La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IL BUDGET. FATTURE ACQUISTO E VENDITA DATI SUI PROCESSI PRODUTTIVI SISTEMA DI CONTABILITÀ GENERALE SISTEMA DI CONTABILITÀ ANALITICA COSTI STANDARD DECISIO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IL BUDGET. FATTURE ACQUISTO E VENDITA DATI SUI PROCESSI PRODUTTIVI SISTEMA DI CONTABILITÀ GENERALE SISTEMA DI CONTABILITÀ ANALITICA COSTI STANDARD DECISIO."— Transcript della presentazione:

1 IL BUDGET

2 FATTURE ACQUISTO E VENDITA DATI SUI PROCESSI PRODUTTIVI SISTEMA DI CONTABILITÀ GENERALE SISTEMA DI CONTABILITÀ ANALITICA COSTI STANDARD DECISIO NI COSTI CONSUNTIVI CONTROLLO ECONOMICO DELLA GESTIONE DATI DELLA PROGRAMMAZIONE BUDGET DATI DELLA PIANIFICAZIONE FULL COSTING DIRECT COSTING CLASSIFICAZIONE DEI COSTI INDIVIDUAZIONE DEI CENTRI DI COSTO MODALITÀ DI CALCOLO DEI COSTI DI PRODOTTO MAPPA DEL PROCESSO

3 Obiettivi generali di Budget Budget commerciale Budget della Produzione Budget quantità vendute e Ricavi Budget dei costi commerciali Budget quantità da produrre Budget costi di produzione Budget acquisti materie prime Budget del magazzino prodotti Budget del personale Budget dei costi di: Direzione generale Ricerca & sviluppo Gestione personale Amministrazione …………….. Budget di cassa Budget fonti ed impieghi Budget Patrimoniale Budget Economico Orizzonte temporale: i budget annuali possono essere mensilizzati o trimestralizzati Budget delle altre Aree Budget Finanziario Budget degli Investimenti IL PROCESSO DI BUDGETING

4 IL BUDGET È UN PROCESSO DI RESPONSABILIZZAZIONE DI TUTTI I LIVELLI AZIENDALI, I QUALI VENGONO COINVOLTI NELLA PROGRAMMAZIONE E NEL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI, NELLAMBITO DEGLI INDIRIZZI E DELLE POLITICHE FISSATE DALLA DIREZIONE DEFINIZIONE DI BUDGET

5 VALUTARE LE PROSPETTIVE PER DECIDERE LA FATTIBILITÀ FINANZIARIA LIMPATTO ECONOMICO ASSEGNARE STABILIRECOME OPERARE ORGANIZZARSI RESPONSABILITÀ OBIETTIVI ALLE PERSONE PER OPERARE COMPITI FINALITÀ DEL SISTEMA DI BUDGET

6 STABILIRE E ASSEGNARE PROGRAMMI : CONGRUENTI CON IL PRIMO ANNO DI PIANO RISORSE FINANZ. PROPRIE FLUSSI DI LIQUIDITÀ FINANZIARI ECONOMICI TECNICO-QUANTITATIVI VOLUMI RISORSE SCORTE COSTI RICAVI UTILI MARGINI INDEBITAMENTO OBIETTIVI DI BUDGET

7 Il budget viene sviluppato a partire dai fatti tecnici, che si riproducono poi in fatti economici (costo del prodotto e ripartizione delle spese per centri di responsabilità o di costo) UNA COMPONENTE TECNICA UNA COMPONENTE ECONOMICA Definizione degli obiettivi di budget per ogni parametro tecnico, ovvero per ogni generatore di costo : mano d'opera utilizzo / efficienza impianti qualità scorte / semilavorati in giro lavoro ecc. Definizione degli obiettivi di budget in termini di costo : costo unitario del prodotto costi suddivisi per responsabilità (centri di costo) Il budget è dunque costituito da due componenti strettamente interconnesse fra di loro : COMPONENTI DEL BUDGET

8 DEFINIZIONE OBIETTIVI STRATEGICI DEFINIZIONE OBIETTIVI OPERATIVI 1 2 Volumi di vendite Prezzi di vendita Composizione fatturato Condizioni di vendita Costi commerciali Costi unitari Costi fissi Investimenti Prezzi di acquisizione risorse Livelli delle scorte Mix di scorte Previsioni vendite Previsione prezzi Mercati di approvvigionamento Mercati sbocco Posizionamento della concorrenza Mix prodotti Mix paesi Mix clienti DETERMINAZIONE OBIETTIVI DI BUDGET

