La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lequilibrio di breve periodo: il modello IS-LM Istituzioni di Economia Politica II.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lequilibrio di breve periodo: il modello IS-LM Istituzioni di Economia Politica II."— Transcript della presentazione:

1 Lequilibrio di breve periodo: il modello IS-LM Istituzioni di Economia Politica II

2 Nelle lezioni precedenti abbiamo esaminato separatamente lequilibrio del mercato dei beni e lequilibrio dei mercati finanziari Nelle lezioni precedenti abbiamo esaminato separatamente lequilibrio del mercato dei beni e lequilibrio dei mercati finanziari Cosa accade se consideriamo contemporaneamente lequilibrio del mercato dei beni e dei mercati finanziari? Cosa accade se consideriamo contemporaneamente lequilibrio del mercato dei beni e dei mercati finanziari? Cosa determina lequilibrio complessivo di un sistema economico nel breve periodo? Cosa determina lequilibrio complessivo di un sistema economico nel breve periodo? Lequilibrio di breve periodo

3 Introduzione Introduzione Esame delle scelte di investimento delle imprese Esame delle scelte di investimento delle imprese Costruzione della curva IS Costruzione della curva IS Costruzione della curva LM Costruzione della curva LM Determinazione dellequilibrio Determinazione dellequilibrio Lequilibrio di breve periodo

4 Introduzione Finora abbiamo considerato separatamente: Finora abbiamo considerato separatamente: Equilibrio del mercato dei beni (Capitolo 3) Equilibrio del mercato dei beni (Capitolo 3) 1 condizione di equilibrio Y = Z 1 condizione di equilibrio Y = Z 1 variabile Y 1 variabile Y Equilibrio dei mercati finanziari (Capitolo 4) Equilibrio dei mercati finanziari (Capitolo 4) 1 condizione di equilibrio M D = M S 1 condizione di equilibrio M D = M S 1 variabile i 1 variabile i

5 Ora consideriamo congiuntamente i due mercati Ora consideriamo congiuntamente i due mercati Ciò implica lutilizzo di: Ciò implica lutilizzo di: 2 Condizioni di equilibrio 2 Condizioni di equilibrio 2 Curve 2 Curve IS – equilibrio del mercato dei beni IS – equilibrio del mercato dei beni LM – equilibrio del mercato della moneta LM – equilibrio del mercato della moneta 2 Variabili Y,i 2 Variabili Y,i Introduzione

6 Per esaminare lequilibrio di breve periodo è necessario riconsiderare le due condizioni di equilibrio esaminate nel capitolo 3 e nel capitolo 4 Per esaminare lequilibrio di breve periodo è necessario riconsiderare le due condizioni di equilibrio esaminate nel capitolo 3 e nel capitolo 4 Prima di farlo è opportuno rivedere le nostre assunzioni in merito alla determinazione degli investimenti Prima di farlo è opportuno rivedere le nostre assunzioni in merito alla determinazione degli investimentiIntroduzione

7 La funzione degli investimenti Nel capitolo 3 abbiamo assunto che gli investimenti fossero esogeni (I=I 0 ) Nel capitolo 3 abbiamo assunto che gli investimenti fossero esogeni (I=I 0 ) Cerchiamo ora di rendere endogeni gli investimenti Cerchiamo ora di rendere endogeni gli investimenti NB: Ricordiamo che gli investimenti sono la domanda di nuovo capitale delle imprese NB: Ricordiamo che gli investimenti sono la domanda di nuovo capitale delle imprese

8 Cosa guardano le imprese per decidere quanto investire ? Cosa guardano le imprese per decidere quanto investire ? Principalmente due cose: Principalmente due cose: 1) Livello delle vendite Se vendo di più ho bisogno di produrre di più ho bisogno di più capitale Investimento (I) dipende positivamente dalle vendite Se vendo di più ho bisogno di produrre di più ho bisogno di più capitale Investimento (I) dipende positivamente dalle vendite Se assumiamo assenza di scorte vendite produzione (Y) Se assumiamo assenza di scorte vendite produzione (Y) Per semplicità possiamo dunque considerare I una funzione crescente di Y Per semplicità possiamo dunque considerare I una funzione crescente di Y La funzione degli investimenti

9 2) Costo dellinvestimento tasso di interesse i Per comprendere questa relazione consideriamo due casi differenti: Per comprendere questa relazione consideriamo due casi differenti: a) Limpresa prende a prestito i fondi per finanziare linvestimento a) Limpresa prende a prestito i fondi per finanziare linvestimento Il costo del finanziamento dipende positivamente dagli interessi pagati Il costo del finanziamento dipende positivamente dagli interessi pagati La funzione degli investimenti

