La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Così restammo seduti, con la testa piegata all'indietro e il viso piacevolmente rivolto al sole. E per un po' lasciammo che il mondo ci corresse accanto.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Così restammo seduti, con la testa piegata all'indietro e il viso piacevolmente rivolto al sole. E per un po' lasciammo che il mondo ci corresse accanto."— Transcript della presentazione:

1

2 Così restammo seduti, con la testa piegata all'indietro e il viso piacevolmente rivolto al sole. E per un po' lasciammo che il mondo ci corresse accanto inosservato. Margaret Mazzantini

3 Le emozioni dure, i pensieri brutti, sono ciò che di meglio avete. Non perdeteli, sono il regalo dell'Universo. L'unica cosa che potete fare, nel qui-e-ora, è lasciarli lì e osservarli mentre sono con voi. Raffaele Morelli

4 Sii presente a ogni respiro. Non fare che la tua attenzione vaghi per la durata di un solo respiro. Ricordati di te stesso sempre e in ogni situazione. Dal web

5 Gli uccelli sono spariti nel cielo e ora svanisce lultima nuvola. Ci sediamo insieme la montagna e io finché solo la montagna rimane. Li Po

6 ...a volte è anche bello starsene nella propria tranquillità, al riparo e semplicemente guardare dalla finestra. A volte sì...fa bene rimanere un pochino in disparte ad osservare il mondo..

7 Troppa conoscenza porta all'agitazione; è meglio vuotare la mente. Più pensi, più grande è la perdita; è meglio la pratica dell'attenzione. Shih Wang Ming - VI secolo d.C.

8 La meditazione è l'occhio dell'anima. B. Bossuet

9 Sedendo quietamente, senza fare nulla, Viene la primavera, e lerba cresce da sé. Le montagne azzurre sono da sé montagne azzurre le bianche nubi sono da sé nuvole bianche. Zenrin Kushu

10 Non si diventa illuminati immaginando scenari luminosi, ma portando alla luce le proprie oscurità interiori. Carl Gustav Jung.

11 Chi medita cerca di conoscere i suoi difetti, tenta di correggerli e si modera negli impulsi. Chi non medita è come colui che non si specchia mai. Padre Pio

12 Meditare non significa costringere la mente al silenzio: è trovare la quiete che esiste già. Dietro lo schermo del nostro dialogo interno c'è il silenzio di una mente non imprigionata nel passato. Il silenzio è il luogo di nascita della felicità. E' dal silenzio che scaturiscono i nostri slanci di ispirazione, la tenerezza della compassione e dell'empatia, la percezione dell'amore. Una volta scoperto il silenzio della vostra mente, non sarete più costretti a prestare attenzione a quella confusione di immagini che scatena ansia, collera e dolore. Deepak Chopra

13


Scaricare ppt "Così restammo seduti, con la testa piegata all'indietro e il viso piacevolmente rivolto al sole. E per un po' lasciammo che il mondo ci corresse accanto."

Presentazioni simili


Annunci Google