La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

International Space Station (ISS): Contributi Europei L Europa partecipa al programma ISS secondo le seguenti modalità: In maniera diretta attraverso lo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "International Space Station (ISS): Contributi Europei L Europa partecipa al programma ISS secondo le seguenti modalità: In maniera diretta attraverso lo."— Transcript della presentazione:

1 International Space Station (ISS): Contributi Europei L Europa partecipa al programma ISS secondo le seguenti modalità: In maniera diretta attraverso lo sviluppo e la gestione sia di elementi di volo che delle infrastrutture di terra a loro associati: Columbus Laboratory Automated Transport Vehicle (ATV) Sviluppo di facilities multi–experiments nellambito del programma MicrogravityFacilities for Columbus Preparazione delle operazioni per la utilizzazione del modulo europeo della ISS Preparazione delle attività degli astronauti sulla ISS Mediante politiche di cooperazione e scambio con gli altri partner. In particolare il Nodo 2 e 3, il Data Management System per il Service Module (Zvezda) Russo, il European Robotic Arm, la Cupola, ed altri elementi sono sviluppati in tale ambito

2 The International Space Station ESA-COLUMBUS JAPAN USA CANADA RUSSIA ESA-ATV

3 International Space Station Programmi di partecipazione Europea La partecipazione europea alla International Space Station è stata formalmente definita dal Consiglio ESA nellOttobre del 95. In particolare è stata definita la partecipazione ai seguenti due programmi: Programma internazionale per lo sviluppo della ISS. Le stime relative a tale programma prevedevano nel 1995 una durata di 8 anni, dal 1996 al 2004 ed un impegno finanziario pari a 2561 ME per lo sviluppo sia del segmento di volo che di quello di terra. Programma per lo sviluppo delle Facilities per il Columbus, con un impegno finanziario pari a 207 ME 10 dei 15 Stati membri dellESA contribuiscono dal punto vista economico a tali programmi Development Programme 2651 ME 41% 27,6% 18,9% 3% 2,5% 2% 1,17% 0,94% 0,46% 0,4% 97,97% Microgravity Facilities for Columbus 207 ME 40% 22,8% 15,8% 10% 4% 2% 1,93% 1,5% - 98,03% D F I B CH E DK NL N S Total M E : Million of Euro

4 Descrizione tecnica del Columbus Laboratory Il Columbus Laboratory è un modulo pressurizzato ed abitabile che verrà portato in orbita mediante uno Space Shuttle ed agganciato al Nodo 2 dell ISS Esso è stato progettato per alloggiare sia moduli pressurizzati che esterni. Al momento sono previste le seguenti facilities interne: FSL (Fluid Science Laboratory) EPM (European Phisiologic Module) EDR (European Drawer Rack) MSL (Material Science Laboratory) Biolab Inoltre il Columbus è dotato di una struttura esterna che consente di accomodare fino a 4 Payloads per la sperimentazione nellambito della Scienza della Terra e Scienza dello Spazio Launch date : end 2007 (tbc) Launch mass of kg, 6,7m long, 4,5m diameter Accomodation of external payloads : attachment structures for 4 Express Pallet adapters Sized for 20kW of power provided by the station. 13.5kW available for payload Up to 15 years on-orbit lifetime in maintenance and repair

5 ESAS COLUMBUS LABORATORY The International Space Station (status July 2001)

6 E costituito da una struttura principale, un modulo non pressurizzato per il trasporto del propellente, dellacqua e gas, e da un modulo pressurizzato per il trasporto di apparecchiature scientifiche e logistiche. Lanciato mediante Ariane 5 da Kourou, attraccherà alla ISS nella parte Russa dopo due giorni di volo automatico. Capacità totale, 9 t di cui: 5.5 t di apparecchiature 840 Kg di acqua e 100 di gas 860 Kg di propellente per le manovre di assetto della ISS 4.7 t di propellente per il reboost della ISS First operational flight : 2005 (tbc) Operational flight rate : approximately 1 flight/15 months Overall length 10.3 m, diameter 4,5 m, Total launch mass up to 20.7 t, with up to 9 t of cargo. Descrizione tecnica dellAutomated Transfer Vehicle (ATV)

7 Europeans in space and means to get there ISS ATV

8 In particolare lESA ha concentrato il proprio sforzo nei seguenti settori: Scienza della vità e fisiologia umana Scienza dei Fluidi Scienza dei Materiali Le diverse piattaforme che consentono di realizzare condizioni di microgravità sono le seguenti: Torri a Caduta Voli Parabolici Razzi Sonda Capsule Orbitanti Stazioni Spaziali Cosa è la Microgravità? Per microgravità si intende una condizione di assenza di peso (o quasi!) che viene realizzata quando una forza si oppone ed annulla la forza di gravità esercitata dalla terra. La microgravità rende possibile evidenziare una serie di fenomeni che sulla terra sono nascosti dalla forza di gravità e che possono avere diverse ricadute di tipo scientifico ed applicazioni pratiche.

