La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Contabilità nazionale: programma e fondamenti Jacopo Di Cocco Corso di CN per le lauree triennali della Facoltà di Economia – Bologna Lezioni 1-3.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Contabilità nazionale: programma e fondamenti Jacopo Di Cocco Corso di CN per le lauree triennali della Facoltà di Economia – Bologna Lezioni 1-3."— Transcript della presentazione:

1 Contabilità nazionale: programma e fondamenti Jacopo Di Cocco Corso di CN per le lauree triennali della Facoltà di Economia – Bologna Lezioni 1-3

2 Chi può scegliere il corso Il corso nellanno accademico è formalmente attivato per la laurea triennale in economia e finanza (CLEF) Gli studenti degli altri corsi di laurea lo possono scegliere come attività libera Al corso sono riconosciuti 4 crediti La disciplina Contabilità nazionale è denominata in inglese: National Accounting CN: fondamenti e sistemi2

3 I punti da trattare C.N. cosè, cosa mostra, a chi serve: – Le basi teoriche economiche e statistiche – reddito e ricchezza, sfera reale e sfera finanziaria I sistemi di CN: SNA e SEC, i fondamenti: – partita doppia/quadrupla, schemi contabili, definizioni standard – operatori ed insiemi di operatori, operazioni ed aggregati di sintesi lordi (e corrispondenti netti) Gli aggregati di sintesi, le misure e gli indicatori – PIL, RNL, RLG, Reddito disponibile, Risparmio, Accreditamento/indebitamento – I prezzi utilizzati: base e d'acquisto, correnti e costanti: a base mobile o a base fissa (concatenati) 3CN: fondamenti e sistemi

4 Il sistema di contabilità nazionale Il sistema universale di contabilità nazionale è lo SNA (System of National Accounts) la versione del 1993 dal 2014 verrà sostituita dalla 2008 ad esso è collegato lo schema della Bilancia dei pagamenti: BPM5 e BPM6, elaborati congiuntamene da ONU, FMI, OCSE, BM, Eurostat; le versioni nuove sono un aggiornamento, confermate le parti essenzialiSNA Bilancia dei pagamentiBPM5 BPM6 La versione europea del SNA, obbligatoria per gli stati membri e candidati della UE è il: Sistema europeo dei conti nazionali e regionali nell'Unione europea: SEC1995 poi SEC 2010 che disciplina i conti e i dati per i parametri europei e include le tavole Input-Output SEC1995SEC 2010 Input-Output 4CN: fondamenti e sistemi

5 Jacopo Di CoccoPerchè la Contabilità nazionale5 La CN per misurare le economie Componenti delleconomia [nazionale]: Linsieme delle attività e patrimoni economici su un territorio, rilevabili tramite i flussi di reddito e la ricchezza della popolazione residente Origine: il bisogno di una visione dinsieme, di comparare il personalmente ignoto con un linguaggio essenziale ed universale e di fornire gli strumenti per una scienza economica verificabile ed applicabile operativamente. Da una parte si presuppone la struttura matematica della materia, la sua per così dire razionalità intrinseca, che rende possibile comprenderla ed usarla nella sua efficacia operativa: … Dallaltra parte, si tratta della utilizzabilità funzionale della natura per i nostri scopi, dove solo la possibilità di controllare verità o falsità mediante lesperimento fornisce la certezza decisiva. Soltanto il tipo di certezza derivante dalla sinergia di matematica ed empiria ci permette di parlare di scientificità. Ciò che pretende di essere scienza deve confrontarsi con questo criterio. E così anche le scienze che riguardano le cose umane, … cercavano di avvicinarsi a questo canone della scientificità. Per questo si usa una rappresentazione numerica standard.

6 Jacopo Di CoccoPerchè la Contabilità nazionale6 Per valutare le economie Problematiche attuali: – paesi sviluppati, in rapida crescita o in ritardo, – competitività, benessere economico, sostenibilità, – Il risultato economico come valore sociale ….. Fonti di dati: – italiani ISTAT, ISTAT-DB, Banca dItalia, Union-camere, ER, ….ISTATISTAT-DBBanca dItaliaUnioncamereER – europei: Eurostat, BCE, ….EurostatBCE – paesi sviluppati e competitivi: OCSE/OECD, ….OCSE/OECD, – paesi in via di sviluppo: Banca mondiale,WB_WDI, FAO, UNDP, UNECA, ECLAC, UNESCAP, ESCWA ….Banca mondialeWB_WDI FAO UNDPUNECAECLACUNESCAPESCWA – mondiali: FMI, WTO, ILO, ONU, BRI ….FMIWTOILOONUBRI

