La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I.P.S.C.T.S. C. I. GIULIO Nellambito del progetto Vives 2001-2002, che prende in esame lautovalutazione delle competenze professionali del personale docente.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I.P.S.C.T.S. C. I. GIULIO Nellambito del progetto Vives 2001-2002, che prende in esame lautovalutazione delle competenze professionali del personale docente."— Transcript della presentazione:

1 I.P.S.C.T.S. C. I. GIULIO Nellambito del progetto Vives , che prende in esame lautovalutazione delle competenze professionali del personale docente nella costruzione dei curricoli locali, le Microreti del Piemonte si sono poste come obiettivo il monitoraggio e lautovalutazione del Tempo scuola. Nello specifico la Microrete di Torino Filo passante intende analizzare lattività dei Consigli di classe, con particolare attenzione allindividuazione di strumenti atti a migliorarne il funzionamento.

2 In questo contesto il nostro Istituto intende operare negli ambiti sottoindicati. Ambiti specifici di osservazione e di autovalutazione dellattività dei consigli di classe dellIstituto C.I. Giulio: A.Definizione di un modello comune di programmazione del Consiglio di classe obiettivi trasversali educativi e cognitivi programmazione didattica per materie e programmazione delle codocenze concordata anche nei dipartimenti per classi parallele attività di programmazione trasversale per attività extracurricolari programmazione prove comuni per classi parallele

3 B.Adozione di procedure comuni per la gestione dei Consigli di classe: schede di supporto alla gestione e alla verbalizzazione, relative alle tre fasi dei C.d.c.: Fase 1: Informazione Fase 2: Consultazione e ricerca cause Fase 3: Decisione C.Attivazione di interventi volti a rilevare i bisogni della componente studenti e a coinvolgerla nellattività di programmazione e di gestione dellattività didattica schede di rilevazione dei bisogni schede di proposte operative coinvolgimento dei rappresentanti di classe

4 D.Attribuzione di competenze specifiche al coordinatore di classe: monitoraggio assenze confronti periodici fra coordinatori di classi parallele E.Collegamento fra area curricolare, area professionalizzante e curricoli locali: figure di collegamento.

5 SCHEDA OPERATIVA PER IL CONSIGLIO DI CLASSE FASE 1: INFORMAZIONE CLASSE……… ANNO SCOLASTICO …………... COORDINATORE PROF ………………………………………. PROSPETTO INSUFFICIENZE AL …………………………… NOME ALLIEVO MATERIE

6 SCHEDA OPERATIVA PER IL CONSIGLIO DI CLASSE FASE 2: CONSULTAZIONE E RICERCA CAUSE CLASSE……… ANNO SCOLASTICO …………... COORDINATORE PROF ………………………………………. ESAME SITUAZIONI PARTICOLARI AL ……………………... NOME ASSENZE RITARDI CARENZA MOTIVAZ. PROBLEMI FAMIGLIA PROBLEMI SALUTE PROBLEMI COMPORT. PROBLEMI LOGICI E COGNITIVI ALTRO

7 SCHEDA OPERATIVA PER IL CONSIGLIO DI CLASSE FASE 2: CONSULTAZIONE E RICERCA CAUSE Componente allievi CLASSE……… ANNO SCOLASTICO …………... COORDINATORE PROF ………………………………………. ESAME SITUAZIONE CLASSE AL …………………………… La seguente scheda va compilata inserendo nelle caselle le diciture: E = ECCESSIVO A = ADEGUATO I = INSUFFICIENTE

8 MATERIACARICO DI LAVORO SETTIMANALE PROPOSTE DEGLI ALLIEVI ____________________________________________________ ____________________________________________________ ____________________________________________________

9 La seguente scheda va compilata inserendo nelle caselle le diciture: E = ECCESSIVO A = ADEGUATO I = INSUFFICIENTE INDICATORI MATERIE orario spazi comunicazione con insegnante attività svolte compiti assegnati

10 INDICATORI MATERIE numero valutazioni obiettività valutazioni quantità di programma svolto altro PROPOSTE DEGLI ALLIEVI _____________________________________________________ _____________________________________________________ _____________________________________________________ Firme dei rappresentanti di classe

11 SCHEDA OPERATIVA PER IL CONSIGLIO DI CLASSE FASE 3: DECISIONE CLASSE……… ANNO SCOLASTICO …………... COORDINATORE PROF ………………………………………. PROSPETTO STRATEGIE AL ………………………………... NOME POTENZIAMENTO STUDIO INDIVIDUALE SPORTELLO INTERVENTO SOSTEGNO GENITORI C.I.C ASSEGNAZIONE LAVORI INDIVIDUALIZZATI ALTRO

12 VARIE ED EVENTUALI PROPOSTE DI VARIAZIONE DEL CURRICOLO PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI AGGIORNAMENTO DELLA SCHEDA ALTRE ATTIVITA CURRICOLARI PREVISTE (Vedi programmazione del consiglio di classe) VERIFICA RAGGIUNGIMENTO OBIETTIVI (Vedi programmazione del consiglio di classe DIAP. 2)DIAP. 2

13 AI COORDINATORI DI CLASSE Note per luso delle schede Caro collega, il gruppo di ricerca per la costruzione del sistema qualità e di autovalutazione propone lutilizzo delle schede allegate per lo snellimento e la razionalizzazione del lavoro dei Consigli di classe. Liniziativa nasce: dallimpegno assunto dal Collegio docenti nel Piano dellOfferta Formativa in relazione ai Consigli di classe; dallesigenza più volte espressa in Collegio docenti di migliorare il funzionamento dei Consigli di classe; dalle indicazioni emerse dal corso di aggiornamento tenuto dal professor Dodman (di cui è stata data informazione nellultimo Collegio docenti).

14 Le schede operative che ti presentiamo si basano sulle proposte del professor Dodman e si articolano in tre fasi: fase 1: INFORMAZIONE. Si rilevano le insufficienze; fase 2: CONSULTAZIONE E RICERCA CAUSE. Si esaminano i casi particolari individuando i problemi; fase 3: DECISIONE. Si individuano le strategie di intervento. Riteniamo che queste schede: facilitino la conduzione del Consiglio di classe; consentano un monitoraggio sintetico della situazione della classe; favoriscano la razionalizzazione della verbalizzazione potendo essere allegate al verbale stesso.

15 Ti proponiamo luso di queste schede nel prossimo Consiglio di classe e ti saremmo grate se vorrai farci avere suggerimenti e osservazioni in merito per renderle più efficaci. Lobiettivo, infatti, è quello di semplificare le procedure, razionalizzando modi e tempi. NOTA BENE. Fase 2: CONSULTAZIONE E RICERCA CAUSE. Allo scopo di coinvolgere e responsabilizzare la componente studenti si propone, in via sperimentale, di sottoporre unapposita scheda alla classe. La compilazione può avvenire nel corso dell'assemblea di classe che normalmente precede il consiglio stesso, a cura e sotto la responsabilità dei rappresentanti di classe. Ci auguriamo che questo possa contribuire alla comprensione delle problematiche e alla ricerca delle strategie più adatte per migliorare lattività didattica. Per ogni approfondimento circa l'uso delle schede siamo a tua disposizione.


Scaricare ppt "I.P.S.C.T.S. C. I. GIULIO Nellambito del progetto Vives 2001-2002, che prende in esame lautovalutazione delle competenze professionali del personale docente."

Presentazioni simili


Annunci Google