La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Agenzia delle Dogane Direzione Reg. per il Trentino Alto Adige Ufficio delle Dogane di Trento La telematizzazione delle Accise nel settore dellalcole.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Agenzia delle Dogane Direzione Reg. per il Trentino Alto Adige Ufficio delle Dogane di Trento La telematizzazione delle Accise nel settore dellalcole."— Transcript della presentazione:

1 1 Agenzia delle Dogane Direzione Reg. per il Trentino Alto Adige Ufficio delle Dogane di Trento La telematizzazione delle Accise nel settore dellalcole e delle bevande alcoliche Istituto Tutela Grappa del Trentino Trento, 20 maggio 2008

2 2 PROGRAMMA 1) Normativa 1) Normativa 2) Sistema Telematico Doganale E.D.I. 2) Sistema Telematico Doganale E.D.I. 3) Elementi tecnici – Tracciato record 3) Elementi tecnici – Tracciato record Relatori UD Trento: Emiddio TORRE Carmelo URGESI

3 3 INDICE Normativa - Premesse ……………………………………………………………………… …. pag. 4 - Determinazione n Alcoli ……………………………………….. pag. 9 - Circolazione E.M.C.S. …………………………………………………… …. pag Piano dellattività e termini dinizio ……………………………… …. pag. 19 Sistema Telematico Doganale EDI - Premesse …………………………… ….. pag Istanza di adesione ……………………………………………… … ………. pag Primo accesso ………………………………………… … ………… … … … …. pag Firma elettronica ………………………………………………… … ……….. pag Trasmissione …………………………………… …… ……… … … … … …… … pag Ambiente reale …… …………………………………… … …………… … ….. pag Interrogazione … ………… … …………………… …… …………… … … … … pag Prelievo risposte ed esiti …… … … … … … ……………… …… …… … … pag Smarrimento password e richiesta credenziali di firma ….. pag Modifica autorizzazioni ……………………… … ……………………… ….. pag. 68 Elementi tecnici, Tracciato record – Premesse …………………………..… …. pag Interchange Idoc – Record di testa …… ……………………………. pag Struttura dei tracciati e caratteristiche dei record ……… … pag Record A: dati di controllo ………………………………………………. pag Record C: movimentazione prodotti alcolici …… … … … … …… pag Record D: riepilogo crediti e riaccrediti … …………………… ….. pag Record E: riepilogo dellaccisa …… …………………………………… pag Record F: garanzia sulla circolazione …… … ……… ……………… pag Record G: movimentazione contrassegni di Stato …… ….. pag Record R: ravvedimento …………………… … ………………………… pag Rettifiche ……………………………………… … …………………………….. pag Assistenza on-line e contatti nazionali/locali …… … … …… …. pag. 104

4 4 PREMESSA GENERALE – Già da alcuni anni la Pubblica Amministrazione, sotto la spinta della necessità di ammodernare la propria struttura per fornire risposte più rapide e servizi più efficienti ed al passo coi tempi - sia ai cittadini che alle imprese- è impegnata in un grande processo di informatizzazione e telematizzazione; questo processo, che riguarda le procedure e gli adempimenti di tipo burocratico, amministrativo e fiscale, coinvolge tutti gli Uffici, centrali e periferici, ed i relativi utenti; lamministrazione doganale è parte attiva ed è allavanguardia in questo processo, date le improrogabili necessità legate allintegrazione comunitaria (per le procedure e dichiarazioni doganali e per lIVA -elenchi Intra-). DISPOSIZIONI NORMATIVE

5 5 PREMESSA ACCISE – Anche nel settore delle accise, sfruttando le nuove tecnologie dellinformazione e della comunicazione, è stato avviato da alcuni anni questo processo di tematizzazione degli adempimenti (come per le dichiarazioni di consumo dellenergia elettrica e del gas naturale, e per lagevolazione sul gasolio autotrasporto); un ulteriore impulso in tale direzione è stato fornito dal Codice dellAmministrazione digitale di cui al D.Lgs. n. 82/2005; per ultimo, lart. 1 del D.L. n. 262/2006, convertito dalla Legge n. 286/2006, ha stabilito lobbligo di presentazione, esclusivamente in forma telematica, dei dati di contabilità e delle dichiarazioni dovute dagli operatori del settore per i vari rami dimposta, oltrechè dei documenti di circolazione. Tempi e modalità sono disposti con Determinazioni del Direttore dellAgenzia delle Dogane. DISPOSIZIONI NORMATIVE

6 6 Il piano di telematizzazione delle accise ha quindi avuto un concreto ed ulteriore impulso con le seguenti Determinazioni del Direttore dellAgenzia delle Dogane del 26/09/2007, emanate in attuazione dellart. 1, comma 1, del D.L. n. 262/06, convertito dalla Legge n. 286/06: DISPOSIZIONI NORMATIVE 1) Determinazione n del 26 settembre 2007; 2) Determinazione n del 26 settembre 2007; 3) Determinazione n del 26 settembre 2007; 4) Determinazione n del 26 settembre 2007.

