La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

MATEMATICHE ELEMENTARI DA UN PUNTO DI VISTA SUPERIORE MORIGGI MICHELA Matricola 3711180 A.A. 2009/2010 I – AB – 01 – IO E I NUMERI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "MATEMATICHE ELEMENTARI DA UN PUNTO DI VISTA SUPERIORE MORIGGI MICHELA Matricola 3711180 A.A. 2009/2010 I – AB – 01 – IO E I NUMERI."— Transcript della presentazione:

1 MATEMATICHE ELEMENTARI DA UN PUNTO DI VISTA SUPERIORE MORIGGI MICHELA Matricola A.A. 2009/2010 I – AB – 01 – IO E I NUMERI

2 Cos'è esattamente la matematica? Molti hanno tentato, ma pochi sono riusciti a definirla; è sempre qualcos'altro. In poche parole la gente, tutti noi, sa che riguarda numeri, figure, relazioni, operazioni, le sue procedure formali hanno a che fare con assiomi, dimostrazioni, lemmi, teoremi che non sono cambiati dai tempi di Archimede.

3 Sin dai primi anni di vita ogni bambino, inconsapevolmente, incontra la matematica. Sin dai primi anni di vita ogni bambino, inconsapevolmente, incontra la matematica. Ricordo i miei primi giochi che, in qualche modo, erano le basi del mio pensiero matematico: con la mamma contavo i gradini della scala, con la nonna le caramelle e sapevo distinguere se erano più tante le mie o quelle di mio fratello!!

4 O il puzzle …. Trascorrevo ore ed ore in compagnia di mamma e papà per comporre figure o disegni rappresentati su tanti piccoli tasselli. Ogni pezzo in sé non aveva significato ma linsieme di essi componeva limmagine attesa. Trascorrevo ore ed ore in compagnia di mamma e papà per comporre figure o disegni rappresentati su tanti piccoli tasselli. Ogni pezzo in sé non aveva significato ma linsieme di essi componeva limmagine attesa.

5 Posso affermare che solamente con linizio della scuola primaria sono venuta a contatto con la matematica vera e propria.

6 Mi piaceva la matematica! Abbiamo iniziato con le prime operazioni e nemmeno sapevamo che stavamo facendo proprio quello che ci spaventava tanto: tutti ci dicevano: vedrai quando farai matematica a scuola, tutte le operazioni, tutte cose difficili … Invece, la nostra maestra è stata proprio brava, ce le ha insegnate come se fossero una cosa pratica, non astratta, da usare nella realtà quotidiana.

7 … e la stessa cosa ha fatto con i PROBLEMI: che bello risolverli tutti insieme, sembrava il gioco degli indovinelli!!

8 I MATERIALI E I SUPPORTI UTILIZZATI … Mi ricordo ancora quando divertiti e spensierati utilizzavamo l abaco !! Eravamo entusiasti di usare un nuovo strumento.. È così che abbiamo conosciuto i numeri, le unità e le decine e il meccanismo del CAMBIO

9 I MATERIALI E I SUPPORTI UTILIZZATI … oppure tutti quei rettangolini colorati e di diversa lunghezza : i regoli ! Fin da subito questi mattoncini hanno catturato la nostra attenzione! Chiusi nella loro valigetta, guai a perderli!!

10 Alletà di nove anni … Mentre ero in vacanza con i miei genitori notai un quadrato il quale mi affascinava molto,era il cubo di Rubik,lo comprai e cercai di risolverlo invano però. Passai settimane cercando di scoprire il suo segreto ma niente;ora quando ne vedo uno mi fa venire in mente questo brutto ricordo. Mentre ero in vacanza con i miei genitori notai un quadrato il quale mi affascinava molto,era il cubo di Rubik,lo comprai e cercai di risolverlo invano però. Passai settimane cercando di scoprire il suo segreto ma niente;ora quando ne vedo uno mi fa venire in mente questo brutto ricordo.

