e non solo.

2 LA COMUNICAZIONE ASSERTIVA Il termine assertività indica uno stile comportamentale caratterizzato dalla possibilità di scegliere liberamente come agire, in relazione ai propri desideri e bisogni e contemporaneamente nel rispetto dei diritti delle altre persone: si tratta di una condizione realizzabile nel momento in cui esiste un equilibrio tra la considerazione per se stessi e quella per gli altri.Il termine assertività indica uno stile comportamentale caratterizzato dalla possibilità di scegliere liberamente come agire, in relazione ai propri desideri e bisogni e contemporaneamente nel rispetto dei diritti delle altre persone: si tratta di una condizione realizzabile nel momento in cui esiste un equilibrio tra la considerazione per se stessi e quella per gli altri.

3 Nelle relazioni interpersonali, gli individui possono collocarsi nelle posizioni del comportamento passivo, del comportamento passivo, del comportamento aggressivodel comportamento aggressivo del comportamento assertivo. del comportamento assertivo.

4 1 Gestione della classe : il docente assertivo ottiene più facilmente rispetto e considerazione in quanto capace di modulare e di equilibrare lautorevolezza e lascolto attivo

5 2 Processo educativo : Il docente assertivo è un modello per gli allievi che possono imparare ad intraprendere relazioni positive con gli altri osservando il suo comportamento.

6 3 OSSERVAZIONE SUL CAMPO3 OSSERVAZIONE SUL CAMPO Il modello dellassertività permette allinsegnante di individuare le persone più fragili o più problematiche e quindi di elaborare delle strategie per aiutarle a migliorare, rendendo più piacevole e positiva latmosfera nel gruppo-classe

7 GRUPPI DI DISCUSSIONE Rappresentano una risorsa per prevenire il fenomeno del bullismo ed altri stati di disagio in quanto sono finalizzati allo sviluppo di abilità sociali quali il riconoscimento e la comunicazione delle proprie emozioni e dei propri punti di vista.Rappresentano una risorsa per prevenire il fenomeno del bullismo ed altri stati di disagio in quanto sono finalizzati allo sviluppo di abilità sociali quali il riconoscimento e la comunicazione delle proprie emozioni e dei propri punti di vista. La norma è:La norma è: ASCOLTIAMO, NON GIUDICHIAMO, COMUNICHIAMO. ASCOLTIAMO, NON GIUDICHIAMO, COMUNICHIAMO.

8 Criticare costruttivamente: io ho provato…(emozione) quando…. (situazione) perché…(spiegazione) vorrei….(proposta di cambiamento)Criticare costruttivamente: io ho provato…(emozione) quando…. (situazione) perché…(spiegazione) vorrei….(proposta di cambiamento) Ascoltare: permette allaltro di partecipare alla discussione e di esprimere il proprio punto di vista e dà la possibilità allascoltatore di scoprire aspetti nuovi del compagnoAscoltare: permette allaltro di partecipare alla discussione e di esprimere il proprio punto di vista e dà la possibilità allascoltatore di scoprire aspetti nuovi del compagno

9 A CHI LO SI DICE ? A CHI LO SI DICE ? Allinizio il gruppo sarà caratterizzato da dipendenza dalla figura del conduttore, ma successivamente la comunicazione tenderà a diventare circolare.Allinizio il gruppo sarà caratterizzato da dipendenza dalla figura del conduttore, ma successivamente la comunicazione tenderà a diventare circolare. Per il conduttore è utile rilevare chi tende a prendere maggiormente la parola e chi invece non la prende mai, chi fatica ad esprimere il proprio punto di vista (mi associo a quello che ha detto lui)e chi tende ad imporlo.Per il conduttore è utile rilevare chi tende a prendere maggiormente la parola e chi invece non la prende mai, chi fatica ad esprimere il proprio punto di vista (mi associo a quello che ha detto lui)e chi tende ad imporlo.

10 REGOLE PER LA DISCUSSIONE Stendere con i ragazzi le regole per lattività: ne bastano poche, formulate in modo positivo, evitando i divieti introdotti dal non. Alcune possono essere:Stendere con i ragazzi le regole per lattività: ne bastano poche, formulate in modo positivo, evitando i divieti introdotti dal non. Alcune possono essere: ALZARE LA MANO ED ASPETTARE IL PROPRIO TURNOALZARE LA MANO ED ASPETTARE IL PROPRIO TURNO ASCOLTARE CHI STA PARLANDOASCOLTARE CHI STA PARLANDO OGNUNO HA IL DIRITTO DI DIRE QUELLO CHE PENSA E GLI ALTRI NON DEVONO GIUDICAREOGNUNO HA IL DIRITTO DI DIRE QUELLO CHE PENSA E GLI ALTRI NON DEVONO GIUDICARE E utile inoltre proporre o decidere insieme una modalità rituale per aprire e chiudere gli incontri.E utile inoltre proporre o decidere insieme una modalità rituale per aprire e chiudere gli incontri.


Scaricare ppt "LA CLASSE Percorso di formazione per docenti sulle modalità e strategie da attivare per il miglioramento di comportamenti – atteggiamenti relazionali in."

Presentazioni simili


Annunci Google