9 DIREZIONE 4LAPPROCCIO CORRETTO OBIETTIVI GENERALI NEGOZIAZIONE PROPOSTE DI BUDGET CENTRO RESP.TA GUIDA ELABORAZIONECONSENSO PROCESSO DI FORMAZIONE DEL BUDGET

10 SONO DI VARIA NATURA, tuttavia, siccome il BUDGET E UN PROGRAMMA DI GESTIONE ESPRESSO IN TERMINI ECONOMICO FINANZIARI GLI OBIETTIVI DEVONO ESSERE SINTETIZZATI IN TERMINI ECONOMICO/FINANZIARI OBIETTIVI ECONOMICO -FINANZIARI DEL BUDGET

11 IL CALCOLO DELLE VARIANZE O ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI

12 FASI DEL PROCESSO Formazione del budget Controllo del budget: Confronto tra valori di budget e valori consuntivi: ¶Determinazione scostamenti globali ·Scomposizione degli scostamenti globali in scostamenti elementari ¸Individuazione delle cause degli scostamenti elementari e delle relative responsabilità ¹Definizione dei provvedimenti correttivi

13 Si arriva così allanalisi degli scostamenti, loperazione con cui si concretizza limpiego del meccanismo di feed-back che può essere scomposta in 4 operazioni: Í Definizione dei provvedimenti correttivi da prendere in caso di disfunzioni gestionali Ì Individuazione delle cause degli scostamenti elementari e delle relative responsabilità Ë Scomposizione degli scostamenti globali in scostamenti elementari Ê Confronto fra i valori di budget e i valori consuntivi per determinare gli scostamenti globali ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI

14 4RENDICONTI DI CONTROLLO VOCI DI COSTOBUDGET (A)CONSUNTIVO (B)SCOSTAMENTO (A-B) ________________________________________________________________________ MATERIALI DIRETTI (N) MANODOPERA DIRETTA (P) ENERGIA ELETTRICA (N) AMMORTAMENTI SPESE VARIE INDUSTRIALI (N) ________________________________________________________________________ TOTALE (N) (N) = NEGATIVO (P) = POSITIVO Per individuarne le cause e responsabilizzare i capi centro bisogna predisporre lanalisi degli scostamenti, che è una scomposizione degli scostamenti globali in scostamenti elementari. ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI

15 la formula per la determinazione dei costi variabili da inserire in budget è la seguente: 4 MATERIE DIRETTE C = V x S x P DOVE: C=costo totale di budget V=volume programmato di produzione S=standard unitario fisico della risorsa P=prezzo standard unitario della risorsa Questa formula mette in evidenza i fattori principali da cui dipende il costo totale di una risorsa: volume delloutput; efficienza di impiego della risorsa; prezzo unitario della risorsa. ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DEI COSTI VARIABILI

16 Il costo preventivo calcolato con la contabilità analitica a costi standard Il costo consuntivo, rilevato dalla contabilità analitica a costi effettivi TOTALE A BUDGET = € TOTALE A CONSUNTIVO = € PERCHÉ SI È GENERATA? ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DEI COSTI VARIABILI 4 MATERIE DIRETTE

17 Ci sono almeno 3 cause che spiegano la differenza dei costi: Lo scostamento globale può essere scomposto in scostamenti elementari di volume, efficienza, prezzo. Ì Collegata al prezzo unitario di acquisizione della risorsa Ë Collegata alla quantità di risorse impiegata per ogni unità di produzione, cioè allefficienza Ê Collegata ai volumi di produzione 4 MATERIE DIRETTE ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DEI COSTI VARIABILI

18 4 MATERIE DIRETTE - SCOSTAMENTO DI VOLUME BUDGET ORIGINALE VOLUME DI PRODUZIONE PROGRAMMATO PEZZI X X CONSUMO STANDARD UNITARIO DI MATERIALE kg 0,5 PREZZO STANDARD UNITARIO DEL MATERIALE € 200 BUDGET FLESSIBILIZZATO VOLUME DI PRODUZIONE EFFETTIVO PEZZI X X CONSUMO STANDARD UNITARIO DI MATERIALE kg 0,5 PREZZO STANDARD UNITARIO DEL MATERIALE € 200 MENO = € ( ) = € = SCOSTAMENTO DI VOLUME (N) ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DEI COSTI VARIABILI

