La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA RIVOLUZIONE RUSSA (1917-1927). La Russia allinizio del 900 Autocrazia e immobilismo Industrializzazione di Stato con capitale straniero: mancanza di.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA RIVOLUZIONE RUSSA (1917-1927). La Russia allinizio del 900 Autocrazia e immobilismo Industrializzazione di Stato con capitale straniero: mancanza di."— Transcript della presentazione:

1 LA RIVOLUZIONE RUSSA ( )

2 La Russia allinizio del 900 Autocrazia e immobilismo Industrializzazione di Stato con capitale straniero: mancanza di una autonoma borghesia imprenditoriale, aree operaie isolate in un contesto sociale agricolo 1904: guerra russo-giapponese e aumento dei prezzi Gennaio 1905: dalla protesta (Domenica di sangue) alla rivoluzione. Nascita dei soviet. (cfr. parola-chiave pag. 174) Ottobre 1905: rientro delle truppe dal fronte e controffensiva zarista 1906 e 1907: due tentativi falliti di elezione a suffragio universale di unAssemblea rappresentativa (Duma) 1906: riforma agraria, abolizione delle comunità di villaggio (mir), rafforzamento della classe dei contadini ricchi (kulaki) e ulteriore indebolimento dei contadini poveri : partecipazione alla prima guerra mondiale

3 La rivoluzione di febbraio Marzo (febbraio) 1917: rivolta degli operai e dei soldati di Pietrogrado e abbattimento del regime zarista (Nicola II) Primo governo provvisorio liberale presieduto dallaristocratico Lvov Rafforzamento del potere del soviet di Pietrogrado che delibera spesso in contrasto con il governo

4 I partiti russi nel 1917 Partito dei cadetti: orientamento costituzionale- democratico Menscevichi: nascono dalla scissione di una minoranza dal Partito operaio socialdemocratico russo nel 1903, propongono una democrazia liberale borghese di tipo occidentale e lintroduzione graduale del socialismo (Leader: Martov) Bolscevichi (maggioranza): sostengono un progetto rivoluzionario guidato dagli operai con lappoggio dei contadini (Leader: Lenin) Partito socialista rivoluzionario: base rurale, obiettivo una radicale riforma agraria

5 Lenin e le tesi di aprile : esilio volontario in Svizzera dopo tre anni in Siberia aprile 1917: rientro in Russia con lappoggio tedesco e pubblicazione di 10 tesi, contro la guerra imperialista, contro il governo provvisorio, contro la repubblica parlamentare, potere ai soviet, agli operai, ai contadini poveri, passaggio alla seconda fase della rivoluzione, controllo sociale della produzione e ripartizione dei beni.

6 Da aprile a ottobre Diffusione delladesione al partito bolscevico tra operai e contadini in opposizione al governo Luglio 17: a Pietrogrado operai e soldati, organizzati dai bolscevichi, si oppongono alla partenza di nuove truppe per il fronte, ma vengono repressi. I leader bolscevichi sono arrestati (Trockij, Kamenev) o costretti alla fuga (Lenin). Al governo il liberale Lvov viene sostituito dal socialrivoluzionario Kerenskij Settembre 17: il capo dellesercito Kornilov tenta un colpo di stato per ripristinare il potere zarista, ma il progetto viene sventato da tutti i socialisti uniti. I bolscevichi conquistano la maggioranza nei soviet di Pietrogrado e Mosca

7 Le diverse ipotesi tra i bolscevichi 15 settembre 17: riunione del Comitato centrale del partito bolscevico Lenin: accelerare il processo rivoluzionario, rovesciare il governo provvisorio, prendere il potere prima dellapertura del Congresso dei Soviet prevista per il 25 ottobre (inizialmente posizione di minoranza) Kamenev e Zinovev: la situazione russa non soddisfa le condizioni necessarie per un socialismo autentico, rischio di screditare il progetto con unaccelerazione avventata, proposta di seguire la via elettorale ottenendo la maggioranza dei voti e vincendo così lopposizione Trozkij: il primo obiettivo rimane la presa di potere da parte dei soviet e linsurrezione deve avvenire solo se il potere dei soviet viene minacciato In seguito al diffondersi di voci secondo le quali il governo era pronto ad abbandonare Pietrogrado ai tedeschi per trasferirsi a Mosca il piano di Lenin diventa maggioritario

8 La rivoluzione di ottobre Lenin crea un Centro militare rivoluzionario di 5 membri con il compito di mobilitare la base e Trozkij un Comitato militare rivoluzionario di Pietrogrado controllato dal partito bolscevico Le truppe aderiscono al Comitato militare ottobre (6-7 novembre): occupazione dei punti nevralgici della città, presa del palazzo dinverno e caduta del governo provvisorio

