La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Carlo Parlanti Accade in Ottobre. 1 ottobre 2007 E il giorno della Ri-sentenza. Prevista per le ore 16 viene anticipata alle ore 10, forse per le molteplici.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Carlo Parlanti Accade in Ottobre. 1 ottobre 2007 E il giorno della Ri-sentenza. Prevista per le ore 16 viene anticipata alle ore 10, forse per le molteplici."— Transcript della presentazione:

1 Carlo Parlanti Accade in Ottobre

2 1 ottobre 2007 E il giorno della Ri-sentenza. Prevista per le ore 16 viene anticipata alle ore 10, forse per le molteplici richieste dei giornalisti di poter assistere. Lavvocato difensore, nominato solo per la risentenza, chiede un rinvio per poter esaminare gli incartamenti. Il rinvio è accordato e la data fissata al 25 ottobre 2007

3 2 ottobre 2007 Si decide di diffondere la storia di Carlo ai blogger statunitensi

4 3 ottobre 2007 I contatti tra gli amici di Carlo sono frequenti. Siamo circa una decina, ormai, e molteplici sono le idee, le proposte, i tentativi. E.mail, sms, contatti MSN, telefonate… E insieme si spera, vi vaglia e si elabora.

5 3 ottobre 2007 Da Katia: Carlo è ancora a Ventura, chiuso in una cella senza finestre, ora da solo e con la possibilità di uscire una sola ora in cui deve potersi lavare, e quando funziona la linea per telefonarmi lo fa, oggi avrà fatto 20 chiamate prima di poter avere la mia risposta, non so che succede se è la linea telefonica, la linea skype, il mio computer, la dsl, questo ci fa impazzire, naturalmente ci fa impazzire. Carlo ha perso peso, lo hanno pesato oggi, in contea si sta peggio che nella prigione di Stato. Lo scorso giovedi il consolato ha potuto fornirgli una bibbia e il libro de la vita di Sant'Agostino, libri che comunque Carlo conosceva gia, ma in ogni caso per chi conosce Carlo sa bene che in un giorno al massimo due riesce a leggere mallopponi, e quindi non ha nulla da fare se non scrivere, scrivere, scrivere. Oggi mi ha anche detto: non ho voluto spendere soldi per comprare da mangiare ma ho voluto comprare da scriverti, è piu importante poterti scrivere che mangiare. Anche in una lettera di Agosto scorso aveva scritto: ho venduto un po' di zuppe e recuperato francobolli e lettere per indigenti : alla fine dei conti scrivere è più importante che mangiare. Carlo è solo, Carlo sta male, Carlo ora è isolato, vorrei essere li, ma non posso, vorrei sapere che qualcuno ci puo andare a parlarci a visitarlo ma non c'è nessuno

6 4 ottobre 2007 Da Katia: gli hanno fatto dei raggi in fretta e furia, con su due maglie anziché dorso nudo, ieri sera gli hanno detto di prendere la sua roba e lo hanno portato in infermeria con una mascherina, dicendo che c'è qualcosa che non va nei raggi. Dicono che sta sera vedrà un medico (cosa di cui dubitiamo, sembra tanto una scusa per giustificare perché non è stato ubbidito all'ordine del giudice di riportarlo subito ad Avenal, oppure di costringerlo a tenerlo li a Ventura sino alla risentenza, per piegarlo ancora di piu). Ora vi prego di fare qualcosa per capire che sta succedendo, Carlo ha fatto le radiografie a maggio ai polmoni, e c'era solo il problema della capacità polmonare, non ha malattie infettive. Ad agosto gli hanno fatto il controllo annuale per la TBC ed era negativo, non c'è motivo per quello che gli stanno facendo"

7 5 ottobre 2007 Arriva la notizia che il ministro Bonino sarà ospite di Repubblica per un videoforum con i lettori. Si possono inviare e.mail e largomento potrà essere discusso dal ministro. Noi le nostre e.mail le abbiamo inviate ma il ministro non ha fatto neanche un accenno a Carlo

8 6 ottobre 2007 Si continuano ad inviare e.mail a chiunque possa essere interessato alla vicenda di Carlo. Questo un primo elenco:

9 6 ottobre 2007 Da Katia: Come vi ho gia detto Carlo è stato portato in infermeria, ma non è dato sapere perchè, dicono per la privacy, il problema che non lo dicono nemmeno a lui......Oggi ho parlato con padre Carlos, è un cappellano che ha conosciuto Carlo lo scorso anno a Ventura, mi ha detto che oggi è stato visitato dalla cappellana Margareth, ma non ho capito quasi nulla di quanto detto, mi ha confermato dell infermeria, ma mi dice che non sa per cosa, l'ho pregato di potermi aiutare a far tornare Carlo in Avenal Da Mara: il 6 ottobre è lultimo giorno che Katia riesce a parlare con Carlo.