7 Jacopo Di CoccoPerchè la Contabilità nazionale7 Rappresentare le economie Con i dati in rete si ricavano: tabelle, indicatori, grafici Per indicatori cercare nei siti delle organizzazioni internazionali, istituti statistici e in particolare nella: Digital Library – dellOCSE, e per il benessere in wikiprogressDigital Library – dellOCSEwikiprogress Per interessanti grafici dinamici vedere: GapminderGapminder Alcuni fatti salienti che emergono: – alcune economie convergono altre divergono – nuovi fattori determinanti dello sviluppo: non solo i tradizionali fattori, ma anche capitali prima ignorati: immateriali, ambientali, umani, beni pubblici – problemi economici posti da demografia e modelli sociali Riferimenti: Atkinson, Maddison, Mundell, Sen, Rifkin, … Suggerimenti e spunti: 1) con chi diverge e con chi converge il mio Paese in Europa e nel mondo

8 Jacopo Di CoccoPerchè la Contabilità nazionale8 Perché la contabilità nazionale? Misurare leconomia per osservare razionalmente la realtà e offrire strumenti a chi cerca le relazioni tra cause ed effetti Fornire dati a chi formula previsioni tra cause ed effetti e individua gli strumenti utili alla gestione e controllo delleconomia Misurare gli effetti degli interventi operati dai diversi gruppi di operatori pubblici e privati La CN moderna nasce dagli studi sulla crisi del 29 e viene realizzata alla fine della seconda guerra mondiale, ora è sempre più utile per misurare la globalizzazione. Consentire i confronti economici nel tempo e nello spazio Misurare gli effetti sul benessere economico nelle diverse condizioni di reddito e sociali

9 Jacopo Di CoccoPerchè la Contabilità nazionale9 Perché la contabilità nazionale? Alcuni sviluppi cognitivi progettati e sollecitati: – integrazione tra macro, meso e micro economia – interdipendenza tra la sfera reale e quella finanziaria globali – distribuzione dei redditi tra attivi, generazioni ed aree – produttività, competitività, interdipendenza, globalizzazione – consumi, qualità della vita e benessere, – sviluppo ed ambiente Riferimenti: Siesto, Giannone, Lenti, Vanoli, Harrison, Caricchia, Suggerimenti e spunti: – Perché reddito e ricchezza sono interdipendenti? – Perché la formalizzazione contabile? – I dati sono certi od approssimati?

10 Jacopo Di CoccoPerchè la Contabilità nazionale 10 Perché la contabilità nazionale? Alcuni sviluppi cognitivi progettati e sollecitati: – integrazione tra macro, meso e micro economia – interdipendenza tra la sfera reale e quella finanziaria globali – distribuzione dei redditi tra attivi, generazioni ed aree – produttività, competitività, interdipendenza, globalizzazione – consumi, qualità della vita e benessere, – sviluppo ed ambiente Riferimenti: Siesto, Derek-Lequiller, IARIW, Casini-Benvenuti Giannone, Lenti, Vanoli, Harrison, Caricchia, Fitoussi, Stiglitz, (http://progressiveeconomy.eu/)IARIWhttp://progressiveeconomy.eu/ Suggerimenti e spunti: – Perché reddito e ricchezza sono interdipendenti? – Perché la formalizzazione contabile? – I dati sono certi od approssimati?

11 Jacopo Di CoccoPerchè la Contabilità nazionale11 Conoscenze da ottenere La disciplina e' volta a far conoscere il sistema standard internazionali di CN, adottato dall'Unione europea, per la rilevazione, descrizione e valutazione delle economie dei paesi membri tramite i flussi che descrivono la produzione, i redditi e le consistenze patrimoniali (ricchezza) secondo il modello contabile di origine keynesiana, la rappresentazione delle interdipendenze produttive necessarie allo sviluppo del modello leonteviano, i conti trimestrali e regionali ed infine i conti del resto del mondo e la bilancia dei pagamenti.

12 Jacopo Di CoccoPerchè la Contabilità nazionale12 Informazioni, programma, bibliografie, materiali, documentazione Informazioni generali vedere i portali: dellAteneo della scuola: delle biblioteche e dei servizi documentali Per i dati della CN italiana ed i link ai diversi siti interessanti vedere i siti citati dellISTAT: e della Banca dItalia: Gli studenti esteri possono trovare sul sito ISTAT il link allanalogo sito del loro paese Per comunicare col docente usare lindirizzo di posta elettronica: Per ricevere comunicazioni dal docente iscriversi alla lista di distribuzione : jacopo.dicocco.CN_L3 ( senza password) Per iscriversi nellapposita lista docenti.studenti collegarsi a e sceglierla tra quelle che iniziano con jacopo

13 Jacopo Di CoccoPerchè la Contabilità nazionale13 Premessa al programma Il corso ha orientamento introduttivo: teorico ed applicativo e basato su quanto prodotto, secondo gli standard europei ed internazionali dallISTAT e dalla Banca dItalia (dati finanziari e Bilancia dei pagamenti) per calcolare e pubblicare i dati italiani. Quindi gli studenti di diversi paesi studieranno sistemi e tipi di fonti valide anche per il proprio paese in quanto è ormai generalizzata ladesione agli standard comunitari. Il corso si consiglia per gli studenti che nelle aziende, nelle amministrazioni e nelle consulenze professionali vorranno essere in grado di reperire rapidamente le informazioni rilevanti sulle diverse economie in cui la propria organizzazione od i propri clienti siano chiamati ad operare o con cui confrontarsi anche se solo a fini valutativi. Per ulteriori indicazioni vedere le altre parti della guida relativamente a questo corso.

