La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Prof.ssa Marranzano DISINFESTAZIONE. INTERVENTI E BERSAGLI INCONTRO TUTELA DELLAMBIENTE: -CONTROLLI AMBIENTALI - INTERVENTI DI BONIFICA - DISINFESTAZIONE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Prof.ssa Marranzano DISINFESTAZIONE. INTERVENTI E BERSAGLI INCONTRO TUTELA DELLAMBIENTE: -CONTROLLI AMBIENTALI - INTERVENTI DI BONIFICA - DISINFESTAZIONE."— Transcript della presentazione:

1 Prof.ssa Marranzano DISINFESTAZIONE

2 INTERVENTI E BERSAGLI INCONTRO TUTELA DELLAMBIENTE: -CONTROLLI AMBIENTALI - INTERVENTI DI BONIFICA - DISINFESTAZIONE AGENTE

3 DISINFESTAZIONE DISTRUZIONE DI MACROPARASSITI AGENTI ETIOLOGICI (ELMINTI) VETTORI DI GERMI PATOGENI (INSETTI) SERBATOI DI INFEZIONI (RATTI)

4 DISINFESTAZIONE MEZZI CHIMICI DISINFESTANTI INTEGRALI (ANIDRIDE SOLFOROSA, BROMURO DI ETILE, ACIDO CIANIDRICO) INSETTICIDI- PIRETRINE NATURALI E DI SINTESI - COMPOSTI ORGANICI CLORURATI - COMPOSTI ORGANICI FOSFORATI - CARBAMMATI - TIOCIANATI RODENTICIDI-ANTU - NORBORMIDE - DERIVATI CUMARINICI MEZZI CALORE : 70 – 80°C x 30 min.

5 DISINFESTAZIONE MEZZI CHIMICI DISINFESTANTI INTEGRALI -Anidride solforosa - Bromuro di metile - Acido cianidrico INSETTICIDI -Piretrine naturali e di sintesi - Composti organici clorurati -Composti organici fosforati - Carbammati - Tiocianati RODENTICIDI -Antu - Norbormide - Derivati Cumarinici MEZZI FISICI Calore ( 70 – 80° C per 30 minuti)

6 DISINFESTANTI DISINFESTANTI INTEGRALI INSETTICIDI LARVICIDI RODENTICIDI VIA INALATORIA VIA DIGESTIVA PER CONTATTO ATTIVITA ENZIMATICHE DELLANIMALE

7 TRATTAMENTO CONOSCENZE EFFICACE : EFFICIENTE: ELIMINARE IL RISCHIO DI INFEZIONE INDIRETTO ELIMINAZIONE DEL RISCHIO:RAPIDA, POCO ONEROSA, SENZA DANNI ALLUOMO E ALLAMBIENTE - PARASSITA (CICLO BIOLOGICO) - AMBIENTE D USO (ESTERNO O CONFINATO) - PERIODICITA D IMPIEGO - TOSSICITA – AZIONE RESIDUA - COSTO - DISPONIBILITA DI PERSONALE SPECIALIZZATO

8 CRITERI PER LA SCELTA DI UN DISINFESTANTE CICLO BIOLOGICO DEL PARASSITA AMBIENTE TOSSICITA PERIODICITA D IMPIEGO AZIONE RESIDUA COSTO DISPONIBILITA DI PERSONALE SPECIALIZZATO

9 INSETTICIDI PIRETRINE NATURALI E DI SINTESI -Assenza di azione residua - Assenza di tossicità - Effetto abbattente immediato - Uso domestico COMPOSTI CLORURATI ORGANICI (DDT) -Azione per contatto e ingestione - Lunga azione residua - Accumulo nei tessuti - Persistenza nellambiente - Scarsa tossicità - Uso in campo sanitario COMPOSTI FOSFORATI ORGANICI -Breve azione residua - Elevata tossicità - Uso in agricoltura - Azione per contatto o ingestione CARBAMMATI -Bassa tossicità - Uso domestico

10 PIRETRINE MECCANISMO DAZIONE: - MODIFICANO IL POTENZIALE DAZIONE DELLA MEMBRANA CITOPLASMATICA DELLE CELLULE NERVOSE DEGLI INSETTI CARATTERISTICHE: - PRIVE DI AZIONE RESIDUA - PRIVE DI TOSSICITA PER LUOMO E GLI ANIMALI A SANGUE CALDO UTILIZZO IN : - AMBIENTE DOMESTICO

