La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 PROGETTI ED IDEE PER NUOVE IMPRESE COOPERATIVE Istituto dIstruzione Superiore di Primiero Classi 2^ e 3^ I.G.E.A.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 PROGETTI ED IDEE PER NUOVE IMPRESE COOPERATIVE Istituto dIstruzione Superiore di Primiero Classi 2^ e 3^ I.G.E.A."— Transcript della presentazione:

1 1 PROGETTI ED IDEE PER NUOVE IMPRESE COOPERATIVE Istituto dIstruzione Superiore di Primiero Classi 2^ e 3^ I.G.E.A.

2 2 STORIA DEL MOVIMENTO COOPERATIVO 1.INQUADRAMENTO STORICO: LA SITUAZIONE ECONOMICA DELLE CAMPAGNE DEL TRIVENETO TRA 800 E 900 E SUCCESSIVI MIGLIORAMENTI 2.NASCITA DELLE PRIME FORME DI COOPERAZIONE 3.MOVIMENTO COOPERATIVO IN ITALIA, NEL TRENTINO E NEL PRIMIERO

3 3 1.INQUADRAMENTO STORICO: A. LA SITUAZIONE ECONOMICA DELLE CAMPAGNE DEL TRIVENETO TRA 800 E 900 ALTA FISCALITA CHE PENALIZZA SOPRATTUTTO LA PICCOLA E MEDIA PROPRIETA CRISI AGRARIA CON CONSEGUENTE RIDUZIONE DEI REDDITI DELLE CATEGORIE RURALI DIFFUSIONE DI MALATTIE CONTAGIOSE SPOPOLAMENTO A CAUSA DELLE MIGRAZIONI VERSO AMERICA RIDUZIONE DELLA PRODUZIONE DEL BACO DA SETA E DELLA VITE A CAUSA DI PATOLOGIE DELLE PIANTE SCARSA PRODUTTIVITA AGRICOLA RISPETTO ALLE REGIONI LIMITROFE A CAUSA DI COLTURA MISTA, ARRETRATEZZA DELLE TECNICHE AGRARIE (ASSENZA DEL MAGGESE), SCARSA DIFFUSIONE DELLALLEVAMENTO E RIDOTTE DIMENSIONI DIMPRESA DIFFICOLTA PER I PICCOLI PROPRIETARI TERRIERI DI ACCESSO AL CREDITO

4 4 1.INQUADRAMENTO STORICO: B. SUCCESSIVI MIGLIORAMENTI BONIFICA DELLE PALUDI CON CONSEGUENTE SCOMPARSA DELLA MALARIA LE VENEZIE RESTANO TRA LE REGIONI PIU DENSAMENTE POPOLATE SVILUPPO DI NUOVE COLTURE LUSO PIU RAZIONALE DELLE ROTAZIONI, IL MAGGIOR USO DI FERTILIZZANTI E DI MACCHINARI PORTA A UN AUMENTO DELLA PRODUZIONE LO SVILUPPO DELLA COOPERAZIONE NEL SETTORE BANCARIO CONSENTE ANCHE AI PICCOLI PROPRIETARI DI OTTENERE DEI PRESTITI

5 5 2. NASCITA DELLE PRIME FORME DI COOPERAZIONE: A.CASSE RURALI 1847 A FLAMMERSFELD IN GERMANIA NASCE LA PRIMA CASSA RURALE E SUCCESSIVAMENTE SI DIFFUSE IN TUTTO IL PAESE Per opera di: FEDERICO GUGLIELMO RAIFFEISEN Cosa fece: UNI TUTTI GLI UOMINI DEL VILLAGGIO IN UNA SOCIETA COLLETTIVA Scopo: FAVORIRE LA RACCOLTA DEL DENARO E LA SUA IMMEDIATA RIDISTRIBUZIONE AI CONTADINI CHE NE AVESSERO BISOGNO SENZA LINTERMEDIAZIONE DELLE BANCHE

6 6 2. NASCITA DELLE PRIME FORME DI COOPERAZIONE: A.CASSE RURALI 1883 A LOREGGIA NELLALTO PADOVANO NASCE LA PRIMA CASSA RURALE IN ITALIA E SUCCESSIVAMENTE SI DIFFUSE IN TUTTO IL PAESE Per opera di: LEONE WOLLEMBORG Cosa fece: SEGUENDO LESEMPIO DELLA GERMANIA CREO QUESTI ISTITUTI DI CREDITO Scopo: MEDIANTE LEROGAZIONE DI PRESTITI SI FINANZIARONO I PICCOLI PROPRIETARI ELIMINANDO LUSURA E SI MIGLIORARONO LE TECNICHE AGRARIE

