La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Deriva dei continenti Wegener Opportuno usare schermo pieno mouse tasto sinistro e attivare clic se serve.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Deriva dei continenti Wegener Opportuno usare schermo pieno mouse tasto sinistro e attivare clic se serve."— Transcript della presentazione:

1 Deriva dei continenti Wegener Opportuno usare schermo pieno mouse tasto sinistro e attivare clic se serve

2 Osservazioni-fatti da interpretare Complementarietà margini continenti (es.Africa e Sud America) Catene montuose coeve simili in Africa e Sud America Tilliti coeve in Sud Africa-Sud America- India-Australia Fossili antichi continentali uguali in Africa e Sud America-diversi se più recenti

3 introduzione Vengono esposti alcuni fatti,osservazioni, che possono trovare una interpretazione più logica ammettendo la mobilità delle terre emerse:esempi proposti: morfologici, paleoclimatici, geologici, paleobiologici (classici di Wegener) e paleomagnetici (recenti) Teoria interpretativa mobilità continenti o deriva:tettonica a zolle

4 Posizione attuale dei continenti

5 T1 F1 f1 Tilliti T1 Fossili antichi F1 Fossili recenti f1 orogeni Situazione attuale dei continenti e fatti da interpretare

6 Pangea e panthalassa :200 milioni di anni a.C F1 T1 Ipotesi:fino a circa a. le terre emerse erano unite in una Pangea circondata dal mare Panthalassa Dopo quel tempo la Pangea si frammenta e i continenti si spostano relativamente tra loro raggiungendo la posizione attualmente occupata

7 Situazione secondo Wegener :circa a.

8 Separazione della Laurasia dal Gondwana:appare la tetide Mare tetide

9 Posizione attuale dei continenti

10 Distacco Africa-Sud America, a. antartide-australia-india a. N.America-Eurasia a.

11 T1 tilliti Cappa glaciale estesa a quasi tutto lemisfero sud in contrasto con paleoclima tropicale di emisfero nord Clima tropicale-foreste di felci >>> futuro carbone fossile Per spiegare la presenza di tilliti coeve si può ipotizzare una

12 Pangea e panthalassa laurasia gondwana Calotta glaciale limitata a blocchi continentali ravvicinati nella pangea segue separazione dei continenti

13 Pangea e panthalassa Calotta glaciale limitata a blocchi continentali ravvicinati nella pangea segue separazione dei continenti T1 Separazione dopo la glaciazione del permiano

14 T1 F1 f1 Fossili antichi F1 Fossili recenti f1 Ipotesi di ponti transcontinentali che permettono la comunicazione, migrazione,scambio di organismi tra continenti diversi Molto improbabili, date le distanze, e non ci sono prove della loro scomparsa nel fondo oceanico Non ammessa comparsa della stessa specie in luoghi-tempi diversi

15 T1 Fossili antichi F1 Fossili recenti f1 Esempi di fossili di organismi che non possono spostarsi in ambiente marino: glossopteris cynognathus mesosaurus

16 T1 f1 Fossili antichi F1 Fossili recenti f1 Continenti uniti, permettono diffusione di organismi F1 una volta separati, altre specie compaiono e si evolvono separatamente nei vari continenti, e quindi fossili più recenti f1 diversi nei vari continenti F1

17 T1 Fossili antichi F1 Fossili recenti f1 Continenti uniti, permettono diffusione di organismi F1 una volta separati, altre specie compaiono e si evolvono separatamente nei vari continenti, e quindi fossili più recenti f1 diversi nei vari continenti f1 F1 f1 F1

18 T1 Fossili antichi F1 Fossili recenti f1 Continenti uniti, permettono diffusione di organismi F1 una volta separati, altre specie compaiono e si evolvono separatamente nei vari continenti, e quindi fossili più recenti f1 diversi nei vari continenti

19 T1 f1 Fossili antichi F1 Fossili recenti f1 Continenti uniti, permettono diffusione di organismi F1 una volta separati, altre specie compaiono e si evolvono separatamente nei vari continenti, e quindi fossili più recenti f1 diversi nei vari continenti F1

20 T1 orogeni Gruppi montagnosi coevi, con stesse caratteristiche tettoniche mineralogiche su continenenti diversi:improbabile una formazione di montagne coeve con le stesse caratteristiche

