La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

2 Watson (1913) La Psicologia così come la vede il comportamentista NASCITA DEL BEHAVIORISMO: La psicologia come la vede il comportamentista è un settore.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "2 Watson (1913) La Psicologia così come la vede il comportamentista NASCITA DEL BEHAVIORISMO: La psicologia come la vede il comportamentista è un settore."— Transcript della presentazione:

1

2 2 Watson (1913) La Psicologia così come la vede il comportamentista NASCITA DEL BEHAVIORISMO: La psicologia come la vede il comportamentista è un settore della scienza naturale del tutto obiettivo e sperimentale. Dal punto di vista teorico, il suo obiettivo è la previsione e il controllo del comportamento

3 3 Il comportamentismo trasse ispirazione dalloggettivismo e dalla psicologia animale Il comportamento è tutto ciò che lorganismo fa e dice

4 4 TEORIA STIMOLO-RISPOSTA (S-R) Stimolo: qualsiasi elemento dellambiente circostante in grado di provocare una risposta dellorganismo Risposta: reazione, movimento provocato dallo stimolo risposta esterna risposta interna

5 5 Elementi fondamentali del behaviorismo: IMPOSTAZIONE PERIFERALISTA: spiega ogni evento della condotta e della vita psichica in termini di abitudini motorie, viscerali… Il pensiero è considerato una forma di comportamento motorio implicito (movimenti verbali impliciti)

6 6 il bambino parla incessantemente da solo…fa il programma della sua giornata ad alta voce […] Sempre ad alta voce egli dà espressione ai suoi desideri, speranze, paure […] Ben presto le regole repressive della società vengono imposte al suo modo di comportarsi. Osservando i genitori il bambino sembra dire a se stesso «Non parlare ad alta voce, papà e mamma non fanno così». In breve tempo i discorsi ad alta voce diventano un discorso bisbigliato. Un gran numero di individui non riesce ad oltrepassare lo stadio del bisbiglio neppure quando sono soli. Però la stragrande maggioranza delle persone, sotto linfluenza delle continue pressioni sociali, passa a contenere il processo verbale al di qua delle labbra

7 7 AMBIENTALISMO: Watson ha esaltato il ruolo determinante dellambiente nella formazione delle abitudini.

8 8 Datemi una dozzina di bambini sani, ben formati, inseriti in un ambiente come intendo io per tirarli su e vi garantisco che, dopo averlo preso a caso, farò di ognuno di loro uno specialista a piacere – un dottore, un avvocato, un artista oppure persino un mendicante o un ladro – a prescindere dal suo talento, dalla sua vocazione, dalla sua tradizione di famiglia e dalle sue attitudini, inclinazioni, tendenze, capacità

9 9 APPRENDIMENTO: tutti quegli aspetti del comportamento umano che sembrano istintivi, secondo Watson non sono altro che risposte socialmente condizionate.

10 10 I bambini vanno trattati con buon senso. Trattali come se fossero giovani adulti; vestili e lavali con cura e circospezione. Il tuo comportamento deve essere sempre obiettivo e gentile, ma fermo; non abbracciarli o baciarli mai e non lasciarli sedere sulle tue ginocchia. Se proprio è necessario, dà loro un bacio in fronte quando ti danno la buonanotte e alla mattina stringi loro la mano. Se sono riusciti benissimo in un compito difficile, dà loro un amichevole buffetto sulla testa. Prova, e in una settimana vedrai comè facile essere perfettamente obiettivo, ma nello stesso tempo gentile, con tuo figlio e proverai vergogna del modo sentimentale in cui lo avevi trattato

11 11 Apprendimento: processo che consente una modificazione durevole del comportamento per effetto dellesperienza Abitudine: prodotto terminale dellapprendimento; modalità dessere e di agire che tende a ripetersi in forma pressoché identica Adattamento: processo attraverso cui un individuo o un gruppo stabiliscono con il proprio ambiente naturale e sociale una condizione di equilibrio

12 APPRENDIMENTO CONDIZIONAMENTO CLASSICOOPERANTE

13 13 condizionamento classico (Pavlov): forza dellassociazione tra lo stimolo di base e quello condizionato condizionamento operante (Skinner): meccanismo di premi e punizioni che agiscono come rinforzi per collegare stimolo e risposta

14 CONDIZIONAMENTO CLASSICO (PAVLOV)

15 Termini tecnici Il cane saliva alla vista della carne Carne STIMOLO INCONDIZIONATO (SI) Salivazione alla vista della carne RISPOSTA INCONDIZIONATA (RI) Poco prima della presentazione della carne viene fatto suonare un campanello STIMOLO NEUTRO (SN) Con il ripetersi nel tempo di tale situazione : suona il campanello STIMOLO CONDIZIONATO (SC) e il cane saliva RISPOSTA CONDIZIONATA (RC)

16 Lorganismo impara che un particolare comportamento produce una particolare conseguenza Il topo posto in una gabbia che urta casualmente ad una leva azionando un meccanismo di fuoriuscita di cibo tenderà a ripetere il comportamento Nel bambino elogi (premi ) o rimproveri ( punizioni) fungono da rinforzi positivi o negativi per lapprendimento di alcuni comportamenti Si basa sulla possibilità di fare acquisire o di scoraggiare determinati comportamenti mediante RINFORZI o PUNIZIONI

17 Tipi di rinforzo: Intrinseci provengono dallinterno dellindividuo e coinvolgono sentimenti di soddisfazione e percezione di autocompetenza Estrinseci provengono dallambiente (es. voti – pagamento per un lavoro) Uno stimolo in grado di accrescere la probabilità che un comportamento venga ripetuto e dunque APPRESO

18 18 Lobiettivo dello psicologo comportamentista non è solo quello di osservare il comportamento, ma soprattutto quello di prevederlo

19 19 Limiti della visione comportamentistica: esperimenti condotti su animali dato esterno come unico motore del comportamento

20 20 NEO-COMPORTAMENTISMO (dagli anni 30-40) Sviluppo delle neuroscienze: - attività nervosa: fenomeno altamente strutturato - sistema nervoso è sempre in condizioni di attività

21 21 Hull (1943): comportamento come possibilità di ridurre una condizione di bisogno (drive) Tolman (1951): comportamento guidato da scopi e intenzioni (senso della meta) MODELLO S–O–R: la mediazione dellorganismo

22 22 NEO-BEHAVIORISMO IN PSICOLOGIA SOCIALE: LUniversità di Yale è uno dei centri più fecondi del neo-behaviorismo in Psicologia sociale. allargare il concetto di stimolo e risposta sperimentazione sulluomo

23 23 Miller e Dollard (1941): ruolo dei meccanismi imitativi nel corso della socializzazione Socializzazione: processo di adattamento al mondo degli adulti Imitazione: viene appresa perché vengono rinforzati vari comportamenti imitativi

24 24 Bandura e Walters (1963): lapprendimento sociale può avvenire spontaneamente, al di là dei rinforzi tradizionali apprendimento osservativo rinforzo vicariante


Scaricare ppt "2 Watson (1913) La Psicologia così come la vede il comportamentista NASCITA DEL BEHAVIORISMO: La psicologia come la vede il comportamentista è un settore."

Presentazioni simili


Annunci Google