7 7 2. NASCITA DELLE PRIME FORME DI COOPERAZIONE: B. ALTRE FORME DI COOPERAZIONE 1844 A ROCHDALE IN INGHILTERRA NASCE LA COOPERAZIONE DI CONSUMO Per opera di: CHARLES HOWART Cosa fece: UNI UN GRUPPO DI TESSITORI MINACCIATI DALLA FAME, DANDO VITA AL PRIMO SPACCIO COOPERATIVO CHIAMATO SOCIETA DEI PROBI PIONIERI Scopo: MIGLIORARE LA SITUAZIONE ECONOMICA E SOCIALE DEL GRUPPO DI TESSITORI ATTRAVERSO IL MECCANISMO DELLA RIPARTIZIONE DEGLI UTILI IN PROPORZIONE AGLI ACQUISTI

8 8 2. NASCITA DELLE PRIME FORME DI COOPERAZIONE: B. ALTRE FORME DI COOPERAZIONE 1848 IN FRANCIA NASCE LA COOPERAZIONE DI PRODUZIONE E LAVORO Per opera di: PENSATORI COME BOUCHEZ E BLANC Cosa fece: DIFFONDONO LIDEA DI STATUTI SOCIETARI CHE PREVEDEVANO LA DESTINAZIONE DELLAVANZO DI ESERCIZIO PER L80% AL LAVORO E PER IL RESTANTE 20% AD ACCUMULAZIONE INDIVISIBILE. SULLA SCORTA DI QUESTE IDEE VIENE FONDATA LA 1^ COOPERATIVA DI LAVORO, LA SOCIETA OPERAIA DI PRODUZIONE UNIFORMI.

9 9 3.MOVIMENTO COOPERATIVO IN ITALIA, NEL TRENTINO E NEL PRIMIERO A. ITALIA B. TRENTINO C. PRIMIERO D.VISITA ALLE COOPERATIVE

10 10 ITALIA 1849: PRIMA COOPERATIVA DI CONSUMO A PINAROLO (TORINO) 1849: PRIMA COOPERATIVA DI CONSUMO A PINAROLO (TORINO) 1856: PRIMA COOPERATIVA DI PRODUZIONE E LAVORO A SAVONA 1856: PRIMA COOPERATIVA DI PRODUZIONE E LAVORO A SAVONA 1864: PRIMA COOPERATIVA DI CREDITO A COMO E A MILANO 1864: PRIMA COOPERATIVA DI CREDITO A COMO E A MILANO 1883: PRIMA CASSA RURALE A LOREGGIA E A RAVENNA PRIMA COOPERATIVA DI OPERAI 1883: PRIMA CASSA RURALE A LOREGGIA E A RAVENNA PRIMA COOPERATIVA DI OPERAI 1886: NACQUE LA FEDERAZIONE DELLE SOCIETA COOPERATIVE ITALIANE 1886: NACQUE LA FEDERAZIONE DELLE SOCIETA COOPERATIVE ITALIANE 1893: LA FEDERAZIONE NAZIONALE DELLE COOPERATIVE SI TRASFORMA IN LEGA DELLE COOPERATIVE 1893: LA FEDERAZIONE NAZIONALE DELLE COOPERATIVE SI TRASFORMA IN LEGA DELLE COOPERATIVE

11 11 ITALIA 1901: NASCE FEDERAZIONE ITALIANA DELLE SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO E LA CONFEDERAZIONE GENERALE DEL LAVORO 1901: NASCE FEDERAZIONE ITALIANA DELLE SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO E LA CONFEDERAZIONE GENERALE DEL LAVORO 1919: I CATTOLICI CREANO LA CONFEDERAZIONE DELLE COOPERATIVE NAZIONALI E NASCE LA BANCA NAZIONALE DEL LAVORO E DELLA COOPERAZIONE 1919: I CATTOLICI CREANO LA CONFEDERAZIONE DELLE COOPERATIVE NAZIONALI E NASCE LA BANCA NAZIONALE DEL LAVORO E DELLA COOPERAZIONE 1925: IL FASCISMO SCIOGLIE LA LEGA 1925: IL FASCISMO SCIOGLIE LA LEGA 1926: VIENE CREATO LENTE NAZIONALE FASCISTA PER LA COOPERAZIONE 1926: VIENE CREATO LENTE NAZIONALE FASCISTA PER LA COOPERAZIONE 1927: SCIOGLIE LA CONFEDERAZIONE 1927: SCIOGLIE LA CONFEDERAZIONE 1942: VIENE APPROVATO IL NUOVO CODICE CIVILE CHE RACCHIUDE LE NORME SULLE SOCIETA COOPERATIVE 1942: VIENE APPROVATO IL NUOVO CODICE CIVILE CHE RACCHIUDE LE NORME SULLE SOCIETA COOPERATIVE

