La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Diagnosi ecografica di placenta previa Herbert Valensise

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Diagnosi ecografica di placenta previa Herbert Valensise"— Transcript della presentazione:

1 Diagnosi ecografica di placenta previa Herbert Valensise

2 miometrio placenta decidua membrane

3 Placenta: schema Cordone ombelicale Arterie spirali Camera intervillosa Villo placentare MIOMETRIO

4 Placenta previa: raggiunge/ricopre lorifizio uterino interno (OUI) MARGINALE PARZIALE COMPLETA

5 Ecografia transvaginale in ostetricia cervice PLACENTA Canale cervicale TESTA

6 Placenta previa marginale: giunge in prossimità dellorifizio uterino interno placenta

7 Placenta previa centrale: ricopre lorifizio uterino interno placenta

8 Placenta previa: definizione Placenta a termine di gravidanza > 2 cm dallorifizio uterino interno (OUI) non impedisce mai il parto vaginalePlacenta a termine di gravidanza > 2 cm dallorifizio uterino interno (OUI) non impedisce mai il parto vaginale Placenta che raggiunge lOUI impedisce sempre il parto (parziale/centrale)Placenta che raggiunge lOUI impedisce sempre il parto (parziale/centrale) Tra 2 e 0 cm il parto è a volte ostacolato (marginale)Tra 2 e 0 cm il parto è a volte ostacolato (marginale) Placenta a termine di gravidanza > 2 cm dallorifizio uterino interno (OUI) non impedisce mai il parto vaginalePlacenta a termine di gravidanza > 2 cm dallorifizio uterino interno (OUI) non impedisce mai il parto vaginale Placenta che raggiunge lOUI impedisce sempre il parto (parziale/centrale)Placenta che raggiunge lOUI impedisce sempre il parto (parziale/centrale) Tra 2 e 0 cm il parto è a volte ostacolato (marginale)Tra 2 e 0 cm il parto è a volte ostacolato (marginale)

9 Placenta previa: epidemiologia Placenta < 2 cm a termine 0,6 %Placenta < 2 cm a termine 0,6 % Taglio cesareo per placenta previa 0,3%Taglio cesareo per placenta previa 0,3% Placenta < 2 cm a termine 0,6 %Placenta < 2 cm a termine 0,6 % Taglio cesareo per placenta previa 0,3%Taglio cesareo per placenta previa 0,3%

10

11 EPIDEMIOLOGIAEPIDEMIOLOGIA Un solo TC aumenta il rischio dello 0.65%, tre del 2,2% e quattro o più del 10%.Un solo TC aumenta il rischio dello 0.65%, tre del 2,2% e quattro o più del 10%. Altri fattori predisponenti sono il fumo di sigaretta ed un pregresso parto complicato da placenta previa; il rischio di recidiva è del 4-8% in donne dopo un primo episodio di placenta previaAltri fattori predisponenti sono il fumo di sigaretta ed un pregresso parto complicato da placenta previa; il rischio di recidiva è del 4-8% in donne dopo un primo episodio di placenta previa Un solo TC aumenta il rischio dello 0.65%, tre del 2,2% e quattro o più del 10%.Un solo TC aumenta il rischio dello 0.65%, tre del 2,2% e quattro o più del 10%. Altri fattori predisponenti sono il fumo di sigaretta ed un pregresso parto complicato da placenta previa; il rischio di recidiva è del 4-8% in donne dopo un primo episodio di placenta previaAltri fattori predisponenti sono il fumo di sigaretta ed un pregresso parto complicato da placenta previa; il rischio di recidiva è del 4-8% in donne dopo un primo episodio di placenta previa

12 EPIDEMIOLOGIAEPIDEMIOLOGIA

13 Placenta previa: clinica Antepartum: metrorragia senza dolore/contrazioniAntepartum: metrorragia senza dolore/contrazioni Intrapartum: metrorragia allinizio del travaglio di parto o perlomeno allesordio della fase dilatanteIntrapartum: metrorragia allinizio del travaglio di parto o perlomeno allesordio della fase dilatante Antepartum: metrorragia senza dolore/contrazioniAntepartum: metrorragia senza dolore/contrazioni Intrapartum: metrorragia allinizio del travaglio di parto o perlomeno allesordio della fase dilatanteIntrapartum: metrorragia allinizio del travaglio di parto o perlomeno allesordio della fase dilatante

