La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Fabbisogni professionali:indagine EXCELSIOR 2004 Levoluzione della domanda di lavoro nella provincia di Torino e i riflessi sul sistema della formazione:

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Fabbisogni professionali:indagine EXCELSIOR 2004 Levoluzione della domanda di lavoro nella provincia di Torino e i riflessi sul sistema della formazione:"— Transcript della presentazione:

1 Fabbisogni professionali:indagine EXCELSIOR 2004 Levoluzione della domanda di lavoro nella provincia di Torino e i riflessi sul sistema della formazione: previsioni per il analisi e commento dei dati

2 LA STRUTTURA ECONOMICA DAL 1991 AL 2001 Aumentano le unità locali +31,8% In flessione il lavoro dipendente -18,6% Aumenta il lavoro indipendente +16,3% La dinamica delloccupazione dipendente evidenzia : Nell industria un calo del 21% ; Nel terziario ( o altri servizi ) una crescita che sfiora il 23% ; Nel commercio una flessione intorno al 5% Settori a maggiore crescita Settori a maggiore contrazione Unità locali Attività Immobiliari, Informatica e ricerca Produzione e distribuzione di energia elettrica, gas e acqua Dipendenti Attività Immobiliari, Informatica e ricerca- Sanità, Serv. Sociali. Attività Manifatturiere- Prod. energia gas e acqua indipendenti Attività Immobiliari, Informatica e ricerca- Costruzioni. Commercio. Attività Manifatturiere

3 LA STRUTTURA OCCUPAZIONALE 2003 Il 43,5% dei lavoratori dipendenti è occupato nellindustria, il 35,1% nei servizi, oltre l11,6% nel commercio, il 6,1% nelle costruzioni ed il 3,7% nel turismo Il 60% è distribuito nelle imprese medio-piccole, mentre il resto si colloca in aziende con oltre 250 addetti. operai: 54,4% - Di cui il 29,3% impiegato dellindustria. impiegati: 41,4% - Dei quali quasi il 21% nei servizi. apprendisti e dirigenti: circa 4% in totale La dinamica dei settori di impiego ottenuta confrontando il rapporto tra il saldo entrate-uscite del 2004 e il numero di occupati del 2003, mostra: settori in sviluppo: Costruzioni,servizi avanzati, studi professionali. settori in mantenimento: Alcune industrie manifatturiere (apparecchi di precisione e medicali), commercio, informatica e telecomunicazioni. settori in crisi: industrie elettriche e elettroniche, della gomma e dei mezzi di trasporto.

4 PREVISIONI OCCUPAZIONALI PER IL 2004 (41,6% del tot assunzioni) Tendenza alla terziarizzazione tasso di entrata: 5,2% tasso di uscita: 4,6% Ciò denota una minore capacità del mercato di assorbire manodopera Le espulsioni più numerose provengono dai settori che prevedono per il 2004 più assunzioni: industria e servizi maggiori opportunità occupazionali Imprese medio-piccole (50%) imprese del settore dei servizi nuove assunzioni cessazioni rapporti di lavoro 2995 nuovi posti di lavoro tasso di crescita -0,2% tasso regionale 1,3% tasso nazionale 0,6%

5 PREVISIONI OCCUPAZIONALI PER IL 2004: QUALITA DELLE ASSUNZIONI segue PREVISIONI OCCUPAZIONALI PER IL 2004: QUALITA DELLE ASSUNZIONI inquadramento funzionale 56,3% operai in prevalenza nei servizi e nellindustria. 33,8% impiegati 0,5% dirigenti 9,4% apprendisti soprattutto nelle micro-imprese genere: 38,7% sesso maschile 17,8% sesso femminile (media nazionale 18,5%, regionale 20,5%) età: i giovani tra i 25 e 29 anni sono i più richiesti. diploma: la necessità di dipendenti in possesso del diploma è del 32%. Si registra inoltre per il 2004 un valore pari al 35,8% di soggetti a cui non viene richiesto alcun titolo di studio. esperienza lavorativa: è richiesta sia nello stesso settore in cui i lavoratori saranno chiamati ad inserirsi, che specifica per la figura professionale. extra-comunitari: la loro incidenza è pari al 30,2%