11 Con linizio della Scuola Media Inferiore mi sono trovata ad avere un rapporto con la matematica diverso, sostanzialmente cambiato. Infatti in questa età molte cose cambiano, non siamo più bambini ma siamo diventati adolescenti e non abbiamo più a che fare con la maestra ma con il professore! E stato per me un passaggio abbastanza complicato ma …

12 … come tutte le cose difficili quando si arriva alla soluzione la soddisfazione è ancora più grande!!

13 Qui ho incontrato un insegnante molto esigente, amante della materia, che ha trasmesso tutta la sua passione a noi alunni! Dopo le prime difficoltà, attraverso limpegno continuo, ho ottenuto risultati brillanti che hanno alimentato di più il mio amore per la matematica.

14 Il mio sogno è sempre stato quello di diventare uninsegnante: qualche tempo fa, ritrovando un mio vecchio quaderno di terza elementare, vidi scritta la domanda: COSA VUOI FARE DA GRANDE? la mia risposta era: LA MAESTRA!

15 E la scelta della scuola superiore è stata proprio orientata al mio sogno: LE MAGISTRALI. Tutti mi dicevano che, per unamante come me della matematica, sarei rimasta delusa dalla materia in quel tipo di istituto. Invece non fu così: la cosa che più mi piaceva era la dimostrazione dei problemi di geometria!

16 Ho avuto dopo la scuola superiore un periodo di STOP con la matematica. Infatti, nessun esame del corso di laurea in Scienze delleducazione riguardava la materia. Per fortuna, il lavoro che nel frattempo facevo di assistente educatrice, ha tenuto lontano la ruggine: ripassavo gli argomenti di matematica e geometria del programma delle elementari e trasmettevo la mia passione ai bambini che la odiavano!

17 Ora sono uninsegnante, ma il mio sogno non si è completamente realizzato: cè stata liscrizione ad una nuova facoltà ed eccomi qui a parlare di Matematica!

18 Posso affermare che la matematica è una disciplina che merita di essere conosciuta e quindi apprezzata. Non è riservata solo ai geni ma deve essere patrimonio comune di conoscenza poiché essa è presente nella quotidianità e non è fine a se stessa Non è riservata solo ai geni ma deve essere patrimonio comune di conoscenza poiché essa è presente nella quotidianità e non è fine a se stessa.

19 La conoscenza approfondita della matematica mi è servita per affrontare la vita di tutti i giorni. Penso che sviluppare il pensiero matematico aiuti notevolmente le nostre capacità organizzative e la risoluzione di problemi quotidiani!

20 È necessario però che vi siano degli educatori o insegnanti competenti che siano in grado di trasmettere la loro passione per stimolare gli alunni e fargli apprezzare questa materia.

21 Lo studio della matematica: abitua al ragionamento e alla riflessione, stimola le capacità di intuizione e lo spirito di ricerca, ha funzione educativa di pensiero, abitua alla chiarezza espositiva e precisione del linguaggio, sviluppa le capacità logiche e di astrazione, affina le capacità di sintesi, abitua a descrivere e matematizzare la realtà nei suoi vari aspetti e a considerare criticamente informazioni e ipotesi. La matematica ha profondi legami con l'arte, la musica e altre forme espressive, altresì è una disciplina indispensabile per tutta la ricerca scientifica e tecnologica, è uno strumento di modellazione e di calcolo per le scienze applicate e teoriche quali: la fisica, la chimica, la biologia, la medicina, l'economia, l'informatica, l'ingegneria………………. non sei convinto? VITA E fai bene perché, come i grandi ci ricordano, la matematica serve ma non basta per trovare il coraggio di spingere la Barca della vita fuori dal porto e incontrar …… la VITA.


Scaricare ppt "MATEMATICHE ELEMENTARI DA UN PUNTO DI VISTA SUPERIORE MORIGGI MICHELA Matricola 3711180 A.A. 2009/2010 I – AB – 01 – IO E I NUMERI."

Presentazioni simili


Annunci Google