10 7 ottobre 2007 Dellelenco di ieri a cui è stato scritto di Carlo, risponde solo Tutto America che gli dedica un post…post Carlo Parlanti è un italiano rinchiuso nelle carceri californiane perché condannato a 9 anni in seguito a denuncia di violenza sessuale da parte della sua ex compagna Rebecca Makay White; il motivo? Carlo l'ha lasciata per un'altra ed evidentemente non deve esserle andato giù. Il processo finora è stato sommario e completamente iniquo; nessuna delle prove utilizzate contro di lui è stata mai supportata da perizia. Un esempio della ridicolezza di questo processo? La White sostiene che Carlo P. ha bevuto 4 litri di vino in 6 ore!!! Data l'alta gradazione del vino bevuto (12,5°), avrebbe dovuto avere nel sangue un tasso alcolico di 0,63! E' scientificamente provato che con così tanto alcol nel sangue, sopraggiunge la morte a seguito di arresto respiratorio. Ma evidentemente Carlo P. è un superuomo, infatti oltre a non essere deceduto è riuscito anche ad avere erezioni multiple dopo i 4 litri di vino. E questo è solo un esempio della falsità del processo in corso. Per avere tutti i dettagli e per dare una mano a Katia Anedda (attuale fidanzata di Carlo P.) visitate il sito ufficiale: CarloParlanti.itCarloParlanti.it

11 8 ottobre Attività di ideazione ed elaborazione

12 9 ottobre 2007 Si pubblica il primo video su Carlovideo

13 9 ottobre Si scrive a: To: ; ; ; ; ; Cc: Sent: Tuesday, October 09, :47 PM Subject: Carlo parlanti I'm writing to You from Italy. I'd like to have news about the inmate of Ventura's Carlo Parlanti, BN and his physical condition. We're a group of people who're supporting him and his family. We don't have Carlo's news since Friday and we're very worried. Also is girlfriend, Ms Katia Andedda hadn't the possibility to talk with him. Why? Can you tell us about Carlo's condition? Why is he still in ventura's prison despite the judge's order? ____________________ Scrivo dall'Italia. Vorrei avere notizie del detenuto Carlo Parlanti, prigione di Ventura BN soprattutto epr qaunto riguarda le sue condizioni fisiche. Faccio parte del gruppo di persone che supporta Carlo e la sua famiglia. Non si hanno notizie di Carlo da venerdì 5 ottobre 2007 e siamo tutti preoccupati. Anche la sua fidanzata, Kaia Anedda non ha avuto possibilità di parlare con Carlo. Perchè? Cosa ci potete dire circa le condizioni di Carlo? Perchè si trova ancora nella prigione di Ventura nonostante il giudice, il primo ottobre 2007, abbia disposto il suo trasferimento ad Avenal?

14 9 ottobre 2007 Romero risponde: From: "Gilbert Romero" To: ; ; ; ; ; "Mxxxxx" Cc: Sent: Tuesday, October 09, :50 PM Subject: Re: Carlo parlanti I am attaching an I sent out to Stefania Pinochi: Any questions you have regarding Mr. Parlanti's health, his continued incarceration in Ventura County or questions about his case should be directed either to the Ventura County Sheriff's Department who controls the jail, or his new attorney Charles Kelly Kilgore who you can reach by at criminallawattorneylosangeles.com. I believe you may not be aware of my duties as a prosecutor. I am not allowed to communicate with Mr. Parlanti in any way because he has legal representation. Nor do I have any control over the jail system here in Ventura County, that is run by the Ventura County Sheriff's department not the District Attorney's Office where I work.

15 10 ottobre 2007 Si concorda di pubblicare un unico post in tutti blog che ruotano, direttamente o indirettamente, attorno alla storia di Carlo. La data prevista è il 16 ottobre

16 10 ottobre 2007 Dovè Carlo? Da Katia: Sulle info della prigione cercando Carlo, ritorna quanto segue: ARREST INFO Vehicle Location: INMATE HAS BEEN RELEASEDNEXT COURT DATE Case # Court Date: Oct :00PMVentura County Superior Court - Court Room: S. Victoria Ave.Ventura, CA 93009RELEASE INFO Booking # Released on 10/10/2007Authority: California Department of CorreAnche se vorrei illudermi sul released, suppongo voglia dire che lo hanno spostato.

