La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La riproduzione. La divisione cellulare Interviene: Nellaccrescimento corporeo Nellaccrescimento corporeo Nella sostituzione delle cellule morte nelladulto.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La riproduzione. La divisione cellulare Interviene: Nellaccrescimento corporeo Nellaccrescimento corporeo Nella sostituzione delle cellule morte nelladulto."— Transcript della presentazione:

1 La riproduzione

2 La divisione cellulare Interviene: Nellaccrescimento corporeo Nellaccrescimento corporeo Nella sostituzione delle cellule morte nelladulto Nella sostituzione delle cellule morte nelladulto Nella riproduzione asessuata di organismi unicellulari Nella riproduzione asessuata di organismi unicellulari Produce due cellule figlie geneticamente uguali fra loro e alla cellula madre

3 La divisione cellulare Consiste di due fasi: La MITOSI (divisione del nucleo). Questa fase deve essere molto precisa perché le due cellule figlie devono ereditare esattamente lo stesso DNA della cellula madre La MITOSI (divisione del nucleo). Questa fase deve essere molto precisa perché le due cellule figlie devono ereditare esattamente lo stesso DNA della cellula madre La CITODIERESI (divisione del citoplasma): avviene con modalità diverse nella cellula animale e in quella vegetale e non sempre è esatta La CITODIERESI (divisione del citoplasma): avviene con modalità diverse nella cellula animale e in quella vegetale e non sempre è esatta

4 IL DNA

5 La duplicazione del DNA La mitosi è preceduta dalla duplicazione del DNA, definita semiconservativa

6 Ciascun nuovo filamento di DNA va a formare un cromatidio di un cromosoma

7

8 La mitosi: Profase La cromatina scompare e compaiono i cromosomi La cromatina scompare e compaiono i cromosomi I nucleoli scompaiono I nucleoli scompaiono Linvolucro nucleare un po alla volta scompare Linvolucro nucleare un po alla volta scompare Si forma il fuso mitotico Si forma il fuso mitotico

9 La mitosi: Metafase Ciascun cromosoma viene agganciato tramite il centromero ad una fibra del fuso mitotico Ciascun cromosoma viene agganciato tramite il centromero ad una fibra del fuso mitotico Tutti i cromosomi si dispongono sullequatore della cellula Tutti i cromosomi si dispongono sullequatore della cellula

10 La mitosi: Anafase Il centromero di ogni cromosoma si apre e ciascuno dei due cromatidi si dirige ad uno dei poli della cellula trascinato dalle fibre del fuso mitotico Il centromero di ogni cromosoma si apre e ciascuno dei due cromatidi si dirige ad uno dei poli della cellula trascinato dalle fibre del fuso mitotico

11 La mitosi: Telofase Durante la telofase avvengono in senso inverso tutti gli eventi della profase: ricompaiono nucleoli e involucro nucleare, i cromosomi danno di nuovo origine alla cromatina Durante la telofase avvengono in senso inverso tutti gli eventi della profase: ricompaiono nucleoli e involucro nucleare, i cromosomi danno di nuovo origine alla cromatina Avviene poi la citodieresi Avviene poi la citodieresi

12 Riassumendo…

13 La riproduzione degli organismi Asessuata ( agamica): un solo organismo si divide in più parti ciascuna delle quali costituisce un organismo figlio. Questo modalità riproduttiva produce organismi geneticamente uguali fra loro e al genitore (cloni) Asessuata ( agamica): un solo organismo si divide in più parti ciascuna delle quali costituisce un organismo figlio. Questo modalità riproduttiva produce organismi geneticamente uguali fra loro e al genitore (cloni) Sessuata (gamica) Sessuata (gamica)

14 La riproduzione sessuata La riproduzione sessuata prevede la formazione di cellule specializzate (gameti), destinate a fondersi (fecondazione) ununica cellula (zigote) che costituisce la prima cellula dellorganismo figlio La riproduzione sessuata prevede la formazione di cellule specializzate (gameti), destinate a fondersi (fecondazione) in ununica cellula (zigote) che costituisce la prima cellula dellorganismo figlio

