La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PROGETTO MACONDO Valutazione e miglioramento dell'assistenza domiciliare al paziente oncologico, con particolare riferimento al riconoscimento e al controllo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PROGETTO MACONDO Valutazione e miglioramento dell'assistenza domiciliare al paziente oncologico, con particolare riferimento al riconoscimento e al controllo."— Transcript della presentazione:

1 PROGETTO MACONDO Valutazione e miglioramento dell'assistenza domiciliare al paziente oncologico, con particolare riferimento al riconoscimento e al controllo del dolore in una rete di assistenza integrata. Primo Seminario di Studio Reggio Emilia, 3 aprile 2008 Il progetto regionale di ricerca MACONDO

2 PROGETTO MACONDO FOCUS DELLA VALUTAZIONE Valutazione e miglioramento dell'assistenza domiciliare al paziente oncologico, con particolare riferimento al riconoscimento e al controllo del dolore in una rete di assistenza integrata. Seminario di presentazione. Reggio Emilia, 3 aprile Riconoscimento e controllo del dolore oncologico in una rete di assistenza integrata tra territorio e ospedale.

3 PROGETTO MACONDO Punto di osservazione Punto di osservazione Nuclei di cure primarie. Valutazione e miglioramento dell'assistenza domiciliare al paziente oncologico, con particolare riferimento al riconoscimento e al controllo del dolore in una rete di assistenza integrata. Seminario di presentazione. Reggio Emilia, 3 aprile 2008.

4 PROGETTO MACONDO Valutazione e miglioramento dell'assistenza domiciliare al paziente oncologico, con particolare riferimento al riconoscimento e al controllo del dolore in una rete di assistenza integrata. Seminario di presentazione. Reggio Emilia, 3 aprile COMUNITA OPERATORI ORGANIZZAZIONE Campi di indagine.

5 PROGETTO MACONDO Valutazione e miglioramento dell'assistenza domiciliare al paziente oncologico, con particolare riferimento al riconoscimento e al controllo del dolore in una rete di assistenza integrata. Seminario di presentazione. Reggio Emilia, 3 aprile COMUNITA OPERATORI ORGANIZZAZIONE Campi di indagine. Per ogni campo andranno indagate due dimensioni: SoggettivaOggettiva

6 PROGETTO MACONDO Organizzazione Valutazione e miglioramento dell'assistenza domiciliare al paziente oncologico, con particolare riferimento al riconoscimento e al controllo del dolore in una rete di assistenza integrata. Seminario di presentazione. Reggio Emilia, 3 aprile 2008.

7 PROGETTO MACONDO Valutazione e miglioramento dell'assistenza domiciliare al paziente oncologico, con particolare riferimento al riconoscimento e al controllo del dolore in una rete di assistenza integrata. Seminario di presentazione. Reggio Emilia, 3 aprile Quali servizi strumenti di documentazione per: Pazienti e familiari MMG e Operatori cure primarie. Quali strumenti di comunicazione e informazione (Cartelle, ICT, reti). Quali forme di coordinamento OspedaleCure primarie nel percorso delle Cure Palliative. Unorganizzazion e competente ed efficace nel garantire il riconoscimento, la presa in carico e il controllo del dolore cronico oncologico, nel contesto delle Cure Primarie Sono state adottate Linee guida e di qualità? (valutazione AGREE). Cultura organizzativa Quale formazione ECM in terapia del dolore e cure palliative. IL Comitato Ospedali senza Dolore è esteso ai servizi territoriali? Struttura (modelli organizzativi) delle Cure Primarie e delle cure palliative Audit clinici Quali servizi strumenti di documentazione per: Pazienti e familiari MMG e Operatori cure primarie. Quali strumenti di comunicazione e informazione (Cartelle, ICT, reti). Quali forme di coordinamento OspedaleCure primarie nel percorso delle Cure Palliative. Unorganizzazione competente ed efficace nel garantire il riconoscimento, la presa in carico e il controllo del dolore cronico oncologico, nel contesto delle Cure Primarie Sono state adottate Linee guida e di qualità? (valutazione AGREE). Cultura organizzativa Quale formazione ECM in terapia del dolore e cure palliative. Il Comitato Ospedali senza Dolore è esteso ai servizi territoriali? Struttura (modelli organizzativi) delle Cure Primarie e delle cure palliative Audit clinici Competenze dellorganizzazione.

