La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 PIANIFICAZIONE ASSISTENZIALE Carol Campanino Maurizio Mariotti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 PIANIFICAZIONE ASSISTENZIALE Carol Campanino Maurizio Mariotti."— Transcript della presentazione:

1 1 PIANIFICAZIONE ASSISTENZIALE Carol Campanino Maurizio Mariotti

2 2 PROCESSO DI NURSING E un approccio sistematico di Problem solving, orientato a soddisfare i bisogni di assistenza infermieristica e sanitaria delle persone assistite e delle loro famiglie. E un metodo di identificazione e di soluzione dei problemi.

3 3 PROCESSO DI ASSISTENZA E PROBLEM SOLVING Il Problem Solving, detto in Italiano "Soluzione dei problemi", e' un'attivita' che riguarda, come dice la frase stessa, la risoluzione dei problemi attraverso un metodo scientifico. Oggi parliamo più comunemente di processo assistenziale.

4 4 PROCESSO DI NURSING Quando insorge un bisogno assistenziale per la persona? La persona non ha la forza per soddisfare i propri bisogni per accudirsi autonomamente nei vari aspetti della vita quotidiana. La persona non ha la forza per soddisfare i propri bisogni per accudirsi autonomamente nei vari aspetti della vita quotidiana. La persona non ha la volontà per soddisfare i propri bisogni. La persona non ha la volontà per soddisfare i propri bisogni. La persona non ha le conoscenze per soddisfare un bisogno in modo appropriato. La persona non ha le conoscenze per soddisfare un bisogno in modo appropriato. La persona NON ha un bisogno assitenziale se è in grado di gestire da solo una situazione difficile

5 5 FASI DEL PROCESSO ASSISTENZIALE ACCERTAMENTO E RACCOLTA DATI ACCERTAMENTO E RACCOLTA DATI IDENTIFICAZIONE DEL BISOGNO ASSISTENZIALE (diagnosi infermieristica) IDENTIFICAZIONE DEL BISOGNO ASSISTENZIALE (diagnosi infermieristica) IDENTIFICAZIONE DEGLI OBIETTIVI ASSISTENZIALI IDENTIFICAZIONE DEGLI OBIETTIVI ASSISTENZIALI PIANIFICAZIONE PIANIFICAZIONE ATTUAZIONE ATTUAZIONE VALUTAZIONE VALUTAZIONE

6 6 ACCERTAMENTO nel processo di nursing l'accertamento è la raccolta sistematica di dati soggettivi e obiettivi, con lo scopo di esprimere un giudizio infermieristico clinico su un paziente nel processo di nursing l'accertamento è la raccolta sistematica di dati soggettivi e obiettivi, con lo scopo di esprimere un giudizio infermieristico clinico su un paziente I dati raccolti sono utilizzati nella diagnosi, nellidentificazione degli obiettivi, nella pianificazione e nellattuazione dellassistenza. I dati raccolti sono utilizzati nella diagnosi, nellidentificazione degli obiettivi, nella pianificazione e nellattuazione dellassistenza. RACCOLTA DATI E ANALISI DEGLI STESSI

7 7 ACCERTAMENTO la raccolta dati Fonte primaria: la persona assistita Fonte primaria: la persona assistita Fonti secondarie: i membri della famiglia, altre persone significative, professionisti sanitari, le registrazioni sanitarie Fonti secondarie: i membri della famiglia, altre persone significative, professionisti sanitari, le registrazioni sanitarie

8 8 ACCERTAMENTO Laccertamento è eseguito per: Raccogliere le informazioni di base sul paziente. Raccogliere le informazioni di base sul paziente. Determinare le normali funzioni del paziente. Determinare le normali funzioni del paziente. Determinare la presenza o lassenza di disfunzioni. Determinare la presenza o lassenza di disfunzioni. Determinare le risorse del paziente. Determinare le risorse del paziente. Fornire dei dati per la fase diagnostica. Fornire dei dati per la fase diagnostica.