21 T1 orogeni Più comprensibile se continenti uniti, creazione delle montagne e successiva separazione dei continenti

22 Distacco Africa-Sud America, a. antartide-australia-india a. N.America-Eurasia a.

23 paleomagnetismo Ed espansione dei fondali oceanici Vedi link indicati dopo

24 Migrazione zolle tettoniche Una roccia ignea(lava) quando solidifica mantiene al suo interno una informazione sulla direzione e inclinazione del campo magnetico presente al momento della sua solidificazione Problemi legati alla discordanza tra magnetismo fossile rilevato nelle rocce, la loro età, la direzione del campo magnetico attuale

25 nord sud Situazione logica attesa:rocce A e B coeve,su diversi continenti, mostrano lo stesso magnetismo fossile, orientato secondo il nord comune AB

26 nord AB Problema 1:rocce coeve A,B in continenti diversi,mostrano un diverso orientamento magnetico fossile:come se fossero esistiti due Nord diversi contemporanei:ipotesi astronomicamente improbabile

27 nord AC Problema 2:rocce A-C di età diversa, su diversi continenti, mostrano un magnetismo fossile tra loro diverso e diverso da quello attuale:ipotesi: un solo polo nord che si sposta nel tempo:ipotesi astronomicamente improbabile e contrastante con quella di più poli

28 nord Ipotesi probabile:esiste un solo polo, da sempre sono i continenti (o le zolle tettoniche di cui fanno parte) che si spostano nel tempo rispetto ai poli:di conseguenza la polarità presente al momento della solidificazione risulta diversa da quella originale (e attuale) e diversa nei vari continenti per il loro relativo diverso spostamento dalla posizione originale

29 S Problema:esistono rocce coeve che mostrano un magnetismo fossile del tutto opposto a quello attuale,come se fosse esistito per un certo periodo un determinato orientamento dei poli con periodica inversione N Orientamento diretto,come attuale Orientamento inverso a quello attuale

30 S N Ipotesi:periodicamente tutta la terra subisce una rotazione di 180° assumendo un orientamento opposto rispetto al campo magnetico costante: molto improbabile astronomicamente

31 S N Ipotesi:periodicamente il campo magnetiico subisce una rotazione di 180° e le rocce memorizzano il nuovo orientamento

32 Zolle tettoniche

33 Esempi di zolle e loro moto Zolle litosferiche con crosta continentale e oceanica Zolle litosferiche con crosta continentale Zolle litosferiche con crosta oceanica Moto convergente e moto divergente Collisione tra zolle (margini) dello stesso tipo: continentale-continentale:orogenesi continentale-oceanico:fossa-orogenesi-vulcani oceanico-oceanico:fossa e arco vulcanico

34 Crosta Continentale Crosta continentale Mantello litosferico Crosta oceanica Mantello litosferico Zolla mista Zolla uniforme

35 oceano astenosfera Mantello superiore Due zolle litosferiche di tipo oceanico in avvicinamento margine convergente:fossa tettonica-subsidenza-arco vulcanico

36 oceano astenosfera Mantello superiore Due zolle litosferiche di tipo oceanico in avvicinamento margine convergente:fossa tettonica-subsidenza-arco vulcanico subsidenza

37 oceano astenosfera Mantello superiore Due zolle litosferiche di tipo oceanico e continentale in avvicinamento margine convergente:fossa tettonica-subsidenza-orogenesi parziale fusione rocce-risalita magma-vulcanesimo oceano astenosfera subsidenza Montagne da sedimentivulcani

38 oceano Mantello superiore Due zolle litosferiche in allontanamento margine divergente-dorsale oceanica astenosfera

39 oceano Mantello superiore Due zolle litosferiche in allontanamento margine divergente-dorsale oceanica astenosfera

40 Mantello superiore Due zolle litosferiche di tipo continentale in avvicinamento margine convergente:fase finale senza subsidenza orogenesi e sovrapposizione litosfera oceano astenosfera Orogenesi con sovrapposizione sedimenti e litosfera

41 Tettonica a zolle Magma risale in astenosfera e fuoriesce da fessura esistente nella litosfera o creata dal magma stesso Una parte si consolida in vulcani e forma una dorsale;altro magma diverge e scorre sotto le zolle trascinandole nel suo moto e generando spazio per nuovo oceano e creando nuovo fondale oceanico Il magma si raffredda e scende lungo ramo discendente della cella convettiva ritornando nella astenosfera