12 12 ITALIA 1945: SI COSTITUISCE LA CATTOLICA COOPERATIVA ITALIANA E VIENE RICONOSCIUTA LA LEGA NAZIONALE DELLE COOPERATIVE E MUTUE 1945: SI COSTITUISCE LA CATTOLICA COOPERATIVA ITALIANA E VIENE RICONOSCIUTA LA LEGA NAZIONALE DELLE COOPERATIVE E MUTUE 1946: VIENE COSTITUITA PRESSO IL MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE LA DIREZIONE GENERALE DELLA COOPERAZIONE 1946: VIENE COSTITUITA PRESSO IL MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE LA DIREZIONE GENERALE DELLA COOPERAZIONE 1948: LA LEGA E LA CONFEDERAZIONE VENGONO RICONOSCIUTE DALLO STATO COME ASSOCIAZIONI NAZIONALI DI RAPPRESENTANZA, TUTELA E ASSISTENZA DEL MOVIMENTO COOPERATIVO 1948: LA LEGA E LA CONFEDERAZIONE VENGONO RICONOSCIUTE DALLO STATO COME ASSOCIAZIONI NAZIONALI DI RAPPRESENTANZA, TUTELA E ASSISTENZA DEL MOVIMENTO COOPERATIVO 1950: SI COSTIUTISCE LA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE CASSE RURALI ED ARTIGIANE 1950: SI COSTIUTISCE LA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE CASSE RURALI ED ARTIGIANE 1952: LA COMPONENTE REPUBBLICANA E UNA PARTE DI QUELLA SOCIALDEMOCRATICA ESCONO DALLA LEGA E NE FORMANO UNA TERZA CENTRALE: LASSOCIAIZONE GENERALE DELLE COOPERATIVE ITALIANE 1952: LA COMPONENTE REPUBBLICANA E UNA PARTE DI QUELLA SOCIALDEMOCRATICA ESCONO DALLA LEGA E NE FORMANO UNA TERZA CENTRALE: LASSOCIAIZONE GENERALE DELLE COOPERATIVE ITALIANE

13 13 ITALIA 1962: VIENE COSTITUITO A BOLOGNA IL CONSORZIO NAZIONALE 1962: VIENE COSTITUITO A BOLOGNA IL CONSORZIO NAZIONALE 1971: VIENE COSTITUITA LUNIONE NAZIONALE COOPERATIVE ITALIANE 1971: VIENE COSTITUITA LUNIONE NAZIONALE COOPERATIVE ITALIANE 1977: VIENE CONVOCATA DA PARTE DEL GOVERNO UNA CONFERENZA NAZIONALE SULLA COOPERAZIONE 1977: VIENE CONVOCATA DA PARTE DEL GOVERNO UNA CONFERENZA NAZIONALE SULLA COOPERAZIONE 80: RIPRESA DEL DIBATTITO SULLUNITA COOPERATIVA 80: RIPRESA DEL DIBATTITO SULLUNITA COOPERATIVA 90: NOVITA SUL PIANO LEGISLATIVO E NASCITA DI NUOVO TIPOLOGIE DI COOPERATIVE COME LA PICCOLA SOCIETA COOPERATIVA 90: NOVITA SUL PIANO LEGISLATIVO E NASCITA DI NUOVO TIPOLOGIE DI COOPERATIVE COME LA PICCOLA SOCIETA COOPERATIVA

14 14 TRENTINO IL MOVIMENTO COOPERATIVO IN TRENTINO NASCE PER OPERA DI DON LORENZO GUETTI CHE INTRODUSSE NELLA PROVINCIA IL SISTEMA DELLE CASSE RURALI E QUELLO DELLE FAMIGLIE COOPERATIVE. RISPARMI FAMIGLIARI IN MANI SICURE IN QUANTO AUTOGESTITI DAI SOCI STESSI RISPARMI FAMIGLIARI IN MANI SICURE IN QUANTO AUTOGESTITI DAI SOCI STESSI NUOVE IMPRESE OTTENNERO FINANZIAMENTI A TASSI DINTERESSE MOLTO BASSI NUOVE IMPRESE OTTENNERO FINANZIAMENTI A TASSI DINTERESSE MOLTO BASSI PORTARONO IN TUTTI I PAESI PRODOTTI DI DIFFICILE REPERIBILITÀ MA DI GRANDE CONSUMO PORTARONO IN TUTTI I PAESI PRODOTTI DI DIFFICILE REPERIBILITÀ MA DI GRANDE CONSUMO

