La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Individuo e società sono spesso considerati due concetti separati ed autonomi come se il singolo fosse un essere che esiste interamente per sé solo, e.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Individuo e società sono spesso considerati due concetti separati ed autonomi come se il singolo fosse un essere che esiste interamente per sé solo, e."— Transcript della presentazione:

1 Individuo e società sono spesso considerati due concetti separati ed autonomi come se il singolo fosse un essere che esiste interamente per sé solo, e la società come un qualcosa che inspiegabilmente esiste al di là dei singoli (Elias, 1967)

2 Tra la fine dell800 e linizio del 900 Psicologia e Sociologia si dividono i rispettivi campi del sapere: Psicologia: lindividuo nella sua unità soma- psiche Sociologia: la società, con le sue strutture e le sue dinamiche

3 Sono due aspetti dellessere umano strettamente interrelati

4 Lantropologia culturale ha da tempo sottolineato come, nel processo evolutivo della nostra specie, la dimensione sociale e culturale si intrecci strettamente con la dimensione biologica

5 AMBIENTE/ CONTESTO SOCIALE ESSERE UMANO INFLUENZA SUI PROCESSI PSICOLOGICI E SULLESPERIENZA PERSONALE COMPETENZE ATTIVE PER LA MODIFICA DELLAMBIENTE BISOGNI

6 I concetti di individuo e società si costituiscono attraverso le vicende storiche e le differenti culture.

7 Le nozioni di individualità e disoggettività costituiscono un essenziale fondamento etico giuridico politico della società a) INDIVIDUO

8 lessere umano era considerato come avente valore solo perché appartenente a una comunità (la polis dellantica Grecia) La natura degli esseri umani è egoistica e necessita di processi di educazione, di socializzazione per facilitare la vita di gruppo o essi sono sociali per natura e lasocialità è frutto di cattive influenze? Nel pensiero antico

9 Le due principali tendenze del pensiero sociale sono state definite Platonica ed Aristotelica: PLATONEARISTOTELE primato dello Stato sullindividuo luomo deve essere educato alla vita collettiva luomo è un animale ragionevole e sociale. la polis esiste per natura

10 Nel Medioevo Lessere umano era considerato parte di un tutto e lordine sociale, di emanazione divina, vincola ciascuno allappartenenza rigida al grado dellordine feudale in cui si nasce

11 NellEtà Moderna che copre un arco temporale di tre secoli (XVI – XIX), lessere umano viene considerato come portatore di una propria autonomia (di pensiero, parola, azioni, dotato di un suo mondo interiore e identità)

12 Sono queste persone, nellinsieme della loro soggettività e della loro concreta vita di relazione, che la Psicologia sociale mette al centro della sua analisi

13 Lambiente nel quale luomo nasce e vive è quello umano-sociale, prodotto dalla storia e dalla cultura. b) SOCIETÀ

14 Bronfenbrenner (1979) individua allinterno dellambiente ecologico una serie ordinata di strutture, incluse luna nellaltra.

15 Fino agli anni 70 gli psicologi tendevano a considerare il contesto in cui il bambino si sviluppa. Il contesto si limitava al rapporto madre-bambino in famiglia oppure allinterazione tra compagni di gioco nella scuola materna. In seguito si è affermata la tendenza ad allargare la nozione di contesto e si è riconosciuta limportanza di considerare lo sviluppo come un processo calato nel contesto.

16 . Macrosistema (Politica sociale e dei servizi) Esosistema (Condizioni di vita e di lavoro) Mesosistema (Relazioni tra microsistemi) Scuola Coetanei Famiglia Prima struttura: gli elementi culturali (macrosistema) Seconda struttura: le maggiori istituzioni di una società (esosistema) Terza struttura: la rete delle relazioni (mesosistema). Infine a livello più specifico si trovano le interazioni tra singoli e il loro ambiente sociale e fisico più immediato.

17 E la situazione ambientale in cui è inserito lindividuo che si sviluppa. Esempio: La relazione con il genitore nella famiglia; La relazione con linsegnante e con i coetanei nella scuola.

18 Si riconduce alle condizioni di vita e di lavoro della famiglia, della scuola e del gruppo dei coetanei. Lo sviluppo di un individuo viene influenzato da eventi che si verificano in situazioni ambientali in cui egli non è neppure presente, ad esempio dal tipo di attività lavorativa dei genitori.

19 Va al di là delle singole situazioni ambientali per considerare le relazioni tra di esse. Esempio: Labilità di un bambino nellimparare a leggere e scrivere allinizio della scuola elementare può dipendere non solo da come gli viene insegnato, ma anche dai legami esistenti tra scuola e famiglia e dalla loro natura.

20 Secondo Doise (1982), le differenti teorie elaborate allinterno della Psicologia sociale si possono collocare su quattro livelli: Intrapersonale: processi psicologici che si verificano nellorizzonte individuale; Interindividuale: dinamiche interpersonali tra più individui in un determinato contesto; Differenze di posizione (ruoli): posizione sociale di diverse categorie di individui; Ideologico: sistema di credenze sociali condivise

21 LIVELLO INTRA-PERSONALE Le teorie descrivono come gli individui organizzano la loro percezione, la loro valutazione dellambiente sociale e il loro comportamento in questo ambiente. Linterazione tra mondo individuale e sociale non viene trattata direttamente.

22 LIVELLO INTERINDIVIDUALE Le teorie si occupano di come si manifestano i processi interpersonali in una data situazione (in un dato momento, da specifici individui, in una specifica situazione)

23 LIVELLO DI DIFFERENZE DI RUOLI È un terzo livello, relativo alle differenze nella posizione sociale che caratterizzano linterazione fra categorie diverse di soggetti.

24 LIVELLO IDEOLOGICO Tutte le società sviluppano le loro ideologie, i loro sistemi di credenze e rappresentazioni, valori e norme, che convalidano e mantengono lordine sociale. Questo sistema di credenze porta a giustificare qualunque cosa accada a coloro che lo condividono.

25 LARTICOLAZIONE INDIVIDUO/SOCIETÀ COSTITUTIVA DELLA PSICOLOGIA SOCIALE: Fonte: Zamperini, Testoni, SOCIETA Ideologia Cultura Istituzioni Gruppi Relazioni interpersonali MONDO FISICO INDIVIDUO Cognizione Motivazione Emozione Fisiologia Biologia PSICOLOGIA SOCIALE


Scaricare ppt "Individuo e società sono spesso considerati due concetti separati ed autonomi come se il singolo fosse un essere che esiste interamente per sé solo, e."

Presentazioni simili


Annunci Google