19 4 MATERIE DIRETTE - SCOSTAMENTO DI EFFICIENZA MENO BUDGET FLESSIBILIZZATO VOLUME DI PRODUZIONE EFFETTIVO PEZZI X X CONSUMO STANDARD UNITARIO DI MATERIALE kg 0,5 PREZZO STANDARD UNITARIO DEL MATERIALE € 200 CONSUNTIVO A PREZZI STANDARD VOLUME DI PRODUZIONE EFFETTIVO PEZZI X X CONSUMO EFFETTIVO UNITARIO DI MATERIALE kg 0,6 PREZZO STANDARD UNITARIO DEL MATERIALE € 200 = € ( ) = € = SCOSTAMENTO DI EFFICIENZA (N) ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DEI COSTI VARIABILI

20 4 MATERIE DIRETTE - SCOSTAMENTO DI PREZZO MENO CONSUNTIVO PURO VOLUME DI PRODUZIONE EFFETTIVO PEZZI X X CONSUMO EFFETTIVO UNITARIO DI MATERIALE kg 0,6 PREZZO EFFETTIVO UNITARIO DEL MATERIALE € 190 CONSUNTIVO A PREZZI STANDARD VOLUME DI PRODUZIONE EFFETTIVO PEZZI X X CONSUMO EFFETTIVO UNITARIO DI MATERIALE kg 0,6 PREZZO STANDARD UNITARIO DEL MATERIALE € 200 = € ( ) = € = SCOSTAMENTO DI PREZZO (P) ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DEI COSTI VARIABILI

21 Si può fare una verifica dellesattezza dei calcoli: sommando gli scostamenti elementari si dovrebbe trovare lo scostamento globale delle materie dirette. SCOSTAMENTO DI VOLUME€ (IN PIÙ) SCOSTAMENTO IN EFFICIENZA€ (N) SCOSTAMENTO DI PREZZO€ (P) _____________________________________________ SCOSTAMENTO GLOBALE€ (N) Questo è lo stesso risultato che si può ottenere facendo la seguente differenza BUDGET ORIGINALE€ (P) CONSUNTIVO PURO€ (N) _____________________________________________ SCOSTAMENTO GLOBALE€ (N) 4MATERIE DIRETTE ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DEI COSTI VARIABILI

22 Il costo di manodopera diretta (mod) viene iscritto a budget con il seguente calcolo 4MANODOPERA DIRETTA VOLUME DI PRODUZIONE PROGRAMMATO PEZZI TEMPO STANDARD UNITARIO DI MOD 0,8 ORE COSTO STANDARD DI MOD € X X Il costo consuntivo di manodopera diretta è dato da: ORE EFFETTIVE TOTALI DI MOD 0,7 ORE COSTO EFFETTIVO ORARIO DI MOD € X Il costo consuntivo totale di manodopera diretta, rilevato dalla contabilità analitica, si può così scomporre: VOLUME DI PRODUZIONE EFFETTIVO PEZZI TEMPO EFFETTIVO UNITARIO DI MOD 0,7 ORE COSTO EFFETTIVO ORARIO DI MOD € X X ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DEI COSTI VARIABILI

23 4MANODOPERA DIRETTA Anche in questo caso lo scostamento globale può essere scomposto in quelli elementari: Ì Collegato al prezzo unitario di acquisizione della risorsa. Ë Collegato alla quantità di risorse impiegata per ogni unità di produzione, cioè allefficienza Ê Collegato ai volumi di produzione ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DEI COSTI VARIABILI

24 4MANODOPERA DIRETTA - SCOSTAMENTO DI VOLUME Si sostengono costi inferiori, perché il volume produttivo è inferiore ai programmi BUDGET ORIGINALE VOLUME DI PRODUZIONE PROGRAMMATO PEZZI X X TEMPO STANDARD UNITARIO DI MOD kg 0,8 COSTO STANDARD UNITARIO DI MOD € BUDGET FLESSIBILIZZATO VOLUME DI PRODUZIONE EFFETTIVO PEZZI X X TEMPO STANDARD UNITARIO DI MOD kg 0,8 COSTO STANDARD UNITARIO DI MOD € MENO = € ( ) = € = SCOSTAMENTO DI VOLUME (P) ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DEI COSTI VARIABILI