9 9 ACCERTAMENTO abilità per eseguire l'accertamento OSSERVAZIONE INTERVISTA ESAME FISICO INTUIZIONE

10 10 ACCERTAMENTO Le attività che costituiscono la fase di accertamento sono: A) La raccolta dei dati B) La registrazione dei dati C) La validazione dei dati D) Lorganizzazione dei dati

11 11 ACCERTAMENTO A) Raccolta dati : Fattori ambientali Ambiente quieto, appartato per prevenire imbarazzi Scegliere un momento adeguato del giorno Comfort fisico del paziente (non deve essere stanco, affamato o in preda al dolore). Ridurre al minimo le distrazioni.

12 12ACCERTAMENTO A) Raccolta dati DATI SOGGETTIVI: Forniti dalla persona assistita Sintomi o informazioni celate (sentimenti o affermazioni della persona assistita) Non è sempre possibile validarli Sono ricavati attraverso lintervista. DATI OGGETTIVI: Segni o informazioni evidenti osservabili percepibili e misurabili Possono essere validati o verificati da altre persone Sono ottenuti attraverso i sensi o misurati attraverso strumenti, esami di laboratorio o procedure diagnostiche.

13 13 ACCERTAMENTO B) Registrazione dei dati La cartella infermiristica della persona assistita: Offre dati utili per la ricerca. Serve come base per la valutazione della qualità dellassistenza e per la revisione delluso efficace delle misure assistenziali. può essere di due tipi: -Documentazione scritta tradizionalmente -Documentazione scritta tradizionalmente -Documentazione computerizzata -Documentazione computerizzata

14 14 ACCERTAMENTO C) Validazione dei dati E il processo di conferma dellaccuratezza dei dati raccolti nellaccertamento Linfermiere deve assicurarsi che le sue deduzioni sulla base delle informazioni raccolte siano corrette, prima di identificare le diagnosi infermieristiche Fare riferimento a libri di testo, riviste, risultati di ricerche Controllare la coerenza degli elementi Chiarire le affermazioni del paziente Validare gli elementi e le deduzioni Confrontare gli elementi con le conoscenze sulle funzioni normali Cercare il consenso dei propri pari e di altri colleghi sulle deduzioni

15 15 ACCERTAMENTO D) Organizzazione dei dati Si possono utilizzare diversi modelli infermieristici concettuali: - Forniscono uno schema e servono da guida durante lintervista e lesame fisico; - Forniscono uno schema e servono da guida durante lintervista e lesame fisico; - aiutano a prevenire lomissione di informazioni importanti; - aiutano a prevenire lomissione di informazioni importanti; - favoriscono lanalisi dei dati nella fase diagnostica; - favoriscono lanalisi dei dati nella fase diagnostica; - ogni modello concettuale contiene un insieme di riferimenti per erogare assistenza infermieristica. - ogni modello concettuale contiene un insieme di riferimenti per erogare assistenza infermieristica.

16 16 ACCERTAMENTO I dati sono raccolti attraverso: a) Losservazione b) Lintervista c) Lesame fisico del paziente d) Lanalisi dei dati di laboratorio e degli esami diagnostici

17 17 DIAGNOSI diagnosticare le risposte umane a dei problemi di salute reali o potenziali, è la seconda fase del processo. Le diagnosi sono gli atti clinici dell'identificazione dei problemi ma anche la definizione di tali problemi.

18 18 DIAGNOSI Come scegliere una diagnosi infermieristica - Lidentificazione dei problemi del paziente porta allidentificazione delle diagnosi infermieristiche. - Lidentificazione dei problemi del paziente porta allidentificazione delle diagnosi infermieristiche. - Linfermiere deve prima identificare gli aspetti comuni nei dati raccolti attraverso laccertamento; queste caratteristiche comuni portano alla categorizzazione di dati correlati che rivelano lesistenza di un problema e il bisogno di interventi infermieristici. - Linfermiere deve prima identificare gli aspetti comuni nei dati raccolti attraverso laccertamento; queste caratteristiche comuni portano alla categorizzazione di dati correlati che rivelano lesistenza di un problema e il bisogno di interventi infermieristici. - Le caratteristiche e leziologia del problema devono essere identificate e incluse come parte della diagnosi. - Le caratteristiche e leziologia del problema devono essere identificate e incluse come parte della diagnosi. Le diagnosi infermieristiche sono problemi reali o potenziali che sono risolvibili attraverso azioni infermieristiche indipendenti.