7 7 DISPOSIZIONI NORMATIVE Determinazione n del 26 settembre 2007 Tempi e modalità per la presentazione in forma esclusivamente telematica delle dichiarazioni di consumo per il gas naturale e lenergia elettrica SettoreOggetto Soggetti interessati Data di avvio - Energia elettrica elettrica - Gas naturale Dichiarazioni di consumo annuali Soggetti obbligati dei relativi settori artt. 26 e 53 T.U.A. 1° gennaio 2008 (scad. 31/03)

8 8 DISPOSIZIONI NORMATIVE Determinazione n del 26 settembre 2007 Tempi e modalità per la presentazione in forma esclusivamente telematica dei dati relativi alla contabilità degli operatori, qualificati come depositari autorizzati, operatori professionali, rappresentanti fiscali, esercenti depositi commerciali ed altri soggetti, concernenti l'attività svolta nei settori dei prodotti energetici e degli oli lubrificanti e bitumi di petrolio SettoreOggetto Soggetti interessati Data di avvio Prodotti energetici Dati contabili Depositari autorizzati 01/06/ Oper. Profess. - Rappr. Fiscali - Dep. Comm. - Sogg. Obb. Oli lubr. e bitumi lubr. e bitumi01/01/2009

9 9 DISPOSIZIONI NORMATIVE Determinazione n del 26 settembre 2007 Tempi e modalità per la presentazione in forma esclusivamente telematica dei dati relativi alla contabilità degli operatori, qualificati come depositari autorizzati, operatori professionali, rappresentanti fiscali ed esercenti dep. commerciali, concernenti l'attività svolta nel settore dellalcole e delle bevande alcoliche SettoreOggetto Soggetti interessati Data di avvio Alcole e bevande alcoliche Dati contabili A) Depositari autorizzati autorizzati01/10/2008 (escluso vino, altre bev. fermentate diverse e fabbricaz. aromi) B) B) - Oper. Profess. - Rappr. Fiscali - Dep. Comm. 01/01/2009 (compreso dep. autorizz. vino, bev. ferment. div. e aromi)

10 10 DISPOSIZIONI NORMATIVE Determinazione n.1495 del 26/09/2007 ALCOLE E BEVANDE ALCOLICHE Soggetti obbligati Periodicità dei dati Tipologia dei dati da inviare SOGGETTI A) (di cui alla precedente diapositiva), che devono indicare lidentificativo Giornaliera (entro le ore 12,00 del giorno succes- sivo) a) Movimentazioni interne ed esterne dei prodotti sottoposti ad accisa: sottoposti ad accisa: - estremi del registro di C/S; - estremi del registro di C/S; - qualità e quantità del prodotto movimentato; - qualità e quantità del prodotto movimentato; - documento giustificativo o di accompagnam.; - documento giustificativo o di accompagnam.; - mittente o destinatario del prod. moviment.; - mittente o destinatario del prod. moviment.; - tipologia e causale della movimentazione; - tipologia e causale della movimentazione; - posizione fiscale del prodotto; - posizione fiscale del prodotto; - accisa relativa alla movimentazione del prod.; - accisa relativa alla movimentazione del prod.; b) Riepilogo movimentaz. giornaliera cauzione di circolazione per prodotti in sospensione daccisa; circolazione per prodotti in sospensione daccisa; c) Movimentazione dei contrassegni di Stato (tipologia, quantità e causale). (tipologia, quantità e causale).

11 11 DISPOSIZIONI NORMATIVE Determinazione n.1495 del 26/09/2007 ALCOLE E BEVANDE ALCOLICHE Soggetti obbligati Periodicità dei dati Tipologia dei dati da inviare SOGGETTI A) (di cui alla precedente diapositiva), che devono indicare lidentificativo Mensile (entro il 5° giorno success. al mese di riferimento) a) Periodo di riferimento; b) Riepilogo mensile del movimento dimposta; c) Accrediti dimposta utilizzati nel periodo. N.B. – Per il mese di dicembre i dati sono riepilogati con cadenza quindicinale e trasmessi entro il 18 dicembre (per la prima quindicina) ed entro il 5 gennaio successivo (per la seconda quindicina).