15 Il numero di cromosomi è una costante di tutte le cellule dellorganismo in tutti gli organismi di una determinata specie. Il numero di cromosomi è una costante di tutte le cellule dellorganismo in tutti gli organismi di una determinata specie. Ad esempio tutte le cellule del corpo umano hanno 46 cromosomi, e tutti gli individui della specie Homo sapiens hanno 46 cromosomi Ad esempio tutte le cellule del corpo umano hanno 46 cromosomi, e tutti gli individui della specie Homo sapiens hanno 46 cromosomi

16 Qualche altro esempio

17

18 Il cariotipo Si definisce cariotipo la raffigurazione dellintero patrimonio cromosomico di una determinata specie Dallesame del cariotipo di una cellula, ad esempio umana, si nota come i cromosomi siano simili per forma e dimensioni, a due a due (cromosomi omologhi) La specie umana possiede 23 coppie di cromosomi omologhi ( nella femmina che ha i cromosomi sessuali XX) e 22 nel maschio (che ha i cromosomi sessuali XY e quindi non omologhi)

19 Il numero di cromosomi dei gameti non può essere uguale a quello delle altre cellule dellorganismo. Il numero di cromosomi dei gameti non può essere uguale a quello delle altre cellule dellorganismo. I gameti hanno un numero di cromosomi dimezzato rispetto alle altre cellule dellorganismo (es. nelluomo 23). Essi possiedono solo un cromosoma per ogni coppia di omologhi I gameti hanno un numero di cromosomi dimezzato rispetto alle altre cellule dellorganismo (es. nelluomo 23). Essi possiedono solo un cromosoma per ogni coppia di omologhi Si chiama meiosi (= dimezzamento) il particolare tipo di divisione cellulare che porta alla formazione dei gameti Si chiama meiosi (= dimezzamento) il particolare tipo di divisione cellulare che porta alla formazione dei gameti

20 Cellule aploidi e diploidi Il numero di cromosomi dei gameti si definisce aploide (N) Il numero di cromosomi dei gameti si definisce aploide (N) Il numero di cromosomi di tutte le altre cellule del corpo (cellule somatiche), caratterizzate dalla presenza di coppie di cromosomi omologhi, si definisce diploide (2N) Il numero di cromosomi di tutte le altre cellule del corpo (cellule somatiche), caratterizzate dalla presenza di coppie di cromosomi omologhi, si definisce diploide (2N)

21 La meiosi nel maschio

22 La meiosi nella femmina

23 Nel corso della meiosi il numero di cromosomi viene dimezzato, con la formazione di gameti aploidi

24 Al momento della fecondazione viene ripristinato il numero di cromosomi diploide tipico della specie Al momento della fecondazione viene ripristinato il numero di cromosomi diploide tipico della specie

25

26 La determinazione del sesso

27 I gameti maschili

28

29 Gli spermatozoi Sono cellule costituite quasi essenzialmente dal nucleo, presentano solo mitocondri e pochissimo citoplasma Sono cellule costituite quasi essenzialmente dal nucleo, presentano solo mitocondri e pochissimo citoplasma Vengono prodotti in modo continuativo dalla pubertà per tutta la vita Vengono prodotti in modo continuativo dalla pubertà per tutta la vita Se non vengono emessi con leiaculazione vengono riassorbiti Se non vengono emessi con leiaculazione vengono riassorbiti Sono fino a /cc di liquido seminale Sono fino a /cc di liquido seminale

30 La gonade maschile

31

32 I testicoli Sono gonadi in quanto sede di formazione degli spermatozoi Sono gonadi in quanto sede di formazione degli spermatozoi Sono ghiandole endocrine in quanto nelle cellule interstiziali poste fra i tubuli seminiferi viene prodotto testosterone Sono ghiandole endocrine in quanto nelle cellule interstiziali poste fra i tubuli seminiferi viene prodotto testosterone Il testosterone, oltre a rendere possibile la maturazione degli spermatozoi garantisce la comparsa e il mantenimento dei caratteri sessuali secondari Il testosterone, oltre a rendere possibile la maturazione degli spermatozoi garantisce la comparsa e il mantenimento dei caratteri sessuali secondari

