La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lezioni di Gestione della Qualità Alcuni appunti sul controllo qualità in un processo produttivo Lezioni per i Corsi di Laurea Magistrale di Ingegneria.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lezioni di Gestione della Qualità Alcuni appunti sul controllo qualità in un processo produttivo Lezioni per i Corsi di Laurea Magistrale di Ingegneria."— Transcript della presentazione:

1 Lezioni di Gestione della Qualità Alcuni appunti sul controllo qualità in un processo produttivo Lezioni per i Corsi di Laurea Magistrale di Ingegneria Chimica a.a

2 LE NOVITA DEL PACCHETTO ISO INTRODUZIONE DEL CONCETTO DI CONTROLLO DEL PROCESSO DI PRODUZIONE Elemento Chiave

3 Le azioni per il controllo di un processo operativo l Determinazione dei valori di specifica (caratteristiche ed attributi) e dei limiti di variabilità accettabili (tolleranze) (esigenze del "cliente al quale è destinato loutput del Processo) variabilità l Scelta di: procedimenti, materiali, mezzi, risorse e metodi Elemento Chiave

4 PROCESSO INPUT (un prodotto, un componente, un materiale, un semilavorato, ecc.) OUTPUT (un prodotto, un componente, un materiale, un semilavorato, ecc.) MACCHINA (attrezzature, dispositivi, strumenti) MANO D'OPERA (istruzione,addestramento, professionalità) METODI (procedure o prassi, modalità di misura e prova, aspetti organizzativi e gestionali) MATERIALI (di input od ausiliari) Elemento Chiave

5 La variabilità Cause comuni o normali Cause speciali STUDIO DEL PROCESSOSTUDIO DEL PROCESSO DIAGNOSI DEL PROCESSODIAGNOSI DEL PROCESSO Elemento Chiave

6 Variabilità dovuta a cause comuni l Materiali non omogenei, l usura degli utensili, l alimentazione elettrica non costante, l distribuzione della temperatura non costante in un forno, l ecc… Elemento Chiave

7 Variabilità dovuta a cause speciali Le 4M l la mano dopera; l le macchine; l i materiali; l i metodi. Elemento Chiave

8 Studio della capacità "naturale" del processo Il processo, definito nelle sue configurazioni e scelte di massima (le 4 M), deve essere studiato, provato (studio di processo o della capacità del processo) PER VALUTARNE LE CAPACITÀ REALI A FRONTE DI QUANTO SPECIFICATO PER VALUTARNE LE CAPACITÀ REALI A FRONTE DI QUANTO SPECIFICATO (valori e criteri di accettazione) Elemento Chiave

9 Un esempio: il Carter di una Pompa di Lubrificazione

10 Studio delle capacità "naturali" del processo nell'ambito di sole variazioni casuali, legate cioè solo ai fattori di variabilità intrinseci di quel processo Le azioni per il controllo di un Processo operativo

11

12 Valutazione della capacità del processo Cp = Tolleranza di disegno / Dispersione del processo Tolleranza prodotto

13 PROCESSO STABILE e PROCESSO CAPACE = PROCESSO NEL QUALE SI E IN GRADO DI CONTROLLARE LA VARIABILITA = PROCESSO LA CUI VARIABILITA NATURALE CONSENTE DI RISPETTARE LE SPECIFICHE ED I RELATIVI LIMITI DI ACCETTAZIONE PROCESSO LA CUI VARIABILITA NATURALE CONSENTE DI RISPETTARE LE SPECIFICHE ED I RELATIVI LIMITI DI ACCETTAZIONE Elemento Chiave

14 Oppure (se è possibile controllare direttamente le variabili del Processo) Studio della RICETTA: l Saldatura l Trattamento termico l Sterilizzazione, lavaggio, preparazioni chimiche l Verniciatura l Montaggio, assemblaggio, stampaggio l Lerogazione di un servizio, la preparazione di un cibo, laccoglienza di un cliente al desk, un servizio telefonico…. Elemento Chiave

15 Strumenti per controllare i processi operativi IL CONTROLLO DI PROCESSO PUÒ FARE USO: –prevalente della statistica (Statistical Process Control) e/o – di procedure (eventualmente qualificate) e/o di prassi consolidate ("le ricette") Elemento Chiave

16 Controllo di un processo operativo l DIRETTO (VARIABILI ED ATTRIBUTI DEL PROCESSO QUALI CARATTERISTICHE MATERIALI, MACCHINE ED ATTREZZATURE, COMPORTAMENTI, ….) l INDIRETTO (CAMPIONI PRELEVATI DALLA PRODUZIONE…) Spesso il controllo è sia diretto che indiretto Elemento Chiave

17 l il controllo può essere fatto – dall operatore stesso –o da altri –o in modo automatico da macchine ed attrezzature –o dispositivi tramite per esempio l'uso di adeguati sistemi di controllo, l sia direttamente sui parametri di processo (flusso, temperatura, pressione, ed altri parametri fisico-chimici o tecnici) l che indirettamente con misure e prove od osservazioni effettuate sul prodotto (verifiche di prodotto) Chi controlla il processo Elemento Chiave

18 ...SEGUE - CONTROLLO DELLA QUALITÀ IL CONTROLLO DELLA QUALITÀ IMPLICA TECNICHE ED ATTIVITÀ A CARATTERE OPERATIVO VOLTE –SIA A TENERE SOTTO CONTROLLO I PROCESSI OPERATIVI, –SIA AD ELIMINARE LE CAUSE DI CARENZE IN DETERMINATE FASI DEL "CERCHIO O SPIRALE DELLA QUALITÀ", AI FINI DI UNA MAGGIORE EFFICIENZA ECONOMICA. Elemento Chiave

19 CONTROLLO QUALITA ISPEZIONE attività mirate a tenere sotto controllo, a governare, a regolare un processo operativo attività di verifica della conformità di un prodotto o di un processo Elemento Chiave

20 CONTROLLO QUALITA APPLICATO AI PROCESSI OPERATIVI SIGNIFICA APPLICARE I CONCETTI MODERNI DEL CONTROLLO (Deming, Ishikawa) OVVERO DEL P, D, C, A Elemento Chiave

21 l PLAN: PIANIFICA, STANDARDIZZA, DETERMINA GLI OBIETTIVI ED I METODI PER RAGGIUNGERE GLI OBIETTIVI, ISTRUISCI ED ADDESTRA IL PERSONALE l DO: FAI, SVOLGI IL LAVORO l CHECK: MISURA, VERIFICA GLI EFFETTI DELL'APPLICAZIONE l ACT: AGISCI, CORREGGI, MIGLIORA ADOTTANDO LE AZIONI NECESSARIE DI CORREZIONE E DI MIGLIORAMENTO IL NUOVO CQ SI ATTUA ATTRAVERSO LA SEQUENZA Elemento Chiave

22 IL CONTROLLO DI PROCESSO NELLE ISO 9001 ED. 94 l IL CONTROLLO DEI PROCESSI OPERATIVI E GESTIONALI consente di realizzare il prodotto richiesto dal cliente l I PROCESSI DA TENERE SOTTO CONTROLLO SONO QUELLI CHE HANNO DIRETTA INFLUENZA SULLA QUALITA DEL PRODOTTO Elemento Chiave


Scaricare ppt "Lezioni di Gestione della Qualità Alcuni appunti sul controllo qualità in un processo produttivo Lezioni per i Corsi di Laurea Magistrale di Ingegneria."

Presentazioni simili


Annunci Google