8 PROGETTO MACONDO Valutazione e miglioramento dell'assistenza domiciliare al paziente oncologico, con particolare riferimento al riconoscimento e al controllo del dolore in una rete di assistenza integrata. Seminario di presentazione. Reggio Emilia, 3 aprile Approfondimenti sulle tecnologie clinico-assistenziali e sui modelli organizzativi a disposizione nelle Cure Primarie (NCP) modelli organizzativi e di competenze di NCP e ADI Collaborazione Medico- Infermiere realizzazione della Rete delle Cure Palliative Schemi Terapeutici e responsabilità del trattamento Monitoraggio del dolore attraverso scale Documentazione clinica da: Cartelle ADI; Cartelle dei MMG; SOLE. Ottenere di operare col supporto delle tecnologie più efficaci ed adatte allo scopo.

9 PROGETTO MACONDO Valutazione e miglioramento dell'assistenza domiciliare al paziente oncologico, con particolare riferimento al riconoscimento e al controllo del dolore in una rete di assistenza integrata. Seminario di presentazione. Reggio Emilia, 3 aprile Operatori.

10 PROGETTO MACONDO Valutazione e miglioramento dell'assistenza domiciliare al paziente oncologico, con particolare riferimento al riconoscimento e al controllo del dolore in una rete di assistenza integrata. Seminario di presentazione. Reggio Emilia, 3 aprile Operatori convenzionati Pediatri di libera scelta. Infermieri e Medici del Day Hospital oncologico. Infermieri ADI. Medici di famiglia. Medici della Continuità Assistenziale. Operatori competenti in terapia del dolore e cure palliative dei pazienti oncologici Operatori Hospice. Competenze degli operatori In collaborazione con il programma regionale e Comitati locali Ospedali senza dolore e Commissione ECM regionale

11 PROGETTO MACONDO Valutazione e miglioramento dell'assistenza domiciliare al paziente oncologico, con particolare riferimento al riconoscimento e al controllo del dolore in una rete di assistenza integrata. Seminario di presentazione. Reggio Emilia, 3 aprile Comunità

12 PROGETTO MACONDO Valutazione e miglioramento dell'assistenza domiciliare al paziente oncologico, con particolare riferimento al riconoscimento e al controllo del dolore in una rete di assistenza integrata. Seminario di presentazione. Reggio Emilia, 3 aprile Utenti e familiari Popolazione generale. Operatori sanitari e sociali Amministratori Locali Associazioni di volontariato e tutela. Comitati Consultivi Misti Un contesto sociale consapevole e competente, una comunità che facilita e sostiene il diritto alla cura del dolore cronico oncologico. Media Ordini e collegi professionali Competenze della comunità.

13 PROGETTO MACONDO Valutazione e miglioramento dell'assistenza domiciliare al paziente oncologico, con particolare riferimento al riconoscimento e al controllo del dolore in una rete di assistenza integrata. Seminario di presentazione. Reggio Emilia, 3 aprile STUDIO DELLA EPIDEMIOLOGIA DEL DOLORE NEI MALATI ONCOLOGICI Studio di incidenza (in collaborazione col Registro Tumori della Romagna) Studio di prevalenza (in ADI e DH oncologico)

14 PROGETTO MACONDO Valutazione e miglioramento dell'assistenza domiciliare al paziente oncologico, con particolare riferimento al riconoscimento e al controllo del dolore in una rete di assistenza integrata. Seminario di presentazione. Reggio Emilia, 3 aprile Organigramma (link al file) link

15 PROGETTO MACONDO Valutazione e miglioramento dell'assistenza domiciliare al paziente oncologico, con particolare riferimento al riconoscimento e al controllo del dolore in una rete di assistenza integrata. Seminario di presentazione. Reggio Emilia, 3 aprile Fasi e Tempi

16 PROGETTO MACONDO Valutazione e miglioramento dell'assistenza domiciliare al paziente oncologico, con particolare riferimento al riconoscimento e al controllo del dolore in una rete di assistenza integrata. Seminario di presentazione. Reggio Emilia, 3 aprile Fasi/attività Apr/ Giu 2007 Lu / Set 2007 Ott/ Dic 2007 I sem 2008 II sem 2008 I sem 2009 II sem 2009 Progettazione, esecuzione, valutazione ed output Avvio progetto regionale Attivazione coordinamento c/o RE Attivazione Comitato di indirizzo Nomina referenti locali Progettazione indagini Rilevazione fase retrospettiva Elaborazione dati e reporting preliminare Rapporto finale della fase retrosp. Valutazione dei risultati (locale e regionale) Stesura raccomandazioni Progettazione audit prospettici


Scaricare ppt "PROGETTO MACONDO Valutazione e miglioramento dell'assistenza domiciliare al paziente oncologico, con particolare riferimento al riconoscimento e al controllo."

Presentazioni simili


Annunci Google