9 Lev Trockij Inizialmente aderisce alla minoranza menscevica in contrasto con Lenin Condannato ed esiliato dopo la rivoluzione del 1905, vive a Londra, in Svizzera, in Francia e a New York e torna in Russia alla caduta dello zar Dopo la rivoluzione assume le cariche di Commissario del popolo per gli affari esteri, per la Guerra e di comandante dellArmata rossa Sostenitore della Rivoluzione permanente entra in conflitto con la dittatura stalinista e viene nuovamente esiliato nel 1940 viene assassinato da un agente stalinista in Messico

10 Politica interna: i bolscevichi al potere Il Congresso panrusso dei soviet (abbandonato in segno di protesta dai menscevichi) si riunisce contemporaneamente a Pietrogrado definendosi governo legittimo del paese e stabilendo labolizione della grande proprietà terriera Costituzione di un nuovo governo bolscevico guidato da Lenin (Consiglio dei commissari del popolo). Proteste di cadetti, menscevichi e socialrivoluzionari A Mosca i bolscevichi prendono definitivamente il potere il 2 novembre, nel resto della Russia nel corso del 17. Elezione dellAssemblea Costituente: maggioranza socialrivoluzionaria, meno di un quarto di seggi ai bolscevichi, risultato irrisorio per gli altri partiti Gennaio 1918: i bolscevichi sciolgono con la forza lAssemblea costituente. Definitiva rottura con le altre forze politiche

11 La svolta autoritaria Dicembre 17: costituzione della Ceka (polizia politica) e del Tribunale rivoluzionario centrale con lo scopo di processare i nemici della rivoluzione. Febbraio 18: costituzione dellArmata rossa ad opera di Trotzkij. Istituzione della figura del Commissario politico con lo scopo di controllare la fedeltà delle diverse armate. Giugno 18: dichiarati fuori legge tutti i partiti di opposizione. Reintroduzione della pena di morte. Arresti ed esecuzioni sommarie.

12 La guerra civile Prime emigrazioni politiche: ufficiali, imprenditori, intellettuali, aristocratici Primavera-estate 1918: sbarchi di truppe anglo-francesi nel nord e sul mar Nero e di truppe statunitensi e giapponesi dalla Siberia Scoppia la guerra civile: Siberia orientale, Russia settentrionale, regione del Don Esecuzione dello zar e della sua famiglia Estate 19: fallimento della controrivoluzione e fine della guerra civile. Distanza geografica, disorganizzazione, perdita dellappoggio dei paesi occidentali preoccupati delle proteste interne e del contagio rivoluzionario. (Il terrore rosso, 35, pag. 263)

13 La costituzione del 18 Luglio 18: Costituzione della Repubblica Sovietica Federativa Socialista Russa. Si apre con una Dichiarazione dei diritti del popolo lavoratore e sfruttato. Sancisce labolizione della proprietà privata, la statalizzazione delle banche, una repubblica federale fondata sui soviet. Il potere supremo al Congresso dei soviet che nomina un Comitato centrale esecutivo con potere legislativo, esecutivo e di controllo, che elegge a sua volta il Consiglio dei commissari del popolo. Dichiara lobbligo al lavoro. Rimane sostanzialmente inapplicata

14 Politica estera: la Russia esce dalla guerra Il Congresso panrusso del soviet a Pietrogrado chiede la pace senza annessioni e senza indennità per tutti i popoli Lattesa sollevazione popolare europea per la pace non avviene 3 marzo 1918: la Russia è costretta a trattare con la Germania separatamente la pace di Best-Litovsk con lopposizione dei socialrivoluzionari. Definitivo isolamento dei bolscevichi Gli alleati dellIntesa considerano la pace un tradimento e preoccupati di un contagio rivoluzionario inviano truppe in Russia Aprile 20 - marzo 21: guerra con la Polonia che riesce ad ottenere territori in Bielorussia e Ucraina.