17 11 ottobre 2007 Non si hanno notizie di Carlo, sembra sparito nel nulla e i canali ufficiali non rispondono

18 12 ottobre 2007 Si scrive a: To: ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; Dov'è Carlo Parlanti? E' ad Avenal come sostiene una fonte raggiunta da Secondo Protocollo, oppure a Wasco come sostengono sia Kathryn E. Kemp, Chief Deputy Detention Services Division Ventura County Sheriff's Department, "Mr. Parlanti concluded his court hearings in Ventura County and returned to Wasco State Prison today. He is no longer in the Ventura County Jail system", sia una fonte dell'Ambasciata italiana che starebbe organizzando una visita consolare?Carlo ParlantiSecondo Protocollo E soprattutto, come sta Carlo? Ovunque sia detenuto, gli stanno fornendo tutte le cure che il suo debilitato stato di salute necessita? E' dallo scorso venerdì che non si hanno notizie dirette, sono quasi sei giorni ormai che non telefona alla fidanzata Katia e nessuno ha saputo dire perchè; Katia, la famiglia, gli amici sono nello sconforto, brancolano nel buio, non sanno più a chi rivolgersi. A Wasco, se è Wasco, si sa che non può telefonare, ma perchè da Ventura non ha potuto farlo? E se è a Wasco, chi si mette in contatto con la fidanzata, la famiglia, gli amici per dare notizie certe sulle reali condizioni di Carlo? Chi è disponibile per andare a trovare Carlo?

19 12 ottobre 2007 Alla e.mail rispondono: Nancy Pelosi: Thank you for contacting my office. Congressional courtesy prevents me from replying to s if I cannot determine that you are a constituent of mine. If you are not a resident of California's 8th Congressional District and are contacting me in regard to my role as Speaker, please me at If you are a resident of the 8th District of California, please contact my office in Washington, DC at (202) to be added to our database Bob Broke: I do not have the information you request, but I forwarded your questions to our Jail staff and they will respond with the information available to them.

20 12 ottobre 2007 DallAmbasciata: Carlo è al Bakersfiled Mercy Hospital di Wasco, in isolamento, per sospetta TBC. Durissimo larticolo che Cristina Monceri pubblica su SecondoProtocolloarticolo

21 12 0ttobre 2007 I video per Carlo vengono pubblicati anche su un altro sitosito

22 13 ottobre 2007 Si scrive a: ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; Carlo Parlanti è il nostro connazionale detenuto negli Usa. Da venerdì scorso, 6 ottobre, giorno del trasferimento da Ventura verso ignota destinazione, forse Avenal, forse Wasco, la fidanzata e la famiglia non riescono a parlare con lui. Dopo un settimana di ricerche affannose e rimbalzi di notizie si è saputo che è stato ricoverato, in isolamento, nell'ospedale di Beckersfield. Ieri un funzionario del Consolato italiano si è recato presso quella struttura ma gli è stato negato il permesso di far visita a Carlo con la motivazione che la patologia di cui parrebbe affetto è contagiosa. Curioso questo interessamento per la salute di Carlo e di chi dovesse stargli accanto dopo che non ha mai ricevuto cure per l'epatite C che ha contratto e dopo che nel carcere di Ventura gli erano state sequestrate le medicine che deve prendere per l'asma. Carlo Parlanti

23 13 ottobre 2007 Arriva una lettera di Carlo del 5 ottobre… "scrivimi presto". Così conclude la lettera. "E dove"? ho pensato io se neanche il consolato gli fanno sentire. E mi è venuta ancora più rabbia. (Katia)

