La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il paese ritrovato Anno Scolastico 2007/2008 ISTITUTO COMPRENSIVO di GATTEO Via Don Ghinelli 8 - 47043 Gatteo Dirigente Scolastico Prof. Giovanni Taormina.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il paese ritrovato Anno Scolastico 2007/2008 ISTITUTO COMPRENSIVO di GATTEO Via Don Ghinelli 8 - 47043 Gatteo Dirigente Scolastico Prof. Giovanni Taormina."— Transcript della presentazione:

1 Il paese ritrovato Anno Scolastico 2007/2008 ISTITUTO COMPRENSIVO di GATTEO Via Don Ghinelli Gatteo Dirigente Scolastico Prof. Giovanni Taormina Insegnante referente Loretta Buda

2 Il paese ritrovat O ritrovat O 2

3 Dalle Indicazioni per il curricolo Dalle Indicazioni per il curricolo Per una nuova cittadinanza La scuola si apre alle famiglie e al territorio circostante, facendo perno i strumenti forniti dall'autonomia scolastica, che prima di essere un e di norme a un modo di concepire il rapporto delle scuole con le comunità di appartenenza, locali e nazionali. La scuola persegue una doppia linea formativa: verticale e orizzontale. La linea verticale esprime l'esigenza di impostare una formazione che possa poi continuare lungo I'intero arco della vita; quella orizzontale indica la necessità di un'attenta collaborazione fra la scuola e gli attori extrascolastici con funzioni a vario titolo educative: Ia famiglia in primo luogo. In quanto comunità educante, la scuola genera una diffusa convivialità relazionale, intessuta di linguaggi affettivi ed emotivi, e è anche in grado di promuovere la condivisione di quei valori che fanno sentire i membri della società come parte di una comunità vera e propria. La scuola affianca al compito dellinsegnare ad apprendere" quello "dell'insegnare a essere….. …educare alla convivenza proprio attraverso la valorizzazione delle diverse identità e radici culturali 3

4 Il progetto, utilizzando la memoria come scambio e comunicazione, si connota come contenitore di opportunità formative che consentono alle diverse realtà territoriali di esprimersi, di raccontare la storia di soggetti, che hanno lasciato tracce, segni e testimonianze. Le storie e il raccontare, sono diventati il termine di una relazione che unisce soggetti, vissuti, sfondi narrativi, sentimenti ed emozioni. Vivere in una storia, avere storie in comune, è un modo di sentirsi «in sintonia» con la realtà; in definitiva, di sentirsi a casa. Tempo, memoria, narrazione sono i cardini intorno ai quali gravitano le finalità del progetto. Memoria intesa come valorizzazione di ogni soggettività che si costruisce dentro il legame con la propria storia. La storia siamo noi,siamo la nostra storia nella Storia; affidare al racconto le esperienze vissute significa comprendere la necessità di dare ordine a quanto accade, conservarne la memoria, creare un senso di appartenenza. Accanto alla memoria, intesa come ricordo dei grandi eventi celebrati e istituzionalizzati nelle date che segnano la storia del nostro Paese, esiste anche una piccola memoria che precede e sostanzia ogni progetto di vita. Per la Scuola avere memoria, educare alla memoria, significa costruire una difesa nei confronti di una quotidianità che si ostina a dare valore, solo e sempre, a ciò che è dimostrabile e reale, per aiutare le nuove generazioni a vivere consapevolmente il presente e partecipare alla vita collettiva in modo responsabile. Dal Progetto: Il paese ritrovato 4

5 I.C. GATTEO Una nuova realtà istituzionale Il paese ritrovato Il progetto: Il paese ritrovato predisponendosi alla trasformazione istituzionale in atto si propone di : favorire momenti di progettazione condivisa con i diversi ordini di scuola per la realizzazione di azioni educative volte a rivalutare la Scuola come luogo di crescita e rielaborazione; DI valorizzare e collegare le opportunità formative – culturali esistenti nel territorio E consolidare, nei bambini e nelle bambine lappartenenza alla propria comunità locale per la costruzione di un patto educativo con i genitori e le istituzioni. INFINE ……. … nella consapevolezza che, l 'intero percorso scolastico dovrebbe essere un progetto alI'interno del quale collocare esperienze differenti nel rispetto del carattere unitario e complesso dell'apprendimento, il progetto si pone in linea di continuità con progettualità che caratterizza la scuola media. Il proposito è quello di costruire un contesto collettivo di domande e di risposte. Interrogazioni che richiedono un tempo speciale, diverso da quello frammentato dell'ennesima proposta aggiuntiva; un tempo che costruisca connessioni con la cornice nella quale tutti ( docenti, alunni e alunne) siamo chiamati a vivere. 5

