La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Regione Toscana - Direzione Generale Diritto alla Salute e Politiche di Solidarietà Firenze, 6 novembre 2003 Piano di comunicazione del materiale relativo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Regione Toscana - Direzione Generale Diritto alla Salute e Politiche di Solidarietà Firenze, 6 novembre 2003 Piano di comunicazione del materiale relativo."— Transcript della presentazione:

1 Regione Toscana - Direzione Generale Diritto alla Salute e Politiche di Solidarietà Firenze, 6 novembre 2003 Piano di comunicazione del materiale relativo a Linee - guida ed Indirizzi diagnostico - terapeutici di cui al punto del P.S.R. 2002/2004 Gruppo di lavoro: U.O.C. Organismi di consulenza e studio in materia sanitaria Ufficio di Presidenza del CSR U.O.C. Promozione culturale e programmazione interventi formativi Servizio Ufficio del Direttore Generale Area Sistemi Tecnologici, Innovazione, Ricerca e Sperimentazione in Sanità

2 Regione Toscana - Direzione Generale Diritto alla Salute e Politiche di Solidarietà Le Linee - guida (LG) costituiscono uno strumento fondamentale per il governo clinico delle attività allinterno del sistema sanitario

3 Regione Toscana - Direzione Generale Diritto alla Salute e Politiche di Solidarietà costituiscono raccomandazioni di comportamento clinico rivolte ai singoli operatori sanitari per indirizzarne le decisioni verso scelte appropriate

4 Regione Toscana - Direzione Generale Diritto alla Salute e Politiche di Solidarietà rappresentano uno strumento di formazione metodologica e clinica e un punto di riferimento essenziale per la pratica quotidiana, che permette al professionista di orientarsi

5 Regione Toscana - Direzione Generale Diritto alla Salute e Politiche di Solidarietà non rivestono carattere impositivo, in quanto rispetto al singolo paziente, il giudizio e la responsabilità clinico - professionale permangono in tutta la loro validità

6 Regione Toscana - Direzione Generale Diritto alla Salute e Politiche di Solidarietà Il P.S.R. prevede che le Linee - guida siano emanate dal Consiglio Sanitario Regionale organismo di consulenza della Giunta Regionale in materia sanitaria

7 Regione Toscana - Direzione Generale Diritto alla Salute e Politiche di Solidarietà Il P.S.R. individua le tematiche prioritarie su cui indirizzare le attività del C.S.R. attraverso uno strumento operativo che è il gruppo di lavoro Consiglio Sanitario Regionale Tematiche prioritarie individuate dal P.S.R Gruppo di lavoro

8 Regione Toscana - Direzione Generale Diritto alla Salute e Politiche di Solidarietà Ad oggi sono stati attivati 16 gruppi di lavoro che hanno prodotto 16 documenti tra LG e IDT Ictus Insufficienza respiratoria Ipertensione Scompenso cardiaco Ulcere Emorragie digestive Epilessia Nefrologia e diabete Reumatologia Immunologia Diagnostica per immagini Mal di schiena (Back pain) Riabilitazione Prevenzione tumori Menopausa Follow up tumori LG IDT

9 Regione Toscana - Direzione Generale Diritto alla Salute e Politiche di Solidarietà Strategia di elaborazione delle LG OBIETTIVO massima motivazione e condivisione da parte degli operatori sanitari chiamati a dare attuazione alla LG

10 Regione Toscana - Direzione Generale Diritto alla Salute e Politiche di Solidarietà FASIFASI Piano di diffusione del materiale predisposto dai gruppi di lavoro agli operatori sanitari toscani Raccolta, esame e valutazione dei contributi forniti da parte dei singoli operatori sanitari Revisione del materiale prodotto alla luce dei singoli contributi pervenuti Adozione formale delle LG Lettura e valutazione del materiale da parte degli operatori sanitari con la formulazione di osservazioni e contributi

11 Regione Toscana - Direzione Generale Diritto alla Salute e Politiche di Solidarietà Attori coinvolti Direzione Generale del Diritto alla Salute e delle Politiche di Solidarietà Aziende sanitarie Operatori sanitari del sistema toscano

12 Regione Toscana - Direzione Generale Diritto alla Salute e Politiche di Solidarietà Percorso formativo collegato alla strategia di elaborazione delle LG Loperatore sanitario: esamina la LG/IDT esprime le proprie valutazioni e formula i propri contributi realizzando in tal modo un percorso di autoformazione in relazione alla specifica professionalità posseduta a cui consegue la possibilità di acquisire crediti formativi

