La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Passaggio al digitale terrestre TV Incontro con i Comuni in collaborazione con il COORDINAMENTO REGIONALE DI RAPPRESENTANZA UNITARIA ANCI – UPI – UNCEM.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Passaggio al digitale terrestre TV Incontro con i Comuni in collaborazione con il COORDINAMENTO REGIONALE DI RAPPRESENTANZA UNITARIA ANCI – UPI – UNCEM."— Transcript della presentazione:

1 Passaggio al digitale terrestre TV Incontro con i Comuni in collaborazione con il COORDINAMENTO REGIONALE DI RAPPRESENTANZA UNITARIA ANCI – UPI – UNCEM – LEGA DELLE AUTONOMIE Ancona Data 29/11/2011 Informazioni ai comuni

2 Passaggio al digitale terrestre TV Informazioni ai comuni Agenda Soggetti e Ruoli di Competenza nel processo decisionale sul passaggio al digitale terrestre Switch off, elementi sul panorama nazionale e locale Emittenti Enti locali Cittadini Azioni di Regione Marche in collaborazione con i diversi soggetti interessati al passaggio alla nuova tecnologia

3 Passaggio al digitale terrestre TV Informazioni ai comuni Perché il digitale Maggior numero di programmi disponibili (gratuiti e a pagamento) Migliore qualità di immagini e audio Possibilità di programmi interattivi Possibilità di utilizzo per servizi di informazione di pubblica utilità Livelli di emissione elettromagnetica inferiori a parità di numero di canali trasmessi e area servita

4 Passaggio al digitale terrestre TV Informazioni ai comuni Cronistoria atti normativi Commissione Europea nella comunicazione 204 del 24/05/2005 ha raccomandato che il passaggio al DT avvenga entro il 2012 Consiglio Europeo nel novembre 2005 vara le linee guida che fissano lavvio del passaggio al DT nel 2008 per tutti i paesi membri MSE con decreto del 10/09/2008 regola il passaggio al DT in Italia AGCOM con delibera N. 423/11/CONS del 22/07/2011 definisce il piano delle frequenze per le aree tecniche 8, 9, 10-Regione Marche MSE con decreto del 24/06/2011 stabilisce le date dello switch-off nelle Marche MSE il 14/10/2011 a seguito della delibera AGCOM pubblica il bando per l'assegnazione delle frequenze alle emittenti televisive locali Marche MSE assegnazione Frequenze Emittenti Locali: fine novembre – inizio dicembre

5 Passaggio al digitale terrestre TV Informazioni ai comuni Soggetti e ruoli di competenza nel processo decisionale sul passaggio al digitale terrestre in Italia Autorità garante delle telecomunicazione AGCOM Ministero dello sviluppo economico Dipartimento comunicazioni Ministero dello sviluppo economico Dipartimento comunicazioni Ispettorato territoriale Marche - Umbria ARPAMEmette parere radioprotezionistico Assegna il pacchetto di frequenze a ciascuna Area Tecnica Pianifica il Calendario di Switch off, elargisce fondi per fasce deboli e pubblicità informativa. Assegna a ciascun operatore di rete una frequenza tra quelle incluse nel pacchetto Valuta le istanze per autorizzare gli Enti Locali alla ripetizione SoggettoRuolo COMUNEAutorizza conversione/installazione impianti

6 Passaggio al digitale terrestre TV Informazioni ai comuni Regione Marche Non ha competenza decisionale e non svolge funzioni nel processo logistico, giuridico, tecnico o economico per il passaggio al Digitale Terrestre Regione Marche offre il proprio contributo per: essere interlocutore principale con il Ministero dello Sviluppo Economico - Dipartimento Comunicazioni essere riferimento sul territorio delle Marche con i diversi soggetti coinvolti - Enti Locali,Emittenti, Operatori del settore, Cittadini, etc. collaborare attivamente per trovare soluzioni che possano risolvere le numerose criticità LR 23 15/11/2011 Norme urgenti in materia di passaggio al digitale terrestre bando 129/IRE 20/07/2011 Sostegno allinnovazione delle PMI per la transizione al digitale disponibilità finanziaria complessiva di ,34