6 FORME CONTRATTUALI PREVISTE NELLE ASSUNZIONI Assunti part-time 11,6% Assunti per sostituzione 41,3% Tempo indeterminato57,8%+ 4,3% rispetto al 2003 Tempo determinato26,4% + 3,8% rispetto al 2003 Contratto dinserimento4,2% - 10,3% rispetto al 2003 Apprendisti9,4% + 0,8% rispetto al 2003 Altri contratti2,2% 1,4% rispetto al 2003 Il 22,8% delle imprese torinesi ha dichiarato che nel 2004 assumerà personale; valore regionale: 23,7% valore nazionale: 26%

7 DIFFICOLTA DI REPERIMENTO Il 16,9% è difficoltoso da reperire per ragioni di altra natura, ad esempio laddetto alledilizia-muratore, in circa il 30% dei casi è difficile da reperire per la ridotta presenza sul mercato e per la forte concorrenza tra le imprese. In generale per il 32,1% delle assunzioni previste per il 2004 dalle imprese, viene segnalata una difficoltà di reperimento, percentuale inferiore sia al valore nazionale (36,8%) sia a quello regionale (34,4%). Il 15,1% delle assunzioni mostra carenze di tipo formativo: mancanza della necessaria qualificazione ed esperienza (soprattutto per gli addetti macchine utensili e per i muratori) e mancanza di strutture formative.

8 LE 10 FIGURE PROFESSIONALI PIÙ RICHIESTE PER IL 2004 ( classificazione ISCO-88) le prime 10 figure professionali più richieste occupano il 37.9% (12290/27165) del totale degli assunti previsti per il Numero previsto assunti 2004 Peso delle profess. Sul tot. assunti Settore preponderante Unità del settore Peso del sett. sul tot. delle prof – Pers. non qual addetto ai servizi di pulizia 17006,26%servizi159493,76% Add alle vendite: commessi e cassieri 16926,23%commercio156892,67% – Add. Alle macchine utensili: metalli 11064,07%industria ,00% Addetti all'edilizia: muratori 11044,06%costruzioni106496,38% Impiegati amm.vi e addetti alla contabilità 9453,48%servizi52855,87% – Manovali industriali e add. Assemblaggio elementare 8092,98%servizi44655,13% – Camerieri,operatori di mensa e assimilati 7992,94%turismo77096,37% Addetti al carico / scarico delle merci 7662,82%servizi41954,70% Tecnici della contabilità e assimilati 6952,56%servizi51574,10% – Add. alla reception, alle informazioni e al call center 6742,48%servizi35853,12%

9 ANALISI DELLE CARATTERISTICHE DELLE PRIME 10 PROFESSIONI DEL 2004 Inquadramento funzionale99%operai Dimensione impresa59%in grandi imprese Settore94%servizi Sesso58%indifferente Tipologia contrattuale73%tempo indeterminato Età58%non rilevante Titolo di studio richiesto82%nessun titolo richiesto Formazione post-entry26%Corsi interni Difficoltà di reperimento92%nessuna Esperienza richiesta46%generica esperienza di lavoro Conoscenza lingue100%non richiesta Conoscenza informatica100%non richiesta Motivo di assunzione48%per sostituzione Num. Max. extracomunitari65% Num. Apprendisti1% 1 – Personale non qualificato addetto ai servizi di pulizia assunti previsti 1700 elenco figure più richieste

10 Segue ANALISI DELLE PROFESSIONI Inquadramento funzionale49%operai Dimensione impresa63%in grandi imprese Settore93%commercio Sesso72%indifferente Tipologia contrattuale41% 35% tempo indeterminato tempo determinato Età32% 30% fino a 24 anni da 25 a 29 anni Titolo di studio richiesto52%nessun titolo Formazione post-entry38% 37% corsi interni affiancamento a personale Difficoltà di reperimento81%nessuna difficoltà Esperienza richiesta35%generica esperienza di lavoro Conoscenza lingue99%non richiesta Conoscenza informatica100%non richiesta Motivo di assunzione61%per sostituzione Num. Max. extracomunitari24% Num. Apprendisti12% Addetti alle vendite: commessi e cassieri di negozio assunti previsti 1692, di essi: elenco figure più richieste