33 Pubertà Ciclo di cambiamenti che si conclude con lacquisizione, da parte di entrambi i sessi, della capacità di procreare Ciclo di cambiamenti che si conclude con lacquisizione, da parte di entrambi i sessi, della capacità di procreare Manifestazioni visibili: aumento di statura e comparsa di caratteri sessuali secondari (comparsa seno, peli, cambiamento voce, sviluppo struttura ossea e muscolare) Manifestazioni visibili: aumento di statura e comparsa di caratteri sessuali secondari (comparsa seno, peli, cambiamento voce, sviluppo struttura ossea e muscolare) Primi segni a 8-13 anni nelle femmine e a 9-14 nei maschi Primi segni a 8-13 anni nelle femmine e a 9-14 nei maschi Il segnale che avvia la pubertà proviene dallipotalamo, che avvia la produzione degli ormoni sessuali Il segnale che avvia la pubertà proviene dallipotalamo, che avvia la produzione degli ormoni sessuali

34

35 Cervelli diversi?

36

37 Lapparato riproduttore maschile

38

39 Lapparato riproduttore femminile

40

41

42 Lovaio

43 Il ciclo mestruale

44

45 Il percorso della cellula uovo e degli spermatozoi

46 La fecondazione

47 Lannidamento (impianto)

48

49 Zigote 6h pf 2 cellule 23h pf 4 celule 46h pf 8 cellule 54h pf Morula 70h pf Blastocisti 94h pf

50

51 La placenta

52

53 I gemelli

54 La diagnosi prenatale: amniocentesi

55 La contraccezione La contraccezione è linsieme delle informazioni e dei metodi che servono ad evitare il concepimento nei periodi in cui non si desiderano gravidanze. La contraccezione è linsieme delle informazioni e dei metodi che servono ad evitare il concepimento nei periodi in cui non si desiderano gravidanze. La contraccezione si basa su metodi naturali oppure artificiali La contraccezione si basa su metodi naturali oppure artificiali Le caratteristiche che questi metodi devono presentare sono: lefficacia, la sicurezza, la semplicità duso, la reversibilità, laccettabilità e il costo accessibile. Le caratteristiche che questi metodi devono presentare sono: lefficacia, la sicurezza, la semplicità duso, la reversibilità, laccettabilità e il costo accessibile. L'efficacia contraccettiva di ogni metodo viene misurata mediante l'indice di Pearl o indice di fallimento (numero di gravidanze osservate in cento donne che usano quel metodo contraccettivo per un anno: l'efficacia di un contraccettivo è tanto maggiore quanto più l'indice di fallimento si avvicina allo zero). L'efficacia contraccettiva di ogni metodo viene misurata mediante l'indice di Pearl o indice di fallimento (numero di gravidanze osservate in cento donne che usano quel metodo contraccettivo per un anno: l'efficacia di un contraccettivo è tanto maggiore quanto più l'indice di fallimento si avvicina allo zero).

56 Metodi naturali Metodo Billings (3/22) Metodo Billings (3/22) Metodo della temperatura basale (8/15) Metodo della temperatura basale (8/15) Metodo sintotermico (1/7) Metodo sintotermico (1/7) Metodo Ogino- Knaus (14/40) Metodo Ogino- Knaus (14/40) Coito interrotto (10/25) Coito interrotto (10/25) Indice di fallimento troppo alto!

57 Metodi artificiali Diaframma Diaframma Spirale (IUD) Spirale (IUD) Pillola e altri metodi ormonali (cerotto, anello) Pillola e altri metodi ormonali (cerotto, anello) Profilattico (preservativo) Profilattico (preservativo)