24 14 ottobre 2007 Katia scrive a Mastella e DAlema: Carissimo Massimo DAlema, nonche attualmente ministro degli affari esteri, io ho letto molto attentamente le risposte che lei ha dato alle varie interrogazioni parlamentari e ai politici che si sono interessati del caso e mi sono sentita presa in giro, ma lei non sta prendendo in giro me, sta prendendo in giro migliaia di Italiani che credono ancora alle nostre istituzioni. Avere idea della vicenda di Carlo e sufficiente leggere la storia sul sito avere idea dello sdegno che sta provocando negli italiani e sufficiente leggere il blog : idea dei diritti del signor Parlanti che giorno dopo giorno vengono calpestati e sufficiente leggere qualcuno degli articoli pubblicati da Secondo protocollo: Se poi si prende la briga di ascoltare i video messaggi linkati sulla pagina: Questo dovrebbe essere piu che sufficiente a porre la sua attenzione su questo caso se non altro per chiedersi se i diritti di un cittadino italiano sono salvaguardati e scoprirebbe che nessun diritto di Carlo e stato rispettato, dalle ultime notizie si scopre che non vengono rispettati nemmeno i diritti dei nostri rappresentanti allestero, negando un semplice incontro con il signor Parlanti e credere che sia per la tutela del visitatore, perche al Signor Parlanti non e stata completata la diagnosi, sarebbe prenderci in giro: 1) se il signor Parlanti dovesse essere infetto, il vostro funzionario sarebbe gia stato infettato in quanto e gia entrato poco piu di una settimana fa in contatto con il signor Parlanti, 2) Non e necessario doverci entrare in stretto contatto per appurare le condizioni fisiche di Carlo.Quindi sentire che venga accettata cosi passivamente questa giustificazione ci lascia perplessi e ci convince che qualcosa non funziona.Vi chiedo, e penso di farlo a nome di tutte le persone a cui sta a cuore la vicenda di Carlo (piu di italiani, tra quelli riscontrabili e che conoscono questa vicenda) di accertarci che entro e non oltre Mercoledì prossimo 17 Ottobre veniamo rassicurati che un rappresentante del nostro governo, che sia del consolato di Los Angeles se Carlo ancora in ospedale o del consolato di San Francisco se dovesse essere tornato ad Avenal si rechi ad incontrare e parlare direttamente con il signor Parlanti rassicurando la sua famiglia e chi segue questa vicenda. La seconda cosa che vi chiedo e che in collaborazione con il ministero di Giustizia concordiate i passi da fare per disporre delle denunce e investigazioni da parte del governo Californiano e quello Italiano per i crimini che sono stati commessi nei confronti del cittadino Carlo Parlanti, dettagli di questo li trovera in seguito nel paragrafo indirizzato al nostro ministero della Giustizia. Confido nel suo operatohttp://blog.libero.it/carlofree/http://www.secondoprotocollo.org/index.phphttp://www.carloparlanti.it/Video.htm Carissimo Clemente Mastella, nonche ministro della Giustizia Sempre riguardo al fatto che voglio credere ancora nelle nostre istituzioni, mi rivolgo a lei, indicandole, se questo le fosse sfuggito che il signor Parlanti e stato coattivamente estradato dallEuropa verso gli Stati Uniti, ma non perche fosse scappato, in Europa ci viveva da ben due anni e non certo in incognito, oltretutto con regolare residenza prima a Napoli e poi a Milano e viaggiava in lungo e largo per lEuropa e Canada usando il suo nome. Non voglio chiederle come mai alcuna comunicazione fosse stata inviata alla nostra residenza, comunicazione che avrebbe certamente reso possibile una difesa adeguata, le chiedo invece sul come mai vengono archiviate le denunce nei confronti del sistema che continua a tenere segregato e sequestrato Carlo Parlani. E ovvio che sia tenuto sotto sequestro, senza nemmeno poter comunicare adeguatamente con i suoi avvocati e con il consolato, non dico con la famiglia. Non capisco e mi sembra illegale che nemmeno voi, dopo le varie denunce fatte dai mezzi di informazione non fate chiarezza su questi crimini che si protraggono giorno dopo giorno contro un cittadino Italiano: Estradizione sulla base di false dichiarazioni, la presunta vittima ha stilato un rapporto contraddittorio, ed era a conoscenza della procura americana che la signora White soffrisse di malattie psichiche la portano ad una distorsione della realta Sistema carcerario non idoneo che e costato a Carlo la contrazione di malattie letali, e stato picchiato in prigione diverse volte. Messo agli atti la falsificazione della sua fedina penale La presunta vittima si macchia di crimine di falsa testimonianza in tribunale, falsa testimonianza provata agli atti perche smascherata, la presunta vittima fa accuse di mafiosita e altre accuse federali nei confronti di Carlo Parlanti e questo non viene indagato da parte del suo paese, paese in cui ha regolare cittadinanza Per elencare tutti i crimini commessi nei confronti di Carlo le dovrei raccontare tre anni di vita, sarebbe troppo lungo, ma penso che questi siano sufficienti ed in ultima analisi sequestrato in un ospedale senza sapere che gli stanno facendo e come sta. Non voglio pensare che aprirete un fascicolo quando si dovra richiedere la salma di Carlo Parlanti, voglio pensare che un attimo di buon senso e di democrazia possa risvegliarsi nelle vostre menti, intanto vorrei avere delle risposte sul perche di tutto questo, e che non siano prestampate, perche sarebbe un insulto alla ragione umana e le migliaia di persone che hanno a cuore la vita di Carlo Parlanti