14 Placenta previa: diagnosi EcografiaEcografia La diagnosi è spesso posta in pazienti asintomatiche da un esame eseguita routinariamente nel corso della gravidanzaLa diagnosi è spesso posta in pazienti asintomatiche da un esame eseguita routinariamente nel corso della gravidanza EcografiaEcografia La diagnosi è spesso posta in pazienti asintomatiche da un esame eseguita routinariamente nel corso della gravidanzaLa diagnosi è spesso posta in pazienti asintomatiche da un esame eseguita routinariamente nel corso della gravidanza

15 ECO TRANSVAGINALE O TRANSADDOMINALE?

16

17

18 MIGRAZIONE PLACENTARE Placental migration occurs during the second and third trimesters owing to the development of the lower uterine segment, but it is less likely if the placenta is posterior or if there has been a previous caesarean section. A retrospective review of 714 women with placenta praevia found that, even with a marginal praevia at 20–23 weeks (i.e. the edge of the placenta reached the internal cervical os), the chance of persistence of the placenta praevia requiring abdominal delivery was 11% with no uterine scar and 50% with a previous caesarean section Placental migration occurs during the second and third trimesters owing to the development of the lower uterine segment, but it is less likely if the placenta is posterior or if there has been a previous caesarean section. A retrospective review of 714 women with placenta praevia found that, even with a marginal praevia at 20–23 weeks (i.e. the edge of the placenta reached the internal cervical os), the chance of persistence of the placenta praevia requiring abdominal delivery was 11% with no uterine scar and 50% with a previous caesarean section

19 MIGRAZIONE PLACENTARE In another study of 55 women with a placenta reaching or overlapping the cervical os at 18–23 weeks diagnosed by transvaginal sonography, only five had placenta praevia at birth and in all these cases the edge of the placenta had overlapped 15 mm over the os. Conversely, although significant migration to allow vaginal delivery is unlikely if the placenta substantially overlaps the internal os (by over 23 mm at 11–14 weeks in one study,by over 25 mm at 20–23 weeks in another and by over 20 mm at 26 weeks in a third study) such migration is still possible, with a 50% chance of resolution if the placenta covers the os at 20 weeks In another study of 55 women with a placenta reaching or overlapping the cervical os at 18–23 weeks diagnosed by transvaginal sonography, only five had placenta praevia at birth and in all these cases the edge of the placenta had overlapped 15 mm over the os. Conversely, although significant migration to allow vaginal delivery is unlikely if the placenta substantially overlaps the internal os (by over 23 mm at 11–14 weeks in one study,by over 25 mm at 20–23 weeks in another and by over 20 mm at 26 weeks in a third study) such migration is still possible, with a 50% chance of resolution if the placenta covers the os at 20 weeks

20 PLACENTA PREVIA – PLACENTA ACCRETA?

21 MANAGEMENTMANAGEMENT

22 Placenta previa: problematiche cliniche Metrorragia in travaglio richiede taglio cesareoMetrorragia in travaglio richiede taglio cesareo Il problema principale è rappresentato dalle pazienti che hanno metrorragia prima della maturità fetaleIl problema principale è rappresentato dalle pazienti che hanno metrorragia prima della maturità fetale Evitare visite ginecologicheEvitare visite ginecologiche Pazienti con pregresso taglio cesareo e placenta previa hanno spesso placenta accretaPazienti con pregresso taglio cesareo e placenta previa hanno spesso placenta accreta Metrorragia in travaglio richiede taglio cesareoMetrorragia in travaglio richiede taglio cesareo Il problema principale è rappresentato dalle pazienti che hanno metrorragia prima della maturità fetaleIl problema principale è rappresentato dalle pazienti che hanno metrorragia prima della maturità fetale Evitare visite ginecologicheEvitare visite ginecologiche Pazienti con pregresso taglio cesareo e placenta previa hanno spesso placenta accretaPazienti con pregresso taglio cesareo e placenta previa hanno spesso placenta accreta

23 placenta utero sangue

24 Distacco intempestivo di placenta (normalmente inserta)

25 Fatttori di rischio per il distacco di placenta IpertensioneIpertensione TrombofiliaTrombofilia Restrizione di crescita intrauterinaRestrizione di crescita intrauterina TraumiTraumi IpertensioneIpertensione TrombofiliaTrombofilia Restrizione di crescita intrauterinaRestrizione di crescita intrauterina TraumiTraumi

26 Distacco intempestivo di placenta: clinica Grado 1 Grado 2 Grado 3 Metrorragia+/-+++/-+++/- Contrazioni uterine +/- +++/ dolorose tetania FetoNormaleSofferentemorto Altro- fibrinogeno fibrinogenocoagulopatia