58 Malattie sessualmente trasmissibili (MST) Sono malattie che vengono trasmesse da una persona all'altra prevalentemente per contatto sessuale. Sono malattie che vengono trasmesse da una persona all'altra prevalentemente per contatto sessuale. Sono causate da batteri, virus, protozoi o funghi. Sono causate da batteri, virus, protozoi o funghi. I microrganismi che causano queste malattie infatti vivono e si moltiplicano generalmente nel corpo umano e muoiono rapidamente all'esterno. I microrganismi che causano queste malattie infatti vivono e si moltiplicano generalmente nel corpo umano e muoiono rapidamente all'esterno. Per alcune malattie (es. HPV) non è possibile escludere che il contagio possa avvenire anche condividendo biancheria o oggetti intimi Per alcune malattie (es. HPV) non è possibile escludere che il contagio possa avvenire anche condividendo biancheria o oggetti intimi Lunica prevenzione nei confronti delle MST è luso del profilattico Lunica prevenzione nei confronti delle MST è luso del profilattico

59 Tipo di infezioneCausaTempi di incubazioneTerapiaGuarigione Condilomi HPV - Virus del papilloma umanoVirus del papilloma umano Circa 4 settimane Distruttiva (laser, crioterapia ecc.) SI a volte parziale Herpes genitalisHerpes virus IIDiversi giorni Sintomatica farmaci antivirali Non esiste terapia definitiva, il virus resta nell'organismo SifilideTreponema pallidum (batterio)Circa 3 settimaneAntibiotici SI se trattata precocemente Candida (infezioni fungine) MicetiDiversi giorniAntimicoticiSI Gonorrea Neissera gonorrhoeae - Haemophilus ducreyi (batteri) Alcuni giorniAntibiotici SI se trattata precocemente Epatite B e CHBV/HCV (virus) Da alcune settimane a diversi mesi Sintomatica farmaci antivirali Non esiste terapia efficace con certezza, a volte il virus persiste. ClamidiaChlamydia trachomatis (batterio)Diversi giorniAntibiotici SI se trattata precocemente Trichomonas Trichomonas vaginalis (protozoo) Diversi giorniTrichomonicidiSI HIV - AidsHIVHIV (virus) Test di sieropositività da 2 sett. a 3 mesi. La malattia si può manifestare anche dopo 12 anni dal contagio. AntiviraliNO Attualmente non esiste terapia in grado di eliminare il virus.Le terapie attuali sono in grado di prevenire l'evoluzione in malattia (nella maggioranza dei casi) Tipo di infezioneCausaTempi di incubazioneTerapiaGuarigione Condilomi HPV - Virus del papilloma umanoVirus del papilloma umano Circa 4 settimane Distruttiva (laser, crioterapia ecc.) SI a volte parziale Herpes genitalisHerpes virus IIDiversi giorni Sintomatica farmaci antivirali Non esiste terapia definitiva, il virus resta nell'organismo SifilideTreponema pallidum (batterio)Circa 3 settimaneAntibiotici SI se trattata precocemente Candida (infezioni fungine) MicetiDiversi giorniAntimicoticiSI Gonorrea Neissera gonorrhoeae - Haemophilus ducreyi (batteri) Alcuni giorniAntibiotici SI se trattata precocemente Epatite B e CHBV/HCV (virus) Da alcune settimane a diversi mesi Sintomatica farmaci antivirali Non esiste terapia efficace con certezza, a volte il virus persiste. ClamidiaChlamydia trachomatis (batterio)Diversi giorniAntibiotici SI se trattata precocemente Trichomonas Trichomonas vaginalis (protozoo) Diversi giorniTrichomonicidiSI HIV - AidsHIVHIV (virus) Test di sieropositività da 2 sett. a 3 mesi. La malattia si può manifestare anche dopo 12 anni dal contagio. AntiviraliNO Attualmente non esiste terapia in grado di eliminare il virus.Le terapie attuali sono in grado di prevenire l'evoluzione in malattia (nella maggioranza dei casi)

60 HPV Human Papilloma Virus Il Papillomavirus Umano (HPV), è un virus comune che infetta la pelle e le membrane mucose. Esistono oltre 150 tipi di HPV. Il Papillomavirus Umano (HPV), è un virus comune che infetta la pelle e le membrane mucose. Esistono oltre 150 tipi di HPV. I tipi di HPV che causano i comuni condilomi, simili alle verruche che si formano su mani e piedi, si trasmettono tramite il contatto cutaneo. Inoltre, è anche possibile contrarre questi tipi comuni di verruche dopo avere condiviso asciugamani od altri oggetti con una persona che ne è affetta. I tipi di HPV che causano i comuni condilomi, simili alle verruche che si formano su mani e piedi, si trasmettono tramite il contatto cutaneo. Inoltre, è anche possibile contrarre questi tipi comuni di verruche dopo avere condiviso asciugamani od altri oggetti con una persona che ne è affetta.