25 14 ottobre 2007 Si montano video in inglese e si pubblicano su YouTubeinglese

26 15 ottobre 2007 Si scrive a: ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; Nessuno risponde

27 16 ottobre 2007 E il giorno del passaparola Blog…Sono 68 circa i blog che oggi dedicheranno a Carlo lo stesso post: CARLO PARLANTI, presunto colpevole! Questo post è stato creato per attirare e focalizzare l'attenzione dell'opinione pubblica e delle istituzioni sulla vicenda di CARLO PARLANTI, 42enne fisico e programmatore informatico arrestato ed in seguito processato negli Usa per un crimine che non ha mai commesso. Carlo è ammalato di Epatite C contratta in carcere, di piorrea, sciatalgia ed asma. Per l'epatite Carlo non viene curato. Se al più presto non si interverrà e l'epatite non verrà curata, Carlo potrebbe trovarsi presto in pericolo di vita. In questi ultimi giorni le condizioni sono ulteriormente peggiorate tanto e pertanto Carlo è attualmente ricoverato presso l'ospedale di Mercy di Backersfield con una diagnosi alquanto inquietante. Pioritaria diventa pertanto l'esigenza di RIPORTARE CARLO IN ITALIA affinchè possa venire curato nel migliore dei modi e perchè ciò avvenga occorre UN'AZIONE DI SENSIBILIZZAZIONE. Lo ripetiamo: Carlo è in carcere negli Stati Uniti per un crimine che non ha mai commesso, nel silenzio delle istituzioni italiane che fino ad ora non hanno accolto nessuno dei precedenti appelli. Non lasciamo che un cittadino italiano continui a soffrire nell'indifferenza generale. Aiutiamolo a lasciare la sua ingiusta detenzione ed a far sì che possa ricevere le cure necessarie alla sua sopravvivenza. Firma la petizione internazionale all'indirizzo: Prove dell'innocenza di Carlo, le carte processuali, ed i modi per aiutare Carlo sono disponibili all'indirizzo All'indirizzo è possibile contattare la Sig.ra Katia Anedda, sempre in prima linea per dimostrare l'innocenza del suo compagno ed impegnata da tre anni in una battaglia estenuante per far si che Carlo possa tornare a casahttp://www.petitiononline.com/parlanti/petition-sign.html?

28 16 ottobre 2007 Nessuna ancora notizia di Carlo… Si sa che neanche al Consolato consentono di visitarlo. Si decide di scrivere una ennesima e.mail e ci si suddivide i personaggi pubblici, a me tocca Romero: To: Gilbert RomeroGilbert Romero Sent: Tuesday, October 16, :54 PM Subject: Carlo Parlanti Mr Romero I wrote to you in the past, You were so kind to answer me about Carlo Parlanti. So I I've to ask you a kindness. Through our embassy We Know that Carlo Parlanti is now hospitalized in a Bakersfield hospital. We 're worried about his phisycal conditions. Can you suggest to us how to contact him? Also our embassy had problem to contact him. Can You tell us how can We be sure they are treating well our mate? When they will bring back Carlo to Avenal? His family would like to talk with him before resentencing. I Know that Carlo Parlanti's situation may not be your bussiness anymore. But we need Help, You are an authority in Ventura's county and I thought of you. Best regards

29 17 ottobre 2007 Romero risponde: From: "Gilbert Romero" To: "Mxxxx" Sent: Wednesday, October 17, :19 AM Subject: Re: Carlo Parlanti I would suggest you contact Wasco State Prison since I believe that is where he is currently a prisoner. He may have been taken from Wasco Prison to the hospital. The phone number to the prison is

30 17 ottobre 2007 Il consolato italiano ha parlato con Carlo per telefono: Si sospetta che Carlo abbia il cancro al polmone o la TBC. per la tbc hanno fatto due analisi, negative, ne hanno fatto una terza più approfondita, aspettano ancora i risultati per il cancro hanno fatto due biopsie e i risultati sono negativi, ne hanno fatto una terza più dettagliata, non ci sono risultati, li aspettano; lo specialista dice che se e' positiva dovrebbe operare. Carlo dice che se fosse positiva vorrebbe un parere di un medico specialista italiano, preferirebbe essere operato in Italia.