25 4MANODOPERA DIRETTA - SCOSTAMENTO DI EFFICIENZA Lefficienza migliora, perché si sono impiegate meno ore del previsto per realizzare ununità di produzione. BUDGET FLESSIBILIZZATO VOLUME DI PRODUZIONE EFFETTIVO PEZZI X X TEMPO STANDARD UNITARIO DI MOD kg 0,8 COSTO STANDARD UNITARIO DI MOD € CONSUNTIVO A PREZZI STANDARD VOLUME DI PRODUZIONE EFFETTIVO PEZZI X X TEMPO EFFETTIVO UNITARIO DI MOD kg 0,7 COSTO STANDARD UNITARIO DI MOD € MENO = € ( ) = € = SCOSTAMENTO DI EFFICIENZA (P) ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DEI COSTI VARIABILI

26 4- MANODOPERA DIRETTA - SCOSTAMENTO DI PREZZO Lo scostamento di prezzo è negativo, perché il costo orario effettivo supera quello iscritto a budget. CONSUNTIVO A PREZZI STANDARD VOLUME DI PRODUZIONE EFFETTIVO PEZZI X X TEMPO EFFETTIVO UNITARIO DI MOD kg 0,7 COSTO STANDARD UNITARIO DI MOD € CONSUNTIVO PURO VOLUME DI PRODUZIONE EFFETTIVO PEZZI X X TEMPO EFFETTIVO UNITARIO DI MOD kg 0,7 COSTO EFFETTIVO UNITARIO DI MOD € MENO = € ( ) = € = SCOSTAMENTO DI PREZZO (N) ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DEI COSTI VARIABILI

27 Si può fare una verifica dellesattezza dei calcoli: sommando gli scostamenti elementari si dovrebbe trovare lo scostamento globale delle materie dirette. SCOSTAMENTO DI VOLUME€ (IN PIÙ) SCOSTAMENTO IN EFFICIENZA€ (N) SCOSTAMENTO DI PREZZO€ (P) _____________________________________________ SCOSTAMENTO GLOBALE€ (N) Questo è lo stesso risultato che si può ottenere facendo la seguente differenza BUDGET ORIGINALE€ (P) CONSUNTIVO PURO€ (N) _____________________________________________ SCOSTAMENTO GLOBALE€ (P) 4MANODOPERA DIRETTA ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DEI COSTI VARIABILI

28 La formula per la determinazione dei costi variabili da inserire in budget c=vxsxp non è applicabile, perché non è possibile determinare lo standard unitario fisico della risorsa (s). Lanalisi degli scostamenti dei costi fissi è molto meno articolata di quella dei costi variabili. Si calcola uno scostamento globale di spesa dato da: COSTO DI BUDGET - COSTO CONSUNTIVO ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DEI COSTI FISSI

29 VOCI DI COSTOBUDGET (A)CONSUNTIVO (B)SCOSTAMENTO (A-B) ________________________________________________________________________ STIPENDI TECNICI (N) AMMORTAMENTI ILLUMINAZIONE (P) RISCALDAMENTO (N) ________________________________________________________________________ TOTALE (N) (N) = NEGATIVO (P) = POSITIVO ci si limita a prendere atto degli scostamenti di spesa, riportati nellultima colonna. ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DEI COSTI FISSI

30 4SCOSTAMENTO DI VOLUME O DI ASSORBIMENTO Ë Se il volume effettivo è maggiore del volume programmato, i costi fissi unitari sono inferiori a quelli di budget. Si ha uno scostamento positivo di volume dei costi fissi o sopra- assorbimento. Ê Se il volume effettivo è minore del volume programmato, i costi fissi unitari sono superiori a quelli di budget. Si ha uno scostamento negativo di volume dei costi fissi o sotto- assorbimento. ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DEI COSTI FISSI

31 4SCOSTAMENTO DI VOLUME O DI ASSORBIMENTO LO SCOSTAMENTO DI VOLUME DEI COSTI FISSI SI DETERMINA CON LA FORMULA = (450 x ) = = = = SOVRA-ASSORBIMENTO = x = x = (450 x 9.000) = = = = SOTTO-ASSORBIMENTO ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DEI COSTI FISSI


Scaricare ppt "IL BUDGET. FATTURE ACQUISTO E VENDITA DATI SUI PROCESSI PRODUTTIVI SISTEMA DI CONTABILITÀ GENERALE SISTEMA DI CONTABILITÀ ANALITICA COSTI STANDARD DECISIO."

Presentazioni simili


Annunci Google