11 COMPOSTI CLORURATI ORGANICI DDT MECCANISMO D AZIONE : - INIBIZIONE DELLA SUCCINOSSIDASI CARATTERISTICHE: - AGISCE PER CONTATTO E INGESTIONE - LUNGA AZIONE RESIDUA - SCARSAMENTE TOSSICO PER LUOMO E GLI ANIMALI A SANGUE CALDO - ACCUMULO NEL TESSUTO ADIPOSO - VIETATO IN AGRICOLTURA UTILIZZO IN: - CAMPO SANITARIO NELLA PEDICULOSI DEL CAPO

12 CARBAMMATI DERIVATI DELLACIDO CARBAMMICO MECCANISMO D AZIONE: - OSTACOLANDO LA TRASMISSIONE NERVOSA COLINERGICA, FUNGENDO DA INIBITORI COMPETITIVI DELLENZIMA ACETILCOLINESTERASI A LIVELLO DEI RECETTORI POST-SINAPTICI CON CONSEGUENTE ACCUMULO DELLACETILCOLINA NEI SITI ATTIVI CARATTERISTICHE: - BASSA/ALTA TOSSICITA - USO DOMESTICO - LOTTA CONTRO SCARAFAGGI E ZANZARE

13 COMPOSTI FOSFORATI ORGANICI MECCANISMO DI AZIONE: - INIBIZIONE DELLA COLINESTERASI - AZIONE PER CONTATTO E INGESTIONE CARATTERISTICHE: - BREVE AZIONE RESIDUA - FORTEMENTE TOSSICI PER LUOMO E GLI ANIMALI A SANGUE CALDO UTILIZZO IN: - AGRICOLTURA

14 RODENTICIDI ANTU (a – naftil – tiourea) INNOCUA PER LUOMO – AGISCE SUL RATTO GRIGIO SVILUPPA TOLLERANZA E REPULSIONE NEGLI ANIMALI SOPRAVVISSUTI NORBORMIDE : AGISCE SUL RATTO GRIGIO INNOCUA PER LUOMO DERIVATI CUMARINICI:AGISCONO INIBENDO LA PRODUZIONE DI PROTROMBINA A LIVELLO DEL FEGATO – ATTIVI SU DIVERSE SPECIE DI RATTI SONO TOSSICI PER LUOMO MA A DOSI ELEVATE

15 MOSCA DOMESTICA VIV 8-10 SETTIMANE DEPONE UOVA (5-6 VOLTE L0ANNO) UOVA 8h – 3 GIORNI LARVE NINFEINSETTO 10 GIORNI LOTTA CONTRO LE MOSCHE 1)PULIZIA (ABITAZIONI) RAPIDO ALLONTANAMENTO RIFIUTI SOLIDI E LIQUIDI 2)LOTTA ANTILARVALE 3)LOTTA CONTRO LINSETTO ADULTO (INSETTICIDI, BARRIERE MECCANICHE)

16 ALTRE MODALITA DI LOTTA CONTRO GLI INSETTI RENDERE STERILI UN CONSISTENTE NUMERO DI INDIVIDUI E LIBERARLI IN MODO TALE CHE ACCOPPIANDOSI CON GLI INDIVIDUI SELVAGGI DIRADINO IL NUMERO DI ACCOPPIAMENTI FERTILI LOTTA BIOLOGICA : AZIONE DI ALCUNI VIRUS, BATTERI, MICETI PATOGENI SOLO PER CERTI INSETTI. BACILLUS THURINGIENSIS : CAUSA UNA INFEZIONE LETALE IN DIVERSE SPECIE DI INSETTI NOCIVI (ALLO STATO LARVALE) PUR ESSENDO INNOCUO PER LUOMO ED ALTRI ANIMALI


Scaricare ppt "Prof.ssa Marranzano DISINFESTAZIONE. INTERVENTI E BERSAGLI INCONTRO TUTELA DELLAMBIENTE: -CONTROLLI AMBIENTALI - INTERVENTI DI BONIFICA - DISINFESTAZIONE."

Presentazioni simili


Annunci Google