7 Passaggio al digitale terrestre TV Informazioni ai comuni Passaggio al Digitale Terrestre Area tecnica 10 Regione Marche QUANDO? Dal 5 dicembre al 21 dicembre 2011

8 Passaggio al digitale terrestre TV Informazioni ai comuni Le date dello switch-off DateZona geografica interessata 5 e 6 dicembreAscoli Piceno, Fermo e parte delle province 7 dicembreMacerata e parte delle province di Macerata, Fermo, Ancona, Ascoli Piceno 9 dicembreAncona e zone di Vallesina e Cesano 12 dicembrePesaro e fascia costiera e collinare della provincia Dal 13 al 16 dicembreparte delle province di Macerata, Ancona e zona Fabrianese e Monti della Laga 20 e 21 dicembreUrbino e fascia montana della provincia

9 Passaggio al digitale terrestre TV Informazioni ai comuni Date/aree spegnimento impianti analogici

10 Passaggio al digitale terrestre TV Informazioni ai comuni Tour informativo sul passaggio al digitale a cura del Ministero dello Sviluppo Economico DateCittà 24 novembreMacerata 25 novembreFermo 28 novembreAscoli Piceno 29 novembreAncona 30 novembreFabriano 1 dicembreFano 5 dicembrePesaro 6 dicembreUrbino

11 Passaggio al digitale terrestre TV Informazioni ai comuni Passaggio epocale nella televisione? SI: Rivoluzione tecnologica non compatibile allindietro Far vedere la TV non è competenza degli Enti Locali ma diventa una necessità collaborare tutti insieme, nei vari interessi istituzionali per il bene dei cittadini e di tutti i soggetti interessati

12 Passaggio al digitale terrestre TV Informazioni ai comuni Criticità e possibili Soluzioni in aiuto dei diversi soggetti coinvolti Emittenti Locali Enti Locali Cittadini Operatori del Settore e altri soggetti: Antennisti, Amministratori di Condominio, Rivenditori Volontariato, Scuole, Parrocchie

13 Passaggio al digitale terrestre TV Informazioni ai comuni La realtà delle Marche Criticità tecniche Difficoltà di copertura Assenza di frequenze internazionalmente coordinate per le emittenti locali La morfologia del territorio La numerosità di impianti da digitalizzare Elevato grado di divario digitale per le emittenti nazionali e locali in particolare nelle zone dellentroterra Impianti di proprietà di Enti Locali con frequenze in concessione e problematiche relative al ridisegno/abolizione delle Comunità Montane

14 Passaggio al digitale terrestre TV Informazioni ai comuni La realtà delle Marche Difficoltà di sintonizzazione Adeguamento impianti dantenna Scelta del decoder o idtv (Televisore con Decoder integrato) a seconda delle esigenze Installazione e sintonizzazione decoder o idtv CRITICITA COMUNICATIVE Elevata presenza di utenze di fasce deboli, in particolare gli anziani Numerose informazioni di carattere tecnologico disperse su vari portali web Scarsità di comunicazione multicanale

15 Passaggio al digitale terrestre TV Informazioni ai comuni Fasce deboli Contributo acquisto decoder In regola con il pagamento del canone RAI Età maggiore o uguale a 65 anni al 31/12/2011 Reddito non superiore a Non avere già beneficiato del contributo Sconto al momento dellacquisto di 50 (su decoder di fascia alta), presso i rivenditori che hanno aderito alliniziativa

16 Passaggio al digitale terrestre TV Informazioni ai comuni Sezione sito MSE dedicata al contributo per lacquisto del decoder

17 Passaggio al digitale terrestre TV Informazioni ai comuni Elenco rivenditori aderenti allo sconto di 50 provincia PU (Dati aggiornati al 25/11/2011) decoder.comunicazioni.it/decoder/servlets/SearchCapServlet