31 18 ottobre 2007 Viene annunciata una conferenza stampa promossa dallonorevole Marco Zacchera. Si terrà a Roma, presso la Camera dei Deputati, alle ore 14 del 24 ottobre Intanto, per oggi, è prevista la partecipazione di Katia a RadioBandieraRadioBandiera

32 19 ottobre 2007 Non ci sono notizie di Carlo… La nostra preoccupazione ha superato i limiti di guardia. Non ci arrendiamo però e continuiamo a montare video, in italiano e in inglese, e li pubblichiamo ove possibile. Libero YouTube Metacafè Italy-Usa org. Google Yahoo Blip.Tv E creiamo altri blog: Carlofrees Webblog

33 20 ottobre 2007 Carlo riesce, fortunosamente, a fare uscire una lettera da recapitare a Katia. E datata 14 ottobre… La disperazione traspare dalle sue parole, implora Katia di fargli arrivare notizie dallItalia e scrive che lo tengono incatenato al letto…

34 21 ottobre 2007 Nessuna notizia da Carlo, è impossibile parlare con lui… Vedo una foto e pubblico un pensiero per Carlo Questa è l'immagine di un dormitorio di una prigione statale degli Usa, potrebbe essere quella di Avenal ad esempio, dove Carlo è rimasto a lungo. Stanzoni enormi con 400 persone che trascorrono le loro giornate insieme, non sempre amabilmente, le risse e i soprusi sono frequenti, soprattutto quando le luci si spengono...E dove la privacy è inimmaginabile anche solo pensarla. Essere detenuti presenta anche una seconda eventualità, quella di essere relegati in isolamento, spesso quasi senza un ragionevole perchè, solo pretesti...Lo stanzone, diventa una stanza, uno stanzino in verità, dove non ci sono finestre.Non si ha nemmeno la possibilità di rendersi conto che il giorno sta finendo e che al calendario biologico si può aggiungere o togliere una frazione dell'incubo che si sta vivendo. Non si ha un orologio e lo scorrere del tempo è scandito dal secondino che porta i pasti...Ti fanno compagnia solo i tuoi pensieri intanto che la speranza e la preghiera fanno a pugni con la rabbia in un alternarsi senza limite. Se ti arriva una lettera dell'Italia la odori ancor prima di leggerla perchè ti sembra di essere a casa... Casa una parola che ti sembra sfuggire dalla vita ogni attimo che passa ma che ti è impressa nel cuore...

35 22 ottobre 2007 Nessuna notizia ufficiale, e quelle che arrivano ufficiosamente non sono belle, e non si possono neanche diffondere per motivi di tattica

36 23 ottobre 2007 Si preparano e.mail da inviare alle istituzioni consolari in Usa in vista della Ri-sentenza del 25 ottobre

37 24 ottobre 2007 Si scrive a: ; ; ; ; ; non è la prima volta che mi rivolgo alle Vostre Illustri persone per il caso di Carlo Parlanti, ma domani, 25 ottobre 2007, è il giorno previsto per la ri-sentenza. Cosa potrà accadere domani? Sarà confermata la prima sentenza? E in quale carcere sarà destinato Carlo? Ancora a Wasco dove il regolamento, rigidissimo, prevede nessun contatto con l'esterno per il primo mese di detenzione? E' un uomo che soffre Carlo, patisce alcune malattie gravi, perchè aggravare ancor di più il suo precario stato mentale e fisico? Non è abbastanza sufficiente il periodo di isolamento che ha già subito immotivatamente?Cosa è in Vostro potere fare in casi come questo? E se domani per Carlo venisse applicato il "time served" cosa succederebbe? Sarebbe scarcerato ed espulso dalla California. Credo che in questo caso sia in Vostro potere assicurare per Carlo un rientro in Italia tranquillo e assistito. Nessuno risponde

38 24 ottobre 2007 Il giorno della Conferenza stampa è arrivata. Lattesa è altissima… I risultati sperati forse non si otterranno, per problematiche così importanti come quella dei detenuti italiani allestero ci sono solo 30 minuti di tempo… Si è parlato di Carlo Parlanti detenuto negli Usa e di Angelo Falcone e Simone Nobili detenuti in India. Per ascoltare la conferenza stampa cliccare quicliccare qui

