La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Corso di Laurea per Infermieri I anno – II semestre INFERMIERISTICA CLINICA DI BASE IV Daniela Cucco Rolfo Monica.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Corso di Laurea per Infermieri I anno – II semestre INFERMIERISTICA CLINICA DI BASE IV Daniela Cucco Rolfo Monica."— Transcript della presentazione:

1 1 Corso di Laurea per Infermieri I anno – II semestre INFERMIERISTICA CLINICA DI BASE IV Daniela Cucco Rolfo Monica

2 2 Questa presentazione costituisce sintesi ed integrazione del libro di testo adottato, da cui la gran parte dei contenuti sono tratti. E rivolta agli studenti del primo anno di corso e concepita per esclusivo uso didattico. Non è in alcun modo commerciabile o riproducibile.

3 3 MODULO NUTRIZIONE E METABOLISMO

4 4 ABBIAMO DUE CERVELLI* UNO IN TESTAUNO IN ADDOME 10% informazioni: bocca, 2/3orofaringe, sfinteri anali 90% informazioni * M. Gershon, The second brain, ed. Perennial, USA

5 5 PARLANO LO STESSO LINGUAGGIO CHIMICO ATTRAVERSO NEURO MEDIATORI LALZHEIMER PROVOCA SU ENTRAMBI LO STESSO TIPO DI ALTERAZIONI ANATOMICHE

6 6 Il corpo umano è un organismo cavo !!!! Lintestino è la superfice esterna più estesa dellorganismo Dalla bocca allano 8 mt (senza villi !) di sensazioni autogestite Solo il tenue 250 mq. (un campo da tennis)

7 7 DIGERENTE O DIRIGENTE ?? Mangiare, bere, digerire, crescere Matrice biologica dellinconscio (??) Completo e funzionante fin dalla nascita Sede del BUONO/CATTIVO GIOIA/DOLORE Pensa, ricorda sente Ospita, tiene a bada ed utilizza 500 specie di batteri potenzialmente letali (escherichia coli, shigella, pseudomonas, clostridi, salmonelle ecc..) Contiene il 70% delle cellule del sistema immunitario Produce il 95% delle sostanze psicoattive (serotonina, benzodiazepine,dopamina,oppiacei)

8 8 Sigmund Freud Lo sviluppo umano passa attraverso diverse fasi, e la prima è quella ORALE

9 9 BISTECCA PER IL CERVELLO DELLA TESTA : BISTECCA, PROFUMO, AGGRESSIVITA, SANGUE, ANIMALE, MORTE…………………. …………………………… PER IL CERVELLO DELLA PANCIA: MIGLIAIA DI SOSTANZE CHIMICHE DA DEMOLIRE, ELABORARE, ASSORBIRE, NEUTRALIZZARE, ATTIVARE, CONSERVARE, ELIMINARE….

10 10 Culturalmente al centro delle sensazioni e del comportamento Testa non duole se stomaco non vuole Mi fa vomitare Quello lì non lo digerisco Non mi va giù Mi sta sul…lo stomaco È disturbato di stomaco

11 11 Alimentazione è cultura COSA PENSIAMO DI CIO CHE MANGIAMO ?

12 12 OCCIDENTE (Medicina tradizionale) INDIA ( Medicina ayurvedica) Carboidrati 4 Kcal. Monosaccaridi / Polisaccaridi Proteine 4 Kcal. Complete (nobili) / Incomplete Grassi 9 Kcal. Saturi / Insaturi Vitamine Liposolubili (A D E K ) Idrosolubili ( C, gruppo B ) Minerali Na, K, Ca, P, Fe, I, Zn,……..) Acqua 3 tipi corporei ( DOSHA) ( Vata, Pitta, Kapha) 3 essenze sottili ( Prana, Ojas, Tejas) 6 gusti (RASA) ( Dolce, Aspro, Salato, Pungente, Amaro, Astringente) 2 sensazioni ( VIRYA) (Caldo, Freddo) 3 effetti dopo la digestione (VIPAK) (Dolce, Aspro, Pungente)

13 13 Fisiologia dellintestino Digestione meccanica: Masticazione Deglutizione Peristalsi Digestione chimica Scissione in molecole Assorbimento Parete intestinale Villi Microvilli Bolo Chimo Chilo integrità funzione neurologica Enzimi, Succhi intestinali Attivo Passivo Torniamo in Occidente……………………..

14 14 Fisiologia dellintestino Motilità (segmentazione e peristalsi) Assorbimento (nutrienti, elettroliti, vitamine, H2O) Eliminazione delle feci e dei gas

15 15 Tempi di transito per pasto normale Il cibo dopo la deglutizione (3) lascia lo stomaco da 1-5 minuti a 3-6 ore dopo Percorre il duodeno in 1 – 5 minuti Giunge nella porzione terminale dellileo in 4-5 ore Permane (onde toniche) 5-6 ore colon ascendente 6 ore c. trasverso, 9 ore c. discendente Arriva dopo ore nella porzione terminale del colon discendente Peristalsi massiva (riflesso gastro colico) sigma/retto

16 16 FATTORI CHE INFLUISCONO SULLA NUTRIZIONE ¨ FATTORI FISIO- PATOLOGICI cavo orale, denti, gengive, masticazione, deglutizione sistema gastrointestinale bile, enzimi, ormoni (insulina) ¨ STILE E ABITUDINI DI VITA preferenze personali anche acquisite nell'infanzia, legate a gruppi sociali, fasi della vita, sesso, mode alimentari, credenze sulla salute motivazioni ad alimentarsi / tempo dedicato alla preparazione e consumo dei pasti sedentarietà o attività fisica ( metabolismo e consumo energetico)

17 17 CULTURA E CREDENZE credenze sulla nutrizione e tipo alimentazione di gruppi sociali / culturali prescrizioni religiose (cattolici, ebrei, musulmani…………….) ¨ RISORSE ECONOMICHE scelta tipologia alimenti possibilità di acquisto in relazione a disponibilità di negozi e varietà alimenti nella zona di residenza possibilità di conservazione alimenti FATTORI CHE INFLUISCONO SULLA NUTRIZIONE

18 18 ¨ SESSO scelta alimenti legata al fabbisogno energetico donne: ferro per evitare anemia (perdite ematiche mestruali) GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO Surplus di calorie, proteine, ferro, calcio, ecc…….. DIVERSE ETA DELLA VITA Fabbisogni diversificati in qualità e quantità FATTORI CHE INFLUISCONO SULLA NUTRIZIONE


Scaricare ppt "1 Corso di Laurea per Infermieri I anno – II semestre INFERMIERISTICA CLINICA DI BASE IV Daniela Cucco Rolfo Monica."

Presentazioni simili


Annunci Google