15 La politica economica La crisi economica: la guerra, la rivoluzione, la riforma agraria compromettono la già grave situazione economica ereditata dal regime zarista : comunismo di guerra. Abolizione libero commercio, istituzione di cooperative di produzione agricola (kolchoz) e di aziende agricole statali (sovchoz), nazionalizzazione delle industrie e centralizzazione delle decisioni in materia di economia industriale. Fallimento : abbattimento della produzione industriale, spopolamento delle città, disoccupazione, fame, mercato nero. Primavera-estate 21: la carestia colpisce le campagne e produce 3 milioni di morti 21-29: Nuova Politica Economica (NEP). Parziale liberalizzazione. Reintroduzione della proprietà privata in agricoltura e permesso ai contadini di vendere le eccedenze oltre la quota fissa di raccolto stabilita dallo stato. Conseguenze: ripresa economica, rafforzamento dei kulaki, comparsa di un nuovo gruppo sociale: gli uomini della nep.

16 La nascita dellURSS: 30 dicembre 22

17 La costituzione del 24 Riconoscimento dellURSS Potere supremo al Congresso dei Soviet (assemblea dei delegati dei soviet locali) Tra una riunione e laltra del Congresso, potere al Comitato esecutivo centrale, suddiviso in Soviet dellUnione e Soviet delle Nazionalità La Presidenza del Comitato esecutivo centrale funge da presidenza collettiva dellURSS Unico partito riconosciuto il PCUS: fornisce le direttive al governo, controlla la polizia politica, propone i candidati alle elezioni del soviet, controlla di fatto la democrazia sovietica

18 La politica interna sovietica Lotta contro la chiesa: confisca beni, chiusura ordini religiosi, arresti Liberalizzazione dei costumi: abolizione matrimonio religioso, semplificazione divorzio, legalizzazione aborto, parità fra i sessi, equiparazione figli legittimi e naturali, Lotta allanalfabetismo: obbligo di istruzione fino a 15 anni, promozione istruzione tecnica, formazione ideologica,

19 Le reazioni del mondo culturale Alcuni importanti esponenti del mondo culturale russo emigrano: Stavinskij, Chagall, Jakobson Altri accolgono con entusiasmo il nuovo corso dando luogo alle avanguardie: Majakovskij, Lisitzkij, Ejzenstein

20 Lo scontro per il potere Aprile 22: Stalin viene eletto segretario generale del PCUS. Lenin si ammala e abbandona progressivamente il controllo sul partito Scontro sulla politica interna: Trotzkij denuncia la burocratizzazione del potere, linvoluzione autoritaria del partito, lisolamento internazionale dellURSS e sostiene la necessità che lURSS si impegni per un estensione del comunismo in Occidente (rivoluzione permanente). Stalin oppone la teoria del socialismo in un solo paese Scontro sulla politica economica: Zinovev e Kamenev sostengono la necessità di abolire la NEP che ha prodotto una ripresa del capitalismo a vantaggio dellindustrializzazione. Stalin e Bucharin si schierano per una prosecuzione della NEP, per la promozione dellimpresa agricola e di uneconomia pianificata 27: Zinovev, Kamenev, Trotzkij e i loro seguaci sono messi in minoranza nel partito ed espulsi. Inizia lo stalinismo.

21 La Terza internazionale 1918: I bolscevichi abbandonano il nome di Partito socialdemocratico per quello di Partito comunista di Russia marzo 19: si riunisce a Mosca lInternazionale comunista (Comintern, Terza Internazionale) in sostituzione dellInternazionale socialista luglio 20: Lenin detta le condizioni per lammissione dei partiti al Comintern: i 21 punti. Conformità alle risoluzioni del Comintern, espulsione dei riformisti, propaganda nellesercito e tra i contadini, opposizione al socialpacifismo, rottura con il riformismo, opposizione allimperialismo, lotta contro lInternazionale socialista, centralismo democratico e disciplina di partito, epurazione dagli elementi borghesi, sostegno allURSS, modifica dei programmi in conformità con il programma del Comintern, le cui decisioni diventano vincolanti per i partiti.

22 …e il comunismo nel mondo Le reazioni diverse allinterno dei partiti socialisti europei producono la scissione di sezioni che aderiscono al Comintern decretando la nascita dei partiti comunisti. Nei paesi in cui è già presente un partito comunista si ha la progressiva adesione al leninismo. 20 nascono i Partiti comunisti francese, algerino, britannico, di Polonia e il Partito comunista di Germania aderisce al leninismo, 21 nascono i Partiti comunisti italiano, portoghese, del Belgio, di Spagna, di Svezia 23 nasce il Partito comunista di Norvegia 24 nasce il Partito comunista dIndonesia, il Partito comunista greco aderisce al leninismo


Scaricare ppt "LA RIVOLUZIONE RUSSA (1917-1927). La Russia allinizio del 900 Autocrazia e immobilismo Industrializzazione di Stato con capitale straniero: mancanza di."

Presentazioni simili


Annunci Google