La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Fabrizio Gay – corso di fondamenti e applicazioni di geometria descrittiva aa. 2007- 2008 Perspectiva artificialis Introduzione alla prospettiva.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Fabrizio Gay – corso di fondamenti e applicazioni di geometria descrittiva aa. 2007- 2008 Perspectiva artificialis Introduzione alla prospettiva."— Transcript della presentazione:

1 Fabrizio Gay – corso di fondamenti e applicazioni di geometria descrittiva aa Perspectiva artificialis Introduzione alla prospettiva

2 F. Gay – corso di fondamenti e applicazioni di geometria descrittiva aa … imperò[c]che[] la maggior parte delle cose da ridere erano state, come si dice, nella mente del Grasso Antoinio di Tuccio Manetti, Vita di Filippo Brunelleschi preceduta dalla novella del Grasso legnaiolo, (tratte dal codice Palatino 51 e 200) Firenze 1989.

3 F. Gay – corso di fondamenti e applicazioni di geometria descrittiva aa … e[egli] misse innanzi et in atto lui proprio quello che dipintori oggi dicono prospectiva perché ella è una parte di quella scienza che è in effetto porre bene et con ragione le diminuzioni, et accrescimenti che appaiono agli occhi degli huomini delle cose di lungi …

4 F. Gay – corso di fondamenti e applicazioni di geometria descrittiva aa … È questo caso della prospettiva, nella prima cosa in che è lo mostrò, fu in una tavoletta di circa mezzo braccio quadro, dove fece una pittura a similitudine del tempio di Santo Giovanni di Firenze, […] e pare che sia stato a ritrarlo dentro la porta del mezzo di Santa Maria del Fiore, qualche braccia tre, fatto con tanta diligenza e gentilezza e tanto a punto co colori de marmi bianchi e neri, che non è miniatore che lavvessi fatto meglio…

5 F. Gay – corso di fondamenti e applicazioni di geometria descrittiva aa

6

7

8 E voleva che locchio si ponessi da rovescio per chi lavessi a vedere e con una mano saccostassi allo occhio e nellaltra tenessi uno specchio piano al dirimpetto, che vi si veniva a rispecchiare dentro la dipentura: quella dilazione, la distanza vel circa di braccia piccoline, quanto a braccia vere dal luogo ove mostrava essere stato a ritrarlo per insino al tempio …

9 F. Gay – corso di fondamenti e applicazioni di geometria descrittiva aa

10

11

12

13 …che fu il levarla dalla pianta e dal profilo e per via dìntersegatione.

14 F. Gay – corso di fondamenti e applicazioni di geometria descrittiva aa

15

16 Metodo del taglio [costruzione legittima secondo Ludwig]

17 F. Gay – corso di fondamenti e applicazioni di geometria descrittiva aa

18

19 Punto vedente Sorgente proiettiva

20 F. Gay – corso di fondamenti e applicazioni di geometria descrittiva aa B C Il punto di vista come centro di proiezione S

21 F. Gay – corso di fondamenti e applicazioni di geometria descrittiva aa Lottavo teorema dellottica di Euclide

22 F. Gay – corso di fondamenti e applicazioni di geometria descrittiva aa Linvenzione rinascimentale del quadro

23 F. Gay – corso di fondamenti e applicazioni di geometria descrittiva aa Applicazioni del secondo teorema di Talete

24 F. Gay – corso di fondamenti e applicazioni di geometria descrittiva aa

25 2

26 3

27 3

28 3 prospettografi

29 F. Gay – corso di fondamenti e applicazioni di geometria descrittiva aa …Dicesi che, sentendo la morte sua Filippo di ser Brunellesco, disse Noi abbiamo fatto in Masaccio una grandissima perdita; e gli dolse infinitamente, essendosi affaticato gran pezzo in mostrargli molti termini di prospettiva e di architettura (Vite,II p. 300) Masaccio

30 F. Gay – corso di fondamenti e applicazioni di geometria descrittiva aa

31

32

33 Leon Battista Alberti, De pictura

34 F. Gay – corso di fondamenti e applicazioni di geometria descrittiva aa La costruzione albertiana

35 F. Gay – corso di fondamenti e applicazioni di geometria descrittiva aa

36

37

38

39

40

41 Lorenzo Ghiberti

42 F. Gay – corso di fondamenti e applicazioni di geometria descrittiva aa

43

44

45 Piero della Francesca, De prospectiva pigngendi

46 F. Gay – corso di fondamenti e applicazioni di geometria descrittiva aa

47

48

49

50

51

52

53

54

55

56

57

58

59

60 Fabrizio Gay – corso di fondamenti e applicazioni di geometria descrittiva aa Prospettiva architettonica come manipolazione delle apparenze ottiche Dalle vicende della scena teatrale nel XVI secolo alla prospettiva in rilievo e alle obliquazioni architettoniche

61 F. Gay – corso di fondamenti e applicazioni di geometria descrittiva aa

62

63

64

65

66

67

68

69

70

71

72

73

74

75

76

77

78

79

80

81

82

83

84

85

86

87 Anphitruo (189 [?] a.C.) Giove per possedere Alcmena assume le sembianze del marito, il re Anfitrione. Si avvale anche della complicità di Mercurio che fa la guardia alla reggia assumendo le sembianze del servo Sosia. Ma ecco che arriva il vero Sosia precedendo il re Anfitrione di ritorno vittorioso sui Teleboi. È notte e Sosia trova (Mercurio) un altro se stesso che deve convincere della propria identità: […] SOSIA – Tu dici che [io] non sono io? MERCURIO - E come potrei non dirlo se io sono io. SOSIA – Giuro per Giove che sono Sosia e che non giuro il falso. MERCURIO - E io giuro per Mercurio che Giove non ti crede perché crederà più a me senza giuramento che a te che giuri. SOSIA – E chi sono allora se non sono Sosia?

88 F. Gay – corso di fondamenti e applicazioni di geometria descrittiva aa MERCURIO – Quando non avrò più voglia di essere Sosia siilo pure tu, ma ora che lo sono io le buscherai se non andrai via di qui, uomo senza nome [… ignobilis]. SOSIA – a parte (certo quando lo contemplo e riconosco il mio aspetto, proprio come sono tatto io – perché mi guardo spesso allo specchio – non vè nulla di più simile a me. Ha il cappello e il vestito uguali, proprio come li ho io. La gamba, il piede, la statura, il taglio dei capelli, gli occhi, il naso, e persino le labbra, le guance il mento, la barba, il collo: tutto. Che altro dire? Se ha pure le cicatrici sulla schiena non vè somiglianza più somigliante di questa. Ma pure, quando ci penso, io sono quello che sono sempre stato. Conosco il padrone, riconosco la nostra casa, ho sani il sapere e i sensi. [… sane sapio et senso]).


Scaricare ppt "Fabrizio Gay – corso di fondamenti e applicazioni di geometria descrittiva aa. 2007- 2008 Perspectiva artificialis Introduzione alla prospettiva."

Presentazioni simili


Annunci Google