12 12 DISPOSIZIONI NORMATIVE Determinazione n.1495 del 26/09/2007 ALCOLE E BEVANDE ALCOLICHE Soggetti obbligati Periodicità dei dati Tipologia dei dati da inviare SOGGETTI B) (di cui alla precedente diapositiva), che devono indicare lidentificativo Giornaliera (entro il 1° giorno lavorativo succ. al ricevimento dei prodotti in regime sospensivo) a) Per gli Operatori Professionali ed i Rappresentanti Fiscali, dati relativi a: Rappresentanti Fiscali, dati relativi a: - periodo di riferimento; - periodo di riferimento; - estremi del registro di C/S; - estremi del registro di C/S; - qualità e quantità del prodotto movimentato; - qualità e quantità del prodotto movimentato; - documento giustificativo o di accompagnam.; - documento giustificativo o di accompagnam.; - mittente o destinatario del prod. moviment.; - mittente o destinatario del prod. moviment.; - tipologia e causale della movimentazione; - tipologia e causale della movimentazione; - posizione fiscale del prodotto; - posizione fiscale del prodotto; - eventuale accisa relativa alla movimentaz. del - eventuale accisa relativa alla movimentaz. del prodotto e relative garanzie; prodotto e relative garanzie; - eventuali accrediti dimposta utilizzati nel - eventuali accrediti dimposta utilizzati nel periodo. periodo.

13 13 DISPOSIZIONI NORMATIVE Determinazione n.1495 del 26/09/2007 ALCOLE E BEVANDE ALCOLICHE Soggetti obbligati Periodicità dei dati Tipologia dei dati da inviare SOGGETTI B) (di cui alla precedente diapositiva), che devono indicare lidentificativo Annuale (entro il mese di gennaio dellanno successivo) b) Per gli esercenti depositi commerciali (ad accisa assolta), dati relativi a: accisa assolta), dati relativi a: - vedasi la precedente diapositiva relativa agli - vedasi la precedente diapositiva relativa agli operatori professionali ed ai rappresentanti operatori professionali ed ai rappresentanti fiscali. fiscali. N.B. – In effetti si tratterebbe di trasmettere, salvo eventuali e successive precisazioni da parte eventuali e successive precisazioni da parte dellAgenzia, solo le chiusure annuali dei registri dellAgenzia, solo le chiusure annuali dei registri di C/S. di C/S.

14 14 DISPOSIZIONI NORMATIVE Determinazione n.1495 del 26/09/2007 ALCOLE E BEVANDE ALCOLICHE Soggetti obbligati Periodicità dei dati Tipologia dei dati da inviare SOGGETTI B) (di cui alla precedente diapositiva), che devono indicare lidentificativo Mensile ed annuale (rispettivamente, entro il 5° giorno successivo al mese in cui siano state effettuate spedizioni intraUE, ed entro il 15 agosto di ogni anno) c) Per i depositari autorizzati del settore vino, delle bevande fermentate diverse dal vino e delle bevande fermentate diverse dal vino e dalla birra, e della fabbricazione di aromi, dati dalla birra, e della fabbricazione di aromi, dati relativi a: relativi a: - vedasi la precedente diapositiva relativa agli - vedasi la precedente diapositiva relativa agli operatori professionali ed ai rappresentanti operatori professionali ed ai rappresentanti fiscali. fiscali. N.B. – In effetti per il vino e le bev. diverse si tratterebbe di trasmettere, salvo eventuali e successive precisa- di trasmettere, salvo eventuali e successive precisa- zioni da parte dellAgenzia, i dati del: zioni da parte dellAgenzia, i dati del: - Prospetto annuale di produzione, movimentazione - Prospetto annuale di produzione, movimentazione dei prodotti e delle garanzie; dei prodotti e delle garanzie; - Prospetto mensile delle partite spedite in ambito - Prospetto mensile delle partite spedite in ambito intracomunitario. intracomunitario.

