La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Direttore del Dipartimento Cardiopneumologico e Unità subintensive dellOSCB di Milano

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Direttore del Dipartimento Cardiopneumologico e Unità subintensive dellOSCB di Milano"— Transcript della presentazione:

1 Direttore del Dipartimento Cardiopneumologico e Unità subintensive dellOSCB di Milano

2 SINTOMATOLOGIA -I sintomi della nuova influenza H1N1 sono simili a quelli della influenza stagionale: febbre, tosse,mal di gola, naso gocciolante o chiuso,dolori agli arti, cefalea,brividi e astenia. -Un numero significativo di infettati ha riportato diarrea e vomito. -Il gruppo ad alto rischio per H1N1 non è noto al momento ma è verosimile che sia lo stesso di quella stagionale. - Le persone ad alto rischio sono,nella stagionale,sono quelle > 65 anni, i bambini < 5 anni,le gravide, persone di tutte letà con malattie croniche (come asma,BPCO, diabete, o cardiopatie), e pazienti immunodepressi.

3

4 Emergency Warning Signs In children, emergency warning signs that need urgent medical attention include: DISPNEA O TACHIPNEA Colore della pelle blu o grigia Non beve abbastanza Vomito severo o persistente Non cammina o non interreagisce Talmente irritabile da non poterlo calmare I sintomi influenzali migliorano ma poi riappaiono con tosse e febbre

5 Emergency Warning Signs In adults, emergency warning signs that need urgent medical attention include: Dispnea o tachipnea Dolori o oppresione toraco/addominale Improvvise vertigini Confusione Severo o persistente vomito I sintomi influenzali migliorano ma poi riappaiono con tosse e febbre

6 PERCORSI OSPEDALIERI

7 I pazienti con patologia influenzale, sospetti o certi per influenza A/H1N1 possono* essere ricoverati presso le UU.OO. di degenza del nostro Ospedale *La scelta del ricovero deve avvenire sulla base della severità clinica riscontrata e delle patologie concomitanti H1N1 ricovero dove?

8 Soggetti con insufficienza respiratoria lieve Non comorbilità attive U.U.O.O. Medicina Generale Mancanza posti letto: restano valide le disposizioni relative a appoggi, trasferimenti attualmente in riferimento Criteri di scelta della U.O.

9 Quadro influenzale Comorbilità attive: BPCO, Asma bronchiale Insufficienza respiratoria (ipossiemia severa/ ipercapnia) U.O. Pneumologia Mancanza posti letto: Medicina dUrgenza Criteri di scelta della U.O.

10 Soggetti con sospetta influenza H1N1 Comorbilità attive: scompenso cardiaco o metabolico Insufficienza respiratoria acuta U.O. Medicina dUrgenza Mancanza posti letto + indicazione a NIV Semiintensiva Cardiologica Criteri di scelta della U.O

11 Soggetti con sospetta influenza H1N1 Insufficienza respiratoria acuta severa Indicazione a ventilazione meccanica (posta dal RR) U.O. Terapia Intensiva Criteri di scelta della U.O

12 Area riservata PS Valutazione livello gravità Comorbilità No comorbilità Insufficienza respiratoria lieve Allertare rianimatore Ricovero RR Medicina Generale Distress respiratorio Acidosi respiratoria severa

13 Area riservata PS Valutazione livello gravità Comorbilità Pneumopatie scompensate Ipossiemia severa /ipercapnia Allertare rianimatore Ricovero RR U.O. Pneumologia Distress respiratorio Acidosi respiratoria severa

14 Area riservata PS Valutazione livello gravità Comorbilità Comorbilità cardiaca - metabolica scompensata Allertare rianimatore Ricovero RR U.O. Medicina Urgenza Distress respiratorio Acidosi respiratoria severa U.O. Subintensiva cardiologica NIV

15 ricoverare il paziente in stanza singola se non disponibile stanza singola, ricoverare il paziente nella stanza di un altro paziente/i con infezione attiva provocata dallo stesso microrganismo e non affetto/i da altre infezioni (cohorting) se non stanza singola e cohorting non realizzabile mantenere uno spazio di almeno 1 metro tra il paziente infetto / altri pazienti / visitatori non sono necessari particolari sistemi di ventilazione la porta può restare aperta limitare laccesso e segnalare la limitazione Cosa fare quando il paziente giunge in reparto (in aggiunta alle Precauzioni Standard)

16 Influenza H1N1 : terapia Terapia antivirale Terapia delle complicanze batteriche

17 Treatment is Available for those who are seriously -I farmaci antivirali potrebbero essere somministrati ai pazienti di grado severo. -I farmaci raccomandati sono oseltamivir (trade name Tamiflu ®) and zanamivir (Relenza ®). -Se linfluenza si estende i farmaci antivirali potrebbero scarseggiare. -Per cui i farmaci dovrebbero essere dati ai pazienti ospedalizzati o ad alto rischio di complicazioni severe. - Il farmaco funziona in modo ottimale se dato entro 2 giorni dallinizio della sintomatologia ma può essere somministrato anche più tardi se la sindrome è severa o il paziente è ad alto rischio di complicanze.