18 Passaggio al digitale terrestre TV Informazioni ai comuni Elenco rivenditori aderenti provincia AN (Dati aggiornati al 25/11/2011) decoder.comunicazioni.it/decoder/servlets/SearchCapServlet

19 Passaggio al digitale terrestre TV Informazioni ai comuni Elenco rivenditori aderenti allo sconto di 50 provincia MC (Dati aggiornati al 25/11/2011) decoder.comunicazioni.it/decoder/servlets/SearchCapServlet

20 Passaggio al digitale terrestre TV Informazioni ai comuni Elenco rivenditori aderenti allo sconto di 50 provincia FM (Dati aggiornati al 25/11/2011) decoder.comunicazioni.it/decoder/servlets/SearchCapServlet

21 Passaggio al digitale terrestre TV Informazioni ai comuni Elenco rivenditori aderenti allo sconto di 50 provincia AP (Dati aggiornati al 25/11/2011) decoder.comunicazioni.it/decoder/servlets/SearchCapServlet

22 Passaggio al digitale terrestre TV Informazioni ai comuni Smaltimento TV usati (RAEE) IL DLG 151/2007 stabilisce l'obbligo di non smaltire i Rifiuti di Apparecchi Elettrici ed Elettronici come rifiuti urbani e di effettuare per detti rifiuti, una raccolta separata. Lo smaltimento dei vecchi televisori non deve quindi avvenire nellambiente, si tratta di rifiuti inquinanti. Il loro smaltimento è regolato dal DM 65/2010, il quale stabilisce che: I distributori di apparecchiature elettriche ed elettroniche, al momento della fornitura di una nuova apparecchiatura elettrica od elettronica, destinata ad un nucleo domestico assicurano il ritiro gratuito della apparecchiatura che viene sostituita

23 Passaggio al digitale terrestre TV Informazioni ai comuni Le problematiche legate alle Emittenti Locali La scarsità e qualità delle risorse frequenziali da assegnare alle Emittenti Locali. Esigenza di conoscere per tempo la frequenza assegnata per poter avviare i lavori di conversione degli impianti di trasmissione in tempo, senza incorrere in un lungo periodo di disservizio dopo il passaggio al digitale terrestre che ricadrebbe sullutenza cittadina. Oneroso iter tecnico normativo per autorizzazione adeguamento impianti analogici esistenti alla tecnica digitale stante la Legge Regionale 25/2001 che impone concessione edilizia per autorizzare qualsiasi modifica agli apparati di trasmissione Rischio riduzione, almeno iniziale, degli impianti di trasmissione dovuta agli elevati costi e di conseguenza riduzione dellarea di copertura del segnale.

24 Passaggio al digitale terrestre TV Informazioni ai comuni LR 23/2011 Norme urgenti in materia di passaggio al digitale terrestre 1.Rimuove il dettato della LR 25/2001 che prevede concessione edilizia per installare e modificare impianti di trasmissione TV, sostituito da autorizzazione unica art. 87 DLG 1/8/2003 n Prevede iter semplificato per la modifica di impianti se: si interviene su un impianto già esistente la modifica comporta riduzione delle emissioni elettromagnetiche In questo caso il gestore dellimpianto può eseguire i lavori di conversione ed inviare comunicazione al comune e ARPAM entro 180 giorni dalla scadenza della data prevista per la conversione del segnale da analogico a digitale contenente i dati radioelettrici aggiornati 3.Elimina il divieto di installazione in zone classificate dagli strumenti urbanistici come zone di interesse paesaggistico-ambientale, storico-architettonico, monumentale ed archeologico, previsto dallart. 7, comma 1 lettera c) LR 25/2001

