La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

AO Ospedale San Carlo Borromeo, Milano UOC Microbiologia e Virologia Linfluenza H1N1: la diagnosi di laboratorio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "AO Ospedale San Carlo Borromeo, Milano UOC Microbiologia e Virologia Linfluenza H1N1: la diagnosi di laboratorio."— Transcript della presentazione:

1 AO Ospedale San Carlo Borromeo, Milano UOC Microbiologia e Virologia Linfluenza H1N1: la diagnosi di laboratorio

2 La malattia influenzale può includere tutti o parte dei sintomi: * febbre* artromialgia * cefalea* astenia * tosse secca* faringodinia * rinorrea La febbre e le artromialgie possono regredire in 3-5 giorni; la tosse e lastenia in 2 o più settimane Source: CDC La diagnosi clinica di influenza Influenza H1N1

3 Responsabili di forme respiratorie come complicanze del quadro clinico principale CMV Enterovirus EBV HSV Rubella VZV Morbillo Parotite Responsabili di patologie dellapparato respiratorio inferiore (laringotracheobronchiti, bronchiti, bronchioliti, polmoniti) Virus Parainfluenzale 1,2,3 Metapneumovirus Influenza virus RSV Adenovirus Enterovirus SARS-CoV Bocavirus Responsabili di infezioni delle vie aeree superiori (riniti, faringiti e rinofaringiti) Rhinovirus (50%) Coronavirus (20%) Adeno- Parainf.- Picorna (30%) Eziologia virale nelle patologie respiratorie

4 Rhinovirus Adenovirus RVS Coronavirus Orthomixovirus Raffreddore Influenza Paramixovirus Agenti eziologici coinvolti nelle IRA Metapneumovirus Bocavirus Influenza H1N1 cortesia di F. Pregliasco, modificato

5 Tampone naso-faringeo (1) Materiali: 1. tampone nasofaringeo con punta in fibra sintetica 2. terreno (1-2 ml ) di trasporto virale (VTM - SW) 3. contenitore Modalità di prelievo: 1. Inserire il tampone in una narice. 2. Strofinare la punta del tampone sulla mucosa della porzione medio-inferiore del turbinato inferiore 3. Ruotare ripetutamente la punta del tampone sulla mucosa, raccogliendo materiale cellulare 4. Estrarre il tampone 5. Inserire il tampone nel terreno di trasporto 6. Tagliare il tampone con forbici Influenza H1N1

6 Procedure pre-analitiche (4) Influenza H1N1

7 Tampone naso-faringeo (2) La migliore qualità del prelievo è garantita da: *ripetizione della procedura a partire dalla narice controlaterale Influenza H1N1

8 Piano operativo – AO Ospedale San Carlo Borromeo Indicazione esclusivamente pazienti ricoverati ed impegnati Prelievo 2 tamponi nasofaringei Ricerca di virus respiratori e virus influenzali A (metodo: microarray / PCR) Collaborazione Sezione di Virologia, Università degli Studi di Milano Influenza H1N1

9 Procedure analitiche: PCR A novel real-time RT-PCR for influenza A(H1N1)v virus was set up ad hoc and validated following industry-standard criteria. The lower limit of detection of the assay was 384 copies of viral RNA per ml of viral transport medium (95% confidence interval: RNA copies/ml). Specificity was 100% as assessed on a panel of reference samples including seasonal human influenza A virus H1N1 and H3N2, highly pathogenic avian influenza A virus H5N1 and porcine influenza A virus H1N1, H1N2 and H3N2 samples. The real-time RT-PCR assay for the influenza A matrix gene recommended in 2007 by the World Health Organization was modified to work under the same reaction conditions as the influenza A(H1N1)v virus-specific test. Influenza H1N1

10

11 Circolare 19/SAN/2009 – precisazioni Data: Protocollo H Giunta Regionale – Direzione Generale Sanità Sorveglianza virologica: Come più volte ribadito la sorveglianza virologica è effettuata, in fase 6, tramite rilevazione campionaria attraverso i medici sentinella; con nota a parte le ASL sono state impegnate ad effettuare direttamente il ritiro e la consegna al Servizio di Virologia dellUniversità di Milano, laboratorio individuato dalla Regione per la rete Influnet, dei tamponi prelevati. Influenza H1N1

12 Circolare 19/SAN/2009 – precisazioni Data: Protocollo H Giunta Regionale – Direzione Generale Sanità Sorveglianza epidemiologica e virologica: Si conferma che non vi è necessità, ai fini della diagnosi e della cura del soggetto che presenta un quadro clinico ad andamento benigno, di addivenire alla identificazione virale; pertanto lesecuzione del tampone faringeo è riservata esclusivamente ai casi che presentano un quadro clinico impegnato e tale da richiedere il ricovero in ospedale. Influenza H1N1

13 Circolare 19/SAN/2009 – precisazioni Data: Protocollo H Giunta Regionale – Direzione Generale Sanità Sorveglianza virologica: Come più volte ribadito la sorveglianza virologica è effettuata, in fase 6, tramite rilevazione campionaria attraverso i medici sentinella; con nota a parte le ASL sono state impegnate ad effettuare direttamente il ritiro e la consegna al Servizio di Virologia dellUniversità di Milano, laboratorio individuato dalla Regione per la rete Influnet, dei tamponi prelevati. Influenza H1N1

14 Circolare 19/SAN/2009 – precisazioni Data: Protocollo H Giunta Regionale – Direzione Generale Sanità … non è prevista alcuna refertazione, né vi è obbligo di garantire tempi minimi di processazione dei campioni…. Influenza H1N1


Scaricare ppt "AO Ospedale San Carlo Borromeo, Milano UOC Microbiologia e Virologia Linfluenza H1N1: la diagnosi di laboratorio."

Presentazioni simili


Annunci Google