42 zolla1zolla2 oceano Celle convettive nel mantello sotto la litosfera Vulcano di dorsale oceanica Magma ascendenteMagma discendente Magma divergente Il magma caldo risale lungo ramo ascendente della cella:diverge,si raffredda e prosegue lungo ramo discendente della cella e ritorna in profondità:si origina serie di vulcani (dorsale) e allontanamento delle zolle litosferiche con creazione di nuovo fondale oceanico (basaltico)

43 zolla1zolla2 oceano Celle convettive nel mantello sotto la litosfera Vulcano di dorsale oceanica Magma ascendenteMagma discendente Magma divergente Il magma caldo risale lungo ramo ascendente della cella:diverge,si raffredda e prosegue lungo ramo discendente della cella e ritorna in profondità:si origina serie di vulcani (dorsale) e allontanamento delle zolle litosferiche con creazione di nuovo fondale oceanico (basaltico)

44 Magma risale nel mantello e raggiunge la litosfera:la frattura ed fuoriesce originando una dorsale oceanica vulcanica:una parte fluisce divergendo e trascinando le zolle sovrastanti che si allontanano creando nuovo spazio per ampliamento oceano:il magma ridiscende in profondità e chiude il ciclo oceano zolla1zolla2

45 Dorsale oceanica dalla quale esce magma che si espande ai due lati generando fondale oceanico con registrata la direzione del campo magnetico esistente in quel tempo:bande simmetriche alla dorsale con magnetismo diretto(come attuale:azzurro) e inverso(verde) zolla1 zolla2

46 Fossili e fossilizzazione Fossili guida, di facies associazioni fossili evoluzione – datazione processi di fossilizzazione Opportuno usare schermo pieno :mouse tasto destro attivare se serve con clic

47 Processi di fossilizzazione Mineralizzazione Carbonificazione Mummificazione Inclusione Impronta modellamento

48 Impronta esterna, ricavabile calco Conchiglia con aspetto esterno (protuberanze) e interno (traccia circolare muscolo) Modello esterno fornisce aspetto esterno della conchiglia Inglobata in sedimento-completa sostituzione con altro materiale Modello pseudomorfo-aspetto esterno

49 Impronta esterna, ricavabile calco Conchiglia con aspetto esterno (protuberanze) e interno (traccia circolare muscolo) Modello esterno fornisce aspetto esterno della conchiglia calco

50 Conchiglia con aspetto esterno (protuberanze) e interno (traccia circolare muscolo) Modello interno fornisce aspetto interno della conchiglia Sepolta da sedimento-dissoluzione guscio- riempimento cavità:si forma un calco interno Modello che riporta aspetto interno impronta circolare muscolo

51 Impronta :ricavabile calco per modello esterno Modelli interni

52 Fossilizzazione per pietrificazione:il tessuto organico viene sostituito,anche molecola per molecola; da sali circolanti (silicati, carbonati..) originando fossili che conservano anche la struttura microscopica posseduta in vita Organismo vivente > morto Organismo fossilizzato morto > sepolto

53 Fossilizzazione per inclusione in ambra, ghiaccio.. Inclusione in ambra Inclusione in ghiaccio-permafrost Inclusione in ambra

54 Fossilizzazione per mummificazione-disidratazione-azione di micro- organismi - Carbonizzazione di resti vegetali Dromedario vivoDromedario sepolto nella sabbia-disidratato- mummificato Piante silicizzate - carbonificate

55 Impronte fossili Individuo viventeImpronta su terreno plastico Impronta fossile Calco impronta

56 Fossilizzazione per modellamento con effetti vari: impronta esterna, modello esterno, modello interno, entrambi Organismo vivente:muore e viene inglobato in sedimento Scompare parte organica Cavità riempito da sedimento Sostituzione del guscio originale Pseudomorfo+modello interno

57 Fossilizzazione per modellamento con effetti vari: impronta esterna, modello esterno, modello interno, entrambi Organismo vivente:muore e viene inglobato in sedimento Scompare parte organica Cavità riempito da sedimento dissoluzione del guscio originale Modello interno Riempimento cavità con altro materiale pseudomorfo+modello interno

58 Fossilizzazione per modellamento con effetti vari: impronta esterna, modello esterno, modello interno, entrambi Organismo vivente:muore e viene inglobato in sedimento Scompare parte organica Cavità riempito da sedimento secondario dissoluzione del guscio originale Modello interno Sostituzione del guscio pseudomorfo+modello interno