14 Jacopo Di CoccoPerchè la Contabilità nazionale14 Programma per le lauree triennali La Contabilità nazionale standard per descrivere le diverse economie, misurarle, confrontarle nel tempo e nello spazio ed integrare le diverse informazioni statistico-economiche e demografiche Parte A: Il sistema vigente di contabilità nazionale: Principi contabili, definizioni degli aggregati e conti – I fondamenti dei sistemi standard di Contabilità nazionale: sfere reale e finanziaria. – I conti SEC per linsieme delleconomia: correnti, dell'accumulazione e patrimoniali. – I conti ISTAT per settore istituzionale ed i dati per branca produttiva. – I Conti del Resto del Mondo, la Bilancia dei pagamenti ed i dati della Banca dItalia e la BCE. – I conti trimestrali per lo studio della congiuntura – I conti regionali per esaminare le differenze territoriali

15 Jacopo Di CoccoPerchè la Contabilità nazionale15 Programma per le lauree triennali (segue) Parte B: Rapporti, fonti di dati, aggregati, indicatori sintetici ed uso dei conti nazionali La realtà letta tramite i dati di contabilità nazionale nei: siti statistici specializzati, rapporti, comunicati ed articoli. – Fonti ed modalità d'accesso ai dati della contabilità nazionale – Indicatori per sintetizzare e valutare: tassi di sviluppo, deflatori, tassi dattività, produttività, apertura delleconomia. Per il calcolo dei principali indicatori vedere il formulario e i suggerimenti inseriti in Campus per il corso dinformatica I lucidi ed altri materiali didattici illustrati a lezione sono via via pubblicati sul sito: Materiali didattici di AMS-Campus ; selezionare la scuola di Economia, Management e Statistica il corso CLEF e la disciplina di Contabilità nazionale.AMS-Campus

16 Jacopo Di CoccoPerchè la Contabilità nazionale16 Abilità complementari necessarie Lesame dei dati, il calcolo degli indicatori, la stesura dei rapporti e la presentazione dei risultati richiedono le fondamentali abilità informatiche: – saper ricercare in Internet: dati, bibliografie e documenti, – saper comunicare: videoscrittura, lucidi video, e- mail, – saper memorizzare ed elaborare i dati: foglio elettronico, DB, applicativi statistici

17 Jacopo Di CoccoPerchè la Contabilità nazionale17 Modalità desame Una prova scritta con risposta a testo libero articolata sui tre principali argomenti della parte A del programma (20 punti): – I sistemi di Contabilità nazionale, finalità, struttura e sviluppi – I conti centrali del SEC e gli aggregati delleconomia reale – I conti finanziari e la bilancia dei pagamenti Una scheda su un argomento concordato redatta tramite la ricerca in rete documenti e fonti statistiche seguite da illustrazione e calcolo di alcuni indicatori pertinenti e la rappresentazione grafica dei dati e degli indicatori con commento esplicativo dei risultati ottenuti. Le schede vengono discusse durante lorale o su appuntamento (10 punti) Allatto delle registrazione chi desideri un punteggio maggiore alla somma dei due risultati può chiedere una domanda integrativa sulla risposta più debole I risultati dello scritto vengono comunicati via

18 Jacopo Di CoccoPerchè la Contabilità nazionale18 Bibliografia di base per lo scritto Lucidi, esercizi, dispense ed altri materiali presentati alle lezioni e disponibili su AMS Campus Il testo base per la prova scritta è: Vincenzo Siesto, La contabilità nazionale italiana: il sistema dei conti del 2000, il Mulino, pp. 224, 14,50, Bologna, 2003La contabilità nazionale italiana: il sistema dei conti del 2000 Oppure: Il nuovo sistema dei conti economici nazionali e regionali SEC 1995, a cura di Stefano Casini Benvenuti. - Milano : F. Angeli, p. Il nuovo sistema dei conti economici nazionali e regionali SEC 1995 Integrativo: Lequiller, F. and D. Blades (2007), Understanding National Accounts, OECD Publishing. doi: / en / en