6 Le proposte Leterno:- che cè di nuovo ?- allarga orizzonti ma se diventa lunica domanda rischia di produrre solo detriti che causeranno lostruzione di domani. Mi piacerebbe invece interessarmi alla domanda :- che cè di meglio da fare?- che scava più in profondità che in ampiezza. R.M. Pirsig Lo zen e l'arte della manutenzione della motocicletta Nella piena consapevolezza che ogni azione didattica è sempre il frutto di singole direzionalità che interagiscono e si influenzano vicendevolmente, nel suo terzo anno di realizzazione il progetto propone solo itinerari di lavoro. I percorsi e le strategie metodologiche cresceranno dallincontro con gli alunni, con i docenti e gli esperti. 6

7 Essendo, il progetto, aperto a molteplici opportunità formative, si presentano indicazioni di lavoro, tracce che orienteranno l agire di ciascuna classe. I percorsi e le strategie metodologiche cresceranno e si modificheranno grazie allincontro con gli esperti, gli insegnanti e i genitori. Opportunità FORMATIVEDESTINATARIRapporti /COLLABORAZIONI Dove nascono le storie Il racconto e la poesia dei luoghi : Far parlare i silenzi Bambini/bambine, insegnanti, genitori,cittadini.. Centri di formazione territoriale. SD/Atelier delle Figure, Cervia Bottega del Teatro Ente locale, famiglie,autobiografi volontari, associazioni operanti sul territorio. Reciprocità:io, tu, noi...e loro? Culture Intercuiltura Bambini/bambine, insegnanti, genitori,concittadini e residenti stranieri. Centri di formazione territoriali SD/Atelier delle Figure, Cervia Ente locale, famiglie,autobiografi volontari, associazioni operanti sul territorio. Memoria e identità: le storie dellabitare Bambini/bambine, insegnanti, genitori,cittadini. Ente locale, famiglie, gruppi spontanei, associazioni operanti sul territorio. SD/Atelier delle Figure, Cervia. 7

8 Opportunità FORMATIVEDESTINATARIRapporti /COLLABORAZIONI Incontrar-arti Creare connessioni fra lesperienza artistica e laquotidianità per creare legami e far nascere storie. Bambini/bambine, insegnanti, genitori,cittadini.. Centri di formazione territoriale. SD/Atelier delle Figure, Cervia Bottega del Teatro Associazioni culturali Ente locale, famiglie,a biografi volontari, associazioni operanti sul territorio. Infanzia ieri e oggi Bambini/bambine, insegnanti, genitori,concittadini,ex allievi Istituto d.Ghinelli. Testimoni – Operatori comunità don Ghinelli Associazione Ex allievi e amici. Ente locale, famiglie,biografi volontari, associazioni di volontariato operanti sul territorio. IL PAESE: museo diffuso Dal solito allinsolito Allestimento di mnemoteche locali Bambini/bambine, insegnanti, genitori,cittadini. Ente locale, famiglie, esperti, gruppi spontanei. ITALIA NOSTRA vallate dellUso e del Rubicone SD/Atelier delle Figure, Cervia Nelle pagine successive : le tematiche già affrontate negli anni precedenti.Nelle pagine successive : le tematiche già affrontate negli anni precedenti. 8

9 Declinazioni Didattiche Collaborazioni Partecipazioni Estensioni SCUOLAFAMIGLIA TERRITORIO Ambiti dintervento disciplinari Ricerche Racconti Esperienze Ricordi Progetto : PAESE RITROVATO Il Mondo dellaria Parole svolazzanti Ricordi : di aria e di fiato Giochi daria Aquilone Bolle di sapone Girandola Strumenti musicali costruiti dai bambini (pettine e carta velina –zufolo) Aria odorosa Fragranze e fetori Aria Sonora Zufolate fiscèdifischiate (trovare disponibilità ad insegnare a fischiare ) Canzoni Congiure sonore I r ichiami di caccia Le voci della natura Le voci della notte Aria animata La danza – ballo 9