10 b) Limpresa utilizza fondi propri b) Limpresa utilizza fondi propri Linvestimento in capitale è tanto più conveniente quanto minore è la remunerazione di impieghi finanziari alternativi Linvestimento in capitale è tanto più conveniente quanto minore è la remunerazione di impieghi finanziari alternativi Es. impieghi alternativi BOT Es. impieghi alternativi BOT Se il rendimento dei BOT cresce diviene più conveniente utilizzare i propri fondi per acquistare BOT anziché capitale Se il rendimento dei BOT cresce diviene più conveniente utilizzare i propri fondi per acquistare BOT anziché capitale Costo opportunità Costo opportunità Costo di rinunciare allimpiego alternativo Costo di rinunciare allimpiego alternativo La funzione degli investimenti

11 In entrambi i casi: i costo finanziario (o costo opportunità) dellinvestimento I In entrambi i casi: i costo finanziario (o costo opportunità) dellinvestimento I Possiamo dunque concludere che linvestimento dipende positivamente dalla produzione e negativamente dal tasso di interesse Possiamo dunque concludere che linvestimento dipende positivamente dalla produzione e negativamente dal tasso di interesse I=I(Y,i) I=I(Y,i) + + Usando funzione lineare (esercizi) Usando funzione lineare (esercizi) I = I 0 + d 1 Y d 2 i I = I 0 + d 1 Y d 2 i La funzione degli investimenti

12 Costruzione della curva IS Riesaminiamo lequilibrio del mercato dei beni Riesaminiamo lequilibrio del mercato dei beni Domanda aggregata Z = C + I + G Domanda aggregata Z = C + I + G Il consumo dipende dal reddito disponibile Y D Il consumo dipende dal reddito disponibile Y D C = C (Y D ) dove Y D =Y-T C = C (Y D ) dove Y D =Y-T + Gli investimenti dipendono positivamente dalla produzione e negativamente dal tasso di interesse Gli investimenti dipendono positivamente dalla produzione e negativamente dal tasso di interesse I = I(Y,i) I = I(Y,i) Spesa pubblica e tasse sono scelti dal governo e sono esogeni Spesa pubblica e tasse sono scelti dal governo e sono esogeni G = G 0 e T = T 0 G = G 0 e T = T 0

13 Sostituendo le componenti di Z Sostituendo le componenti di Z Z = C(Y T 0 ) + I(Y,i) + G 0 Z = C(Y T 0 ) + I(Y,i) + G 0 Condizione di equilibrio del mercato dei beni Z=Y Condizione di equilibrio del mercato dei beni Z=Y Considerando insieme le due equazioni Considerando insieme le due equazioni Y = C(Y T 0 ) + I(Y,i) + G 0 Y = C(Y T 0 ) + I(Y,i) + G 0 Nellequazione abbiamo due variabili (Y e i) Possiamo rappresentare la condizione di equilibrio del mercato dei beni in un diagramma cartesiano Nellequazione abbiamo due variabili (Y e i) Possiamo rappresentare la condizione di equilibrio del mercato dei beni in un diagramma cartesiano Curva IS Curva IS NB: Si chiama IS perché nellequilibrio del mercato dei beni I=S (lezione 4) NB: Si chiama IS perché nellequilibrio del mercato dei beni I=S (lezione 4) Costruzione della curva IS

14 Per costruire la curva consideriamo il grafico dellequilibrio del mercato dei beni capitolo 3 Z,Y 45° A ZZ YAYA Y

15 La curva ZZ è associata a Z = C(Y T 0 ) + I(Y,i) + G 0 e potrebbe non essere lineare La curva ZZ è associata a Z = C(Y T 0 ) + I(Y,i) + G 0 e potrebbe non essere lineare Il grafico è costruito dato il valore di i Il grafico è costruito dato il valore di i Z,Y 45° A ZZ YAYA Y

16 Cosa accade se i varia?Assumiamo i I Z Equilibrio A A Y A Y A per cui in equilibrio i Y ZZ Z,Y 45° A ZZ YAYA Y A A Y

17 In equilibrio i Y In equilibrio i YSpiegazione: i costo finanziamento I Z (in equil.) Y i costo finanziamento I Z (in equil.) Y +effetto del moltiplicatore Y C e I Z (in equil.) Y +effetto del moltiplicatore Y C e I Z (in equil.) Y Nellequilibrio del mercato dei beni la relazione fra Y e i è decrescente Nellequilibrio del mercato dei beni la relazione fra Y e i è decrescente La curva IS è decrescente nel diagramma (Y,i) La curva IS è decrescente nel diagramma (Y,i) Costruzione della curva IS

18 La curva IS indica tutte le coppie (Y,i) per cui il mercato dei beni è in equilibrio i Y IS

19 In punti come A e B mercato dei beni è in equilibrio In punti come A e B mercato dei beni è in equilibrio A B In punti come C e D mercato dei beni non è in equilibrio In punti come C e D mercato dei beni non è in equilibrio C D i Y IS