19 Jacopo Di CoccoPerchè la Contabilità nazionale19 I manuali ufficiali e rapporti Per conoscere definizioni, nomenclature, schemi di conti e regole della Contabilità nazionale ad integrazione ed approfondimento dei lucidi su singoli punti lo studente può consultare i manuali ufficiali di riferimento già citati I rapporti con pubblicazione ed utilizzo dei dati di contabilità nazionale ad es.: – Relazione generale sulla situazione generale del paese, ed altri documenti del Ministero delleconomia, – Relazione annuale del governatore:

20 Jacopo Di CoccoPerchè la Contabilità nazionale20 Rapporti tra produzione e natura: la contabilità ambientale La produzione di beni e servizi comporta luso di beni naturali limitati e limmissione nellambiente di residui talvolta nocivi in quanto non adeguatamente biodegradabili nei tempi desiderati. Anche quando il degrado ambientale è lento si devono tenere in conto idiritti delle generazioni future. Il SNA ha previsto conti ambientali; lIstat, seguendo le indicazioni Eurostat, ha realizzato i conti ambientali, una porzione di quelli SNA, ne parleremo nel secondo modulo. Vedere anche su ambientalihttp://dati.istat.it Essi sono articolati in due conti: – NAMEA: National Accounts Matrix including Environmental Accounts, ovvero "matrice di conti economici nazionali integrata con conti ambientali" per mostrare i principali effetti sullambiente delle attività economiche; – EPEA: Environmental Protection Expenditure Account, conto satellite parte del più ampio sistema europeo di raccolta dellinformazione economica sullambiente SERIEE (Système Européen de Rassemblement de lInformation Economique sur lEnvironnement). I dati utilizzati sono tratti dai conti SEC95.

21 Jacopo Di CoccoPerchè la Contabilità nazionale21 Basi teoriche della C.N. Il circuito del reddito intersettoriale (Quesnay) Lequilibrio economico generale (Walras) La macroeconomia (Keynes) La mesoeconomia (Leontief) La descrizione della sfera finanziaria (Copeland) La misura del benessere (Pigou, Nordhouse e Tobin, Sen) Interdipendenza tra economico e sociale (Stone) Le misure statistiche dei prezzi, dello sviluppo, del reddito, ricchezza e concentrazione (Laspeyres, Paasche. Fisher, Gini, ….)

22 Jacopo Di CoccoPerchè la Contabilità nazionale22 Misurare, confrontare e valutare Misurare e non solo contare: rapportare ad ununità di misura, in valore monetario per sommare risorse diverse (raramente in termini fisici ad es. in anni uomo). Confrontare le economie e le loro componenti nel tempo e nello spazio in valori assoluti e come indici. Per valutare: – in termini quantitativi: indicatori Aggregati o saldi totali od unitari (ad es. PIL, RND, risparmio, ecc.) Ordinamenti (rank) Rapporti caratteristici Indici – In termini qualitativi: relazioni di commento e di analisi.

23 Jacopo Di CoccoPerchè la Contabilità nazionale23 Misurare: reddito e ricchezza Il reddito è un flusso generato dalla produzione del periodo che determina il potere di acquisto a situazione patrimoniale immutata. La ricchezza economica o patrimonio è un fondo alimentato dalle quote accumulate della produzione e delle variazioni accidentali del patrimonio che incide sulla capacità produttiva o reddituale. Misurare linterdipendenza tra patrimoni, reali o finanziari e redditi nazionali o individuali.

24 Jacopo Di CoccoPerchè la Contabilità nazionale24 Ricchi e poveri, sviluppo e declino Ricchezza e povertà sono relative e misurate dal reddito pro capite (flusso annuo) e non dal patrimonio Origini: A. Smith, La ricchezza delle nazioni Misure assolute è relative di povertà individuale Paesi e paesi poveri e loro dinamica Indicatori monetari, reali, e compositi: (es. l HDI(it), HDI_nota_tecnica (eng) per considerare: economia, salute e istruzione)l HDI(it) HDI_nota_tecnica – Quali posizioni relative se i redditi pro capite diverranno uguali? – Il potere dacquisto sul mercato ed il reddito reale – Il tasso di sviluppo – I deflatori – Linterdipendenza interna e internazionale

25 Risorse, impieghi e risultati Risorse: patrimoni, produzione ed importazioni Impieghi: nella produzione, nella società e nelle famiglie, allestero (esportazioni) Offerta e domanda sul mercato effettivo ed imputato I risultati, anche non monetari dellattività economica: – nelleconomia nazionale e nel mondo, – nella società, nelle famiglie e nelle generazioni CN: fondamenti e sistemi25


Scaricare ppt "Contabilità nazionale: programma e fondamenti Jacopo Di Cocco Corso di CN per le lauree triennali della Facoltà di Economia – Bologna Lezioni 1-3."

Presentazioni simili


Annunci Google