10 Declinazioni Didattiche Collaborazioni Partecipazioni Estensioni SCUOLAFAMIGLIA TERRITORIO Ambiti dintervento :disciplinari Ricerche Racconti Esperienze Ricordi Progetto : PAESE RITROVATO FUOCO Miti, Leggende, Riti Feste Canti poesie Storie fiabe, leggende di fuoco Il mondo del fuoco Parole di fuoco Crepitii,Scoppiettii e canti Sentirsi fuoco Ricordi : di fuoco Il fuoco nella quotidianità Luoghi, oggetti, spazi, avventure, disavventure Fuoco benevolo Fuoco distruttore Fuoco domestico Sacralità del fuoco Segni del fuoco Sulle TRACCE DI ANTICHI RITI 10

11 Declinazioni Didattiche Collaborazioni Partecipazioni Estensioni SCUOLAFAMIGLIATERRITORIO Ambiti dintervento : disciplinariPartecipazioni mediante Progetto : PAESE RITROVATO Il Mondo dellacqua Ricordi :di vita: ACQUA Ritmi., melodie- flussi e riflussi Orazioni per lacqua Acque dautore Acque del mito Proverbi Giochi dacqua Fatiche. dacqua Sensi dacqua Suoni Sospiri Tocchi Forme Zampilli Canti I lavatoi Attraversamenti (ponti) Pozzi Mare Specchi dacqua 11

12 Declinazioni Didattiche Collaborazioni PartecipazioniEstensioni SCUOLAFAMIGLIA TERRITORIO Ambiti dintervento disciplinari Ricerche Racconti Esperienze Ricordi Progetto : PAESE RITROVATO Partenze, ritorni arrivi : vissuti MIGRANTI Le spartenze Vite StraniereVite Straniere Vite separate, vite raccontateVite separate, vite raccontate Terre promesseTerre promesse Racconti vita.Racconti vita. Romagna mia nostalgieRomagna mia nostalgie 12

13 Declinazioni Didattiche Collaborazioni Partecipazioni Estensioni SCUOLAFAMIGLIA TERRITORIO Ambiti dintervento :disciplinariRicerche Racconti Esperienze Ricordi Progetto : PAESE RITROVATO Il tempo del Cera e del non cera. Fiabe, fole, magie. TRADIZIONI 13

14 Declinazioni Didattiche Collaborazioni Partecipazioni Estensioni SCUOLAFAMIGLIA TERRITORIO Ambiti dintervento :disciplinari Ricerche Racconti Esperienze Ricordi Progetto : PAESE RITROVATO TANTI APPETITI IL CIBO delle FESTE RELIGIOSE IL CIBO NELLA TRADIZIONE POPOLARE 14

15 Declinazioni Didattiche Collaborazioni Partecipazioni Estensioni SCUOLAFAMIGLIA TERRITORIO Ambiti dintervento :disciplinari Ricerche Racconti Esperienze Ricordi Progetto : PAESE RITROVATO StorieIN-CANTO Musica e canti della tradizione 15

16 Declinazioni Didattiche Collaborazioni Partecipazioni Estensioni SCUOLAFAMIGLIA TERRITORIO Ambiti dintervento :disciplinari Ricerche Racconti Esperienze Ricordi Progetto : PAESE RITROVATO Le danze e il ballo 16

17 Proposta Ritrovare un paese ma anche Ri-TROVARSI IN PAESE Vivere, animare il centro storico. Giornata mondiale della poesia ll 21 Marzo è la data scelta dallUNESCO per celebrare in tutto il mondo la Giornata Mondiale della poesia; una giornata nella quale sarà possibile realizzare attività e manifestazioni finalizzate alla divulgazione e alla promozione della stessa. Le scuole primarie del comune, aderendo alla proposta della Bottega del teatro, hanno solennizzato la poesia realizzando due eventi : 19 marzo 2006 IL falò di S. Giuseppe( comunità d. Ghinelli ) 20 marzo 2007 VOLO e DONO ( AVIS Gatteo ) 17


Scaricare ppt "Il paese ritrovato Anno Scolastico 2007/2008 ISTITUTO COMPRENSIVO di GATTEO Via Don Ghinelli 8 - 47043 Gatteo Dirigente Scolastico Prof. Giovanni Taormina."

Presentazioni simili


Annunci Google