11 Segue ANALISI DELLE PROFESSIONI Inquadramento funzionale99%operai Dimensione impresa45%in grandi imprese Settore100%Industria Sesso47% 50% Maschile Indifferente Tipologia contrattuale59%tempo indeterminato Età44%non rilevante Titolo di studio richiesto42%nessun titolo richiesto Formazione post-entry39% 35% Corsi interni Affiancamento a personale interno Difficoltà di reperimento56%nessuna difficoltà Esperienza richiesta32%Nel settore Conoscenza lingue100%non richiesta Conoscenza informatica50%non richiesta Motivo di assunzione64%per sostituzione Num. Max. extracomunitari41% Num. Apprendisti1% – Addetti alle macchine utensili: metalli assunti previsti 1106, di essi: elenco figure più richieste

12 Segue ANALISI DELLE PROFESSIONI Inquadramento funzionale64%operai Dimensione impresa76%piccolissime imprese Settore96%costruzioni Sesso100%maschile Tipologia contrattuale61%tempo indeterminato Età35%Sino a 24 anni Titolo di studio richiesto69%nessun titolo Formazione post-entry26%Affiancamento a personale interno Difficoltà di reperimento42%nessuna difficoltà Esperienza richiesta32%Nel settore Conoscenza lingue100%non richiesta Conoscenza informatica100%non richiesta Motivo di assunzione81%per sostituzione Num. Max. extracomunitari70% Num. Apprendisti36% – addetti alledilizia: muratori assunti previsti 1104, di essi: elenco figure più richieste

13 Segue ANALISI DELLE PROFESSIONI Inquadramento funzionale82%impiegati Dimensione impresa51%piccolissime imprese Settore55%servizi Sesso48% Indifferente femminile Tipologia contrattuale60%tempo indeterminato Età64%fino a 29 anni Titolo di studio richiesto86%diploma Formazione post-entry39% 22% Affiancamento personale Corsi interni Difficoltà di reperimento89%Nessuna difficoltà Esperienza richiesta43%generica Conoscenza lingue100%non richiesta Conoscenza informatica6%non richiesta Motivo di assunzione27%per sostituzione Num. Max. extracomunitari5% Num. Apprendisti18% – impiegati amministrativi e addetti alla contabilità assunti previsti 945, di essi: elenco figure più richieste

14 Segue ANALISI DELLE PROFESSIONI Inquadramento funzionale98%operai Dimensione impresa57%grandi imprese Settore55%servizi Sesso46% Maschile Indifferente Tipologia contrattuale77%tempo indeterminato Età53%Classe di età 25 – 29 anni Titolo di studio richiesto74%nessun titolo richiesto Formazione post-entry69%affiancamento a personale Difficoltà di reperimento82%nessuna difficoltà Esperienza richiesta63%Non richiesta Conoscenza lingue100%non richiesta Conoscenza informatica100%non richiesta Motivo di assunzione21%per sostituzione Num. Max. extracomunitari48% Num. Apprendisti2% Manovali industriali addetti assemblaggio elementare assunti previsti 809, di essi: elenco figure più richieste

15 Segue ANALISI DELLE PROFESSIONI Inquadramento funzionale92%operai Dimensione impresa45% 39% grandi imprese Piccolissime imprese Settore96%turismo Sesso61%femminile Tipologia contrattuale51%tempo determinato Età49%Non rilevante Titolo di studio richiesto63%Non richiesto Formazione post-entry40% 29% formazione con corsi interni Affiancamento personale Difficoltà di reperimento85%nessuna difficoltà Esperienza richiesta98%non richiesta Conoscenza lingue100%non richiesta Conoscenza informatica100%da utilizzatore Motivo di assunzione38%per sostituzione Num. Max. extracomunitari35% Num. Apprendisti8% Camerieri,operatori di mensa e assimilati – assunti previsti 799, di essi: elenco figure più richieste

16 Segue ANALISI DELLE PROFESSIONI Inquadramento funzionale87%operai Dimensione impresa65%media- grande impresa Settore55%servizi Sesso84%indifferente Tipologia contrattuale66%tempo indeterminato Età30% 35% non rilevante 25 – 29 anni Titolo di studio richiesto72%nessun titolo richiesto Formazione post-entry20% 43% non richiesta Affiancamento personale Difficoltà di reperimento85%nessuna difficoltà Esperienza richiesta100%Non richiesta Conoscenza lingue100%non richiesta Conoscenza informatica100%non richiesta Motivo di assunzione53%per sostituzione Num. Max. extracomunitari44% Num. Apprendisti13% – Addetti al carico/ scarico delle merci assunti previsti 766, di essi: elenco figure più richieste