15 15 DISPOSIZIONI NORMATIVE Determinazione n del 26 settembre 2007 Tempi e modalità per la presentazione in forma esclusivamente telematica dei documenti di accompagnamento previsti per la circolazione dei prodotti soggetti o assoggettati ad accisa ed alle altre imposizioni indirette previste dal testo unico delle accise SettoreOggetto Soggetti interessati Data di avvio Circolazione dei prodotti sottoposti al regime delle accise DocumentoD.A.A. Documento D.A.S. Soggetti operanti in regime sospensivo 01/04/2009(D.A.A.) Soggetti operanti in regime di accisa assolta ed altre imposizioni 01/10/2009(D.A.S.)

16 16 DISPOSIZIONI NORMATIVE

17 17 DISPOSIZIONI NORMATIVE Il Sistema comunitario E.M.C.S. (Excise Movement and Control Sistem) La telematizzazione nazionale delle accise per la circolazione, rientra nel sistema comunitario E.M.C.S.; La telematizzazione nazionale delle accise per la circolazione, rientra nel sistema comunitario E.M.C.S.; questo sistema è stato istituito per il monitoraggio dei movimenti e dei controlli dei prodotti soggetti ad accisa in ambito comunitario e ne è previsto il completamento nel 2011; questo sistema è stato istituito per il monitoraggio dei movimenti e dei controlli dei prodotti soggetti ad accisa in ambito comunitario e ne è previsto il completamento nel 2011; esso consente la trasmissione dei documenti fiscali DAA in via telematica, mediante la creazione di un canale di comunicazione tra gli operatori economici interessati, integrato con i sistemi degli Stati membri (a cui vengono messi a disposizione in tempo reale i documenti di competenza), eliminando la prevista bollatura ed i visti amministrativi, velocizzando lappuramento delle spedizioni e la gestione della garanzia e rendendo più efficaci i controlli. esso consente la trasmissione dei documenti fiscali DAA in via telematica, mediante la creazione di un canale di comunicazione tra gli operatori economici interessati, integrato con i sistemi degli Stati membri (a cui vengono messi a disposizione in tempo reale i documenti di competenza), eliminando la prevista bollatura ed i visti amministrativi, velocizzando lappuramento delle spedizioni e la gestione della garanzia e rendendo più efficaci i controlli.

18 18 DISPOSIZIONI NORMATIVE Il Sistema comunitario E.M.C.S. (Excise Movement and Control Sistem) Procedura e schema di funzionamento: 1) Invio messaggio al sistema con le informazioni del DAA da emettere; 2) Il sistema controlla i codici di accisa, i codici del prodotto e gli Uffici competenti, assegnando un numero identificativo univoco (ARC); 3) Emissione del DAA; 4) Messaggio di invio prodotti tra gli Stati membri; 5) Comunicazione di spedizione in arrivo fra Stato di destinazione e destinatario 6) Consegna dei prodotti; 7) Comunicazione di appuramento del destinatario al sistema; 8) Validazione della comunicazione di appuramento; 9) Messaggio di ricezione dei prodotti tra Stati membri; 10) Comunicazione di ricezione merce da parte dello Stato speditore al soggetto speditore e svincolo della garanzia impegnata. soggetto speditore e svincolo della garanzia impegnata.

19 19 DISPOSIZIONI NORMATIVE

20 20 SERVIZIO EDI Il Dialogo Telematico tra Impresa e Dogana E.D.I. (Electronic Data Interchange)

21 21 EDI – Quali documenti Dichiarazioni Doganali Dichiarazioni Doganali Dichiarazioni sommarie Dichiarazioni sommarie Elenchi Intrastat Elenchi Intrastat Accise Accise Richiesta dati Magazzini Temporanea Custodia Richiesta dati Magazzini Temporanea Custodia Richieste ai Laboratori Chimici Richieste ai Laboratori Chimici Lotta alla Contraffazione Lotta alla Contraffazione Addizionali E.E. per i Comuni e le Province Addizionali E.E. per i Comuni e le Province

22 22 EDI CEND DOGANE Operativo dal gennaio 1997 Stesse procedure adottate per elaborare le dichiarazioni su carta e su floppy disk Stessa interfaccia per tutti gli operatori Servizi forniti a diversi tipologie di utenti: singoli operatori o centri servizi Firma digitale

23 23 SERVIZIO EDI - Vantaggi Accelerazione, semplificazione e razionalizzazione adempimenti Sportello doganale "virtuale" presso gli operatori Sportello doganale "virtuale" presso gli operatori Trattamento dichiarazioni secondo l'ordine di arrivo (FIFO) Trattamento dichiarazioni secondo l'ordine di arrivo (FIFO) Maggiore disponibilità di informazioni Maggiore disponibilità di informazioni Incremento della produttività e dellefficienza Incremento della produttività e dellefficienza Focalizzazione organizzativa su processi e attività di istituto Focalizzazione organizzativa su processi e attività di istituto Servizi di migliore qualità per gli utenti