19 19 DIFFERENZIARE LA DIAGNOSI INFERMIERISTICA DAGLI ALTRI PROBLEMI DEL PAZIENTE SITUAZIONE IDENTIFICATA (stato di salute, problemi) L'infermiere può ordinare legalmente un intevento definitivo per raggiungere uno scopo? SINO DIAGNOSI INFERMIERISTICA Sono necessari interventi medici e infermieristici per raggiungere l'obiettivo del paziente? Prescrive ed esegue l'intervento definito per la prevenzione/trattamento/ promozione della salute SINO PROBLEMA COLLABORATIVO Interrompere l'assistenza infermieristica Prescrivere e attuare interventi di competenza infermieristica Monitorare e valutare le condizioni del p.te per verificare la comparsa di complicanze Attuare gli ordini del medico

20 20 IDENTIFICAZIONE DEGLI OBIETTIVI E la fase in cui si formulano scopi e finalità misurabili, che offrono le basi per valutare le diagnosi infermieristiche. Gli scopi sono: - Offrire unassistenza personalizzata - Offrire unassistenza personalizzata - Promuovere la partecipazione del paziente - Promuovere la partecipazione del paziente - Pianificare unassistenza realistica e misurabile - Pianificare unassistenza realistica e misurabile - Permettere che vengano coinvolte le persone che sostengono il paziente. - Permettere che vengano coinvolte le persone che sostengono il paziente. Le attività eseguite in questa fase del processo sono: - Stabilire le priorità - Stabilire le priorità - Stabilire gli obiettivi del paziente - Stabilire gli obiettivi del paziente - Stabilire i criteri di identificazione dei risultati ( i risultati attesi) - Stabilire i criteri di identificazione dei risultati ( i risultati attesi)

21 21 PIANIFICAZIONE questa fase riguarda la preparazione di un piano di assistenza che sovrintende e coordina le attività dell'equipe nell'erogazione dell'assistenza. Si può definire come la descrizione di ciò che deve essere previsto ed attuato per assistere la persona, deve comprendere le finalità e gli obiettivi assistenziali da raggiundere, le priorità ed i mezzi per risolvere i problemi reali o potenziali e porre le basi per la valutazione.

22 22 INDIVIDUAZIONE DEGLI INTERVENTI Dagli obiettivi Che derivano dalla formulazione della Diagnosi Dai trattamenti prescritti dal medico e relativa gestione delle complicanze Problemi collaborativi Per inteventi si intende ogni trattamento di assitenza diretta che l'operatore compie a beneficio della persona e hanno origine

23 23 PIANIFICAZIONE Riguarda lo sviluppo di strategie di assistenza infermieristica finalizzate a migliorare i problemi del paziente. Gli obiettivi sono: - orientare le attività di assistenza del p.te - orientare le attività di assistenza del p.te - promuovere la continuità dell'assistenza - promuovere la continuità dell'assistenza - Focalizzarsi sulla sequenza di richieste. - Focalizzarsi sulla sequenza di richieste. - Consentire di delegare le attività specifiche. - Consentire di delegare le attività specifiche. Le attività della fase di pianificazione sono: - - Lidentificazione e pianificazione degli interventi infermieristici appropriati e degli interventi interdipendenti per il raggiungimento degli obiettivi. La scrittura del piano di assistenza infermieristica. - La scrittura del piano di assistenza infermieristica.

24 24 PIANIFICAZIONE il piano di assistenza infermieristica E centrato sulla persona da assistere E centrato sulla persona da assistere Deve riflettere gli standard di assistenza stabiliti dallistituzione e dalla professione. Deve riflettere gli standard di assistenza stabiliti dallistituzione e dalla professione. Può essere scritto in due modi: cartaceo o computerizzato. Può essere scritto in due modi: cartaceo o computerizzato. Deve contenere i seguenti elementi chiave: Deve contenere i seguenti elementi chiave: - Le diagnosi infermieristiche (i problemi del paziente) - Le diagnosi infermieristiche (i problemi del paziente) - Gli obiettivi del paziente - Gli obiettivi del paziente - Gli interventi infermieristici - Gli interventi infermieristici - I criteri di risultato - I criteri di risultato Costituisce la base per lattuazione degli interventi infermieristici e per la valutazione. Costituisce la base per lattuazione degli interventi infermieristici e per la valutazione.