17 Segue ANALISI DELLE PROFESSIONI Inquadramento funzionale77%impiegati Dimensione impresa47%Micro- imprese Settore74%servizi Sesso45% 51% Indifferente femminile Tipologia contrattuale52%tempo indeterminato Età61%Sino a 29 anni Titolo di studio richiesto91%diploma superiore Formazione post-entry55%affiancamento a personale interno Difficoltà di reperimento86%nessuna difficoltà Esperienza richiesta39%Nello stesso settore Conoscenza lingue100%non richiesta Conoscenza informatica99%Da utilizzatore Motivo di assunzione50%per sostituzione Num. Max. extracomunitari10% Num. Apprendisti23% –tecnici della contabilità e assimilati assunti previsti 695, di essi: elenco figure più richieste

18 Segue ANALISI DELLE PROFESSIONI Inquadramento funzionale77%Impiegati Dimensione impresa46% 40% micro-imprese Grandi imprese Settore53%Servizi Sesso91%indifferente Tipologia contrattuale69%tempo indeterminato Età48%Oltre 35 anni Titolo di studio richiesto74%diploma superiore Formazione post-entry28% 24% affiancamento a personale Corsi interni Difficoltà di reperimento89%nessuna difficoltà Esperienza richiesta57%nello stesso settore Conoscenza lingue86%non richiesta Conoscenza informatica91%da utilizzatore Motivo di assunzione56%per sostituzione Num. Max. extracomunitari3% Num. Apprendisti0% – addetti alla reception,alle informazioni e call-center assunti previsti 674, di essi: elenco figure più richieste

19 41150 – Impiegati addetti a compiti di segreteria – Installatori impianti elettrici e elettricisti – Conducenti di autocarri pesanti e camion – Addetti alla costruzione di utensili e prodotti metallici chi entra nelle prime 10 qualifiche del 2004 rispetto alle prime 10 professioni del – Addetti alle macchine utensili Impiegati amministrativi e addetti alla contabilità – Manovali industriali e addetti allassemblaggio elementare Addetti all'edilizia: muratori chi non entra nelle prime 10 qualifiche del 2004 Nel 2003 su 269 professioni della classificazione ISCO-88, le prime 10 più richieste rappresentano il 35% del totale degli assunti previsti per lanno considerato

20 IN SINTESI Complessivamente sono le assunzioni previste dal mondo delle imprese in provincia di Torino. Le prime 10 figure professionali più richieste si prevede assorbiranno unità. E in prevalenza ( 40%) indifferente assumere personale di sesso maschile o femminile,mentre ci sono orientamenti precisi verso il genere maschile nel 35% dei casi. Si prevede di assumere 2549 giovani apprendisti dei quali 1112 dalle prime 10 professioni. Per il 50% di essi non sarà richiesto alcun titolo di studio, mentre solo per il 29% dei assunti in queste dieci professioni è necessario il possesso del diploma, soprattutto tra impiegati amministrativi e contabili. Saranno per il 66% operai, assunti nelle imprese con più di 250 dipendenti, in una percentuale pari al 40%. Il 60% di loro firmerà contratti a tempo indeterminato ed il settore in cui verranno maggiormente impiegati saranno i servizi. Per quanto riguarda la formazione post-entry, per il 38% è previsto che verrà utilizzato laffiancamento al personale interno. Per il 78% non ci sarà alcuna difficoltà di reperimento e il 41% sarà assunto per sostituzione.

21 NOTA METODOLOGICA I dati, sulla base dei quali è stata svolta la presentazione sullanalisi della domanda di lavoro della provincia di Torino, emergono dallindagine Excelsior 2004, realizzata annualmente da Unioncamere con la collaborazione e il finanziamento del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e dellUnione Europea. FONTI: - Sistema informativo Excelsior per loccupazione e la formazione - Rilevazioni ISTAT per la struttura economica: censimenti


Scaricare ppt "Fabbisogni professionali:indagine EXCELSIOR 2004 Levoluzione della domanda di lavoro nella provincia di Torino e i riflessi sul sistema della formazione:"

Presentazioni simili


Annunci Google