La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lezione 1 Introduzione Corso Economia applicata avanzata Prof.ssa Sandrine Labory.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lezione 1 Introduzione Corso Economia applicata avanzata Prof.ssa Sandrine Labory."— Transcript della presentazione:

1 Lezione 1 Introduzione Corso Economia applicata avanzata Prof.ssa Sandrine Labory

2 Obiettivo del corso Analisi delle politiche industriali nellambito degli accordi di integrazione regionale (unione doganale; unione economica) Definizione: politiche industriali = varietà di azioni pubbliche volte a direzionare e controllare il processo di trasformazione strutturale di uneconomia. Ipotesi di fondo: il processo di industrializzazione svolge la funzione di guida dellintero processo di trasformazione delleconomia

3 Quadro teorico: neo-smithiano Cf. Bianchi (1998) Smith: è la capacità di organizzare la produzione che determina lo sviluppo industriale (la competitività delle imprese) e quindi la ricchezza delle nazioni La divisione del lavoro è limitata dallestensione del mercato (domanda, concorrenti): quindi quando il mercato si amplia drasticamente come alloccasione dellentrata in ununione doganale o la costituzione di un mercato unico tra vari paesi, lestensione del mercato cambia e un processo di aggiustamento strutturale è necessario per le imprese

4 Infatti lintegrazione regionale solleva varie questioni per il sistema industriale di un paese: questioni che cercheremo di mettere in evidenza e di analizzare attraverso lanalisi del processo di integrazione europeo Il processo di integrazione europeo è un processo evolutivo, duraturo Lobiettivo dei padri fondatori era di garantire la pace e la stabilità sul continente; appoggio US che volevano unione europea occidentale per far contro-peso al blocco sovietico Ora obbiettivo di pace e stabilità ancora presente (ultimo allargamento fatto in questottica)

5 Peculiarità del processo di integrazione europeo LUnione Europea è nata essenzialmente per ragioni politiche ma si è costruita essenzialmente nel campo economico Idea: il metodo comunitario (Jean Monnet) Andare avanti con passi concreti e risolvendo problemi passo per passo, man mano che sorgono Il processo di integrazione europeo è andato molto avanti: nessun altro gruppo di paesi al mondo si è così vincolato ad un sistema sovranazionale

6 Peculiarità del processo di integrazione europeo Metodo comunitario = approccio funzionalista: questa dottrina è stata proposta il 9 maggio 1950 da Robert Schuman (Ministro degli Affari Esteri francese) da un progetto preparato da Jean Monnet. Proponeva solo 5 anni dopo la capitolazione tedesca di cominciare la costruzione europea con la messa in comune delle produzioni di acciaio e carbone: la solidarietà di produzione che sarà così creata renderà la guerra tra i due paesi non solo impensabile, ma materialmente impossibile

7 Piano Schuman la cui forza deriva dalla sua semplicità e dal suo pragmatismo LEuropa non si farà in un colpo né in una costruzione dinsieme: si farà con realizzazioni concrete creando prima di tutto una solidarietà di fatto (CECA nel 1951) Il processo di integrazione europea si è accelerato negli anni 90 fino ai primi 2000; ora sta di fronte a varie sfide che analizzeremo

8 Necessità di politiche industriali Accompagnare le ristrutturazioni e la ridefinizione delle specializzazioni dei paesi indotte dal processo di integrazione Mettere insieme le risorse per aumentare la competitività europea Rispondere alle esigenze delle relazioni internazionali: WTO, US, paesi in via di sviluppo, ecc. Ruolo dello stato: gli stati nazionali devono convergere per creare una situazione istituzionale in grado di permettere una riorganizzazione industriale coerente con un mercato di estensione più ampia del passato => Azione che coinvolge la struttura produttiva, le istituzioni e più in generale le regole comuni della società

9 Corso 1.Origini e sviluppo dellUE 2.Il processo di decisione delle politiche economiche europee 3.LUE tra multilateralismo e regionalismo 4.UME e bilancio europeo 5.Il mercato unico 6.Politiche per la concorrenza e regolamentazione 7.Politiche strutturali e di coesione 8.Politiche di sviluppo industriale (parti 7 e 8: Laura Ramaciotti che le articolerà ulteriormente)

10 Probabile calendario Parte Labory Venerdì 26 febbraio: Introduzione + lezione II Martedì 2 marzo, 9-11: LUE tra multilateralismo e regionalismo Venerdì 5 marzo, 10-13: UME e bilancio europeo + Mercato unico Settimana 8-12 marzo: niente 16 marzo, 9-11: Politiche per la concorrenza 19 marzo, 10-13: Regolamentazione industrie a rete 23 marzo, 9-11: perché le politiche industriali nellUE


Scaricare ppt "Lezione 1 Introduzione Corso Economia applicata avanzata Prof.ssa Sandrine Labory."

Presentazioni simili


Annunci Google