25 Passaggio al digitale terrestre TV Informazioni ai comuni Esist e già? Cosa devo chiedere per autorizzare un impianto TV? Riduco emissioni? Comunicazione al Comune e ARPAM, entro 180 giorni dal termine previsto da art. 2 comma 1 LR 23/2011 Avvio lavori SI NO Autorizzazione unica art. 87 DLG 259/2003 (Art.1 LR 23/2011) NO Autorizzazione unica art. 87 DLG 259/2003 (Art.1 LR 23/2011) Comune con supporto ARPAM esegue istruttoria preventiva, quindi concede/nega autorizzazione Comune con supporto ARPAM esegue verifica in ogni tempo Flusso autorizzativo LR 25/2001 e LR 23/2011 Avvio lavori

26 Passaggio al digitale terrestre TV Informazioni ai comuni Le problematiche degli enti Locali Rischio che i cittadini vedano negli Amministratori Locali i corresponsabili di tutti i disservizi che avverranno. Assenza di informazioni legate alla futura copertura delle emittenti televisive

27 Passaggio al digitale terrestre TV Informazioni ai comuni Problematiche collegate agli enti Locali Da un censimento degli impianti trasmissivi eseguito dalla Regione Marche risulta la presenza di alcuni impianti di ripetizione televisiva che utilizzano frequenze rilasciate in concessione ai Comuni e alle Comunità Montane. Visto il ridisegno delle Comunità Montane, i relativi siti televisivi dovrebbero essere presi in carico dalle comunità montane attualmente esistenti o dai Comuni o Unioni di Comuni per continuare a erogare il segnale nelle zone disagiate in cui le emittenti televisive non arrivano con risorse proprie seguendo lart. 30 del D.lgs n.177 testo unico della radiotelevisione, che recita: … l'autorizzazione è rilasciata esclusivamente ai comuni, comunità montane o ad altri enti locali o consorzi di enti locali, ed ha estensione territoriale limitata alla circoscrizione dell'ente richiedente tenendo conto, tuttavia, della particolarità delle zone di montagna ….

28 Passaggio al digitale terrestre TV Informazioni ai comuni Problematiche collegate agli enti Locali I Comuni e le Comunità Montane dovranno spegnere i siti ripetitori in analogico e richiedere una nuova autorizzazione allIspettorato Territoriale delle Marche e Umbria - Ministero dello Sviluppo Economico e se non aiutati da privati dovranno sostenere lonere economico delladeguamento degli impianti. Limpegno finanziario può in alcuni casi essere dellordine di alcune decine di migliaia di euro, là dove oltre alladeguamento degli impianto trasmissivi si debba anche provvedere ad una totale ristrutturazione/delocalizzazione del sito. I Comuni sono in difficoltà nellindividuare i corretti passi da effettuare per evitare il digital divide televisivo sul proprio territorio, non avendo una visione generale della situazione ma frammentata e senza chiari punti di riferimento da parte degli Organi Centrali.

29 Passaggio al digitale terrestre TV Informazioni ai comuni Le azioni di Regione Marche Censimento con il supporto dellIspettorato Territoriale Marche e Umbria degli impianti di ripetizione televisiva di proprietà degli Enti Locali e delle Emittenti Locali per meglio capire quali aree rimarranno scoperte. Realizzazione di un documento riportante il corretto iter normativo e tecnico per adeguare gli impianti di proprietà comunale e delle Ex Comunità Montane.

30 Passaggio al digitale terrestre TV Informazioni ai comuni Contributi per la Comunicazione Il Ministero ha stanziato per la comunicazione del passaggio al digitale televisivo terrestre nella Regione Marche, fondi per Serviranno a finanziare le attività svolte dalla Fondazione Ugo Bordoni, il road show, le comunicazioni mezzo stampa, sms, radio saranno ripartiti tra le emittenti televisive locali, intendendo come tale unemittente che copra almeno una provincia. la rimanente parte sarà destinata al canale radiofonico/stampa locali (Fonte Ministero dello Sviluppo Economico)

31 Passaggio al digitale terrestre TV Informazioni ai comuni Le problematiche legate ai Cittadini Confusione sugli aspetti critici del passaggio al digitale terrestre Difficoltà nel recepire informazioni chiare e essenziali: le fasce deboli, soprattutto gli anziani soli, sono in difficoltà per la scelta del sistema tecnologico (terrestre o tivusat) e dellHardware per poter ricevere le trasmissioni in digitale. Difficoltà anche solo per installare un decoder e sintonizzare i canali.