39 24 ottobre In sintesi, i dati emersi dalla Conferenza: Sono circa 3000 i detenuti italiani all'estero. Le Istituzioni italiane non seguono opportunamente ed adeguatamente i casi dei nostri connazionali detenuti all'estero.Spesso di tratta di casi in cui negata persino la visita consolare e molte altre volte il Consolato viene a conoscenza del fatto settimane e settimane dopo facendo del detenuto un uomo abbandonato a se stesso.Il Ministero degli Esteri non si allerta sufficientemente, spesso anzi silente e quando viene interessato dalle famiglie dei detenuti risponde con messaggi automatici ciclostilati. Per molti detenuti in generale, e per Carlo Parlanti in particolare, si tratta di una situazione di sequestro di persona in quanto le notizie che lo riguardano non sono mai tempestive e certe. Le famiglie vivono drammaticamente quanto accade ai loro congiunti detenuti all'estero sia perch ricevono trattamenti di diniego assoluto dei diritti umani, sono lasciati senza cibo e senza cure, sia perch devono sopportare enormi sacrifici economici per garantire l'assistenza legale necessaria. Lo Stato italiano deve interessarsi realmente e fattivamente per i nostri connazionali detenuti all'estero, rendersiconto in che condizioni vivono la realt di detenuto. Accade molto spesso che non vengano curati. Nemmeno un Paese garantista come gli Usa consente cure adeguate ai detenuti. basti pensare che a Carlo Parlanti stato detto che il regolamento carcerario prevede assistenza se si hanno pi di 45 anni o se si in punto di morte. Esiste il trattato di Strasburgo che consente ai detenuti dei Paesi firmatari la possibilit di scontare la pena nel proprio Stato ma ci pu avvenire solo in due casi specifici: o il detenuto rinuncia a presentare appello ( e chi ha subito condanna ingiusta?) oppure il detenuto stato condannato in via definitiva (e in questo caso ha gi scontato gran parte della pena all'estero). Esiste anche un accordo tra i Paesi europei in base al quale il detenuto condannato pu scontare la pena nel proprio stato, per l'Italia questo accordo come se non esistesse perch il Ministero di Grazia e Giustizia non traduce gli atti. Anche TV nazionale e testate giornalistiche pi importanti italiane non trattano sufficientemente i casi dei detenuti italiani all'estero perché non fa notizia. Questa la motivazione che ricevono i familiari quando si rivolgono ai media perch seguano i casi dei loro congiunti. Bisogna informare meglio i cittadini italiani che si recano all'estero su quali rischi possono correre in caso di arresto. E' opportuno fornire tutti di un opuscolo contenente linee guida su cosa fare e come agire in caso di bisogno. Bisogna creare un Osservatorio permanente parlamentare formato da deputati volontari che si impegnino a fare lobbing (pressione) su i ministeri interessati ai detenuti italiani all'estero. Fornire di fondi adeguati i Consolati italiani all'estero, infatti il Consolato l'organo deputano a garantire l'assistenza legale ad un cittadino italiano all'estero. Si pensa di presentare un emendamento alla prossima Finanziaria proprio per l'aumento dei fondi destinati a queste problematiche. E' impensabile che una realt come il Consolato italiano per la California meridionale con sede a Los Angeles usufruisca di soli 3000 euro l'anno in bilancio per offrire assistenza legale ai nostri connazionali.

40 24 ottobre 2007 A conferenza stampa conclusa, si può diffondere quella notizia che ci tiene da giorni in grande preoccupazione… Lavvocato difensore di Carlo, Kilgore, ha comunicato allAmbasciata che la ri-sentenza è stata spostata al 1° novembre per impegni non meglio identificati di non si sa chi… Ad un controllo sul sito della Corte di Ventura, la data è sempre la stessa: 25 ottobre. Lesperienza pregressa ci rende diffidenti, a chi credere? Si decide di inviare ancora e.mail….