27 Utero di Couvelaire

28 Incidenza del distacco intempestivo di placenta 0,5-1%0,5-1% 80% dei casi prima del parto80% dei casi prima del parto Grado 1 e 2 nel 40-45% dei casi ciascuno; grado 3 nel 15% dei casiGrado 1 e 2 nel 40-45% dei casi ciascuno; grado 3 nel 15% dei casi 0,5-1%0,5-1% 80% dei casi prima del parto80% dei casi prima del parto Grado 1 e 2 nel 40-45% dei casi ciascuno; grado 3 nel 15% dei casiGrado 1 e 2 nel 40-45% dei casi ciascuno; grado 3 nel 15% dei casi

29 Ecografia di distacco intempestivo di placenta placenta coagulo placenta feto Ecografia negativa nel 50% dei casi

30 Diagnosi di distacco intempestivo di placenta Frequentemente, si presenta come una emergenza chirurgica: dolore, utero contratto, metrorragia, sofferenza/morte fetaleFrequentemente, si presenta come una emergenza chirurgica: dolore, utero contratto, metrorragia, sofferenza/morte fetale Alto indice di sospetto in caso di metrorragia con contrazioni uterine, soprattutto se la placenta non è previaAlto indice di sospetto in caso di metrorragia con contrazioni uterine, soprattutto se la placenta non è previa Lecografia può essere di aiuto, ma non esclude un distaccoLecografia può essere di aiuto, ma non esclude un distacco Frequentemente, si presenta come una emergenza chirurgica: dolore, utero contratto, metrorragia, sofferenza/morte fetaleFrequentemente, si presenta come una emergenza chirurgica: dolore, utero contratto, metrorragia, sofferenza/morte fetale Alto indice di sospetto in caso di metrorragia con contrazioni uterine, soprattutto se la placenta non è previaAlto indice di sospetto in caso di metrorragia con contrazioni uterine, soprattutto se la placenta non è previa Lecografia può essere di aiuto, ma non esclude un distaccoLecografia può essere di aiuto, ma non esclude un distacco

31 Terapia del distacco di placenta Espletamento del parto (taglio cesareo)Espletamento del parto (taglio cesareo) Controllo ravvicinato delle condizioni materne per la possibile comparsa di emorragia da ipotonia uterina/CIDControllo ravvicinato delle condizioni materne per la possibile comparsa di emorragia da ipotonia uterina/CID Utero di Couvelaire richiede pressochè sempre isterectomiaUtero di Couvelaire richiede pressochè sempre isterectomia Espletamento del parto (taglio cesareo)Espletamento del parto (taglio cesareo) Controllo ravvicinato delle condizioni materne per la possibile comparsa di emorragia da ipotonia uterina/CIDControllo ravvicinato delle condizioni materne per la possibile comparsa di emorragia da ipotonia uterina/CID Utero di Couvelaire richiede pressochè sempre isterectomiaUtero di Couvelaire richiede pressochè sempre isterectomia

32 Metrorragia nel terzo trimestre di gravidanza: inquadramento Evitare visita ginecologica (o comunque con cautela)Evitare visita ginecologica (o comunque con cautela) Metrorragia senza dolore/contrazioni: maggiore probabilità di placenta previa, diagnosi ecografica specifica sempreMetrorragia senza dolore/contrazioni: maggiore probabilità di placenta previa, diagnosi ecografica specifica sempre Metrorragia con dolore e contrazioni/ ipercontrattilità uterina: maggiore probabilità di distacco, diagnosi ecografica specifica solo nel 50%Metrorragia con dolore e contrazioni/ ipercontrattilità uterina: maggiore probabilità di distacco, diagnosi ecografica specifica solo nel 50% In caso di metrorragia con placenta distante dallOUI allecografia, si deve sempre sospettare distaccoIn caso di metrorragia con placenta distante dallOUI allecografia, si deve sempre sospettare distacco Evitare visita ginecologica (o comunque con cautela)Evitare visita ginecologica (o comunque con cautela) Metrorragia senza dolore/contrazioni: maggiore probabilità di placenta previa, diagnosi ecografica specifica sempreMetrorragia senza dolore/contrazioni: maggiore probabilità di placenta previa, diagnosi ecografica specifica sempre Metrorragia con dolore e contrazioni/ ipercontrattilità uterina: maggiore probabilità di distacco, diagnosi ecografica specifica solo nel 50%Metrorragia con dolore e contrazioni/ ipercontrattilità uterina: maggiore probabilità di distacco, diagnosi ecografica specifica solo nel 50% In caso di metrorragia con placenta distante dallOUI allecografia, si deve sempre sospettare distaccoIn caso di metrorragia con placenta distante dallOUI allecografia, si deve sempre sospettare distacco


Scaricare ppt "Diagnosi ecografica di placenta previa Herbert Valensise"

Presentazioni simili


Annunci Google