13 Regione Toscana - Direzione Generale Diritto alla Salute e Politiche di Solidarietà Fase 1 Piano di diffusione del materiale predisposto dai gruppi di lavoro agli operatori sanitari toscani Attori coinvolti Direzione Generale del Diritto alla Salute e delle Politiche di Solidarietà Aziende sanitarie

14 Regione Toscana - Direzione Generale Diritto alla Salute e Politiche di Solidarietà Regione Toscana (RT) Fase 1: Piano di diffusione del materiale predisposto dai gruppi di lavoro agli operatori sanitari toscani - Azioni della Regione Azione1 Azione2 Azione3 predispone la documentazione inerente liniziativa pianifica il calendario delle distribuzioni rende disponibile la documentazione per le aziende sanitarie tramite internet

15 Regione Toscana - Direzione Generale Diritto alla Salute e Politiche di Solidarietà RT-->Fase1-->Azione 1: Documentazione inerente liniziativa Lettera Rossi comprende: lettera dell'assessore Enrico Rossi di presentazione dell'iniziativa, indirizzata al singolo operatore sanitario LG/IDT scheda per la formulazione di osservazioni sulla LG/IDT scheda con questionario sulla LG/IDT scheda anagrafica tabella di supporto per compilazione della scheda anagrafica ….segue

16 Regione Toscana - Direzione Generale Diritto alla Salute e Politiche di Solidarietà RT-->Fase1-->Azione 1: Documentazione inerente liniziativa …..comprende: informativa ai sensi del D.Lgs.196/2003 istruzioni generali per l'operatore scheda con indicazione delle categorie professionali interessate a ciascuna LG/IDT calendario distribuzione documentazione agli operatori sanitari

17 Regione Toscana - Direzione Generale Diritto alla Salute e Politiche di Solidarietà RT-->Fase1-->Azione 1: Documentazione da distribuire alloperatore sanitario comprende: lettera dell'assessore Enrico Rossi di presentazione dell'iniziativa, indirizzata al singolo operatore sanitario LG/IDT scheda per la formulazione di osservazioni sulla LG/IDT scheda con questionario sulla LG/IDT scheda anagrafica tabella di supporto per compilazione della scheda anagrafica informativa ai sensi del D.Lgs.196/2003 istruzioni generali per l'operatore

18 Regione Toscana - Direzione Generale Diritto alla Salute e Politiche di Solidarietà RT-->Fase1-->Azione 1: Documentazione da distribuire alloperatore sanitario non comprende: scheda con indicazione delle categorie professionali interessate a ciascuna LG/IDT calendario distribuzione documentazione agli operatori sanitari

19 Regione Toscana - Direzione Generale Diritto alla Salute e Politiche di Solidarietà RT-->Fase1-->Azione 2: Calendario distribuzione documentazione agli operatori sanitari Distribuzione materiale nellarco di 6 mesi da novembre 2003 ad aprile 2004 sulla base della programmazione seguente: Calendario della distribuzione della documentazione agli operatori sanitari

20 Regione Toscana - Direzione Generale Diritto alla Salute e Politiche di Solidarietà Entro il 20 di ogni mese verrà resa disponibile sul sito internet della Regione Toscana allindirizzo tutta la documentazione che dovrà essere distribuita agli operatori entro il mese successivo. Entro il 20 novembre 2003 sarà messo a disposizione sul sito il materiale relativo alla distribuzione che deve essere effettuata entro dicembre (1° pacchetto) RT-->Fase1-->Azione 3: Mette a disposizione su internet la documentazione per le Aziende sanitarie

21 Regione Toscana - Direzione Generale Diritto alla Salute e Politiche di Solidarietà Azienda Sanitaria (AS) Fase 1: Piano di diffusione del materiale predisposto dai gruppi di lavoro agli operatori sanitari toscani - Azioni delle Aziende Sanitarie Azione1 Azione2 Azione3 garantisce la consegna di tutta la documentazione agli operatori sanitari presidia la fase di recupero delle schede invia alla Regione le schede compilate

22 Regione Toscana - Direzione Generale Diritto alla Salute e Politiche di Solidarietà AS-->Fase1-->Azione 1: Garantisce ogni mese la consegna di tutta la documentazione agli operatori sanitari Nel rispetto del calendario degli invii programmati dalla Regione Toscana. Con modalità compatibili con il ritorno cartaceo delle tre schede: Scheda per la formulazione di osservazioni sulla LG/IDT, Scheda con questionario sulla LG/IDT e Scheda anagrafica incluse nella documentazione distribuita mensilmente La distribuzione deve essere effettuata ESCLUSIVAMENTE sulla base di quanto riportato nella Scheda con lindicazione delle categorie professionali interessate a ciascuna LG/IDT