9 Programma Scientifico dellESA nel settore della Microgravità Facility dellESA sviluppate e future: Material Sciences Double Rack SLED – Effetti dellassenza di peso sul sistema vestibolare umano BIORACK – Studio delle cellule e di sistemi biologici compless ANTHRORACK – Misure fisiologiche Fluid Physics Double Rack – Scienza dei Fluidi EURECA facilities – Scienze dei Materiali e Scienze della Vita Bubble Drop and Particle Unit Critical Point Facility Advanced Gradient Heating Facility Autonomous Fluid Physics Module Advanced Protein Crystallization Facility Glovebox

10 Organico di 13 astronauti Astronauti europei LESA ha creato nel 1998 un unico European Astronaut Corps: i singoli programmi nazionali per laddestramento degli astronauti furono unificati in un unico programm europeo. LESA ha avuto 18 missioni con propri astronauti.

11 Astronauti europei (October 2004) Atronauti ESA: Jean-François Clervoy (Francia) Pedro Duque (Spagna) Léopold Eyharts (Francia) Reinhold Ewald (Germania) Christer Fuglesang (Svezia) André Kuipers (Paesi Bassi) Paolo Nespoli (Italy) Claude Nicollier (Svizzera) Thomas Reiter (Germania) Hans Schlegel (Germania) Gerhard Thiele (Germania) Roberto Vittori (Italia) Frank De Winne (Belgio)

12 Human spaceflight: Gaining experience Gli astronauti ESA si stanno addestrando per lavorare sulla International Space Station. Missioni US Shuttle: (12) Missioni a bordo della Mir: (3) Voli Soyuz verso la ISS: (5) Spacelab-1: 28 Nov./ 8 Dec. 1983, Spacelab IML-1: 22 / 30 Jan. 1992, Eureca: 31 July / 8 Aug. 1992, HST First Servicing Mission: 2 / 13 Dec. 1993, Atlas-3: 3 / 14 Nov. 1994, Spacelab D-1: 30 Oct. / 6 Nov. 1995, TSS-IR: 22 feb. / 9 March 1996, 6th Shuttle/Mir station mission: 15 / 24 May 1997, Spacelab: 29 Oct. / 7 Nov. 1998, HST Third Servicing Mission: 19 / 27 Dec.1999, SRTM: 11 / 12 Feb. 2000, 9th Flight Shuttle/ISS with MPLM (sts 100): 19 April / 1st May 2001 EUROMIR 94: 3 Oct. / 4 Nov. 1994, EUROMIR 95: 3 Sept / 29 Feb. 1996, Mission PERSEUS: 20 Feb. / 28 Aug Andromède (Fr): 21 / 31 Oct. 2001, Marco Polo (I): 25 April / 5 May 2002, Odissea (B): 30 Oct. / 10 Nov. 2002, Cervantes (E) ; 18 Oct. / 28 oct 2003, Delta (NL) : 19 / 30 April 2004.

13 Spacelab ed Euromir Spacelab Euromir Un modulo pressurizzato progettato e realizzato dallESA per la sperimentazione in orbita. Messo e mantenuto in orbita per mezzo di uno Shuttle. 20 le missioni effettuate missioni con astronauti ESA e di altre agenzie. Neurolab è stata lultima missione, effettuata nel Missioni a bordo della MIR: - Euromir 94 (3 Ott - 4 Nov giorni) - Euromir 95 (3 Sett Feb giorni) Maggiori Risultati: - Esperienza di lunga permanenza nello spazio - Conduzione di esperimenti a bordo di una stazione spaziale.

14 Astronauti Europei nello spazio R. VITTORI MARCO POLO 2002 P.DUQUE CERVANTES 2003 F. de WINE ODISSEE 2002 C.NICOLLIER STS-103/HST 1999


Scaricare ppt "International Space Station (ISS): Contributi Europei L Europa partecipa al programma ISS secondo le seguenti modalità: In maniera diretta attraverso lo."

Presentazioni simili


Annunci Google