61 Circa 30 tipi di HPV si trasmettono esclusivamente tramite contatto intimo sessuale. Circa 30 tipi di HPV si trasmettono esclusivamente tramite contatto intimo sessuale. Questi tipi di HPV possono essere: 1) "ad alto rischio", quando persistono nellarco di parecchi anni, possono causare il cancro cervicale oppure 2) "a basso rischio", quando non sono oncogeni, ma possono causare condilomi. Questi tipi di HPV possono essere: 1) "ad alto rischio", quando persistono nellarco di parecchi anni, possono causare il cancro cervicale oppure 2) "a basso rischio", quando non sono oncogeni, ma possono causare condilomi. Esistono una dozzina di HPV ad alto rischio. I tipi 16 e 18 sono i più pericolosi, responsabili di circa il 70% di tumori della cervice uterina Esistono una dozzina di HPV ad alto rischio. I tipi 16 e 18 sono i più pericolosi, responsabili di circa il 70% di tumori della cervice uterina

62 Le infezioni genitali da HPV sono molto comuni, colpiscono fino all'80 per cento delle donne entro i 50 anni di età. Le infezioni genitali da HPV sono molto comuni, colpiscono fino all'80 per cento delle donne entro i 50 anni di età. L'HPV di per sé non è una malattia è un infezione. La maggior parte delle volte linfezione si risolve spontaneamente rimane asintomatica e non ha conseguenze sulla salute. L'HPV di per sé non è una malattia è un infezione. La maggior parte delle volte linfezione si risolve spontaneamente rimane asintomatica e non ha conseguenze sulla salute. Non esistono cure per l'HPV in sé, ma solo per le cellule anomale che si possono formare quando l'infezione persiste nel tempo. Non esistono cure per l'HPV in sé, ma solo per le cellule anomale che si possono formare quando l'infezione persiste nel tempo. Per sapere se si è infette occorre fare il PAP test ed eventualmente il test HPV Per sapere se si è infette occorre fare il PAP test ed eventualmente il test HPV

63 Il vaccino anti HPV LEmilia-Romagna, come le altre Regioni, ha in corso, dal 2008, un programma di vaccinazione gratuita rivolto alle adolescenti nel dodicesimo anno di vita contro i tipi 16 e 18 dellHPV LEmilia-Romagna, come le altre Regioni, ha in corso, dal 2008, un programma di vaccinazione gratuita rivolto alle adolescenti nel dodicesimo anno di vita contro i tipi 16 e 18 dellHPV Per ottenere la massima efficacia, il vaccino deve essere somministrato prima dellinizio dei rapporti sessuali. Per ottenere la massima efficacia, il vaccino deve essere somministrato prima dellinizio dei rapporti sessuali. Il vaccino anti HPV non protegge da tutti i tumori del collo dellutero, ma solo da quelli dovuti a infezione da HPV 16 e 18. Il vaccino anti HPV non protegge da tutti i tumori del collo dellutero, ma solo da quelli dovuti a infezione da HPV 16 e 18. Anche le ragazze vaccinate devono eseguire regolarmente il pap- test, un semplice esame che permette di evidenziare tutte le lesioni del collo dellutero Anche le ragazze vaccinate devono eseguire regolarmente il pap- test, un semplice esame che permette di evidenziare tutte le lesioni del collo dellutero Nella nostra regione è fatto gratuitamente ogni 3 anni a tutte le donne dai 25 ai 64 anni. Nella nostra regione è fatto gratuitamente ogni 3 anni a tutte le donne dai 25 ai 64 anni.


Scaricare ppt "La riproduzione. La divisione cellulare Interviene: Nellaccrescimento corporeo Nellaccrescimento corporeo Nella sostituzione delle cellule morte nelladulto."

Presentazioni simili


Annunci Google