25 25 ATTUAZIONE È la fase attiva, applicativa del processo di nursing in cui viene erogata lassistenza infermieristica. È la fase attiva, applicativa del processo di nursing in cui viene erogata lassistenza infermieristica. È linizio reale del piano e della registrazione delle azioni di assistenza infermieristica. È linizio reale del piano e della registrazione delle azioni di assistenza infermieristica. Linfermiere è responsabile dellattuazione e coinvolge anche il paziente e la sua famiglia, nonché altri membri delléquipe infermieristica e sanitaria, a seconda delle esigenze. Linfermiere è responsabile dellattuazione e coinvolge anche il paziente e la sua famiglia, nonché altri membri delléquipe infermieristica e sanitaria, a seconda delle esigenze. Fase che richiede allinfermiere abilità intellettuali, interpersonali e tecniche. Fase che richiede allinfermiere abilità intellettuali, interpersonali e tecniche. Include lesecuzione diretta o indiretta degli interventi infermieristici pianificati. Include lesecuzione diretta o indiretta degli interventi infermieristici pianificati. Si focalizza sulla risoluzione delle diagnosi infermieristiche e sui problemi collaborativi del paziente, nonché sul raggiungimento dei risultati attesi, soddisfacendo così i bisogni di salute della persona. Si focalizza sulla risoluzione delle diagnosi infermieristiche e sui problemi collaborativi del paziente, nonché sul raggiungimento dei risultati attesi, soddisfacendo così i bisogni di salute della persona. Tale fase si conclude quando sono stati completati gli interventi infermieristici e registrati nella cartella sanitaria del paziente, Tale fase si conclude quando sono stati completati gli interventi infermieristici e registrati nella cartella sanitaria del paziente,

26 26 VALUTAZIONE È la componente finale del processo di nursing. È la componente finale del processo di nursing. Mira a stabilire la risposta del paziente agli interventi infermieristici e la misura in cui gli obiettivi sono stati raggiunti. Mira a stabilire la risposta del paziente agli interventi infermieristici e la misura in cui gli obiettivi sono stati raggiunti. Attraverso la valutazione linfermiere può rispondere alle seguenti domande: Attraverso la valutazione linfermiere può rispondere alle seguenti domande: - Il paziente ha raggiunto i risultati attesi nel periodo di tempo stabilito? - Il paziente ha raggiunto i risultati attesi nel periodo di tempo stabilito? - Le diagnosi infermieristiche e i problemi collaborativi sono stati risolti? - Le diagnosi infermieristiche e i problemi collaborativi sono stati risolti? - Gli interventi infermieristici devono essere continuati, modificati o interrotti? - Gli interventi infermieristici devono essere continuati, modificati o interrotti? - Si sono evoluti nuovi problemi per cui non sono stati pianificati o attuati interventi infermieristici? - Si sono evoluti nuovi problemi per cui non sono stati pianificati o attuati interventi infermieristici? - Le diagnosi infermieristiche e i problemi collaborativi erano accurati? - Le diagnosi infermieristiche e i problemi collaborativi erano accurati? - Quali fattori hanno influenzato il raggiungimento o la mancanza di raggiungimento degli obiettivi? - Quali fattori hanno influenzato il raggiungimento o la mancanza di raggiungimento degli obiettivi? - È necessario riassegnare le priorità? - È necessario riassegnare le priorità? - Dovrebbero essere cambiati i risultati attesi? - Dovrebbero essere cambiati i risultati attesi?

27 27 FASI DEL PROCESSO dinamicità e circolarità ACCERTAMENTO VALUTAZIONE ATTUAZIONE PIANIFICAZIONE RAGIONAMENTO DIAGNOSTICO INTEREAZIONE OPERATORE SANITARIO - PERSONA


Scaricare ppt "1 PIANIFICAZIONE ASSISTENZIALE Carol Campanino Maurizio Mariotti."

Presentazioni simili


Annunci Google