La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Anna Basile Chiara Chialva Maria Elena Bosia Gioia Giuni Enrico Martano Carlotta Franceschi Annalisa Parisi Elena Bernengo DESCRIZIONE E PRESENTAZIONE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Anna Basile Chiara Chialva Maria Elena Bosia Gioia Giuni Enrico Martano Carlotta Franceschi Annalisa Parisi Elena Bernengo DESCRIZIONE E PRESENTAZIONE."— Transcript della presentazione:

1 Anna Basile Chiara Chialva Maria Elena Bosia Gioia Giuni Enrico Martano Carlotta Franceschi Annalisa Parisi Elena Bernengo DESCRIZIONE E PRESENTAZIONE DEL QUESTIONARIO MACARTHUR

2

3 Nasce dalla collaborazione tra: lIstituto di psicologia del Cnr di Roma il Center for Research in Language(University of California, San Diego). Finanziato dal MacArthur Foundation Research Network on Childhood Transition Due versioni parallele nelle due lingue: americana e italiana.

4 VERSIONE ITALIANA nel passato… 1)Questionario sullo sviluppo comunicativo (9-13 mesi) 2)Scheda per luso di gesti e parole (14 mesi) 3)Questionario sulluso di parole e frasi (20 mesi) 4)Intervista sulla capacità simbolica e conversazionale ( 18, 24 e 30 mesi)

5 VERSIONE ITALIANA attualmente… 1)Gesti e Parole (8-17 mesi) 2)Parole e frasi (18-30 mesi)

6 descrizione e generalità

7 CHI LO USA ? ?

8 Somministrato da: Pediatri Operatori dei servizi materni infantili Logopedisti Psicologi Professionisti della riabilitazione Compilato da: Genitori

9 A COSA SERVE ? ?

10 Valuta le abilità comunicative e linguistiche nei primi anni di vita. Da studi su 700 bambini (8 e i 30 mesi) Valori normativi

11 VALUTAZIONE

12 COME? Attraverso i grafici Per capire se un bambino è adeguato per la sua età cronologica oppure se presenta un ritardo

13 COSA? la comprensione la produzione di azioni, gesti e parole il repertorio lessicale lemergere delle strutture grammaticali

14 SVILUPPO DEL LINGUAGGIO Sviluppo fonetico articolatorio comprensione e produzione di parole Evoluzione del patrimonio lessicale repertorio lessicale Evoluzione del patrimonio semantico Evoluzione dello stadio fase acquisizione delle strutture grammaticali

15 sviluppo e presupposti teorici

16 FASI 1) Comunicazione nei primi mesi: attraverso le cure materne attraverso il pianto 2) Lallazione (4°-6°mese)

17 3) Sviluppo dellabilità di comprensione (dal 6°mese) 4) Comunicazione intenzionale (dal 9°mese): attraverso la richiesta attraverso la denominazione

18 5) Gesti comunicativi referenziali e lessico emergente (dal 12°mese) 6) Arricchimento lessicale e frase bitermine (da mesi) 7) Comunicazione adeguata prevalentemente con la parola (3 anni circa): –Acquisizione della grammatica –Allargamento del vocabolario

19 MODALITA di VALUTAZIONE TECNICHE OSSERVATIVE: osservazione diretta del comportamento spontaneo del bambino anche in rapporto alla lingua madre TECNICHE SPERIMENTALI: inputvalutazione reazioni INTERVISTE AI GENITORI

20 VANTAGGI è focalizzato su unarea dello sviluppo del bambino molto precisa: le abilità comunicative e linguistiche nei primi anni di vita è uno strumento agile ed efficace prende in considerazione le potenzialità del bambino e non i suoi limiti spinge i genitori ad osservare meglio il bambino e a prendere consapevolezza delle sue competenze è utile per effettuare una diagnosi precoce e una valutazione del rischio di ritardi e disturbi del linguaggio nel primo periodo dello sviluppo per giungere alla diagnosi deve essere accompagnato da altri test

21 SVANTAGGI la compilazione da parte dei genitori comporta: -perdita di informazioni; -sopravalutazione o sottovalutazione delle capacità del bambino. non analizza il contesto familiare,affettivo e relazionare in cui il bambino vive che è fondamentale per lacquisizione del linguaggio

22


Scaricare ppt "Anna Basile Chiara Chialva Maria Elena Bosia Gioia Giuni Enrico Martano Carlotta Franceschi Annalisa Parisi Elena Bernengo DESCRIZIONE E PRESENTAZIONE."

Presentazioni simili


Annunci Google