41 25 ottobre 2007 Si scrive a: To: ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; ; Sent: Thursday, October 25, :29 AM Subject: Carlo Parlanti We dont know if you are informed about Carlo Parlantis case. He is an Italian programmer, jailed for two years now in Ventura county after a trial for rape, not so clear in its procedure. On October 25th, thanks to the precedent represented by the Cunningham case in January 2007, Carlo Parlanti would be resenteced. we use the conditional form of verb cause there's a discrepancy between our embassy, which says that the risentencing is on November 7th and Ventura's court which says that it will be tomorrow at 16:00. Carlo Parlanti, at the moment, is in confinement in an hospital, and we dont know why. He is not allowed to talk with his family and our Ambassy can seldom get in touch with him only for a few minutes at a time. Further information on Carlo Parlantis case can be found on We have also realized some videos in English, in which we sum up the story (Libero, Libero1, YouTube, You Tube1, YouTube2, YouTube3, Metacafe, Metacafè1, Italy-Usa org., Italy-Usa org.2, Google, Google1, Google2, Google3). You can express our opinion on it.http://www.carloparlanti.it/ Carlo will be resentenced in the main jail of Ventura, Ca. If you are interested to attend, please let us know with a reply to this message and send your reporter in the morning for sure. On October 1st, when the resentence was first postponed, the session had been anticipated because of the number of registration requests. Thank you for your attention

42 25 ottobre 2007 E si scrive anche ad Ambasciatore e Console: Quando la ri-sentenza? Signor Ambasciatore, Signor Console, come ormai saprete, non essendo questa la mia la prima mail da Voi ricevuta, faccio parte di un gruppo di blogger impegnato affinché il sig. Carlo Parlanti possa avere giustizia ed usufruire di un corretto trattamento nel corso della sua permanenza negli States come detenuto. Come sempre la sig.ra katia Anedda è posta in CC. Vi scrivo perché si è creata una strana situazione. Sapevamo che la risentenza del sig. Carlo Parlanti era fissata per il 25 0ttobre, a Ventura. Attraverso la sig.ra Katia Anedda, abbiamo saputo che la stessa era stata rinviata al 7 novembre. Tale notizia mi ha gettata nello sconforto perchè se confermata, costringe il sig. Parlanti a prolungare il periodo di ingiusta e immotivata detenzione in isolamento. In mancanza di dati oggettivi di certezza riguardo lo spostamento a giorno 7 novembre, ho visitato il sito dove è possibile visualizzare le udienze in pendenza della corte di Ventura e con sorpresa mi rendo conto che la risentenza è ancora fissata al 25 ottobre. Con il gruppo spontaneo di blogger di cui faccio parte abbiamo pensato di chiedere spiegazioni al legale del Sig. Parlanti, sempre gentile e disponibile, che ci ha confermato la data della risentenza al 7 novembre. Ora, lungi da noi il pensare male, ma, quale delle due voci è vera? Carlo Parlanti quando sarà risentenziato? Ed ancora, quando potrà parlare nuovamente con i suoi famigliari? Fiduciosa in una Vostra risposta, almeno alla sig.ra Katia Anedda, così da fugare al più presto ogni dubbio xxxx, yyyyy, Italia

43 26 ottobre 2007 Ormai la situazione è chiara: la risentenza è stata spostata al 1°novembre, lodissea di Carlo deve continuare. Oggi è arrivata una sua lettera, è del 21 ottobre, pensa di essere stato abbandonato, non riceve notizie dallItalia. Nonostante il tubo di drenaggio e quello dellossigeno che gli hanno inserito dopo la biopsia al polmone è stato lasciato completamente solo e sempre incatenato al letto per le caviglie…

44 26 ottobre 2007 Altro articolo durissimo su SecondoProtocollo, stavolta a scrivere è Elisa Arduini.Elisa Arduini Intanto qualcuno si interessa di Carlo, è Pupia- Tv. Grazie, leggere questa pagina è stato come una goccia dacqua nel deserto.Pupia- Tv

45 26 ottobre 2007 Lelenco degli indirizzi e.mail a cui abbiamo scritto di Carlo si allunga sempre più… Non sappiamo più a chi rivolgerci ma non demordiamo, siamo ben motivati e le idee non ci mancheranno.indirizzi e.mail Lo scoramento dura solo pochi istanti, siamo in tanti ormai e gli altri riescono a dare positività a chi entra in crisi.

46 27 ottobre 2007 Dice Katia che il fine settimana è terribile perché non esiste nemmeno la più remota speranza di avere notizie tramite consolato, ministeri e uomini politici, quella vana speranza che ci supporta durante la settimana… Ma gli amici di Carlo non vanno via, altri video sono stati fatti e altri blog sono nati:


Scaricare ppt "Carlo Parlanti Accade in Ottobre. 1 ottobre 2007 E il giorno della Ri-sentenza. Prevista per le ore 16 viene anticipata alle ore 10, forse per le molteplici."

Presentazioni simili


Annunci Google