La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Seminario: L Infermiere Case Manager Bologna 19 Settembre 2007 LICM E IL PERCORSO DI ELEGGIBILITA AL TRAPIANTO DI FEGATO Barbara Brolli Azienda Ospedaliero-Universitaria.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Seminario: L Infermiere Case Manager Bologna 19 Settembre 2007 LICM E IL PERCORSO DI ELEGGIBILITA AL TRAPIANTO DI FEGATO Barbara Brolli Azienda Ospedaliero-Universitaria."— Transcript della presentazione:

1 Seminario: L Infermiere Case Manager Bologna 19 Settembre 2007 LICM E IL PERCORSO DI ELEGGIBILITA AL TRAPIANTO DI FEGATO Barbara Brolli Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna Policlinico S.Orsola-Malpighi

2 PROGRAMMA AZIENDALE TRAPIANTO DI FEGATO ATTIVO DAL ATTIVITA CLINICA DAL 1986 VALUTAZIONE INTERDISCIPLINARE DEL PAZIENTE SUDDIVISA IN TRE FASI PRE -TRAPIANTO U.O. DI GASTROENTEROLOGIA E MEDICINE INTERNE TRAPIANTO U.O. DI CHIRURGIA TRAPIANTI DI FEGATO E MULTIORGANO POST- TRAPIANTO FOLLOW UP A CURA DELLE U.O. IN CUI IL PAZIENTE E RICOVERATO

3 FASE PRE-TRAPIANTO COINVOLGE UN VASTO NUMERO DI SERVIZI E COMPRENDE TUTTE LE SEGUENTI ATTIVITA VALUTAZIONE CLINICA DEI CANDIDATI ALLORTHOTOPIC LIVER TRANSPLANTATION ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DI UN PROTOCOLLO OLT IN REGIME DI RICOVERO ORDINARIO, AMBULATORIALE, (DH) ORGANIZZAZIONE DI UN PROTOCOLLO RAPIDO IN REGIME DI RICOVERO URGENTE INSERIMENTO IN LISTA ATTIVA DEL PAZIENTE, DA PARTE DEL COMITATO MEDICO CHIRURGICO MONITORAGGIO CLINICO DEI PAZIENTI INSERITI IN LISTA DI ATTESA

4 …INSTAURARE UN PRIMO RAPPORTO E RIDURRE IL TRAUMA DELLOSPEDALIZZAZIONE … …RIDURRE LANSIA CHE SI GENERA PER SITUAZIONI CHE NON SONO CONOSCIUTE… …FACILITARE IL PERCORSO DI ADEGUAMENTO IN MANIERA EFFICACE RIGUARDO LOSPEDALIZZAZIONE, LA PATOLOGIA, I TRATTAMENTI CONSEGUENTI… PORRE AL CENTRO DEL PROPRIO INTERESSE PAZIENTE E FAMIGLIA PER … LICM E LA FASE DI RICOVERO

5 ICM SI FARE CONOSCERE AL PAZIENTE IL SIGNIFICATO E LE ASPETTATIVE DELLE PROCEDURE DIAGNOSTICHE E TERAPEUTICHE ICM NO COINVOLGIMENTO ATTIVO DEL PAZIENTE NEL PIANO ASSISTENZIALE IL PAZIENTE SI RICONOSCE PROTAGONISTA DI UN VERO E PROPRIO PERCORSO MAGGIORE COMPLIANCE NELLATTENERSI AI PROGRAMMI TERAPEUTICI, DIETETICI E COMPORTAMENTALI NON COINVOLGIMENTO DEL PAZIENTE PERCEZIONE DI SINGOLE PRESTAZIONI FRAMMENTARIE DA SUBIRE PASSIVAMENTE SCARSA COMPLIANCE

6 FAVORIRE LINTERAZIONE PAZIENTE-FAMIGLIA PARTECIPAZIONE ALLASSISTENZA FAVORIRE LINTERAZIONE TRA I NUCLEI FAMILIARI MUTUO SOSTEGNO DERIVANTE DALLA CONDIVISIONE CON PERSONE CHE HANNO AVUTO ESPERIENZE SIMILI FAVORIRE LA CONOSCENZA DI SERVIZI DI CONSULENZA AFFRONTARE MEGLIO LA MALATTIA, LE TERAPIE E I TEMPI DI ATTESA, SOSTEGNO PRE E POST INTERVENTO LICM E IL NUCLEO FAMILIARE

7 Codice deontologico in tema di trapianto ART 4.16: L INFERMIERE SOSTIENE I FAMILIARI DELLASSISTITO IN PARTICOLARE NEL MOMENTO DELLA PERDITA E DEL LUTTO ART 4.18: LINFERMIERE CONSIDERA LA DONAZIONE DI SANGUE, TESSUTI ED ORGANI UN ESPRESSIONE DI SOLIDARIETA, SI ADOPERA PER FAVORIRE INFORMAZIONE E SOSTEGNO ALLE PERSONE COINVOLTE NEL DONARE E NEL RICEVERE.

8 LICM E IL TEAM MULTIPROFESSIONALE-MULTIDISCIPLINARE PROGRAMMAZIONE DELLE INDAGINI BIOUMORALI - STRUMENTALI RIDUZIONE/ELIMINAZIONE DEI DUPLICATI DI ASSISTENZA ORGANIZZAZIONE DI CONSULTAZIONI CON SERVIZI SPECIALISTICI MINIMIZZAZIONE/ELIMINAZIONE DEGLI ERRORI DI TRATTAMENTO-TEST PROMOZIONE E FACILITAZIONE DELLA COMUNICAZIONE DEL TEAM EVITARE RITARDI ED INTERRUZIONI AL PERCORSO DI ELEGGIBILITA AL TRAPIANTO ACCERTATA IDONEITA, INSERIMENTO IN LISTA DI ATTESA PARTECIPAZIONE DELLICM ALLA RIUNIONE DEL COMITATO MEDICO CHIRURGICO NEFROLOGO CHIRURGO PSICHIATRA PSICOLOGO ICM- INFERMIERI ENDOCRINOLO GO DIABETOLOGO COORDINATORE RADIOLOGO GASTROENTEROLOGO GINECOLOGO FISIATRA TERAPISTA RIABILITAZIONE OCULISTA OTA OSS CARDIOLOGO ANGIOLOGO PNEUMOLOGO NUTRIZIONISTA ANESTESISTA NEUROLOGO INFETTIVOLOGO PAZIENTE

9 LICM E IL TRASFERIMENTO DEL PAZIENTE NECESSITA DI TRASFERIMENTO AD AREE ASSISTENZIALI PIU APPROPRIATE RUOLO DELLICM PREPARARE IL PAZIENTE E LA FAMIGLIA IN ANTICIPO COLLABORARE CON ICM DI ALTRE UU.OO. RIDURRE LANSIA E FACILITARE IL TRASFERIMENTO PERMETTERE DI IDENTIFICARE I PROBLEMI IN MODO ANTICIPATO PIUTTOSTO CHE RETROSPETTIVO


Scaricare ppt "Seminario: L Infermiere Case Manager Bologna 19 Settembre 2007 LICM E IL PERCORSO DI ELEGGIBILITA AL TRAPIANTO DI FEGATO Barbara Brolli Azienda Ospedaliero-Universitaria."

Presentazioni simili


Annunci Google