15 : LA PRIMA COOPERATIVA FU LA SOCIETA COOPERATIVA RURALE DI SMERCIO E CONSUMO DI S. CROCE DI BLEGGIO 1890: LA PRIMA COOPERATIVA FU LA SOCIETA COOPERATIVA RURALE DI SMERCIO E CONSUMO DI S. CROCE DI BLEGGIO 1892: PRIMA CASSA RURALE DI PRESTITI E RISPARMIO DI QUADRA PURE NEL BLEGGIO. 1892: PRIMA CASSA RURALE DI PRESTITI E RISPARMIO DI QUADRA PURE NEL BLEGGIO. 1893: IN TUTTI I PAESI ERA PRESENTE UNA COOPERATIVA 1893: IN TUTTI I PAESI ERA PRESENTE UNA COOPERATIVA 1895: FONDATA LA FEDERAZIONE DEI CONSORZI COOPERATIVI CON COMPITI DI TUTELA, RAPPRESENTANZA, ASSISTENZA, REVISIONE DELLE SOCIETÀ FEDERATE E FORMAZIONE DEI COOPERATORI 1895: FONDATA LA FEDERAZIONE DEI CONSORZI COOPERATIVI CON COMPITI DI TUTELA, RAPPRESENTANZA, ASSISTENZA, REVISIONE DELLE SOCIETÀ FEDERATE E FORMAZIONE DEI COOPERATORI TRENTINO

16 : FONDATO IL BANCO DI SAN VIGILIO CON FUNZIONE DI CASSA CENTRALE DELLE CASSE RURALI 1898: FONDATO IL BANCO DI SAN VIGILIO CON FUNZIONE DI CASSA CENTRALE DELLE CASSE RURALI 1899: BANCA CATTOLICA SOSTITUISCE IL BANCO DI SAN VIGILIO 1899: BANCA CATTOLICA SOSTITUISCE IL BANCO DI SAN VIGILIO DURANTE LA SECONDA GUERRA MONDIALE SPACCATURA DELLA FEDERAZIONE DEI CONSORZI COOPERATIVI ATTRAVERSO LO SCORPORO DELLE CASSE RURALI DEL RESTO DEL MOVIMENTO DURANTE LA SECONDA GUERRA MONDIALE SPACCATURA DELLA FEDERAZIONE DEI CONSORZI COOPERATIVI ATTRAVERSO LO SCORPORO DELLE CASSE RURALI DEL RESTO DEL MOVIMENTO DOPO IL 1945 VENNE RICOSTRUITA LUNITA DELLE FEDERAZIONE DOPO IL 1945 VENNE RICOSTRUITA LUNITA DELLE FEDERAZIONE TRENTINO

17 17 PRIMIERO A PARTIRE DAL 1894 NASCONO IN TUTTI I PAESI DELLA VALLE LE FAMIGLIE COOPERATIVE. LA PRIMA FU FONDATA A CANAL SAN BOVO A PARTIRE DAL 1894 NASCONO IN TUTTI I PAESI DELLA VALLE LE FAMIGLIE COOPERATIVE. LA PRIMA FU FONDATA A CANAL SAN BOVO A PARTIRE DAL 1897 NASCONO IN QUASI TUTTI I PAESI DELLA VALLE LE CASSE RURALI. LA PRIMA FU FONDATA A MEZZANO A PARTIRE DAL 1897 NASCONO IN QUASI TUTTI I PAESI DELLA VALLE LE CASSE RURALI. LA PRIMA FU FONDATA A MEZZANO NEL 1928 NASCE IL PRIMO CASEIFICIO SOCIALE A IMER SEGUITO DAGLI ALTRI PAESI DELLA VALLE. NEL 1928 NASCE IL PRIMO CASEIFICIO SOCIALE A IMER SEGUITO DAGLI ALTRI PAESI DELLA VALLE. NEL 1973 NASCE IL CASEIFICIO SOCIALE COMPRENSORIALE DI PRIMIERO. NEL 1973 NASCE IL CASEIFICIO SOCIALE COMPRENSORIALE DI PRIMIERO.

18 18 PRIMIERO COOPERATIVE EDILIZIE: COOPERATIVE EDILIZIE: - NEL 1965 VIENE FONDATA LA COOPERATIVA EDILIZIA LUIGI NEGRELLI - NEL 1981 VIENE FONDATA LA COOPERATIVA EDILIZIA CASTELPIETRA A PARTIRE DEL 1983 NASCONO LE PRIME COOPERATIVE DI PRODUZIONE E LAVORO A PARTIRE DEL 1983 NASCONO LE PRIME COOPERATIVE DI PRODUZIONE E LAVORO

19 19 VISITA ELLE COOPERATIVE COOPERATIVA DI CONSUMO: FAMIGLIA COOPERATIVA DI MEZZANO COOPERATIVA DI CREDITO : CASSA RURALE COOPERATIVA AGRICOLE: CASEIFICIO SOCIALE COMPRENSORIALE COOPERATIVA DI PRODUZIONE E LAVORO: B.T.D.


Scaricare ppt "1 PROGETTI ED IDEE PER NUOVE IMPRESE COOPERATIVE Istituto dIstruzione Superiore di Primiero Classi 2^ e 3^ I.G.E.A."

Presentazioni simili


Annunci Google