23 Regione Toscana - Direzione Generale Diritto alla Salute e Politiche di Solidarietà Firenze, 6 novembre 2003 AS-->Fase1-->Azione 1: Garantisce ogni mese la consegna di tutta la documentazione agli operatori sanitari Le modalità di distribuzione della documentazione sono differenziate in base alla tipologia del rapporto di lavoro degli operatori sanitari interessati alla LG / IDT

24 convenzionato con il SSR; si intende il personale medico e delle altre professionalità, operante con lAzienda e riconducibile agli accordi collettivi nazionali per la disciplina dei rapporti con: MMG e PLS medici specialisti ambulatoriali interni biologi, chimici e psicologi ambulatoriali farmacisti operanti nelle farmacie pubbliche e private Regione Toscana - Direzione Generale Diritto alla Salute e Politiche di Solidarietà AS-->Fase1-->Azione 1: Garantisce ogni mese la consegna di tutta la documentazione agli operatori sanitari Per il proprio personale: LAzienda provvede direttamente alla distribuzione della documentazione dipendente, sia a tempo indeterminato che determinato;

25 Regione Toscana - Direzione Generale Diritto alla Salute e Politiche di Solidarietà AS-->Fase1-->Azione 1: Garantisce ogni mese la consegna di tutta la documentazione agli operatori sanitari Per il personale convenzionato ex SUMAI di tutte le Aziende toscane, viene individuata lAzienda usl 10 di Firenze quale unica Azienda che provvede direttamente alla consegna materiale della documentazione ai singoli operatori

26 Regione Toscana - Direzione Generale Diritto alla Salute e Politiche di Solidarietà AS-->Fase1-->Azione 1: Garantisce ogni mese la consegna di tutta la documentazione agli operatori sanitari Per il personale: dipendente dellUniversità dipendente o comunque operante presso strutture private accreditate ubicate sul territorio dellAzienda LAzienda provvede a: effettuare la ricognizione delle strutture da coinvolgere La singola struttura è tenuta a farsi carico di tutti gli adempimenti necessari a garantire la distribuzione della documentazione ai singoli operatori sanitari interessati alla LG/IDT contattare le strutture e informarle delliniziativa richiedere formalmente lindividuazione di un referente (ufficio o persona fisica) a cui riferirsi per liniziativa in corso mettere a disposizione la documentazione che deve essere oggetto di distribuzione mensile

27 Regione Toscana - Direzione Generale Diritto alla Salute e Politiche di Solidarietà AS-->Fase1-->Azione 2: Presidia la fase di recupero delle schede Premesso che il termine ultimo entro il quale gli operatori sanitari sono tenuti a restituire esclusivamente in forma cartacea le 3 schede Scheda per la formulazione di osservazioni sulla LG/IDT Scheda con questionario sulla LG/IDT Scheda anagrafica è il 31 luglio 2004 Il recupero da parte delle Aziende sanitarie deve avvenire con le seguenti modalità: caso A. direttamente per il personale a cui lAzienda ha provveduto direttamente a distribuire la documentazione, caso B. indirettamente, per il tramite della struttura coinvolta, nellaltro caso

28 Regione Toscana - Direzione Generale Diritto alla Salute e Politiche di Solidarietà AS-->Fase1-->Azione 2: Presidia la fase di recupero delle schede Caso A Nel caso in cui lAzienda abbia provveduto direttamente alla distribuzione, lAzienda stessa è tenuta a garantire le seguenti azioni: In ciascuna Azienda viene individuato lUfficio Formazione quale ultimo ed unico punto di raccolta delle schede cartacee compilate dalloperatore sanitario ai fini della trasmissione in Regione monitorare la fase di restituzione delle schede per singola LG e per disciplina/figura professionale interessata a ciascuna LG attivarsi, ove necessario, con azioni di sollecito nei confronti dei singoli operatori sanitari provvedere alla protocollazione del materiale restituito dai singoli operatori sanitari provvedere alla classificazione per LG/IDT del materiale restituito definire preventivamente e portare a conoscenza delloperatore sanitario le modalità di restituzione delle schede cartacee