24 24 SERVIZIO EDI - Sicurezza L'EDI include: atabase degli utenti abilitati alla connessione Il database degli utenti abilitati alla connessione Il database degli operatori autorizzati alla trasmissione Il database degli operatori autorizzati alla trasmissione La Firma Digitale garantisce: Lautenticazione degli utenti Lautenticazione degli utenti Lintegrità e riservatezza dei dati Lintegrità e riservatezza dei dati Il non-ripudio delle dichiarazioni telematiche Il non-ripudio delle dichiarazioni telematiche

25 25 SERVIZIO EDI – Le modalità La Circolare 63/D del 3 novembre 2004 La Circolare 63/D del 3 novembre 2004 Listanza di adesione via Internet Listanza di adesione via Internet Le richieste di modifiche solo via Le richieste di modifiche solo via Rilascio decentrato delle Autorizzazioni Rilascio decentrato delle Autorizzazioni

26 26 SERVIZIO EDI – Flusso Internet Istanza via INTERNET Controlli formali Controlli sostanziali Validazione Istanza Accettazione Istanza Istanze Validate UTENTI SITO AGENZIA UFFICI ABILITATI Aggiornamento Data Base Data Base Stampa Autorizzazione Consegna autorizzazioni Auto - Abilitazione ambiente reale Aggiornamento Data Base Data Base

27 27 SERVIZIO EDI – Listanza di adesione

28 28 SERVIZIO EDI – Listanza di adesione

29 29 SERVIZIO EDI – Listanza di adesione

30 30 SERVIZIO EDI – Listanza di adesione

31 31 SERVIZIO EDI – Listanza di adesione

32 32 SERVIZIO EDI – Listanza di adesione

33 33 SERVIZIO EDI – Listanza di adesione

34 34 SERVIZIO EDI – Listanza di adesione

35 35 SERVIZIO EDI – Listanza di adesione Istanza di adesione

36 36 SERVIZIO EDI – Listanza di adesione Scheda informativa

37 37 SERVIZIO EDI – Listanza di adesione Codice di accesso personale 8 caratteri alfanumerici

38 38 SERVIZIO EDI – Listanza di adesione

39 39 SERVIZIO EDI – Listanza di adesione

40 40 SERVIZIO EDI – Listanza di adesione Dal 12 marzo 2008 Attesa lobbligatorietà delle trasmissioni telematiche dettata dalle Determinazioni Direttoriali del 26 settembre 2007, per tutti i soggetti coinvolti in possesso di codici accisa o codici ditta, le istanze sono state automaticamente registrate e le autorizzazioni potranno essere ritirate presso uno degli uffici abilitati al rilascio Il rilascio delle autorizzazioni sarà immediato e subordinato allindicazione di uno o più indirizzi di posta elettronica cui verranno inviati automaticamente i Codici di Accesso Personali.

41 41 SERVIZIO EDI – Listanza di adesione Il soggetto richiedente (ovvero il legale rappresentante, nel caso di società) dovrà recarsi personalmente presso lUfficio dellAgenzia delle Dogane prescelto per farsi identificare attraverso lesibizione di un valido documento di identità in originale ed ottenere lautorizzazione formale. In alternativa potrà essere inviato presso tale Ufficio un delegato munito dei seguenti documenti: delega in carta semplice, non autenticata; valido documento di identità in originale del delegato; valido documento di identità in originale del delegante.

42 42 SERVIZIO EDI – Listanza di adesione Infine, in caso di procura notarile, il delegato dovrà esibire: la procura notarile in originale; un proprio valido documento di identità in originale.

43 43 SERVIZIO EDI – Listanza di adesione ATTENZIONE I soggetti obbligati alla presentazione delle dichiarazioni in esame, che risultano già autorizzati allE.D.I. per altri settori dimposta, sono stati automaticamente abilitati alla trasmissione dei modelli accise e, di conseguenza, non dovranno recarsi presso gli uffici.


Scaricare ppt "1 Agenzia delle Dogane Direzione Reg. per il Trentino Alto Adige Ufficio delle Dogane di Trento La telematizzazione delle Accise nel settore dellalcole."

Presentazioni simili


Annunci Google