59 Fossilizzazione per modellamento con effetti vari: impronta esterna, modello esterno, modello interno, entrambi Organismo vivente:muore e viene inglobato in sedimento Scompare parte organica Dissoluzione del guscio Riempimento con materiale secondario pseudomorfo

60 Fossile guida:di organismo vissuto solo in un determinato periodo geologico:rapida evoluzione, ampia distribuzione geografica, in genere vissuto in ambiente marino:utile per confrontare età di rocce anche lontane geograficamente ma contenenti gli stessi fossili guida

61 Comparsa di organismi in tempi limitati:buoni fossili guida per ogni strato che li contiene:gasteropode non buona guida perché permane in vari periodi consecutivi:ammonite1 ottima guida per strato 4 ammonite 2 guida per strato 4-5

62 A B Roccia A, contenente ammonite, databile al 4 strato Roccia B,contenente trilobiti, databile al 2 strato roccia C, contenente gasteropode, non databile con precisione C

63 Fossili di facies-ambiente Organismi a lenta evoluzione, presenti quindi in vari periodi temporali consecutivi con particolare esigenza ambientale:es. marina (bentonici,planctonici) continentale, lacustre, clima caldo, clima freddo,ecc. La loro presenza informa sullambiente nel quale sono vissuti gli organismi poi fossilizzati (a parte possibili spostamenti post mortem e altre anomalie)

64 Gasteropode di ambiente marino presente in vari strati sovrapposti: indica che lambiente è rimasto a lungo con caratteristiche costanti di mare Ambiente di vita e fossilizzazione:mare Ritrovamento in collina:ma richiama ad ambiente originale di tipo marino

65 Non sempre la presenza di fossile guida nel reperto roccioso può dare indicazione sicura sulla reale datazione

66 Frammento contenente due diversi fossili guida: probabile presenza dovuta ad erosione di rocce appartenenti a periodi diversi, con propri fossili guida, successivamente i frammenti si sono associati a formare nuovo strato che quindi non presenta letà indicata dai fossili presenti recente antico

67 Roccia con fossili di facies diversa:segnala che deve essersi verificato qualche fenomeno che ha portato alla associazione di fossili altrimenti appartenenti ad ambienti diversi Ambiente marino Ambiente continentale Reperto con fossili incompatibili

68 Serie di strati con ripetizione invertita:più antichi sopra più recenti segnala un fenomeno di piega rovesciata e sovrapposta

69 Ipotesi evolutiva per fossili simili in strati che si succedono nel tempo con graduali variazioni nelle forme che sostituiscono le precedenti Esempio arti inferiori cavallo in periodi successivi dellera cenozoica Riduzione dita piede

70 Possibili errori Nella attribuzione ambientale in funzione dei fossili di facies

71 Ambiente ove vive Ambiente ove muore,viene ricoperto da sedimento Ambiente ove fossilizza Ambiente ove viene trovato fossile Animale vive nel mare,muore ove vive,viene sepolto,fossilizza viene trovato in roccia ove si è fossilizzato Indica ambiente ove era vissuto:fossile di facies valido

72 Ambiente ove vive Ambiente ove muore,viene ricoperto da sedimento Ambiente ove fossilizza Ambiente ove viene trovato fossile Animale vive sul continente,muore in mare,viene sepolto,fossilizza viene trovato in roccia ove si è fossilizzato Indica ambiente ove è stato fossilizzato:non fossile di facies continentale marino

73 Ambiente ove vive Ambiente ove viene trovato fossile Animale vive sul continente,muore in mare,viene trasportato altrove,fossilizza viene trovato in roccia ove si è fossilizzato Indica ambiente ove è stato fossilizzato:non fossile di facies continentale Ambiente ove muore Trasportato-fossilizza Ritrovato fossile

74 Ambiente ove vive Ambiente ove muore Ambiente ove fossilizza Ambiente ove viene trovato fossile Animale vive sul continente,muore in mare,viene trasportato altrove,fossilizza:viene trasportato altrove, viene trovato in roccia ove si è fossilizzato Indica ambiente ove è stato ritrovato:non fossile di facies continentale marino Ambiente ove viene ritrovato

75 Ipotesi su causa della deriva Cfr.teoria della tettonica a zolle


Scaricare ppt "Deriva dei continenti Wegener Opportuno usare schermo pieno mouse tasto sinistro e attivare clic se serve."

Presentazioni simili


Annunci Google