29 Regione Toscana - Direzione Generale Diritto alla Salute e Politiche di Solidarietà AS-->Fase1-->Azione 2: Presidia la fase di recupero delle schede Caso B Nel caso in cui lAzienda abbia provveduto alla distribuzione per il tramite di altra struttura, la singola struttura deve: definire le modalità di restituzione delle schede cartacee da parte delloperatore sanitario e darne preventivamente conoscenza alloperatore in fase di di distribuzione del materiale monitorare la fase di restituzione delle schede da parte degli operatori sanitari per singola LG e per disciplina/figura professionale interessata a ciascuna LG attivarsi, ove necessario, con azioni di sollecito nei confronti dei singoli operatori sanitari provvedere alla protocollazione del materiale restituito dai singoli operatori sanitari provvedere alla classificazione per LG/IDT del materiale restituito trasmettere, con nota di accompagnamento, le schede raccolte allAzienda sanitaria di riferimento, organizzate per LG/IDT

30 Regione Toscana - Direzione Generale Diritto alla Salute e Politiche di Solidarietà AS-->Fase1-->Azione 2: Presidia la fase di recupero delle schede Caso B A carico dellAzienda stanno i seguenti compiti: monitorare la fase di restituzione delle schede da parte della struttura attivarsi, ove necessario, con azioni di sollecito nei confronti della struttura provvedere a protocollare la nota di accompagnamento a corredo delle schede trasmesse dalla struttura Anche in questo caso in ciascuna Azienda viene individuato lUfficio Formazione quale ultimo ed unico punto di raccolta delle schede cartacee compilate dalloperatore sanitario ai fini della trasmissione in Regione

31 Regione Toscana - Direzione Generale Diritto alla Salute e Politiche di Solidarietà AS-->Fase1-->Azione 3: Invia alla Regione le schede compilate Linvio alla Regione avviene esclusivamente per il tramite degli uffici Formazione delle Aziende sanitarie, con le seguenti scadenze: 29 febbraio maggio settembre 2004 Oggetto dei singoli invii è il materiale a quel momento in possesso dellAzienda, organizzato per LG/IDT Ciascun invio deve essere corredato da apposita nota di accompagnamento con indicazione per ciascuna LG/IDT, del numero di operatori cui si riferiscono le schede trasmesse Il 15 settembre 2004 è da intendersi come termine ultimo e perentorio rispetto alliniziativa in corso Il materiale deve essere inviato a: Direzione generale del diritto alla salute, UOC Organismi di consulenza e studio in materia sanitaria via di Novoli, 26, palazzo A, IV piano, Firenze

32 Regione Toscana - Direzione Generale Diritto alla Salute e Politiche di Solidarietà Fase 2 Lettura e valutazione del materiale da parte degli operatori sanitari con la formulazione di osservazioni e contributi Attori coinvolti Aziende sanitarie Operatori sanitari del sistema toscano

33 Regione Toscana - Direzione Generale Diritto alla Salute e Politiche di Solidarietà Fase2-->caso A: distribuzione diretta della documentazione ad operatori dipendenti o convenzionati con lAzienda Azienda di appartenenza Operatore interessato alla LG/IDT dipendente convenzionato con il SSR SUMAISTA rispetto allAzienda usl 10 di Firenze Distribuisce direttamente la documentazione riceve la documentazione, comprendente anche le istruzioni di carattere generale fornite dalla Regione esamina la documentazione compila le schede: Scheda per la formulazione di osservazioni sulla LG/IDT Scheda con questionario sulla LG/IDT Scheda anagrafica restituisce le schede cartacee allAzienda di appartenenza o, nel caso di personale SUMAISTA, allAzienda usl 10 di Firenze

34 Regione Toscana - Direzione Generale Diritto alla Salute e Politiche di Solidarietà Fase2-->caso B: distribuzione indiretta della documentazione agli operatori per il tramite di altra struttura Azienda di riferimento Operatore interessato alla LG/IDT dipendente personale operante nella struttura 2. Distribuisce direttamente la documentazione riceve la documentazione, comprendente anche le istruzioni di carattere generale fornite dalla Regione esamina la documentazione compila le schede: Scheda per la formulazione di osservazioni sulla LG/IDT Scheda con questionario sulla LG/IDT Scheda anagrafica restituisce le schede cartacee alla struttura, secondo le modalità dalla stessa precedentemente indicategli Struttura di appartenenza 1. Mette la documentazione a disposizione della 5. Trasmette le schede all 3. 4.


Scaricare ppt "Regione Toscana - Direzione Generale Diritto alla Salute e Politiche di Solidarietà Firenze, 6 novembre 2003 Piano di comunicazione del materiale relativo."

Presentazioni simili


Annunci Google