32 Passaggio al digitale terrestre TV Informazioni ai comuni Le possibili azioni della Regione Marche Istituzione di un tavolo tecnico permanente per la collaborazione con le Amministrazioni Provinciali e i Comuni per il passaggio al digitale terrestre con il coordinamento della Regione e un ruolo di promozione e raccordo. Istituzione di un tavolo tecnico con le Emittenti Locali e Nazionali, gli operatori del settore, i soggetti interessati Collaborazione tra Regione Marche e Associazioni degli Antennisti per incentivare la concertazione di un tariffario di riferimento sui diversi interventi ed un codice etico a cui far aderire gli iscritti (in fase di sottoscrizione) Campagna comunicazione Digitale in Chiaro a cura di Adiconsum patrocinata da Regione Marche e dal MSE

33 Passaggio al digitale terrestre TV Informazioni ai comuni Tariffario di riferimento e codice etico Il 22/11/2011 le associazioni degli antennisti con il supporto della regione Marche hanno definito un testo condiviso per un codice etico ed un listino di riferimento. Il testo è stato condiviso anche dalle associazioni di consumatori Il testo verrà approvato il 28/11/2011 in assemblea di giunta e quindi verrà sottoscritto dalle parti

34 Passaggio al digitale terrestre TV Informazioni ai comuni Altre azioni utili Disseminazione informativa e incontri sul territorio inerenti al passaggio al digitale terrestre per informare opportunamente i cittadini e fornire gli strumenti e linformativa sempre aggiornata Utilizzo del volontariato per interventi presso le abitazioni dei cittadini considerati fasce deboli da parte di operatori opportunamente identificati e formati per operazioni di base quali installazione decoder e sintonizzazione dei canali. Utilizzo dei rilevatori impegnati nella consegna dei questionari per il 15° censimento della popolazione, previa formazione Informativa rivolta agli Amministratori di Condominio volto a incentivare unadeguata informativa agli utenti.

35 Passaggio al digitale terrestre TV Informazioni ai comuni Collaborare per i cittadini Provincia e Comuni: 1.Disponibilità di materiale cartaceo presso sedi Comunali e Provinciali di affluenza 2.Iniziative di comunicazione sul territorio con i Cittadini (Novembre) 3.Presenza con presidio in piazza e zone sensibili nei giorni pre switch off per informativa e supporto operativo per la cittadinanza 4.Volontari sul territorio che con il coordinamento regionale aiuteranno le fasce deboli in difficoltà nellaffacciarsi al mondo digitale televisivo. Competenze: Installazione Decoder Sintonizzazione Canali tv Uso del Telecomando Fornire informazioni di rimando

36 Passaggio al digitale terrestre TV Informazioni ai comuni Regione Marche realizzerà le seguenti azioni Un Sito Web (www.dtt.marche.it) che raccoglierà le informazioni, trattate in modo chiaro ed esaustivo e le azioni svolte a vantaggio di tutti i Soggetti interessati: Cittadini, Enti Locali, Emittenti, Associazioni di Categoria, Ministero dello Sviluppo Economico, Arpam presidiata Incontri a carattere informativo rivolti alle Amministrazioni Locali, organizzati con il Coordinamento Regionale di Rappresentanza ANCI – UPI – UNCEM – LEGA DELLE AUTONOMIE


Scaricare ppt "Passaggio al digitale terrestre TV Incontro con i Comuni in collaborazione con il COORDINAMENTO REGIONALE DI RAPPRESENTANZA UNITARIA ANCI – UPI – UNCEM."

Presentazioni simili


Annunci Google