18 PAZIENTI RICOVERATI

19

20 PAZIENTE NON RICOVERATO

21

22 Il giudizio clinico è un importante fattore nella decisione di somministrare un farmaco antivirale in un paziente con influenza. Il trattamento deve essere iniziato appena possibile:studi dimostrano che iniziare entro le 48 ore dà risultati consistenti. Si deve iniziare il trattamento senza attendere il responso del laboratorio : la attesa può danneggiare il successo terapeutico e la sensibilità del test rapido oscilla dal 10 al 70%.Un test rapido negativo non è significativo. IL test rRT-PCR dovrebbe prioritariamente essere riservato a pazienti con sospetta influenza ricoverati e deve essere eseguito secondo protocolli diagnostici locali. Updated Interim Recommendations for the Use of Antiviral Medications in the Treatment and Prevention of Influenza for the Season. CDC ATLANTA www flu.gov 16 Sept.2009

23 Sandro Amaducci OSELTAMVIR: : fino 150 mg/die: EFFETTI COLLATERALI Nausea (25%) Dolori addominali (20%) Cefalea (12%) Drop out (20%) (B.M.J 2009,339 letters) DISTURBI NEUROPSICHIATRICI: DISTURBI COGNITIVI/COSCIENZA,CONVULSIONI,DELIRIO NEGLI ANZIANI,DEPRESSIONI ( Drug Safety 2008,31 Colite acuta emorragica (J.Infect.Chemoter. 2007) Reazioni anafilattiche (Allergy 2008) ZANAMIVIR: fino a 10 mg./die:EFFETTI COLLATERALI Asma,broncospasmo in BPCO (ERS 2009 VIENNA)

24 Per os Per via inalatoria

25

26

27 Influenza H1N1 : terapia Terapia antivirale Terapia delle complicanze batteriche

28

29

30 If grippe condemns, the secondary infections execute Cruveilhier L. « Action du sérum antipneumococcique au cours de la pneumonie et dans les complications de la grippe ». Annales de lInstitut Pasteur 1919; 33:448–61.

31 ANTIBIOTICO Streptococcus pneumoniae PRSPERSP Haemophilus influenzae H.influenzae betalattamasi + Staphylococcu s aureus MRSA di comunità MRSA ospedaliero Orali amoxicillina * Amoxi-clav * Cefalosporine III generazione orali (es. Cefixima) Tetracicline (es. doxiciclina) Azitromicina Alcuni tra gli antibiotici potenzialmente utili nel trattamento delle complicanze batteriche dell influenza PRSP= Streptococcus pneumoniae penicillino-resistente ; ERSP= Streptococcus pneumoniae eritromicino-resistente; MRSA = Staphylococcus aureus meticillino-resistente ; *ad alta dose (1g ogni 8 ore) potenzialmente attivo fino a MIC di 4

32 Claritromicina Ciprofloxacina Moxifloxacina Levofloxacina Trimethoprin- sulfametossazolo ANTIBIOTICOStreptococcus pneumoniae PRSPERSPHaemophilus influenzae H.influenzae betalattamasi + Staphylococcu s aureus MRSA di comunità MRSA ospedaliero Alcuni tra gli antibiotici potenzialmente utili nel trattamento delle complicanze batteriche dell influenza

33 Carbapenemici (es. Imipenem) Aminoglicosidi (es. amikacina) Vancomicina Teicoplanina Linezolid Cefalosporine di III generazione (es. Ceftriaxone) Iniettabili ANTIBIOTICOStreptococcus pneumoniae PRSPERSPHaemophilus influenzae H.influenzae betalattamasi + Staphylococcu s aureus MRSA di comunità MRSA ospedaliero

34 Infectious Diseases Society of America/American Thoracic Society Consensus Guidelines on the Management of Community-Acquired Pneumonia in Adults Clinical Infectious Diseases 2007; 44:S27–72 Inpatient, non-ICU treatment a)respiratory fluoroquinolone (strong recommendation; level I evidence) b)b-lactam plus a macrolide (strong recommendation; level I evidence) Empirical monotherapy with a macrolide alone cannot be routinely recommended.

35 Infectious Diseases Society of America/American Thoracic Society Consensus Guidelines on the Management of Community-Acquired Pneumonia in Adults Clinical Infectious Diseases 2007; 44:S27–72 Inpatient, ICU treatment a) b-lactam (cefotaxime, ceftriaxone, or ampicillin-sulbactam) plus either azithromycin (level II evidence) or a fluoroquinolone (strong recommendation ;level I evidence) For community-acquired methicillin-resistant Staphylococcus aureus infection, add vancomycin or linezolid. (Moderate recommendation; level III evidence.)

36 Infectious Diseases Society of America/American Thoracic Society Consensus Guidelines on the Management of Community-Acquired Pneumonia in Adults Clinical Infectious Diseases 2007; 44:S27–72 Inpatient, ICU treatment : Pseudomonas infection antipneumococcal, antipseudomonal b-lactam ( piperacillin-tazobactam, cefepime, imipenem, or meropenem ) plus either ciprofloxacin or levofloxacin (750-mg dose) or the above b-lactam plus an aminoglycoside and azithromycin or the above b-lactam plus an aminoglycoside and an antipneumococcal fluoroquinolone (for penicillin-allergic patients, substitute aztreonam for the above b-lactam). (Moderate recommendation; level III evidence.)

37 SIAMO NEL 2009 : PENSIAMO POSITIVO!


Scaricare ppt "Direttore del Dipartimento Cardiopneumologico e Unità subintensive dellOSCB di Milano"

Presentazioni simili


Annunci Google