20 Cosa accade alla curva IS se T 0 cambia? T 0 Y D C Z (in equilibrio) Y dato i T 0 Y D C Z (in equilibrio) Y dato i Curva IS verso sinistra i Y IS

21 Cosa accade alla curva IS se G 0 cambia? G 0 Z (in equilibrio) Y dato i G 0 Z (in equilibrio) Y dato i Curva IS verso destra Effetti analoghi per C 0 i Y IS

22 Costruzione della Curva LM Riesaminiamo lequilibrio dei mercati finanziari: Riesaminiamo lequilibrio dei mercati finanziari: La domanda di moneta dipende positivamente dal reddito e negativamente dal tasso di interesse La domanda di moneta dipende positivamente dal reddito e negativamente dal tasso di interesse M D = YL(i) M D = YL(i) Lofferta di moneta è fissata dalla Banca centrale Lofferta di moneta è fissata dalla Banca centrale M s esogena M s esogena

23 Costruzione della Curva LM Condizione di equilibrio dei mercati finanziari Condizione di equilibrio dei mercati finanziari M S = YL(i) M S = YL(i) Equilibrio mercati finanziari reddito nominale (Y) Equilibrio mercato dei beni reddito reale (Y) Equilibrio mercati finanziari reddito nominale (Y) Equilibrio mercato dei beni reddito reale (Y) Per uniformare le variabili dividiamo entrambi i membri della condizione M S = YL(i) per il livello dei prezzi P (misurato tramite il deflatore del Pil) Per uniformare le variabili dividiamo entrambi i membri della condizione M S = YL(i) per il livello dei prezzi P (misurato tramite il deflatore del Pil) Otteniamo così Otteniamo così dove – offerta reale di moneta dove – offerta reale di moneta

24 Costruzione della Curva LM Condizione di equilibrio dei mercati finanziari Condizione di equilibrio dei mercati finanziari Nellequazione abbiamo due variabili (Y e i) Possiamo rappresentare la condizione di equilibrio dei mercati finanziari in un diagramma cartesiano Curva LM Nellequazione abbiamo due variabili (Y e i) Possiamo rappresentare la condizione di equilibrio dei mercati finanziari in un diagramma cartesiano Curva LM NB: Si chiama LM per leguaglianza fra domanda di moneta (liquidità- L) e offerta di moneta (M) NB: Si chiama LM per leguaglianza fra domanda di moneta (liquidità- L) e offerta di moneta (M)

25 Per costruire curva la LM esaminiamo leffetto di un Y nei mercati finanziari Per costruire curva la LM esaminiamo leffetto di un Y nei mercati finanziari Abbiamo visto nel capitolo 4 che Y Abbiamo visto nel capitolo 4 che Y i in equilibrio i in equilibrio In equilibrio cè una relazione crescente fra Y e i La curva LM è crescente In equilibrio cè una relazione crescente fra Y e i La curva LM è crescente Costruzione della Curva LM

26 i MDMD M D MDMD Y Y (P è fisso) spostamento della curva M D verso destra Y Y (P è fisso) spostamento della curva M D verso destra Y E E i in equilibrio Y E E i in equilibrio MSMS iEiE i E E E

27 La curva LM indica tutte le coppie (Y,i) per cui i mercati finanziari sono in equilibrio LM i Y

28 In punti come A e B i mercati finanziari sono in equilibrio In punti come A e B i mercati finanziari sono in equilibrio LM i Y A B C D In punti come C e D i mercati finanziari non sono in equilibrio In punti come C e D i mercati finanziari non sono in equilibrio

29 Cosa accade alla curva LM se M S cambia? M S dato Y i LM verso destra M S dato Y i LM verso destra LM i Y

30 Determinazione dellequilibrio di breve periodo Equilibrio di breve periodo delleconomia Equilibrio di breve periodo delleconomia equilibrio mercato dei beni ed equilibrio dei mercati finanziari verificati contemporaneamente equilibrio mercato dei beni ed equilibrio dei mercati finanziari verificati contemporaneamente IS e LM nello stesso diagramma IS e LM nello stesso diagramma

31 E – Equilibrio di breve periodo del sistema In E siamo sulla IS eq. mercato beni In E siamo sulla LM eq. mercati finanziari i Y E IS LM

32 i Y E IS LM i E – interesse di equilibrio e Y E – reddito di equilibrio La coppia (Y E, i E ) è lunica per cui il mercato dei beni ed i mercati finanziari sono contemporaneamente in equilibrio iEiE YEYE


Scaricare ppt "Lequilibrio di breve periodo: il modello IS-LM Istituzioni di Economia Politica II."

Presentazioni simili


Annunci Google